Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
gigetto13

VENEZIA
4 soldi Loredan, che tipo?

45 risposte in questa discussione

Buonasera,

 

mi sapete aiutare nell'attribuzione di questo 4 soldi di Leonardo Loredan?

 

dovrebbe essere papadopoli numero 46, ma tra nubi, stelle e varie varianti non sono sicuro.

 

Altra domanda: a cosa corrispondono i tipi 1 e 2 del Gamberini, Paolucci, e Montenegro? mi pare ci sia un po' di confusione.

 

grazie

 

 

 

 

post-27828-0-36685800-1444167393_thumb.j

post-27828-0-55557600-1444167404_thumb.j

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

a parte il fatto che Gesù ha un guantone da boxe, si intende :angel:

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il doge può essere sulla destra rivolto a s. (come in questo caso) o sulla sinistra rivolto a d. Sul rovescio le nubi possono essere ampie o appena accennate (come in questo caso). Alcune varianti sono più rare di altre e comunque tutte non sono proprio comuni.

 

Arka

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quindi @@Arka non ci sono grandi differenze di rarità secondo te?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Luigi il tuo è primo tipo. Questo è il secondo tipo:

1901819l.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

come diceva Arka rivolto a sx

ven962.jpg

ven961.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

con le nuvole ampie

ven270.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Buona giornata

 

Bella monetina (che non ho!), molto aggraziata e se anche le nuvolette non siano propriamente "artistiche", creano una immagine nuova per la monetazione veneziana.

 

Avete già risolto il busillis, ma grazie alle risposte date, questa sera, mi faccio un po' di ripetizione.

 

saluti

luciano

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le differenze di rarità ci sono. Stiamo parlando comunque di Leonardo Loredan. Quello postato da fabry61 è la ''renovatio'' di Pasquale Ciconia di fine cinquecento. Altra differenza sono le lettere IC-XC ai lati del Redentore.

Per quanto riguarda la rarità, la cosa bella è cercare le varianti, così uno si fa un idea... Comunque sempre di monetina rara si tratta.

 

Arka

 

P.S. Effettivamente la resa delle nuvole non è tra le migliori...  :nea:

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ho mai capito perchè su monete dello stesso doge (Loredan) una differenza così variegata. IC-XC o senza, a dx o sx, ecc. ecc.Capisco 22 anni di dogato e una miriade di incisori,ma qui si sono presi delle libertà belle ampie. Siamo sicuri non ci sia scappato un ritrattino?  :rolleyes:

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Non ho mai capito perchè su monete dello stesso doge (Loredan) una differenza così variegata. IC-XC o senza, a dx o sx, ecc. ecc.Capisco 22 anni di dogato e una miriade di incisori,ma qui si sono presi delle libertà belle ampie. Siamo sicuri non ci sia scappato un ritrattino?  :rolleyes:

Buona serata

 

"Poareto el Loredan" ... comunque è stato doge per vent'anni, tra l'altro in un periodo tra i più turbolenti per Venezia, ed in un periodo così lungo, sai quanti incisori sono passati dalla zecca?

 

Riguardo al ritrattino ..... vogliamo parlarne?

 

 

Leonardo Loredan parallelo 1.doc

 

 

Scusate, ma ce l'ho in pdf e non mi riesce di estrapolare le foto. Ci vedete qualche somiglianza o è solo suggestione?

 

luciano

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Aggiungo anche un'altra suggestione.

 

Michele Steno doge dal 1400 al 1413

 

Vi rammentate quanto ho scritto nella relazione riguardante l'incontro fatto al CCNM riguardo al viso del doge Antonio Venier, predecessore dello Steno?

 

..........Dopo qualche tempo, ma già sotto questo doge, i punzoni cominciarono a divenire stereotipati, mantenendo soltanto la barba come segno distintivo, ma senza essere particolarmente fedeli riguardo alle fattezze del doge; probabilmente i nuovi punzoni copiavano i precedenti; non ritornando quindi a modellarli sulla base del ritratto originale del doge, con tutte le conseguenze del caso.

 

Così la barba venne mantenuta anche nella raffigurazione del grosso del doge successivo, Michele Steno, ma senza nessun rapporto con le fattezze originali del nuovo Doge e nemmeno di quello vecchio, finché anche quella, probabilmente con la nuova svalutazione del 1404, venne abbandonata per ritornare all'immagine di un doge glabro.......

 

ed ecco infatti una scheda con rappresentato un Grosso del doge Michele Steno con la sua bella barbetta .... peccato che questo doge non portasse la barba, come si evince da un quadro che lo rappresenta e dal suo monumento funebre .... ed anche da un diverso Grosso.

 

Riguardo alla somiglianza del suo viso senza barba effigiata sul grosso e quella del quadro e del monumento?

 

Michele Steno parallelo 1.doc

 

Suggestioni ....

 

saluti

luciano

 

 

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Vedo adesso che nel pdf relativo a Michele Steno è scivoltata anche una comparazione riguardante Andrea Gritti, direi che c'è meno somiglianza tra il viso battuto sulle monete ed i quadri che lo rappresentano; però è stata preservata la barba :blum:

 

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caro Luciano te l'ho buttata lì e vedo che subito hai raccolto. Sai era una cosetta che mi frullava nella mente.  :yahoo:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bello!

il loredan ritratto da Bellini, che se non erro ho visto al correr o all'accademia o alla ca d'oro non mi ricordo, è effettivamente molto sovrapponibile alla testa del doge nel ducato. mi sa che luciano ormai hai molta documentazione per demolire la solita diceria dei ritratti su moneta proibiti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

e comunque al limite parlerei di pareidolia, piuttosto che di suggestione :)

spesso ci sono cascato anche io! ma di sicuro c'è qualcosa sotto, qualche accordo verbale con gli incisori, doge per doge, per tentare di fare quello che il buon Marin Faliero aveva tentato solo pochi secoli prima, perdendo quella testa che forse avrebbe voluto sulle sue monete ben prima del Moro. Penso quindi che tutti i ritratti dogali sulle monete siano stati delle piccole concessioni fatte paradossalmente per ricordare quanto fosse importante la testa del doge

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Buona giornata

 

pareidolia ... :unknw: perché no?

 

Certamente c'era la contrarietà del governo della Repubblica verso la rappresentazione in moneta dell'effige del doge, come certamente esistono le eccezioni; nel mezzo ci può stare di tutto!

 

E' innegabile che su talune monete il viso del doge riportato, è particolarmente simile alle immagini che abbiamo dello stesso, raffigurato in quadri e statue; certamente sono casi dovuti alla bravura dell'intagliatore dei conii, che ha saputo rappresentare, magari anche un solo elemento del viso del doge regnante, che però è caratterizzante e questo ci condiziona.

 

Molte volte basta poco: se conosciamo un doge per i ritratti e le sculture che gli sono stati fatti e vediamo che la sua immagine è caratterizzata da un naso aquilino, o un mento sfuggente, o un profondo solco sulle guance e la medesima particolarità la troviamo nel viso riportato in una moneta coniata sotto il suo dogato, la cosa ci fa pensare.

 

Non è dato sapere se c'era qualche pressione del doge nei confronti dell'intagliatore dei conii (io non lo credo), magari questi casi sono frutto dell'iniziativa di un singolo intagliatore che, dotato di maggior sensibilità e maestria rispetto ad altri, riusciva a dare una immagine del doge più vicina alla realtà, sfruttando quella particolarità che lo connotava.

 

Sono infatti casi sporadici quelli che ci lasciano perplessi e che alimentano le nostre congetture, ma sono comunque belle suggestioni.

 

saluti

luciano

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Resta il fatto di avere 2 tipologie di grossi dello Steno, con o senza barba. Quanti ne sono a conoscenza? Sarebbe interessante sapere il grado di rarità

o visibilità della tipologia con barba. Magari con una breve ricerca su internet.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

asta Lanz 2011

1043873.m.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tutti gli esemplari del grosso di Steno che ho visto presentavano il doge con la barba... Hai qualche immagine del grosso con doge imberbe ?

 

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Tutti gli esemplari del grosso di Steno che ho visto presentavano il doge con la barba... Hai qualche immagine del grosso con doge imberbe ?

 

Arka

Ciao!

 

apri il pdf Michele Steno che ho inserito e ne trovi uno con il doge bello sbarbato .... e somigliante alle immagini che conosciamo del doge

 

saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi era sfuggito. Effettivamente è senza barba... Grazie @@417sonia

 

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

asta felsinea n.2

2678D.jpg

glabro anche se leggera ribattitura o scivolamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bisognerebbe anche controllare i mezzanini per brescia dello Steno...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io dei 4 soldi di Leonardo Loredan ho questa variante.

Non conosco però il grado di rarità delle diverse varianti.

 

post-48121-0-90361700-1448017366_thumb.jpost-48121-0-27038400-1448017368_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?