Jump to content
IGNORED

approfondimento Colonia Eritrea - Prove e progetti


Recommended Posts

Ciao a tutti. :hi:

 

Volevo chiedere a chi fosse interessato notizie in merito all'esistenza di Prove e/o Progetti della monetazione in bronzo di Umberto I per la Colonia Eritrea.

 

Come è noto, il R.D. 10 agosto 1890, n. 7049, che stabiliva il sistema monetario della Colonia Eritrea, all'art. 4 aveva previsto l'emissione di "sottomultipli in bronzo, cioè pezzi da 2/100, 1/100 di Tallero, pari ad italiani centesimi dieci e cinque di lira", che avrebbero dovuto essere "coniati in piena conformità degli articoli 1 e 4 della legge 24 agosto 1862, n. 788, tanto riguardo alla lega, al peso ed al diametro, quanto rispetto alla tolleranza di fabbricazione"

 

Il secondo comma dell'art. 4, stabiliva altresì che dette monete "porteranno nel retro la Nostra effigie coronata, volta a sinistra, colla leggenda Umberto I Re d'Italia e l'anno di fabbricazione, il verso ed il contorno saranno come negli spezzati di cui all'art. 3" (e cioè con la leggenda "Colonia Eritrea, in basso due rami riuniti d'alloro e nel centro la stella d'Italia ed il valore in italiano, in amarico ed in arabo").

 

Sappiamo, tuttavia, che queste monete in bronzo non vennero mai prodotte in quanto si inviarono in Eritrea contingenti di monete in bronzo da 10 e da 5 centesimi di conio italiano, che avevano, come già ricordato, le stesse caratteristiche delle monete non emesse.

 

Controllando sul Pagani e sul Luppino, non ho trovato alcuna menzione di studi premonetali aventi ad oggetto queste specie in bronzo e mi chiedevo se, almeno a livello "sperimentale", le zecca di Roma e di Milano, coinvolte nella coniazione delle monete per la Colonia, avessero realizzato qualche "prototipo".

 

Sapete dirmi qualcosa in proposito?

 

Grazie e saluti.

Michele

Link to comment
Share on other sites


Personalmente per Prove e/o Progetti, saggi ecc. uso ancora il testo di Eupremio Montenegro "monete di casa Savoia regno d'Italia 1800-1946" e gli unici progetti che vengono menzionati per la monetazione per l'Eritrea di Umberto I sono:

Progetto in bronzo per il Tallero da 5 lire S.D. (senza data), 

Progetto in stagno per il Tallero da 5 lire anno 1889, 

Progetto in stagno uniface per il Tallero da 5 lire anno 1890

Montenegro scrive quello che sostiene lei e non parla di Prove e Progetti per le monete decimali.

Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...

@@bizerba62

Su Cronaca Numismatica di qualche anno orsono era stato pubblicato un articolo di Danilo Maucieri (uno dei primi invero) che trattava abbastanza approfonditamente della monetazione coloniale ma non mi pare accennasse alle monete oggetto della Sua domanda.

Appena avrò tempo lo cercherò per verificare.... 

Edited by viganò
Link to comment
Share on other sites


Grazie.

E' pur vero che queste monete in bronzo coloniali non vennero mai emesse, ma mi sarei comunque aspettato di imbattermi almeno in esemplari di prova o in qualche progetto di zecca.

M.

Edited by bizerba62
Link to comment
Share on other sites


Personalmente per Prove e/o Progetti, saggi ecc. uso ancora il testo di Eupremio Montenegro "monete di casa Savoia regno d'Italia 1800-1946" e gli unici progetti che vengono menzionati per la monetazione per l'Eritrea di Umberto I sono:

Progetto in bronzo per il Tallero da 5 lire S.D. (senza data), 

Progetto in stagno per il Tallero da 5 lire anno 1889, 

Progetto in stagno uniface per il Tallero da 5 lire anno 1890

Montenegro scrive quello che sostiene lei e non parla di Prove e Progetti per le monete decimali.

Al momento non è mai apparso nulla...ma non escluderei che magari almeno a livello di "schizzi" qualcosa sia stato elaborato, come ad esempio lo schizzo del 100 lire del 1901...purtroppo non ho reperito nulla in proposito, mentre nel mio libro ho indicato i progetti che portarono al tallero italicum.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Tante sono le note nei Decreti che rimangono inapplicate e le monete previste non coniate... Ricordo anche casi sotto VEIII, all'inizio del Regno (non ricordo la moneta in particolare ma di averne letto sicuramente).

 

N.

Link to comment
Share on other sites


Tante sono le note nei Decreti che rimangono inapplicate e le monete previste non coniate... Ricordo anche casi sotto VEIII, all'inizio del Regno (non ricordo la moneta in particolare ma di averne letto sicuramente).

 

N.

Dove ho trovato schizzi o disegni li ho inseriti, con la catalogazione NN (Non Nota)

Link to comment
Share on other sites


Dove ho trovato schizzi o disegni li ho inseriti, con la catalogazione NN (Non Nota)

Si si Domenico, non parlavo della tua opera, dicevo che ci sono monete previste ma mai coniate effettivamente ;)

 

N.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.