Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Mirko8710

Marius Capito...uva, pigna o pannocchia?

Risposte migliori

Mirko8710

Ciao a tutti!!

Volevo porre alla vostra attenzione questo Denario di Marius Capito, Crawford 378/1c.

 

post-7356-0-42525200-1446833300_thumb.jp

 

Vado a catalogarlo e come sempre, fino a che non identifico il simbolo, non mi schiodo... :D

Crawford: indica "grapes", grappolo d'uva. Poi trovo scritto: "The obverse control mark is described as a bunch of grapes in Crawford, but it does look more like a pine-cone or perhaps an acorn.".

No, niente, nessuna delle tre opzioni mi soddisfa: il grappolo viene sempre rappresentato triangolare (anche quando è piccolo); la pigna, non ha i punti e la pannocchia...non avrebbe senso con quel ramoscello evidenziato.

 

Cerco quindi nuove fotografie...pare pure raretto quindi mi devo accontentare di questa: 

 

post-7356-0-27728300-1446833544_thumb.jp

 

...che mi conferma che non è nessuna delle tre opzioni...

Infine, trovo questo, l'esemplare del British, con un simbolo praticamente FDC...

 

post-7356-0-54471800-1446833591_thumb.jp

 

L'idea illuminante ce l'ha @@Tinia Numismatica che la identifica correttamente come una bellissima e semplicissima ghianda... :D Non vi pare? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

g.aulisio

Beh, acorn=ghianda. Quanto alla pannocchia... è americana.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica

Beh, acorn=ghianda. Quanto alla pannocchia... è americana.

Confesso la mia ignoranza del nome inglese della ghianda, però:...la Zea Mays, una graminacea oriunda dell'America centrale, conosciuta però anche in determinate zone del bacino mediterraneo.(cit.)

Quindi proprio strettamente americana non lo è...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

g.aulisio

Che io sappia il mais, originario del Messico, è stato introdotto in Europa solo a partire dal XVI sec. Ma se ci sono altre fonti che dicono il contrario, circa una sua coltivazione nel bacino del mediterraneo precedentemente alla scoperta dell'America, sono assolutamente interessato a conoscerle. Quali sono?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aemilianus253

Che io sappia il mais, originario del Messico, è stato introdotto in Europa solo a partire dal XVI sec. Ma se ci sono altre fonti che dicono il contrario, circa una sua coltivazione nel bacino del mediterraneo precedentemente alla scoperta dell'America, sono assolutamente interessato a conoscerle. Quali sono?

Anche io ho sempre saputo che il mais è stato introdotto in Europa dal Messico solo nel XVI/XVII secolo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica

Sapevo anche io così, ma ,girando sul web, ho trovato questa notizia ( e non riesco a ritrovare la pagina da cui l'ho presa perché non l'ho segnata) ,comunque non ci vedrei nulla di particolarmente strano se fosse confermata.

Non vedo nulla di particolarmente anomalo nell'esistenza di mais primitivi da cui poi si sono evolute le specie coltivate...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Non ho mai sentito di una varietà primitiva europea del mais, che comunque ha pannocchie molto più affusolate del simbolo raffigurato sul denario.

La ghianda era molto ben nota ai Romani ed ha forme abbastanza variabili:

post-7204-0-22693700-1446855188_thumb.jp

ma almeno una può facilmente corrispondere al simbolo del denario....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

g.aulisio

La ghianda, acorn in inglese, ci sta tutta.

 

La pannocchia non esiste nell'iconografia classica.

 

Con ogni probabilià, molto semplicemente, per il fatto che il mais non era coltivato nel bacino del mediterraneo in quell'epoca.

 

Ma rimaniamo in attesa dello scoop.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

salve, c'è una cosa che differenzia il grappolo d' uva e la ghianda.....una è collegata ad un tralcio ( che si nota sulla moneta), mentre l' altra un picciolo.

 

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L. Licinio Lucullo

salve, c'è una cosa che differenzia il grappolo d' uva e la ghianda.....una è collegata ad un tralcio ( che si nota sulla moneta)

Potrebbe essere un rametto stilizzato, anziché un tralcio.

Anche a me sembra decisamente una ghianda

Modificato da L. Licinio Lucullo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Indubbiamente si tratta di una ghianda , abbinata alla Gens Maria ha un suo significato , in quanto Ciao Mario colonizzo' in Italia con elementi latini  alcune colonie , come ad esempio Eporedia l' attuale Ivrea appartenuta in origine ai Celti Salassi , a carattere prevalentemente agricolo ; infatti quasi tutte le monete di questa Gens hanno al rovescio un aratro che traccia un solco .
La quercia dalla quale proviene la ghianda , era per molte popolazioni antiche un albero cosmico, che rappresentava l'unione del mondo divino con il mondo terreno ; il suo frutto è simbolo della presenza della divinità , simbolo di vita e di eternità ; Il dono delle ghiande era interpretato di buon augurio e di fertilità del terreno .


 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica

Non ho mai sentito di una varietà primitiva europea del mais, che comunque ha pannocchie molto più affusolate del simbolo raffigurato sul denario.

La ghianda era molto ben nota ai Romani ed ha forme abbastanza variabili:

attachicon.giftipo-e-formati-differenti-della-ghianda-19923246.jpg

ma almeno una può facilmente corrispondere al simbolo del denario....

Decisamente è una ghianda, proprio per la morfologia ben diversa dalle pannocchie di qualsiasi tipo.

La notizia sul mais primigenio ha stupito anche me e sto cercando di ritrovare la pagina da cui l'ho estratta o altre conferme , sono curioso.....non la escludo a prescindere, perché non impossibile, ma cerco conferme.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Afranio_Burro

Il mais è una pianta "di importazione", come i pomodori o le patate. Su questo non ci piove. E infatti, mentre è un alimento base in centro America, da noi non ci sono tracce del suo utilizzo prima del '600. L'unica notizia "in controtendenza" (notizia che ho trovato su internet, quindi da prendersi con le pinze), è stato il ritrovamento di alcuni semi di mais in una tomba egiziana, semi che però erano stati messi lì a bella posta

Ad ogni modo, visto che i dogmi esistono a volte solamente per essere smentiti, aspettiamo di leggere la pagina trovata da Tinia :)

Modificato da Afranio_Burro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Muauahuahuaha e io confesso che sbadatamente e distrattamente ho tradotto "acorn" con pannocchia, che si dice "corn cob"; se aggiungiamo il fatto che non conoscevo la traduzione della parola ghianda, ecco nato lo svarione...eh vabbè...

Abbiamo visto una bella moneta, abbiamo fatto storia (sulla gens Maria) e stiamo facendo storia dell'agricoltura... :D Ogni tanto qualche discussione che non sia falso/ritocco la leggo volentieri... :lol:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Afranio_Burro

Muauahuahuaha e io confesso che sbadatamente e distrattamente ho tradotto "acorn" con pannocchia, che si dice "corn cob"; se aggiungiamo il fatto che non conoscevo la traduzione della parola ghianda, ecco nato lo svarione...eh vabbè...

Abbiamo visto una bella moneta, abbiamo fatto storia (sulla gens Maria) e stiamo facendo storia dell'agricoltura... :D Ogni tanto qualche discussione che non sia falso/ritocco la leggo volentieri... :lol:

Se è per questo, potremmo toccare anche la storia della medicina. Infatti, la diffusione del mais ed il suo enorme consumo tra le persone povere, ha portato ad una delle più gravi malattie di natura alimentare in Europa, una vera e propria piaga nel nord Italia: la pellagra.

Ma qui andrei veramente OT, quindi mi fermo :)

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

massi75rn

stiamo facendo storia dell'agricoltura...

 

in tutti i sensi.....a me il rovescio con l'aratro trainato dai buoi mi affascina,induce,e credo avevano,un gran rispetto per l'agricoltura,in particolare penso a quella emissione con il simbolo della spiga di grano,lo stesso discorso per certi bronzi con i grappoli d'uva nei cesti di vimini conici,uno spettacolo,e il vino,che spasso per i romani.......poi adesso e' quasi tutto meccanizzato(in gran parte del mondo civilizzato),uno scorcio del passato,neanche troppo lontano,fatto di sudore e valore ai veri piaceri della vita.

post-11271-0-61416300-1446931761.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Indubbiamente ghianda.

I miei trascorsi repubblicani mi avrebbero portato a questo simbolo anziché al grappolo.

Quanto al refuso di traduzione che ha generato la querelle fanta-numismtaica-agricola, io ho trovato questo in internet: http://www.pbmstoria.it/dizionari/storia_mod/m/m027.htmma non essendo citata direttamente la fonte... lo prenderei con ben più di un paio di pinze! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

di certo, la ghianda era nota dai tempi dei tempi come testimoniano anche questi reperti dell'epoca:

 

112141701-99910df7-31be-4131-a733-638a84

 

scusate ma non ho resistito!!!  :crazy:  :crazy:  :crazy:

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×