Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Mirko

500 lire caravelle

Risposte migliori

Mirko
Sfogliando un noto catalogo di monete italiane (datato 2004, non so se si possa fare il nome, però è sicuramente ben noto a tutti), ho letto quanto segue:

500 lire caravelle:
anno SPL qFDC FDC
1958 3 10 21
1961 16 26 43
1965 6 13 24
1967 2 3 8

Ho guardato queste date perché mancano alla mia collezione di monete repubblica, per cui - approfittando dell'Epifania, mi sono fatto fare un regalo.

Il negoziante di Pisa me le ha proposte in FDC ai seguenti prezzi:
1958, 65, 67 euro 5 ciascuna
1961 euro 20 (non l'ho acquistata perché non aveva disponibilità al momento).

Come si mette la faccenda? :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alberto
Anch'io ho sempre pensato che le valutazioni delle 500 lire Caravelle fossero esagerate. Molto probabilmente i prezzi proposti dal tuo venditore sono più bassi rispetto le valutazioni reali, ma sicuramente più attendibili e vicini alla realtà di quelli riportati dal Gigante.

Ciao,
[b]Alberto[/b]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67
I prezzi del rivenditore di Mirko sono nella media, la caravella del 67 io l'ho comprata FDC l'anno scorso (quando ancora il mercato tirava di più), le ho dato 3€, e non ne vale di più perchè di quell'anno è andato in circolazione pochissimo. Le altre valgono qualcosa in più, diciamo che 5€ sono un discreto prezzo ma non clamorosamente basso. Penso che quasi nessuna annata delle caravelle valga più di 10€ in FDC.
Poi è chiaro che da quando è stata inserita la nuova categoria qFDC bisogna anche un pò interpretare le quotazioni dei cataloghi; da un qFDC a un FDC c'è addirittura un (assurdo) raddoppio delle quotazioni , ma qual'è l'effettiva differenza tra le due conservazioni? Chi mi dice che un qFDC non possa tranquillamente essere fatto passare per un FDC? In linea di massima si potrebbe anche essere d'accordo che venga data una certa quotazione a una moneta assolutamente perfetta, senza il minimo difetto (e questo sarebbe il FDC, paragonabile al BU dei paesi anglosassoni), e che un pur minimo difetto causi un deprezzamento della moneta a qFDC (che si potrebbe equiparare all'UNC inglese), ma bisognerebbe spiegare questa teoria anche ai cari (in tutti i sensi) commercianti del settore...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar
[color="blue"]Paolino hai fatto centro riguardo il FDC ed il qFDC Repubblica.

Ne stavo leggendo un'articolo su C.N. che intedevano FDC, le monete della Repubblica, solo quelle delle confezioni,per il resto qFDC.

Ecco perchè la differenza,purtroppo nessuno spiega bene come stanno le cose, come del resto in tutte le monete di tutti gli anni e periodi,perchè a loro, la maggior parte di commercianti e professionisti vari, conviene che il collezionista che compra non sappia nulla o poco,per poter dire:viene da me e starai tranquillo.

Buona Serata
F.[/color]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alberto
[quote name='favaldar' date='05 gennaio 2005, 22:01'][color="blue"]Paolino hai fatto centro riguardo il FDC ed il qFDC Repubblica.

Ne stavo leggendo un'articolo su C.N. che intedevano FDC, le monete della Repubblica, solo quelle delle confezioni,per il resto qFDC.

[/color]
[right][post="10435"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]

Non ero a conoscenza di questa distinzione (FDC = monete in confezione) e qFDC (monete sostanzialmente FDC ma senza confezione). A questo punto le valutazioni delle 500 lire Caravelle riportate dal Gigante diventano più attendibili.

Ciao,
[b]Alberto[/b]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

joker79
[quote]intedevano FDC, le monete della Repubblica, solo quelle delle confezioni,per il resto qFDC.[/quote]


Personalmente trovo abbastanza discutibile questo parametro di valutazione... :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00
Debbo dire che gia' prima dell' introduzione del qFDC esisteva una distinzione fra monete FDC in astuccio e quella senza
Spesso comprando monete commemorative di San Marino e Vaticano mi sono trovato a spendere di piu' per la stessa monete FDC solo perche' la volevo nella confezione originale
Ora questa distinzione formale e' stata codificata nel Gigante 2005 come sottolinea Favaldar
Una piccola perplessita' nasce per le monete che non sono uscite in confezione dalla zecca
Ad esempio per le 500 caravelle fino al 1967 Tale distinzione descritta prima non si addice, come allora distinguere il qFDC dal FDC per esse , temo si debba ricorrere al microscopio :)

concordo con paolino67 sulla valutazione delle 500 caravelle fino al 67 non superano i 10 euro , forse qualcosa in piu' la data del 61



ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67
Trovo anch'io abbastanza discutibile catalogare pedissequamente come FDC ciò che è stato emesso in confezione e qFDC quello che è uscito in rotolini. E come giustamente aggiunge Piergi, come vanno catalogate allora le monete dal 1967 (annata storica :) ) in giù?
Che le monete uscite in confezione di zecca valgano di più è assodato, ma questo penso non debba dipendere dalla loro conservazione. Il plusvalore di una confezione della zecca è dato dall'ufficialità dell'emissione, oltre che dal fatto che un set della zecca ha un valore nominale ben più alto di un semplice set di monete da rotolino, sia pur perfette :)
Un minikit da 20 e 50 cent di San marino 2003 non potrà mai essere valutato meno di 6€ (prezzo di emissione, ovviamente salvo crolli di mercato), anche se il valore nominale delle monete è di appena 0,70€!
In conclusione, secondo me la storia del qFDC/FDC dovrebbe essere approfondita, e parecchio, anche dagli stessi autori dei cataloghi. Quando si piazzano differenza di valutazione così elevate tra due categorie così difficilmente distinguibili, bisognerebbe anche dare un minimo di spiegazione alla gente... non mi aspetto che la spiegazione la diano i commercianti (che ovviamente hanno interesse nel lasciare i collezionisti nell'ignoranza), ma almeno gli "studiosi" del settore dovrebbero farlo... <_<

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko
Per quanto mi riguarda ho considerato FDC solo le monete senza nessun segno di circolazione, qFDC quelle con uno o due minimi segnetti (troppo pochi per farle meritare un declassamento a SPL) e SPL le monete con minimi segni di circolazione, che non pregiudichino affatto la leggibilità della moneta.

Il BU anglosassone personalmente lo applico solo a monete (ovviamente attuali) in FDC e senza patina di alcun genere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00
Per me l' introduzione del qFDC va bene al massimo se si vuole distinguere monete FDC in astuccio della Zecca da quelle FDC non sigillate, per le altre situazioni crea solo ulteriori incertezze nella valutazione
Non mi va di mettermi a contare tutte le righe sulle monete con la lente :(
Inoltre anche monete sigillate nelle divisionali a volte presentano qualche imperfezione che potrebbe declassarle a qFDC volendo essere pignoli
Per di piu' per ora e' un solo catalogo che ha introdotto questa categoria , bisogna vedere cosa ne pensa e se si adegua il resto degli autori numismatici

ciao Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter
[quote name='piergi00' date='07 gennaio 2005, 10:21']Per me l' introduzione del qFDC va bene al massimo se si vuole distinguere monete FDC in astuccio della Zecca  da quelle FDC non sigillate, per le altre situazioni crea solo ulteriori incertezze nella valutazione
Non mi va di mettermi a contare tutte le righe sulle monete  con la lente  :([/quote]

Ma mica di tutte le monete esiste l'astuccio ufficiale!

M

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00
Appunto , visto che non esiste un astuccio ufficiale per tutte le monete coniate in questi casi (che sono la maggioranza ) non userei il qFDC come ulteriore gradazione

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Newton
[quote name='favaldar' date='05 gennaio 2005, 22:01'][color="blue"]Paolino hai fatto centro riguardo il FDC ed il qFDC Repubblica.

Ne stavo leggendo un'articolo su C.N. che intedevano FDC, le monete della Repubblica, solo quelle delle confezioni,per il resto qFDC.

Ecco perchè la differenza,purtroppo nessuno spiega bene come stanno le cose, come del resto in tutte le monete di tutti gli anni e periodi,perchè a loro, la maggior parte di commercianti e professionisti vari, conviene che il collezionista che compra non sappia nulla o poco,per poter dire:viene da me e starai tranquillo.

Buona Serata
F.[/color]
[right][post="10435"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]

Allora vuol dire che:

1. compro una moneta in confezione, Fdc

2. la tolgo dalla confezione e la metto nella taschina dell'album e allora diventa qFdc

Per me tutto questo è un pò assurdo....insomma, diventano delle fisse tipiche della filatelia (gommature...tracce di linguelle...bustine originali e affrancature del giorno di emissione ecc. ecc.) e questi sono i motivi per cui ho sempre preferito la numismatica, quella vera, che colleziona monete e non carte e contenitori... :blink: :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

subcomandante
Scusate l'intromissione, sto per farvi una domanda da ignorante :P e che non c'entra con il filone che sta prendendo questa discussione, ma siccome il post è intitolato 500 lire caravelle :P : Come fate a distinguere le date di emissione? :blink: Io non vedo nessun millesimo inciso sulla moneta. :ph34r: B)

Ciao ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil
Ciao, per le 500 lire "Caravelle" il millesimo è inciso sul taglio della moneta :)

Un saluto, RCAMIL B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gene
Prima di tutto direi che i cataloghi più utilizzati: Gigante, Alfa, Montenegro hanno tutti quotazioni esagerate sia per il Regno che per la Repubblica in generale.
Per quanto riguarda la conservazione qFDC, essa è una valutazione sempre esistita, che poi il catalogo Gigante 2005 l'abbia riportata non capisco che cosa possa cambiare. L'idea che solo una moneta presente in folder ufficiale possa essere considerata FDC è assurda!
Il presupposto che una moneta, per essere FDC, debba essere perfetta è sempre esistito! Se la moneta è perfetta ma patinata, questo non toglie che possa essere considerata FDC!
A mio parere si sta facendo un po' di confusione.
Io non ho letto l'articolo di C.N. di cui stavate parlando, chi può sintetizzarmelo? Sono curioso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00
[quote name='Gene' date='28 gennaio 2005, 15:33']L'idea che solo una moneta presente in folder ufficiale possa essere considerata FDC è assurda!
[right][post="12866"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]

Perche' la trovi assurda ?
Io la ritengo logica , non ho mai visto monete in folder ufficiali della Zecca che non siano FDC o FS

Il qFDC e' vero che e' sempre esistito come anche altre gradazioni ( per esempio BB+ BB- SPL qSPL BB/SPL ) ma mai codificato in un manuale
Nella prefazione al suo catalogo F. Gigante spiega perche' ha introdotto la valutazione per il qFDC Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gene
Sì, io intendevo dire che una moneta può essere FDC anche se non è nel folder ufficiale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00
[quote name='Gene' date='28 gennaio 2005, 22:37']Sì, io intendevo dire che una moneta può essere FDC anche se non è nel folder ufficiale.
[right][post="12929"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]

concordo con te :)

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67
[quote name='piergi00' date='28 gennaio 2005, 19:56']Io la ritengo logica , non ho mai visto monete in folder ufficiali della Zecca che non siano FDC o FS[/quote]

Evidentemente non hai ancora visto il nuovo 2€ commemorativo di San Marino :D
:angry:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00
Viste tutte le lamentele sul 2 euro di San Marino, appena arrivano i folder dal mio amico numismatico pongo particolare attenzione nella scelta di quello da comprare :)

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

joker79
Però pongo un quesito: anche se rovinata, si può parlare lo stesso di FDC per la comm di San Marino? Mi spiego, evidentemente i graffi che sono stati trovati su molte monete non sono causati da circolazione, ma sono evidenti problemi di conio, in questo caso come si può valutare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

subcomandante
Bella domanada joker

Vorrei saperlo anch'io :angry:

Ciao ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko
Secondo me si potrebbero usare le classi come suggerito da un noto catalogo.
[quote]2a classe (superficie: graffi)[/quote]
La condizione FDC è preservata (anche con i graffi), ma gli esemplari con meno graffi o meglio nessun graffio hanno un plusvalore economico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×