Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
renato

Vittorio Emanuele III - 2 lire "Impero" 1941 XIXef

2qun961.jpg

2h6gexk.jpg

 

 

 

Vittorio Emanuele III

2 lire "Impero" 1941 XIX dell'Era Fascista

Esemplare dato per Non Comune dal Gigante (rif 122)

Contorno Rigato - peso gr 10 - diametro mm 29

 

Monete estremamente comuni, la rarità sta nel trovarne di conservazione eccezionale.

Questo esemplare conserva, specialmente al dritto un superbo lustro di conio.

 

 

Renato

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Fermare in un'immagine il lustro di una moneta di acmonital, chiusa e periziata, non è cosa semplice.

Se i rilievi di questa tipologia sono bassi come il piumaggio, le zampette sul fascio, legacci del fascio, capelli, baffo e lobo ma sopra c’è lustro si tratta di evanescenze passabili per il FDC, quindi per me potenzialmente potrebbe essere anche FDC, ma dall'immagine non si riesce a determinare perchè non si nota lustro sopra a questi particolari, solo chi ce l'ha in mano può dircelo  :)

Modificato da maxxi
Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Peccato per quei due graffietti al dritto.

qFDC x me, bellissima moneta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Peccato per quei due graffietti al dritto."

Conoscendo Renato....qualcosa mi dice che quei due graffietti che si vedono al dritto non sono sulla moneta.... ma sulla plastica della bustina... :pardon:.

 

O sbaglio Renato?.. :pleasantry:

 

M.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche secondo me sono sulla plastica i graffi. Invece il piumaggio delle zampe mi sembra un po' consunto, ma forse anche li c'entra la confezione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me è stata chiusa in qFDC/FDC e purtroppo credo che quei graffi siano proprio sulla moneta...la bustina non si riga in quel modo (a mio parere)...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@@renato

Complimenti, fdc perfetta, mi piace molto.

V.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comune comune comunque non lo è.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In queste conservazioni è più comune di quanto si pensi, in ogni caso bel pezzo :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La moneta a mio avviso, non ha circolato e conserva un ottimo lustro di conio al dritto.

Al rovescio nel campo, i segni che si vedono, sono sul metallo...purtroppo! A mio avviso le è scivolata una moneta sopra...

 

I rilievi del rovescio sono bassi...è nella natura di questa coniazione.

 

In alcuni punti rimane ancora la bava di conio al bordo!

 

 

Insieme con i millesimi '42 e '43 restano le ultime coniazioni del Regno e non è sempre facile trovarne di qualità e conservazione superiore.

 

Renato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"Peccato per quei due graffietti al dritto."

Conoscendo Renato....qualcosa mi dice che quei due graffietti che si vedono al dritto non sono sulla moneta.... ma sulla plastica della bustina... :pardon:.

 

O sbaglio Renato?.. :pleasantry:

 

M.

Scusate eh !!!

Erano troppo evidenti per essere sulla bustina.

Rimane cmq un'ottima moneta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sto un po' rivalutando la serie "Impero" che da sempre, nella monetazione di Vittorio Emanuele III, rimane la serie "povera", quella forse meno apprezzata e valorizzata.

 

Restano pur sempre le ultime monete del Regno e, quando si trovano in conservazione molto elevata, con lustro e dettagli al top, hanno un loro fascino.

 

Renato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?