Jump to content
IGNORED

Tito


Flavio_bo
 Share

Recommended Posts

Buongiorno

 

è appena passata in asta la moneta che allego (se adesso non avessi altri interessi un pensiero ammetto lo avrei fatto considerando che è andato aggiudicato  a pochi euro) è un bronzo (quadrante?) che il nuovo RIC (sarebbe meglio dire solo il RIC dopo tanti anni) ipotizza di zecca orientale forse della Tracia dando grado di rarità R2. Al dritto IMP T CAES DIVI VESP F  AVG al rovescio IVLIA AVGVSTA.

 

Mi interessava particolarmente la contromarca che non sono riuscito ad identificare ne a stabilire se imperiale o greco imperiale (direi più di questo tipo).

 

L'idea è di due contromarche sovrapposte, anche se dall'immagine in effetti questa ipotesi sembrerebbe escluderla. Avrei pensato ad una contromarca della Legio x Fretensis in Giudea apposta sopra una ruota/stella a sei raggi che diventa difficile assegnare considerando la numerosa varietà.

 

Che ne pensate ? Altre ipotesi?

post-7909-0-96560000-1461486447_thumb.jp

Link to comment
Share on other sites


Bell'esemplare anche se un Po consumato ma devo dire che io le preferisco cosi, avrei una domanda ma a cosa servivano le contromarche? Per far circolare le monete anche sotto altri imperatori?

Link to comment
Share on other sites


Mi pare messa peggio che "un po' consumata". Io le preferisco conservate meglio

Link to comment
Share on other sites


Se ne è parlato diverse volte nel forum, le contromarche potevano vere diverse funzioni e ci vorrebbe un po' di tempo, ma che puoi ricercare in passate interessanti discussioni qui sul forum. Sinteticamente quelle del periodo imperiale di norma si suddividonno in imperiali, greco imperiali e iberiche.

Per esempio potevano essere usate per riconfermare il valore di monete molto usurate in momenti di necessità dovuta a scarso circolante, magari anche deprezzandone il valore (vedi contromarche imperiali DU (dupondio) S (Semisse) ecc.ecc,) oppure le cosiddette denominational mark su monete greco imperiali con indicazione della lettera greca che ad esempio rivalutava la moneta stessa anche per riallinearla al sistema romano (per esempio la lettera greca "delta" rivalutava per 4..).

Potevano essere apposte sia da un imperatore su monete del suo predecessore o in occasione dei suoi viaggi nell'Impero, diverse sono ad esempio  le contromarche con il busto dell'imperatore Caracalla  durante i suoi viaggi in oriente. Molto diffuse sono le contromarche TICA o TICAE di cui ne esistono molte contraffazioni d'epoca da parte dei popoli dell'europa orientale, addirittura si ipotizza che venissero incise nel conio stesso della moneta e ho visto esemplari con cmk apposta su moneta liscia (non coniata). La diffusa cmk IMP sembrerebbe legata all'inizio dell'impero di Tiberio per  enfatizzare le sue vittorie in Germania. Alcune apposte durante la campagna di Teutoburgo da Varo con il suo monogramma su assi di Augusto e sono molto ricercate e quindi anche molto falsificate. Altre di tipo "SPQR" apposte su monete per la maggior parte di Nero legate alla rivolta di Vindix nel 68 in Gallia .

Per quanto riguarda le contromarche greco imperiali (oggetti inanimati, divinità, animali ecc.ecc) tenendo presente che ogni zecca contromarcava sempre e solo le monete della sua città sono legate a simboli propri. per esempio la divinità protettrice e cosi via.

 

Poi ci sono le contromarche legionarie cioè apposte in contesti militari apponendo i simboli delle legioni esempio in Spagna la legio VI Vitrix , in Spagna e Pannonia la X Gemina, nell'est la III Cirenaica , VI Ferrata, XII Fulminata , XV Apollinaris e forse quelle più note della X Fretensis durante l'assedio di Masada e immediatamente dopo la vittoria giudaica  

 

Come vedi il discorso e molto ampio e complesso,  quello che è certo è che la maggior parte delle monete contromarcate sono sempre in cattive condizioni e quidn se si ricerca la bella moneta spesso si rimane delusi,.....

 

E' sicuramente un campo di studio molto interessante, ma anche molto in salita.....i

Edited by Flavio_bo
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


sì grazie Roberto, avevo visto su l'How. che è una delle più somiglianti, però non mi convince perché quello che viene supposto come monogramma sconosciuto è comunque diverso e mi sembra anche come dimensione del cartiglio.. 

Link to comment
Share on other sites


Ho guardato rpc II ma nulla nelle contromarche presenti, si potrebbe fare un elenco delle città che hanno contro marcato, ma non so se possa servire, certo che se l'ipotesi che siano due una sopra l'altra, allora la vedo dura.

Link to comment
Share on other sites


ti ringrazio per le ricerche, ma lasciamo stare diventerebbe una ricerca molto ardua che peraltro non ne varrebbe la pena...

 

lasciamola con un po' di mistero...

Link to comment
Share on other sites


Vista e lasciata perché troppo malconcia.

 

Non sono esperto di contromarche, ma anch'io avevo pensato a due sovrapposte.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.