Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
texpedo

100 Lire Italia su Prora 1931 IX Conservzione ?

Risposte migliori

texpedo

Buongiorno. Ho acquistato la moneta che, nonostante diversi tentativi, vista la mia inabilità totale come fotografo ,non riesco a rappresentare meglio che nelle immagini allegate. Sono sufficienti, ad occhi esperti, per dare una giudizio sullo stato di conservazione ? Se così quale è a vostro avviso un giusto prezzo in contrattazione tra privati ? Ho visto sul Gigante che la moneta è definita Comune ma ne sono stati coniati meno di 23.000 esemplari e, ad esempio, il 50 lire 1911  e il 100 lire 1923 sono dati come rari con tirature di 20.000

Grazie a tutti

post-37725-0-11589900-1461664736.jpg

post-37725-0-85253700-1461664743.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Buongiorno. Ho acquistato la moneta che, nonostante diversi tentativi, vista la mia inabilità totale come fotografo ,non riesco a rappresentare meglio che nelle immagini allegate. Sono sufficienti, ad occhi esperti, per dare una giudizio sullo stato di conservazione ? Se così quale è a vostro avviso un giusto prezzo in contrattazione tra privati ? Ho visto sul Gigante che la moneta è definita Comune ma ne sono stati coniati meno di 23.000 esemplari e, ad esempio, il 50 lire 1911  e il 100 lire 1923 sono dati come rari con tirature di 20.000

Grazie a tutti

Le foto sono scadenti, e non permettono un'esatta e precisa visualizzazione della moneta, comunque per quello che si vede:

la moneta  ( dalla foto)presenta molti segni e segnetti, un "colpo" se non è un effetto della foto sul centro della nuca del re, il R/ pare migliore, 

io direi SPL, considera che queste monete NON hanno circolato ed in genere si trovano in alta  se non altissima conservazione.

 

Per la questione prezzo/rarità  è molto semplice, il prezzo non è in assoluto correlato con i pezzi coniati, e questa moneta ne è la conferma, ( vedi altre monete con coniazioni simili ma con valori di mercato ben più elevato), ma bensì il prezzo lo fa il mercato, con le sue mode, manie, preferenze, ecc   ecc.....

saluti

TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

texpedo

Le foto sono scadenti, e non permettono un'esatta e precisa visualizzazione della moneta, comunque per quello che si vede:

la moneta  ( dalla foto)presenta molti segni e segnetti, un "colpo" se non è un effetto della foto sul centro della nuca del re, il R/ pare migliore, 

io direi SPL, considera che queste monete NON hanno circolato ed in genere si trovano in alta  se non altissima conservazione.

 

Per la questione prezzo/rarità  è molto semplice, il prezzo non è in assoluto correlato con i pezzi coniati, e questa moneta ne è la conferma, ( vedi altre monete con coniazioni simili ma con valori di mercato ben più elevato), ma bensì il prezzo lo fa il mercato, con le sue mode, manie, preferenze, ecc   ecc.....

saluti

TIBERIVS

Intanto grazie mille a @TIBERIVS per la risposta. Poi le chiedo un approfondimento sul fatto che queste monete non abbiano circolato: c'e' un motivo particolare per questo e, se riguarda tutte le monete emesse i segnetti che effettivamente ci sono sulla mia sono stati causati dalla conservazione non accurata ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Intanto grazie mille a @TIBERIVS per la risposta. Poi le chiedo un approfondimento sul fatto che queste monete non abbiano circolato: c'e' un motivo particolare per questo e, se riguarda tutte le monete emesse i segnetti che effettivamente ci sono sulla mia sono stati causati dalla conservazione non accurata ?

 

I segnetti posso  essere ricondotti da una non ottimale conservazione; la moneta anche se a corso ufficiale non era certo usata negli anni dell'emissione come moneta di pagamento, 

in quei primi anni '30 ci fu il tentativo di una restaurazione del Gold Standard, sistema che  in pochi anni dimostrò tutti i suoi limiti, anche a livello internazionale;

l'Italia in particolare con il sopraggiungere di tutte le problematiche economiche e non solo nate con lo scoppio della guerra d'Etiopia del 1935/6, e le conseguenti   sanzioni imposte dalla Società delle Nazioni, dovette abbandonare l'emissione di queste monete, le emissioni successive 

dimostrano  nel loro peso  la crisi che colpì la lira dagli 8.8 gr di quelle degli inizi degli anni '30, i 100 lire che commemorarono l'impero pesano "solamente" più 5,19, con tirature oramai di pochissime centinaia di pezzi.

saluti

TIBERIVS

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

texpedo

Se questa tipologia di moneta non ha circolato dovremmo trovarne molte in conservazione FDC o poco meno, E' così ? se così forse valeva la pena cercarne una !

 

Mi faccio poi due conti e chiedo se sbaglio il ragionamento : se non veniva usata come pagamento perchè valeva di più per l'oro diciamo che nel 1931 valeva più di 280 euro odierni ( 35eurox8g,oro). Non mi sembra comunque una cifra spropositata oppure l'oro aveva nel 1931 un potere d'acquisto molto superiore di quello attuale ?. Forse vado fuori tema ma mi è nata questa curiosità e se qualcuno sa rispondermi gli sarei grato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Se questa tipologia di moneta non ha circolato dovremmo trovarne molte in conservazione FDC o poco meno, E' così ? se così forse valeva la pena cercarne una !

 

Mi faccio poi due conti e chiedo se sbaglio il ragionamento : se non veniva usata come pagamento perchè valeva di più per l'oro diciamo che nel 1931 valeva più di 280 euro odierni ( 35eurox8g,oro). Non mi sembra comunque una cifra spropositata oppure l'oro aveva nel 1931 un potere d'acquisto molto superiore di quello attuale ?. Forse vado fuori tema ma mi è nata questa curiosità e se qualcuno sa rispondermi gli sarei grato.

Scusa ma non riesco a capire il conteggio che fai per valutare il valore dell'oro del 1931,  ( per inciso  8,8 gr nel 1931 valevano  circa 100 lire...)

TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

texpedo

Scusa ma non riesco a capire il conteggio che fai per valutare il valore dell'oro del 1931,  ( per inciso  8,8 gr nel 1931 valevano  circa 100 lire...)

TIBERIVS

Sono probabilmente io che non riesco a spiegarmi bene e la mia domanda nasce dalla non conoscenza del potere d'acquisto delle monete in generale e dell'oro in particolare in tempi anche storicamente vicini. Provo a spiegarmi: supponendo che il potere d'acquisto dell'oro sia uguale oggi e nel 1931 ( anche se istintivamente oggi l'oro sembra più apprezzato visto i grafici degli ultimi anni) la moneta in oggetto oggi vale 35x8 grammi di metallo = 280 euro mentre nel 1931 valeva 100 lire.Ne risulterebbe che 100 lire nel 1931 sarebbero 280 euro oggi e, in questo caso, non mi spiego perchè la moneta non fosse usata per pagamenti . Se invece l'oro valeva molto di più la moneta sarebbe stata tesaurizzata. Ma allora perchè emetterla a quel valore ? Forse in quei duri anni tra le due guerre l'oro fluttuava molto come adesso ?. Tempo fa ho visto un grafico storico( con i limiti di tutti i grafici di questo tipo) dove tra il 1910 e il 1960 l'oro in dollari variava per 4 volte da circa 500 a circa 220 dollari l'oncia. Adesso mi è venuto il mal di testa e riassumo e smetto: il senso della domanda è cosa si comprava con 100 lire e con 5 lire nel 1931 per assegnare un valore pratico coevo ai miei pochi scudi in argento e alla mia unica moneta da 100 lire in oro ? e il sistema di legame all'oro praticato dall'unione monetaria latina era già completamente saltato nel 1931 ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Sono probabilmente io che non riesco a spiegarmi bene e la mia domanda nasce dalla non conoscenza del potere d'acquisto delle monete in generale e dell'oro in particolare in tempi anche storicamente vicini. Provo a spiegarmi: supponendo che il potere d'acquisto dell'oro sia uguale oggi e nel 1931 ( anche se istintivamente oggi l'oro sembra più apprezzato visto i grafici degli ultimi anni) la moneta in oggetto oggi vale 35x8 grammi di metallo = 280 euro mentre nel 1931 valeva 100 lire.Ne risulterebbe che 100 lire nel 1931 sarebbero 280 euro oggi e, in questo caso, non mi spiego perchè la moneta non fosse usata per pagamenti . Se invece l'oro valeva molto di più la moneta sarebbe stata tesaurizzata. Ma allora perchè emetterla a quel valore ? Forse in quei duri anni tra le due guerre l'oro fluttuava molto come adesso ?. Tempo fa ho visto un grafico storico( con i limiti di tutti i grafici di questo tipo) dove tra il 1910 e il 1960 l'oro in dollari variava per 4 volte da circa 500 a circa 220 dollari l'oncia. Adesso mi è venuto il mal di testa e riassumo e smetto: il senso della domanda è cosa si comprava con 100 lire e con 5 lire nel 1931 per assegnare un valore pratico coevo ai miei pochi scudi in argento e alla mia unica moneta da 100 lire in oro ? e il sistema di legame all'oro praticato dall'unione monetaria latina era già completamente saltato nel 1931 ?

 

Gentile @@texpedo,  il tuo discorso mi sembra  campato in aria, quando dici:

 supponendo che il potere d'acquisto dell'oro sia uguale oggi e nel 1931 ......

la moneta in oggetto oggi vale 35x8 grammi di metallo = 280 euro mentre nel 1931 valeva 100 lire......

 

 

 

poi questa:

 

 grafico storico( con i limiti di tutti i grafici di questo tipo) dove tra il 1910 e il 1960 l'oro in dollari variava per 4 volte da circa 500 a circa 220 dollari l'oncia

 

il prezzo dell'oro in dollari USA in oncie,  tra le date che citi non ha avuto affatto oscillazioni sopratutto così ampie, sul web trovi tutti i dati che vuoi, comunque nel 1910 valeva 20,67 USD e mantenne questo valore fisso fino al 1934 quando salì a 35 USD, raggiunse i 42,22 fino a fatidico 15 agosto 1971 quando il presidente Nixon abolì la convertibilità  del dollaro in oro, lasciando così il metallo fluttuare sul mercato.

 

Per tornare alla lira, il 100 lire ORO del 1931 contiene 7,92 gr di fino, nel 1930 l'oro  quotava in lire 12,67 al gr se moltiplichi otterrai LIRE 100,34,

Se  si prende in considerazione l'indice ISTAT ( con tutti i suoi limiti ) quello del 1931 era 1965,923x100=Lire 196.592/1936,27=101,53 euro attuali

come potrai notare si è molto lontani dai valori  da te ipotizzati.

 

Ultima cosa non paragonare il potere d'acquisto  del 1931 ( 100 lire) con gli scudoni da  5 lire,  c'è un'abisso tra questi due periodi.

L'unione monetaria latina  fu sciolta nel 1927, ma di fatto scomparve con la I guerra mondiale.

saluti

TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

texpedo

Gentile @@texpedo,  il tuo discorso mi sembra  campato in aria, quando dici:

 supponendo che il potere d'acquisto dell'oro sia uguale oggi e nel 1931 ......

la moneta in oggetto oggi vale 35x8 grammi di metallo = 280 euro mentre nel 1931 valeva 100 lire......

 

 

 

poi questa:

 

 grafico storico( con i limiti di tutti i grafici di questo tipo) dove tra il 1910 e il 1960 l'oro in dollari variava per 4 volte da circa 500 a circa 220 dollari l'oncia

 

il prezzo dell'oro in dollari USA in oncie,  tra le date che citi non ha avuto affatto oscillazioni sopratutto così ampie, sul web trovi tutti i dati che vuoi, comunque nel 1910 valeva 20,67 USD e mantenne questo valore fisso fino al 1934 quando salì a 35 USD, raggiunse i 42,22 fino a fatidico 15 agosto 1971 quando il presidente Nixon abolì la convertibilità  del dollaro in oro, lasciando così il metallo fluttuare sul mercato.

 

Per tornare alla lira, il 100 lire ORO del 1931 contiene 7,92 gr di fino, nel 1930 l'oro  quotava in lire 12,67 al gr se moltiplichi otterrai LIRE 100,34,

Se  si prende in considerazione l'indice ISTAT ( con tutti i suoi limiti ) quello del 1931 era 1965,923x100=Lire 196.592/1936,27=101,53 euro attuali

come potrai notare si è molto lontani dai valori  da te ipotizzati.

 

Ultima cosa non paragonare il potere d'acquisto  del 1931 ( 100 lire) con gli scudoni da  5 lire,  c'è un'abisso tra questi due periodi.

L'unione monetaria latina  fu sciolta nel 1927, ma di fatto scomparve con la I guerra mondiale.

saluti

TIBERIVS

Ringrazio innanzitutto @TIBERIVS per il tempo dedicatomi e per la risposta. Quando parlavo di prezzo dell'oro tra i 500 e 220 dollari mi riferivo ad un grafico che teneva conto dell'inflazione e pertanto non preciso ma comparabile con i valori attuali. Noto comunque che il delta prezzo in percentuale è compatibile con le variazioni delle cifre segnalate da Tiberius per un periodo simile. Capisco che non sia corretto paragonare il potere di acquisto di una moneta del 1931 con uno scudo che è al massimo del 1879. Mi rimane però la domanda di fondo: cosa compravo con 100 Lire nel 1931 o con uno scudo, mettiamo come il mio nel 1865 ? quanti kg di pane o di carne manzo o di riso ? quanto terreno coltivabile ? c'e' qualcuno che ha dei dati ?

Grazie e saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×