Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
dabbene

Io sono il circolo....

Risposte migliori

Cristian97

Sono entrato a far parte da inizio anno di un piccolo circolo numismatico di un paese vicino al mio e posso dire che già in questi mesi mi sono reso conto che è un'esperienza bellissima; sapere che ogni settimana hai un "appuntamento fisso" e per qualche ora puoi stare con amici con il tuo stesso interesse, parlare di numismatica e a volte scambiarsi qualche moneta ed opinione su di esse è veramente fantastico.

 

In fondo come già diceva Seneca "una cosa ci rende felici se possiamo condividerla" ed è anche questo la numismatica condivisione di opinioni e conoscenze, è la gioia di mostrare ad amici le proprie monete a cui siamo legati perchè hanno un particolare significato per noi.

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Io sono il circolo....è un racconto dove il circolo parla in prima persona ma è soprattutto poi un giusto tributo a chi lavora, partecipa, frequenta i numerosi nostri circoli italiani, potrebbe essere Bergamo, Torino, Napoli, Genova uno dei tanti che ci sono...

Per la relazione sui giovani e la numismatica di Parma ho avuto modo di parlare e sentire alcuni di questi rappresentanti, alcuni li definirei dei resistenti, alcuni stanno reagendo ai problemi che indubbiamente ci sono, il futuro e il ricambio generazionale è un po' il problema per tutti, mi sembrava giusto parlarne anche qui oltre che a Parma ...in fondo la numismatica passa in prima battuta da questi avamposti delle identità culturali, che devono pensare oltre che ai bilanci e ai programmi anche ad essere presenti ed attivi per tutti, giovani in primis.

Ci vogliono idee, scommesse, entusiasmi e provarci ogni tanto, alcuni lo stanno facendo, certamente su lamoneta potrete trovare l'approccio comunicativo e divulgativo per le vostre iniziative... come sempre virtuale e reale si uniscono, se poi il mix è giusto qualche risultato si potra' ottenere....un giusto tributo e un ulteriore spunto di riflessione per tutti e per il mondo dei circoli che su lamoneta a vari livelli è ben rappresentato e presente....

Modificato da dabbene
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

Che bello leggerti Mario, che bello sentire l emozione di una passione attraverso le tue parole!!

Dimenticavo...

sei un Grande!!

Modificato da fofo
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

matteo95

Parole Sante le tue Mario . I circoli trovo siano ancora i luoghi di apprendimento migliori per chi si vuole avvicinare al meraviglioso mondo della numismatica . Certo al giorno d'oggi ci sono i forum ma , frequentare con costanza un circolo è tutt'altra cosa , ti permette di fare quello step che trasforma un appassionato di monete in un numismatico . Nei circoli , spesso lo si ignora , ci sono soci che hanno una cultura immensa su di un determinato argomento e sono ben lieti di trasmettere il loro sapere , non nascosti dietro un nick ma dal vivo . Inoltre nei circoli si ha la possibilità di vedere le monete che gli altri soci portano , esemplari che in alcuni casi ( a me al circolo Astengo è già capitato più volte ) sono unici o quasi e che quindì non si ha la possibilità di vedere normalmente .

Ci sarebbe ancora tanto da dire sui circoli ma ora scusate devo scappare

:)

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

margheludo

Tieni duro Mario,è con persone come te che ci si appassiona alla numismatica ma leggo tra le righe un po di nostalgia mista a rassegnazione per come si divulga oggi la materia rispetto al passato,questo web proprio non lo digerisci,ma pensa invece alle opportunità che ha offerto la rete a persone come me che hanno il circolo più vicino a tre giorni di cavallo (più uno a nuoto),dacci dentro come hai sempre fatto perché sei un farò per tutti noi neofiti che amiamo leggerti. Buona serata a tutti.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Ciao @@margheludo, mi sembrava giusto parlare un po' di più qui dei Circoli che svolgono una importante funzione, più che io sono loro che devono tenere duro :blum: e questo è un po' l'auspicio.

Programmi, idee, far di conto e oggi questo aspetto non è semplice e facile....e poi comunicare tutto questo a 360 gradi e quindi Lamoneta in tutto questo fa la sua parte e spesso i risultati poi si vedono...

Credo che tecnologia e tradizione debbano percorrere insieme la strada sempre di più, chi non lo farà si troverà in seria difficoltà, d'altronde gli esempi li abbiamo anche qui recenti e passati, Parma è stata una scommessa che non si sapeva come sarebbe andata, oggi possiamo dire che è stata vinta e Parma rappresenta la perfetta sinergia tra un Circolo, quello di Parma e un Network come  Lamoneta che rappresenta il mezzo digitale, tradizione e tecnologia, reale e virtuale insieme, credo che la strada a grandi linee sia questa.

E poi un altro esempio di anni fa " La giornata del grosso ", partita qui con la discussione una delle più belle e partecipate e finita poi nell'Assemblea della Società Numismatica Italiana a Milano con la relazione del Prof. Saccocci sul tema e la visione di queste monete portate dai collezionisti privati.

Anche qui innovazione e tecnologia con la tradizione massima, la SNI, fu un successo secondo me da ripetere più volte, certamente poi in tutto questo bisogna poi sempre crederci e crederci in due, perché le componenti due sono....e con una fai ....ma fai un'altra cosa....

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

Io sono il circolo...

E sono il circolo di una piccola realta', non il circolo di una citta' dove forse vi e' piu' gente e piu' possilbilita', ma un piccolo circolo che comunque cerca di non morire!

Anche perche' compio proprio ora 50 anni, non si puo' essere vecchi a 50 anni!

Ma invece e' cosi'... Sono vecchio e stanco, ho bisogno di sangue nuovo che scorra nelle mie vene, nuova vita e voglia di fare nuova che passi intorno ai miei tavoli, ma forse sono troppo vecchio e stanco per riuscire a rinnovarmi..

Provo a fare qualcosa con la scusa del mio compleanno, con l'occasione di festeggiare il traguardo dei miei anni, ma e' sempre piu' difficile farmi vedere e conoscere dalle nuive generazioni che vivono la loro giovane eta' sempre in maniera piu' rapida e veloce, tutto e subito, abituati come sono a "cliccare" su di un motore di ricerca e avere le risposte in un nanosecondo invece di spendere tempo e impegno cercando e sfogliando libri!

Il confronto con l'esperienza e la conoscenza di persone "vere" non e' la stessa cosa di quello che si puo' apprendere da wikipedia o quello che e' avere una moneta in mano che molto si discosta da una immagine sullo schermo.

...compio 50 anni e mi sento vecchio...

Per festeggiarmi organizzo una mostra, pubblico un opuscolo per lasciare qualcosa che non siano solo dati immagazzinati in un server, conio una medaglia da lasciare a ricordo ai posteri, provo a farmi conoscere e ad accattivarmi qualcuno... Ma sono comunque troppo vecchio e lento per le nuove generazioni, forse sono davvero vecchio anche se ho ancora veramente tantissime cose da dire e da dare!

Eppure non tanti anni fa da me molti hanno arricchito la loro vita di conoscenze, esperienze e passioni... Ma erano altri tempi!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Caro @@savoiardo è triste leggere questi post ma so che poi la realtà è più o meno questa, nella relazione che ho fatto per Parma e che verrà pubblicata a breve questi dati e problemi ci sono, la realtà è questa anche in grandi città vicino a me e ricette magiche non ci sono, ma qualche idea ci può sempre essere....

Si può vedere però qualche altro esempio che è riuscito a rialzarsi e andare in controtendenza, qualche luce, poche, ma ci sono...

Spesso può essere utile in qualche caso unirsi, o fare federazioni tra circoli dello stesso bacino e poi puntare tutto sui giovani come con l'idea del Presidente del mio primo post ....cercare di andare dove i giovani sono, scuole, ma non solo...ci sono anche Associazioni, gruppi...

E poi essere semplici con loro, divulgativi, la NIP sta facendo in questi giorni una mossa secondo me vincente o almeno utile parlare ai ragazzi in modo facile di numismatica, penso che anche i divulgatori anche qui sul forum che è divulgazione debbano a volte farsi capire e a volte riprendere l'ABC della numismatica, troppo spesso vediamo discussioni importanti ma che poi seguono in due o tre.

E poi la comunicazione a 360 gradi, facilitazioni, fare anche iniziative per loro, il circolo di Bergamo tra 15 giorni ne farà una culturale ma aperta a tutti , per i giovani, per coinvolgerli, quasi un open day.

Penso che anche iniziative come Parma siano importanti perché è vero che i testimonial sono stati 5 ma altri hanno seguito e seguiranno...

Forse la numismatica sconta oggi retaggi del passato dove era chiusa, per pochi, l'apertura in questi anni c'è stata grazie anche alla tecnologia, ma certamente credo che anche oggi non penso siano tutti per una numismatica aperta anche da quello che leggo pure qui...

E quindi, sinergie, collaborazioni, comunicazione, provare e unirsi....certo facile non è e poi i costi ci sono in un circolo....ma sarebbe bello vista la mole di utenti che fanno parte di circoli su questo forum che si aprisse anche un dibattitto, siamo un forum peccato veder scivolare subissata da altri argomenti una tematica così che poi è essenziale direi primaria, si parla di un futuro numismatico e se ci sarà o se sarà tutto diverso forse....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Bravo Dabbene! Proprio una bella storia quella del Circolo. Tuttavia la realtà è quella descritta da savoiardo... Faccio parte di due circoli, uno di questi compie pure cinquanta anni. Anche noi coniamo una medaglia, faremo una mostra e una serie di conferenze. Il secondo circolo compie 25 anni, quindi molto più giovane, ma i segni dell'età colpiscono entrambi. 

Colpevoli? Uno che comprende tanti. Internet e i suoi seguaci.

E' troppo facile stare a casa e collegarsi. Organizzarsi per uscire, anche solo una volta la settimana, è molto più complicato. Si finisce per non farlo. Una volta l'emozione era quella di toccare le monete. Ora si guardano. Ma non è la stessa cosa, almeno per me.

Per questo spero tanto che l'appello lanciato da Dabbene possa muovere qualcuno e lo incoraggi a fare quei pochi passi per arrivare al Circolo e farlo vivere di nuovo.

 

Arka

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

E' così @@Arka, nel Concorso che facemmo qui sul forum " Nascita di una passione " su 17 testimonial di Lamoneta nessuno raccontò che la fiammella partì dal Circolo ma per altre cause.

Oggi il primo approccio è quasi sempre la tecnologia, il lavoro dovrebbe partire da qui, incuriosire chi si affaccia, più di un terzo che si iscrive è sotto i 35 anni, certamente molti si perdono ma qualcuno si appassiona.

Poi ci vuole l'incontro reale con le persone e le monete, l'esempio più volte citato del Cordusio ha funzionato perché fungeva da Club da secondo passaggio, reale e appuntamento fisso la domenica.

Qualcuno ha continuato e si è appassionato e poi è confluito in un Circolo o nella SNI come terzo passaggio.

E' importante vedere il flusso dei giovani che sono approdati in SNI, sono la maggior parte o la quasi totalità di provenienza Lamoneta, è un lavoro preparatorio che va oltre la passione del singolo che ovviamente ci deve essere e che ogni tanto bisognerebbe anche ricordare e tenere presente, così è....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox

C'è pure da dire che alcune realtà locali magari sono piuttosto "stantie" e non dinamiche come le vostre.

 

Per quanto mi riguarda infatti quando sono andato a visitare il circolo "fisico" della mia città l'esperienza che ho avuto non è stata delle migliori...

 

Già il posto non era invitante: uno stanzino muffoso al piano terra di un palazzo storico in centro piccolo e poco luminoso in coabitazione con il circolo della caccia.  (Se ricordo bene c'era pure qualche uccello impagliato sulle mensole tra un libro e  altro)

 

Poi la dotazione di libri era scarsina e abbastanza disordinata.

 

La prima volta ok chiacchiere iniziali cosa collezioni etc soprattutto con il presidente (molto anziano ma cordiale e disponibile) gli altri "collezionisti" (molto interessati a quotazioni e valori più che storia e altro) un pò meno, la seconda volta invece i tizi si misero direttamente a giocare a carte e qualcuno fumava pure tipo baretto.

 

Per un giovane come me la situazione non era di nessuna attrazione e non c'è messo più piede.

 

L'ambiente del forum invece, anche se solo virtuale, si è dimostrato da subito (e anche con il passare del tempo) mille volte più stimolante.

 

Saluti

Simone

Modificato da uzifox

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ramossen

Il discorso è ampio e sicuramente il punto di vista varia con l'età. Io mi chiamo Roberto e sinceramente mi scoccia non poco quando a qualche convegno mi si rivolgono chiamandomi con il nick. Io sono un uomo, con i miei pochi pregi e i miei tanti difetti, simpatico a pochi inviso ai più ma sono un essere umano non un ID o un avatar. E' per questo motivo che mi sono allontanato un po' dal forum, perché sentivo la mancanza del contatto umano, della stretta di mano, degli sguardi che senza dire nulla dicano già tutto, perché no! Anche della partita a carte e della cazzarata. Mi sono allontanato per poi accorgermi di cadere dalla padella alla brace. Oggi secondo me, che ci piaccia o no non c'è per noi alternativa alla padella o alla brace, il mondo cambia e cambia velocemente, gli anziani, da che mondo è mondo hanno sempre rimpianto i loro tempi ma ciò non toglie che alla fine, oggettivamente, i cambiamenti finiscono per chiamarsi progresso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Devo, purtroppo, concordare con @@uzifox.

Il Circolo della mia città, che frequento da quasi vent'anni (il Circolo ne ha molti di più, è nato poco dopo la guerra) ha quasi 150 iscritti (numismatici e filatelici) il che ne farebbe uno dei Circoli più grandi d'Italia, se non fosse che il 90% (a essere ottimisti) degli iscritti, si presenta solo due o tre volte l'anno (qualcuno anche più di rado) e solo per ritirare francobolli e monete che il Circolo acquista per loro.

Quella di distribuire ai soci francobolli e monete di ultima uscita di Italia, Vaticano e San Marino, è praticamente l'unica attività del Circolo, e i frequentatori più assidui, 10-12 persone, sempre le stesse, hanno come unico interesse informarsi sui tempi di uscita delle monete, sul loro costo, e speculare se, a rivenderle, ci si potrà guadagnare.  

Biblioteca, anche la nostra, scarsina, e peraltro snobbata dai più, che prendono in mano un catalogo solo per cercare una quotazione, ignorando del tutto la miriade di informazioni che, pure, un catalogo può dare, oltre ai prezzi. Di giovani, neanche a parlarne, ne conosco in verità un paio, ma fanno parte di quelli che capitano solo ogni tanto per ritirare le monete, e in fondo posso capirli.

Nè giova, non potendo imparare nulla, cercare di insegnare qualcosa, ci ho provato qualche volta, anche segnalando discussioni del forum o articoli di riviste, ma tutto è caduto desolatamente nel vuoto, dopo pochi secondi di attenzione si è tornato a parlare di calcio e a chiedere "ma quand'è che escono i 2 euro del Vaticano?"

In fondo, il sapere che non siamo un'eccezione, un po' mi consola, avevo già qualche sospetto su un paio di Circoli non lontani dalla mia città, che non sembrano migliori del nostro, le parole di Uzifox, marchigiano anche lui, ma di più lontano, mi confermano che purtroppo, per molti, il Circolo disegnato da Mario e altri nei post iniziali di questa discussione è soltanto un sogno.

petronius

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anto R

Condivido con voi quella che è la mia esperienza.

Per me il Circolo è stato un punto di arrivo, dopo essermi fatto le ossa a mercatini, sul forum e con il gruppo del Cordusio (a cui va il merito, come si è detto, di essere virtuale in settimana e reale alla domenica, al mercatino) . Mi sono iscritto al CCNM nel settembre 2015 e non potevo fare una scelta più felice. Leggo di circoli dove i soci sono iscritti per motivi che con la numismatica hanno poco o nulla a che fare, e non posso quindi che lodare pubblicamente il Centro Culturale Numismatico Milanese. E' vero, siamo pochi soci, non tutti vengono settimanalmente in sede, siamo solamente un paio sotto i 30 anni e quindi siamo colpiti dalla piaga (comune  a quanto vedo) del mancato ricambio generazionale; però... Però è un circolo dove si parla di monete, di storia, si organizzano conferenze con oratori più che validi, si commenta un libro antico o un documento d'epoca ecc. (e qui si capisce il perchè del "Culturale" nel nome del circolo). Poi magari si vende, si compra, si scambia qualche moneta; ma non è questo lo scopo principale per cui la porta viene aperta ogni martedì sera! Lo scopo è quello di divulgare, di far conoscere la numismatica e - perchè no - di condividere esperienze (ad esempio abbiamo un socio che ama fare lunghi viaggi in giro per il mondo, al suo ritorno porta da vedere qualche souvenir e ci racconta le sue "avventure").

Io ad esempio mi sono avvicinato alla numismatica antica proprio per merito degli amici del CCNM, ai quali devo la mia più profonda gratitudine. E qualche classicista magari adesso guarda con un altro occhio le papali :D 

 

 

Antonio

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Non posso che esprimere tutta la mia invidia agli amici di Milano...  <_<  

 

Arka  :D

 

P.S. E' il Cordusio che ci manca...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

Leggendo i post sopra ho l 'impressione che in alcuni luoghi si interpreti il circolo come 'dopolavoro' - la partita di carte - credo sia l'epitome. i soci - lasciati a loro stessi - non stimolati - alla fine si mettono a giocare a carte ...:)

Ma e' illusorio pensare che invece chi vada ad un circolo si trovi davanti la Scuola d'Atene con dotti sapientissimi che discutano una sera a settimana sulla quinta variante di delfino usata nelle emissione di Zankle o sui limiti cronologici dell'uso della 'e' lunata nelle legende medievali..

Illusionegiusto?

Sono invece i responsabili dei circoli e l'attivita' culturale che devono fare da stimolo. Un corcolo soprattutto oggi vivese riesce ad essere culturalmente vivo.

La seconda giovinezza e l'esempio virtuoso che ilCCNM ci offre e' basata proprio sull'attivita' culturale che instancabilmente ci offre.

Certo fare un evento significa darsi da fare, sbattersi, cercare oratore, fare marketing, coinvolgere persone , organizzare, essere presente, ma il successo e' vedere le persone intervenute contente, felici di aver assistito ad una buona divulgazione numismatica.

L'alternativa - se non ci si vuole sbattere, e' appunto la partita a carte o - peggio - le discussioni sulla partita , ma allora meglio andare al bar, li c'e' anche il cicchetto. ...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Il mio post ripeto era ed e' uno spunto di riflessione direi dovuta sui circoli italiani, direi che l'intento di far discutere si sta concretizzando.

Certamente come detto dai più e' veramente complesso e si presta a più chiavi di lettura, realtà differenti, obiettivi diversi, difficoltà oggettive evidenti però lo spunto che poi e' partito anche da Parma e' di speranza, di incitamento, di auspicio per chi gestisce o partecipa a queste realtà che sul territorio sono strategiche.

Non darsi per vinti e provare, osare, realizzare qualche obiettivo, non vi racconterò la relazione di Parma la leggerete fra non molto...ma qualche segnale di resistere e reagire c'è , ma come detto giustamente da @@numa numa poi ci vogliono oltre le idee le persone, le energie...

Parma non e' stata una passeggiata, un anno di lavoro di tanti, al CCNM ogni due mesi passa un interprete della nostra numismatica, il prossimo e' la Travaini, a Napoli hanno compiuto io ritengo un miracolo, 200 iscritti in due anni, iniziative di ogni genere, a Bergamo, realtà che conosco bene, tra 14 giorni ci sarà una importante iniziativa con tanti ingredienti, giovani compresi, nella stessa Padova c'è una iniziativa importante per i giovani....la Nip per settembre annuncerà una realizzazione molto virtuosa fatta per i giovani dai giovani stessi, so di altri circoli che si stanno muovendo, e' difficile, molto difficile... ma nulla e' impossibile, dipende dagli uomini a volte , dalle idee, dalla comunicazione e qui sul forum questa, se fatta, spesso funziona, tecnologia e tradizione il mix e' questo e si può fare....o almeno provarci...

Tutto questo per lanciare una luce, una speranza che qualcosa si può fare, qualcosa si è' fatto e qualcosa verrà fatto a breve in altri ambiti..poi certamente i risultati possono essere diversi, ma anche Parma che nasce ripeto da un Circolo italiano in collaborazione con un network come il nostro ha prodotto qualcosa che è stato apprezzato da tutti gli ambiti e che può servire come esempio, stimolo....ed era partito come una scommessa difficile, molto difficile...in cui diciamolo pure non ci credeva quasi nessuno....

Modificato da dabbene
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

Credo che la differenza come in molte altre attività non siano i soli mezzi o posti, ma le persone che vi ci lavorano e come lo fanno.

Ci vogliono persone carismatiche con conoscenza che riescano a coinvolgere nuovi utenti e nuove generazioni.

Poi se riescono a attrezzare bene il locale e gli eventi gestendo bene i soldi..

Saluti

Fofo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

matteo95

Per esperienza personale secondo me , uno dei deterrenti maggiori è il costo di iscrizione . Il circolo di Napoli se non sbaglio che ha costi di iscrizione bassissimi ha un elevato numero di soci . Il Circolo " Corrado Astengo " ad esempio fa fatica a trovare nuovi soci perchè, pur trovandosi in una location che penso tutti i circoli numismatici italiani potrebbero invidiare e avendo a disposizione una vasta biblioteca con alcuni testi estramente rari , essendo una sottosezione di Storia Patria chi vuole divendare socio deve diventarlo anche di quest'ultima e la quota sommata a quella del circolo puo far desistere qualcuno .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Le quote favorevoli o basse per i giovani sono sicuramente uno dei tanti aspetti da considerare bene, ognuno poi ha le sue strategie, se dipendesse da me rischierei la quota gratis o a 5 euro simbolici fino ai 26 anni creando invece una quota sostenitore più alta dell'ordinaria, se ne gioverebbe negli anni dopo i 26 anni con la speranza che poi qualcuno continuerà se si appassiona....

Metti in moto il circolo, meglio averli a introiti zero che non averli, i conti rimangono inalterati e speri che si appassionino e continuino....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miza

@@dabbene Buon pomeriggio!

 

     Ho letto con molto interesse i vari commenti di questa interessante discussione sostenuta principalmente da Voi Giganti della numismatica . :hi:

Devo ammettere che per noi più grandicelli, il confronto diretto, lo scambio di opinioni, il tenere in mano una moneta è insostituibile, ma nello stesso tempo riconosco che  il mondo sta cambiando, non c'è più il tempo per ritrovarsi a discutere, oggi  tutto accade sul "web". Inoltre, ci sono mille cose da fare e tutte  in un solo giorno, quindi c'è sempre meno tempo per uscire di casa per andare al circolo. Quando viaggio, mi capita di vedere  in vecchie strutture ormai diroccate la scritta ormai sbiadita "circolo". Quante cose interessanti avranno sicuramente ascoltato quelle pareti.....  (storia)

 

     Personalmente ho trovato il mio "circolo" in questo forum (lamoneta)!  In questi pochi anni ho imparato moltissimo sulla numismatica e per questo Vi ringrazio! Chiedo a Voi di continuare a condividere con tutti noi la vostra esperienza. E' vero, forse non è la stessa cosa ..... Un semplice "mi piace" non sempre esprime tutta la nostra stima e gratitudine .

 

Grazie per il vostro lavoro 

miza

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nando12
Supporter

Pienamente d'accordo con @@miza, specialmente io poi... che ho tantissimo ancora da imparare.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Grazie degli interventi, lo scopo di questo thread era di raccontare una storia inizialmente con il Circolo che parla in prima persona, parto sempre così..., in seconda battuta era quella di arrivare a sentire opinioni e riflessioni su questa tematica che credo di grande importanza e che tocchi molti.

Siamo su un forum grande e seguito, lo scopo è poi quello di coinvolgere e ascoltare anche pareri differenziati, quindi a voi....

Certamente una delle carte vincenti di lamoneta è quella di arrivare a tutti, tutti possono leggere, e infatti stanno leggendo, e arrivare subito e facilmente...è il grande circolo virtuale, nel contempo personalmente sono anche un sostenitore delle collaborazioni, credo che Tradizione e Innovazione possano andare e fare percorsi insieme per il bene di entrambe, quindi quando è possibile l'unione di queste due componenti si può raggiungere il mix giusto e forse perfetto.

Quindi  da sempre " un grande innamorato di Lamoneta " ma se avete un circolo Numismatico in città, sostenetelo e andate a trovarlo ogni tanto, vi potrà dare tanto sia per conoscenze tecniche che umane, vi accorgerete poi che molti sono poi iscritti qui o comunque vi hanno letto....

 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Io sono il circolo...un bambino con tanti sogni, porto con me il desiderio di conoscere, di collezionare e confrontarmi.

Io sono il circolo.. un adolescente che ha scoperto un mondo speciale, passo le mie giornate a cercare ovunque monete, leggo in maniera compulsiva, frequento da sempre il Cordusio, amo questa scienza, conosco maestri di vita...

Io sono il circolo..un uomo con tanti amici, che come me continuano a ricercare, un uomo con ancora la voglia di creare, di apprendere, di trascinare, e di continuare a cercare la mia chimera...

 

Eros 

  • Mi piace 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×