Jump to content
IGNORED

Moneta imperiale?


Recommended Posts

Salve a tutti, avrei gentilmente bisogno di aiuto per l'identificazione/rarità questa moneta, credo un bronzo di età imperiale. Sul diritto volto dell'imperatore (Lucio Vero?) con lettera "V" identificabile a sinistra.

 

Sul rovescio figura maschile che impugna delle lance, riconoscibili lettere "S" e "C".

 

Peso 9,26 grammi circa. Diametro 25 mm.

 

Grazie! :)

 

 

Link to comment
Share on other sites


Peso e modulo sono suggestivi di un asse, ma il retro con marte andante a sx con trofeo e lancia in genere si vede sui sesterzi (sesterzio "TR POT V IMP II COS II SC" 21,35g-RIC III #1420)

Quindi, anche se non eccelso per conservazione potrebbe trattarsi di un esemplare non comune e quindi storicamente interessante.

Link to comment
Share on other sites


...anche se, forse, un accenno di corona radiata si intravede sul capo dell'imperatore al dritto.

Si trovano anche dupondi con lo stesso tipo?

Link to comment
Share on other sites


Il mio dubbio è proprio tra asse e dupondio. MA...un bel ma...Con RIC 1488 ottengo un asse in rame(metre l'oggetto postato è in bronzo) di 10grammi di peso (peso simile anche se materiale diverso)con diametro di circa 22mm(leggermente più piccola, essendo l'altra di 25mm), quindi non esattamente la stessa moneta che ho postato in quanto a caratterestiche fisiche.

 

Per quanto in realtà mi dia un dritto e rovescio tutto sommato simili all'oggetto postato, con testa laureata in diritto.

 

https://www.acsearch.info/search.html?term=v13_0342++&category=1-2&en=1&de=1&fr=1&it=1&es=1&ot=1&images=1&currency=usd&thesaurus=1&order=0&company=

 

 

Se invece faccio una ricerca per dupondio, ottengo un RIC 1382 moneta simile (di cui però non son specificate caratteristiche fisiche) ma con una differenza importante: la "s" in rovescio è "al di sopra" della lancia impugnata da Marte.

 

Volto sul diritto in questo caso con corona radiata, nelle foto postate da me, sembrerebbe intravedersi qualcosa che tra i capelli POTREBBE dare l'idea di un diadema ma a un attenta osservazione io vedo sulla parte sopra la fronte spiccare la parte terminale della corona laureata.

http://www.wildwinds.com/coins/sear5/s5396.html

E infine se devo trovare riferimenti identici tra diritto e rovescio, devo andare sui sesterzi (un esempio: http://www.wildwinds.com/coins/sear5/s5376.html/url]ma ovviamente essendo un sesterzio, caratteristiche di peso e diametro non combaciano affatto (peso sui 20 grammi e oltre, diamtro più grande di 25mm) anche se il materiale è bronzo.

 

 

 

E' un bel rompicapo... :unknw:

Edited by Tharsu52
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Ciao eliodoro, anche io ero molto propenso ad associare l'oggetto in foto con l'asse postato da te, diritto e rovescio ok, peso ok, diametro leggermente più piccolo ma in rame anzichè in bronzo...sempre asse rimarrebbe ovviamente, però come volituripsetibiphoebus notava forse non comune...

Edited by Tharsu52
Link to comment
Share on other sites


Credo anch'io che sia raro...ho notato, in generale, che marco Aurelio e Lucio Vero hanno coniato molti meno assi rispetto ai dupondi e sesterzi.

Edited by eliodoro
Link to comment
Share on other sites


Supporter

DE GREGE EPICURI

@@Tharsu52: penso che " a occhio" non sia possibile dire se una moneta è di bronzo o di altra lega, perchè la patina non lo consente. Tieni conto che per abitudine diciamo che certe monete sono "di bronzo" (come le statue), ma non è molto esatto: il bronzo è una lega di rame e stagno, che normalmente non si utilizzava per le monete. Esistono monete antiche in lega mista, come i potin celtici o certe monete romane repubblicane (che contenevano a volte anche Pb o altro); e monete di bronzo moderne, come quelle della Rivoluzione Francese ottenute dalla fusione delle campane delle chiese (c.d. métal de cloche). Ma le monete romane imperiali erano in rame o in oricalco.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


DE GREGE EPICURI

@@Tharsu52: penso che " a occhio" non sia possibile dire se una moneta è di bronzo o di altra lega, perchè la patina non lo consente. Tieni conto che per abitudine diciamo che certe monete sono "di bronzo" (come le statue), ma non è molto esatto: il bronzo è una lega di rame e stagno, che normalmente non si utilizzava per le monete. Esistono monete antiche in lega mista, come i potin celtici o certe monete romane repubblicane (che contenevano a volte anche Pb o altro); e monete di bronzo moderne, come quelle della Rivoluzione Francese ottenute dalla fusione delle campane delle chiese (c.d. métal de cloche). Ma le monete romane imperiali erano in rame o in oricalco.

 

Ti ringrazio per la preziosa precisazione. Sto ancora imparando molto e ancora molto dovrò imprare! :) Allo stesso modo ringrazio gli altri utenti intervenuti per aiutare a capire meglio la situazione.

 

 

COmunque se proprio dovessi scartare l'ipotesi di materiali diversi: ritornerei a quella più probabile postata, il RIC 1488. Pur mettendo in conto materiale identico, rame, e tralasciando peso e diametro che vuoi o non vuoi (22,5mm per 10gr VS 25mm per 9,26grammi) possono variare da un conio all'altro così come il consumo del tempo sulla moneta, facendo un confronto tra i rovesci le posizioni di s" e "c" tra la figura di Marte andante non sono nelle stesse posizioni. La "c" ad esempio nel primo caso è molto vicina all'oggetto al disotto del gomito della divinità, nell'altra è un poco di più al di sotto. La "s" nel primo caso è di molto vicino alle terga della divinità andandosi quasi a incuneare tra lancia a parte posteriore de dio. Nell'altra invece è di molto distaccata, anzi è al livello del polpaccio e più verso la parte finale della lancia.

 

m2r.jpg

 

 

84618.m.jpg

 

 

 

 

m2d.jpg

 

 

Così come posso aggiungere che la "v" della parola "agvstvs" in legenda quasi tocca il capo nella foto postata da me, metre in RIC 1488 non c'è questa vicinanza, o almeno sembrerebbe non ci sia.

 

 

Quindi, ipotizzando non siano monete della stessa zecca, potrebbero essere monete dello stesso periodo e dello stesso valore monetale(appunto un asse in rame di Lucio Vero) ma coniate in zecche diverse dell'impero, per cui ecco spiegato il motivo delle sottili differenze?

 

O ci troviamo davanti una sorta di "unicum", un asse proveniente da conii non comuni? Ovviamente sto azzardando e di molto definendolo così...

Link to comment
Share on other sites


Il RIC III 1488 è un asse con Roma stante a sinistra con Vittoria e lancia, piede su  un elmetto, direi che non c'entra.

 

Non riesco a capire se la testa sia radiata o meno, e nemmeno giurerei sulla presenza o meno di un drappeggio, dal peso lo darei come asse.

 

Sul RIC III, con questa raffigurazione del verso ho trovato (tralasciando i sesterzi) queste monete:

 

con legenda L AVREL VERVS AVG ARMENIACVS - TRP IIII IMP II COS II / SC

 

1382, dupondio, testa radiata a destra

 

con legenda L VERVS AVG PART MAX- TRP VIII IMP IIII COS III / SC

 

1468, asse, testa laureata a destra.

 

1469, asse, busto a destra, laureato e drappeggiato

 

1470, dupondio, testa radiata e destra

Link to comment
Share on other sites


Facendo dei confronti, credo siamo su RIC 1468 e RIC 1470. Escluderei drappeggio e radiata, idem per dupondio. Grazie Exergus per i nuovi input!

 

Quindi asse di Lucio vero con legenda L VERVS AVG PART MAX- TRP VIII IMP IIII COS III / SC.

 

 

 

 

In questo stato di conservazione, quanto può costarmi un eventuale acquisto?

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.