Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
fra crasellame

Luigi XVI - Decimo di scudo

Risposte migliori

fra crasellame

Decimo di scudo detto “ai rami d'olivo” - 1779

110ecu1779rb6.jpg

Nome della zecca: Parigi, secondo semestre

Lettera/segno della zecca:A

Posizione segno di zecca: A nella legenda del rovescio a ore 6

Quantità coniate: 111.350 esemplari

Diametro in mm: 21 mm

Asse di conio: 6 h.

Metallo: Argento

Peso osservato: 2,94 gr.

Peso teorico: 2,948 gr.

Taglia: 1/83 marco

Titolo in millesimi: 917 ‰

Titolo vecchio: 11 d.°

Valore: 12 soldi tornesi

Contorno: cordonnée

Stato di conservazione: BB+

Diritto

Legenda: LUD. XVI. D G FR. - ET NAV. REX.

Traduzione: (Luigi XVI, per grazie di Dio, re di Francia e di Navarra).

Descrizione: Busto di Luigi XVI a sinistra, portante une veste ricamata, l'ordine del Santo Spirito ed i capelli annodati sulla nuca da un nastro. B. DUVIV. sul bordo del busto; al di sotto, segno del maestro di zecca: un airone.

Rovescio

Legenda: .SIT NOMEN DOMINI - R - BENEDICTUM (segno del maestro incisore) 1779.

Traduzione: (Benedetto sia il nome del Signore).

Descrizione: Scudo di Francia moderno ovale coronato, tra due rami d'olivo ; in basso la lettera di zecca.

Maestro di zecca: Airone a sinistra sotto il busto = Jean Dupeiron (1757-1764) poi (1765-1781);

Maestro incisore: Lira davanti al millesimo = François Bernier (1774-1793);

Incisore: B DUVIV = Benjamin Duvivier (1728-1819)

Incisore generale: Benjamin Duvivier (1774-1791)

Ref.: C.2133 - L.715 - G.293 - Dr.566 - Dy.1688

Descrizione dello stato di conservazione:

Questo decimo di scudo presenta dei rilievi un po deboli sui capelli del Re.

Dei graffi d'aggiustamento in basso a destra dello scudo moderno di Francia.

Esemplare ricpoerto di una leggera patina grigia.

Commenti a proposito di questo tipo monetale:

Corso legale 12 soldi tornesi, coniato in seguito alla dichiarazione del 18 settembre 1774, conformemente all’editto del gennaio 1726.

La zecca di Parigi è la sola del Regno ad aver coniato questa denominazione senza interruzioni dal 1775 al 1790.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×