Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
fra crasellame

Luigi XVI - Ventesimo di scudo

Risposte migliori

fra crasellame

Ventesimo di scudo detto “ai rami d'olivo” - in nome di Luigi XV - 1779

278952773_fd7df887e7_o.jpg

Nome della zecca: Parigi, secondo semestre

Lettera/segno della zecca:A

Posizione segno di zecca: A nella legenda del rovescio a ore 6

Quantità coniate: 176.070 esemplari

Diametro in mm: 16,5 mm

Asse di conio: 6 h.

Metallo: Argento

Peso osservato: 1,46 gr.

Peso teorico: 1,474 gr.

Taglia: 1/166 marco

Titolo in millesimi: 917 ‰

Titolo vecchio: 11d. 12gr. A.R.°

Valore: 6 soldi tornesi

Contorno: cordonnée

Stato di conservazione: SPL

Diritto

Legenda: LUD. XVI. D G FR. - ET NAV. REX.

Traduzione: (Luigi XVI, per grazie di Dio, re di Francia e di Navarra).

Descrizione: Testa di Luigi XV a sinistra, drappeggiato e laureato.

Sotto, segno del maestro di zecca: un airone.

Rovescio

Legenda: .SIT NOMEN DOMINI - R - BENEDICTUM (segno del maestro incisore) 1779.

Traduzione: (Benedetto sia il nome del Signore).

Descrizione: Scudo di Francia moderno ovale coronato, tra due rami d'olivo ;

in basso la lettera di zecca.

Maestro di zecca: Airone a sinistra sotto il busto = Jean Dupeiron (1757-1764) poi (1765-1781);

Maestro incisore: Lira davanti al millesimo = François Bernier (1774-1793);

Incisore: B DUVIV = Benjamin Duvivier (1728-1819)

Incisore generale: Benjamin Duvivier (1774-1791)

Ref.: C.2193 - G.351 - Dr.610 - Dy.1713 - Dr.2/622

Descrizione dello stato di conservazione:

Questo ventesimo di scudo presenta dei bei rilievi.

Esemplare ricoperto di una leggera patina grigia.

Commenti a proposito di questo tipo monetale:

Questo ventesimo di scudo di Luigi XVI, con la testa di Luigi XV fu coniato in seguito a delle lettere patenti del 22 agosto 1779, registrate il primo settembre seguente.

Queste lettere autorizzavano la Monnaie de Paris a coniare questa moneta in nome e con l'effige del Re defunto perché non esisteva ancora il conio col busto di Luigi XVI.

Una nota sul Gadoury formula l'ipotesi che questa coniazione insolita sia stata motivata da un progetto d'invasione della Gran Bretagna da parte della Spagna di cui la Francia era alleata.

Modificato da fra crasellame

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×