Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
VALTERI

2 rari incusi di Poseidonia

Dall'interessante  "Poseidonia-Paestum e le sue monete "  di R. Cantilena ed  F. Carbone ( citato in altra discussione )  , uno statere incuso in figura 6 del libro , che gli Autori ricordano essere al Medagliere di Napoli  ( F. 2534 ) .

 

L'esemplare , piuttosto raro , con Poseidone che impugna nella sinistra un polipo , è riprodotto solo al diritto , nel campo del quale appare ( incompleta ? ) la leggenda retrograda " SEI " senza apparenti tracce di ulteriori lettere .

 

Sarebbe interessante di questo tipo , una fotografia ; magari migliore , e di entrambe le facce .

 

 

Un diverso esemplare , citato nel libro ma non riprodotto , è quello che Rutter in HNI al n. 1107 così ricorda : " Numismatica Ars Classica 10.4.97  49  appears to be the only case known where the reverse moves r. rather than l. "

 

Anche di questo secondo "unico " esemplare  , sarebbe interessante una fotografia , che non ho saputo rintracciare . 

 

 

post-41289-0-60476500-1463418762_thumb.j

post-41289-0-32779500-1463418780_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:shok:  :shok:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Forse domani posterò la scansione dell'esemplare di NAC 1997.

 

Non conoscevo l'esemplare con il polipo e credo che sia la prima volta che sia stato illustrato il Fiorelli 2534. Non posso fare a meno di rimarcare che gli autori non avrebbero avuto la difficoltà di mostrare le immagini di ambedue i lati. Al solito gli accademici sono "sparagnini" con le immagini da collezioni pubbliche e si sa che manca ancora un catalogo illustrato delle grandi raccolte Fiorelli e Santangelo a Napoli....

Sorprende l'assenza delle prime lettere dell'etnico e condivido che sarebbe utile conoscere l'altro lato della moneta....

 

Dobbiamo sperare nell'uscita del tanto atteso Corpus su questa monetazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Date le particolarità di queste varianti di Poseidonia, avevo deciso di contattare direttamente Louis Brousseau, che sta appunto compilando il Corpus su questa bella monetazione, dal momento che lo conosco ed è persona di estrema gentilezza (come molti studiosi stranieri...).

A stretto giro mi ha risposto, dicendo che è sì una variante molto rara, ma le prime lettere dell'etnico stanno al rovescio e quindi le lettere del diritto sono un completamento dell'etnico iniziato al rovescio....

Mi ha perfino mandato una sua foto digitale a colori di Fiorelli 2534 fatta alcuni anni fa al medagliere, completa dei due lati.... e mi ha avvisato che il conio del diritto è lo stesso di quello presente in ANS SNG 618, mandandomi pure la relativa foto (per la verità ho alcuni dubbi che il conio del D/ sia lo stesso, mentre mi sembra sia quello del rovescio, incuso).

Esiste poi un secondo conio del diritto, con polipo, che è presente in Hunterian Museum 2, e illsutrato su Rutter, Greek Coinage of Southern Italy and Sicily, alla Fig. 7). Non ho reperito al momento questo volume nella mia libreria e se qualcuno ha voglia di scansionare la foto, per completezza.

Oltre al polipo, come simbolo tenuto dal dio Poseidone c'è anche una corona, del quale sono noti almeno 3 conii del diritto. Con estrema gentilezza mi ha mandato le foto del bellissimo esemplare di Berlino /ex Loebbecke 1906), che non è presente nel sito del medagliere di Berlino....

Infine allego anche l'esemplare di NAC 10/1997, 49, che è un unicum, caratterizzato dall'avere il dio Poseidone in incusso al rovescio volto a destra, anzichè a sinistra.

 

Brousseau mi ha detto che prima deve completare un paio di articoli e poi la referenza proprio al libro di Cantilea e Carbone e in piena estate finalmente cercherà di completare il suo Corpus. Non si sa ancora quando sarà pubblicato, ma è a buon punto e penso che sia questione di circa un anno.....

E' bello poter collaborare con veri studiosi molto disponibili e se qualcuno vorrà approfittare delle foto per allestire qualche falsaccio meriterà una bella fucilazione (ed è avvertito!).

 

post-7204-0-43681200-1463499009.jpgpost-7204-0-64144600-1463499022.jpg Fiorelli 2534

 

post-7204-0-69969300-1463499043_thumb.jppost-7204-0-33322200-1463499054_thumb.jp  ANS 618

 

post-7204-0-89619900-1463499083_thumb.jppost-7204-0-85632900-1463499093_thumb.jp Berlino

 

post-7204-0-75201400-1463499114_thumb.jppost-7204-0-94502400-1463499122_thumb.jp NAC 10/1997, 49 g. 7,08

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco le immagini del secondo conio di dritto con polipo:

post-48266-0-48686300-1463500752_thumb.jpost-48266-0-59674200-1463500771_thumb.j

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ringrazio e quindi si comprende come, probabilmente proprio verso la fine della serie incusa, a un certo momento hanno abbandonato la canonica scritta POS nei due lati, per passare a un nome più completo al diritto, in rilievo.

Quindi il conio dell'esemplare Hunterian, illustrato nel post precedente, che mostra ancora POS nei due lati, dovrebbe precedere il Fiorelli e l'ANS, che si pongono alla fine della serie.

Naturalmente bisogna attendere il Corpus per meglio vedere la sequenza dei conii....

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sperando sia un utile apporto per una visione d'insieme delle emissioni incuse con Poseidone che regge un oggetto, e dato che è stata menzionata la tipologia del dritto con Il dio che tiene una corona ( i catalogatori del British Museum però definiscono l'oggetto "necklace", cioè collana), aggiungo un paio di link ad altrettanti esemplari provenienti da Londra:

http://www.britishmuseum.org/research/collection_online/collection_object_details.aspx?objectId=1298314&partId=1&searchText=Poseidonia+coins&page=2

http://www.britishmuseum.org/research/collection_online/collection_object_details.aspx?objectId=1298315&partId=1&searchText=Poseidonia+coins&page=2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In effetti l'oggetto tenuto del dio Poseidone sembra piuttosto una collana, con tanto di appiccagnolo.

Chissà che significato possa avere.

Se il polipo richiama sicuramente il mare, ossia il regno di Poseidone, la collana dovrebbe richiamare le perle e quindi le ostriche, quindi ancora un richiamo al mare...

Non mi sembra affatto frequente la collana di perle come simbolo su monete greche (a parte la solita collanina che adorna il collo delle teste femminili).

Altro simbolo che ricorre nella serie dei nomos di Poseidonia incusi è il delfino, ennesimo simbolo marino...

Non ricordo se ci sono altri ancora di simboli....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da Gorini  ( la monetazione incusa della Magna Grecia 1975 ) , uno statere con simbolo delfino ed una dracma con simbolo ippocampo (?)

post-41289-0-43340700-1463586630_thumb.j

post-41289-0-11414400-1463586642_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

o serpente?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Serpente , forse marino , che , però  , Gorini  definisce ippocampo

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

Poseidone che regge un oggetto ricorda tantissimo Taras dei didrammi tarantini che regge un aplustre, una Nike, un Kantaos, etc.. Può darsi che questi oggetti, integrati nel tipo monetale-base, aiutavano a distinguere le emissioni o (come sembra nel caso di Poseidonia) le porzioni di emissioni. D'altra parte era questa la logica sottesa ai conii recanti lettere in ordine alfabetico di cui si è parlato in altra discussione.

post-37078-0-39886300-1463602619.jpg

post-37078-0-66233000-1463602738.jpg

Modificato da King John

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Presso Londra sono presenti altri esemplari per le tipologie con delfino o con "mostro marino" (la definizione di ippocampo mi lascia un po' perplesso dato che la creatura al termine della coda ha una pinna simile a quella di un pesce o meglio di un cetaceo, nella descrizione dei pezzi di Londra infatti si parla di pistrix).

Il primo esemplare pesa 3.667g, il secondo 7.26g, il terzo 7.64g.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

post-48266-0-47164300-1463612073_thumb.j

post-48266-0-04311700-1463612096_thumb.j

post-48266-0-17166400-1463612120_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In questa interessante discussione, mi ero espresso con due faccine ( :shok:   :shok:)  alla vista della foto dello statere pubblicato da @Archestrato .Statere presso il medagliere di Napoli, che viene riferito come Fiorelli 2534.

E cosa nota che nei medaglieri , ci siano anche copie o imitazioni (falsi)

Questo e un esempio. Ho voluto riguardare le mie raccolte fotografiche ed'è mia convinzione che il Fiorelli 2534 e un falso , non tanto pericoloso.Basta confrontarlo con lo statere ANS 618 ,che lo ritengo genuino, che confermano che lo statere di Napoli e un falso dell'ultimo secolo e non solo , anche lo statere pubblicato al post # 5 Hunterian e una volgare imitazione .

Allego i confronti del dritto e del rovescio, che ci fanno apprezzare lo statere ANS 618 , con i suoi canoni ben definiti e leggibili 

Al n° 1 : un braccio destro del Dio Poseidone

Al n° 2 : le lettere dell'etnico 

Al n° 3  :la coroncina

Al n° 4  :drappo con i pennacchi

Al n° 5  : il polipo

Certamente questa analisi , può essere oggetto di critiche o di commenti che diano più luce a questi fenomeni che vengono fuori da raccolte in medaglieri pubblici.

 

post-50094-0-53889700-1463677904_thumb.j

 

post-50094-0-57300300-1463677924_thumb.j

 

 

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stilisticamente, gli ultimi 2 esemplari fanno effettivamente pensare....

 

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se mi sono un poco dato da fare a contattare Brousseau era proprio il fatto che non mi convinceva l'esemplare Fiorelli 2534, almeno dalla prima foto. Ovviamente non potevo esplicitare allora i miei sospetti, in quanto servivano innanzi tutto buone foto e onestamente non sono un esperto di monete incuse.

Da quanto mi ha esposto lo studioso francese (ora vive in Canadà), temo che non si sia posto il problema dell'autenticità di alcuni pezzi da collezioni museali (come capita a non pochi studiosi di formazione accademica).

Le collezioni Fiorelli (che sarebbe quella statale, ex dei re Borboni, in quanto il Fiorelli era il curatore della collezione al momento del passaggio al Regno d'Italia) e Santangelo (che era una grande collezione privata del XIX secolo, poi passata al Comune di Napoli, che per ovvie ragioni pratiche l'ha depositato nel medesimo medagliere del Museo Nazionale di Napoli) risultano infestate da diversi falsi, alcuni forse già al momento della formazione delle collezioni, ma per la maggior parte sicuramente introdotti in pieno XX secolo (probabili sostituzioni con vecchi falsi per lo più fusi forse ad opera di disonesti studiosi, per lo più stranieri, che avevano, specialmente nella prima metà del XX secolo, più facile accesso al medagliere napoletano).

Se uno ha la ventura di visitare di persona i cassetti del medagliere di Napoli, si renderà conto che non manca sui vecchi cartellini l'annotazione della parola "falsa", come dimostra questo piccolo scorcio fatto di nascosto tempo fa al medagliere.....

 

post-7204-0-22370900-1463695517_thumb.jp

 

E non sempre c'è l'annotazione su cartellini relativi a pezzi, anche importanti, ma che appaiono molto dubbi....

 

Appare evidente il rischio in uno studio scientifico di "moltiplicare" i conii, includendo anche quelli che forse sono creazioni moderne....

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Brousseau mi ha scritto di avere esaminato bene dal vivo tutti gli esemplari di Poseidonia del medagliere di Napoli e di non avere notato nessuno che possa pensare a un falso.

Inoltre ha visto un'ampia varietà nella forma del bordo a seconda dei conii usati. In un caso ha visto perfino linee parallele. Per lui la varietà della forma spinata o meno del bordo non costituisce in sé un valido elemento di sospetto.

Staremo a vedere.....

Piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?