Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
francesco77

Zecca di Torre Annunziata. 1621-1622

Risposte migliori

Rex Neap

Bravo @@francesco77.......dopo questo post si potrebbe davvero dare corso ad un interessantissima discussione su quali monete (un tempo) vennero coniate qui..... !!

 

Qualcuno di buona volontà dovrebbe inizialmente buttare giù una bella lista (possibilmente con le foto/disegni delle monete)...per poi proseguire con il dibattito.

 

Ciao e grazie.  

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Bravo @@francesco77.......dopo questo post si potrebbe davvero dare corso ad un interessantissima discussione su quali monete (un tempo) vennero coniate qui..... !!

 

Qualcuno di buona volontà dovrebbe inizialmente buttare giù una bella lista (possibilmente con le foto/disegni delle monete)...per poi proseguire con il dibattito.

 

Ciao e grazie.  

 

Nei documenti inediti scoperti da Vincenzo Marasco e firmati dal maestro di zecca sono elencate le tipologie di monete battute nella zecca di Torre Annunziata. Questa zecca fu operativa esclusivamente tra il settembre 1621 e il febbraio 1622, quindi tutte le monete con date diverse rispetto questo breve periodo sono della zecca di Napoli. In primis rammento il famoso "tarì del sole" di Filippo III datato 1620 firmato dal Galoti. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

demonetis

Nei documenti inediti scoperti da Vincenzo Marasco e firmati dal maestro di zecca sono elencate le tipologie di monete battute nella zecca di Torre Annunziata. Questa zecca fu operativa esclusivamente tra il settembre 1621 e il febbraio 1622, quindi tutte le monete con date diverse rispetto questo breve periodo sono della zecca di Napoli. In primis rammento il famoso "tarì del sole" di Filippo III datato 1620 firmato dal Galoti.

Ciao Francesco, è possibile qui pubblicare i documenti inediti da te citati? Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

@@francesco77.... secondo te perchè avevo chiesto una lista ? .... il Tarì del Sole, correttamente è da escludeche da un conio "torrese", ha le firme del Citarella e per di più la data 1620, quindi Napoli (zecca principale).

 

Adesso senza che chiedi a Marasco i documenti......hai parlato di un elenco di monete......quali sono ? ... c'è l'argento nella lista ?

 

Eh....eheh...eh.....

Modificato da Rex Neap
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

odjob

Aspettiamo di leggere i documenti ,così in tal modo ,riusciremo a venire a capo di un altro tassello della Numismatica .

 

--Salutoni

-odjob

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

@@francesco77.... secondo te perchè avevo chiesto una lista ? .... il Tarì del Sole, correttamente è da escludeche da un conio "torrese", ha le firme del Citarella e per di più la data 1620, quindi Napoli (zecca principale).

 

Adesso senza che chiedi a Marasco i documenti......hai parlato di un elenco di monete......quali sono ? ... c'è l'argento nella lista ?

 

Eh....eheh...eh.....

 

Ciao Francesco, è possibile qui pubblicare i documenti inediti da te citati? Grazie.

 

Sì, sono elencate alcune tipologie di esemplari in argento. Purtroppo i documenti sono in fase di studio e pubblicazione, penso che a breve l'autore provvederà. Personalmente non li ho ma ho dato un'occhiata, suscita una certa emozione vedere documenti a firma di maestri di zecca che conosciamo solo attraverso le sigle sulle monete. A parer mio sarà uno scoop ma l'autore è una persona equilibrata (a differenza di qualcun altro che ha pubblicato di recente dei veri e propri strafalcioni) e non classificherà mai tali monete come coniazioni certe di Torre Annunziata, al massimo provvederà a fare delle semplici attribuzioni con riserva del dubbio, anche perchè è difficile stabilire quali vennero battute a Napoli e quali a Torre Annunziata, due città distanti circa 20 km l'un dall'altra. 

Sì Pietro, ho scritto dal telefonino e non avendo sotto mano alcuni file ho scritto Galoti, in realtà il tarì del sole del 1620 è opera di Nicolò Globo e venne coniato al bilanciere (sicuramente) a Napoli un anno prima che gli "ingegni" vennero impiantati a Torre, da questo si deduce quindi che a Napoli tali attrezzature (provenienti dalla Germania) già erano state utilizzate seppur per pochi esemplari (data l'estrema rarità del tarì 1620).

Modificato da francesco77
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

demonetis

Sì, sono elencate alcune tipologie di esemplari in argento. Purtroppo i documenti sono in fase di studio e pubblicazione, penso che a breve l'autore provvederà. Personalmente non li ho ma ho dato un'occhiata, suscita una certa emozione vedere documenti a firma di maestri di zecca che conosciamo solo attraverso le sigle sulle monete. A parer mio sarà uno scoop ma l'autore è una persona equilibrata (a differenza di qualcun altro che ha pubblicato di recente dei veri e propri strafalcioni) e non classificherà mai tali monete come coniazioni certe di Torre Annunziata, al massimo provvederà a fare delle semplici attribuzioni con riserva del dubbio, anche perchè è difficile stabilire quali vennero battute a Napoli e quali a Torre Annunziata, due città distanti circa 20 km l'un dall'altra.

Sì Pietro, ho scritto dal telefonino e non avendo sotto mano alcuni file ho scritto Galoti, in realtà il tarì del sole del 1620 è opera di Nicolò Globo e venne coniato al bilanciere (sicuramente) a Napoli un anno prima che gli "ingegni" vennero impiantati a Torre, da questo si deduce quindi che a Napoli tali attrezzature (provenienti dalla Germania) già erano state utilizzate seppur per pochi esemplari (data l'estrema rarità del tarì 1620).

Grazie per l'esauriente risposta:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Grazie per l'esauriente risposta:D

 

:crazy:  :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Ok.......credo che siano elencate (monete d'argento), anche altri documenti (noti) ne parlano, anche se tagliano corto dicendo che non vennero mai coniate lì, ma se ci sono carte non è detto che non vennero coniate........come saprai il dubbio è sulle monete da Ducato - Mezzo Ducato del 1622 e del Tarì con il busto a sx (quest'ultimo effettivamente potrebbe essere un conio torrese).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Direttamente dal 1621 .... la calligrafia del maestro di zecca Michele Cavo, una bella firma originale, foto di Vincenzo Marasco.

post-8333-0-85525000-1463593817.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand
Supporter

Francesco...ti aggiungo un po' di bibliografia sull'argomento:

 

D’Andrea, A.-Contreras, V., Le monete delle zecche minori della Campania. II, Castellalto 2011, pp. 163-188.

 

Gabriele, P., L’officina monetaria di Torre Annunziata, in aa.vv., 1° Concorso NIA 2009. Torino 2010, pp. 97-100.

 

Prota, C. Contributo allo studio della Numismatica Napolitana da documenti del R. Archivio di Stato di Napoli. Napoli 1914:  L’officina monetaria di Torre dell’Annunziata e le monete di Napoli del 1622.

 

Ruotolo, G., Torre Annunziata, in Travaini, l., (A cura di), Le zecche italiane fino all’Unità. (2 voll.). Roma 2011, I, pp. 1189-1190.

 

Traina, M., Torre Annunziata si, Torre del Greco no, in «Cronaca Numismatica», 210. 2008, pp. 3-6.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Francesco...ti aggiungo un po' di bibliografia sull'argomento:

 

D’Andrea, A.-Contreras, V., Le monete delle zecche minori della Campania. II, Castellalto 2011, pp. 163-188.

 

Gabriele, P., L’officina monetaria di Torre Annunziata, in aa.vv., 1° Concorso NIA 2009. Torino 2010, pp. 97-100.

 

Prota, C. Contributo allo studio della Numismatica Napolitana da documenti del R. Archivio di Stato di Napoli. Napoli 1914:  L’officina monetaria di Torre dell’Annunziata e le monete di Napoli del 1622.

 

Ruotolo, G., Torre Annunziata, in Travaini, l., (A cura di), Le zecche italiane fino all’Unità. (2 voll.). Roma 2011, I, pp. 1189-1190.

 

Traina, M., Torre Annunziata si, Torre del Greco no, in «Cronaca Numismatica», 210. 2008, pp. 3-6.

 

Grazie mille Bernardino, li conosco i vari articoli e monografie, li ho letti con l'amico Marasco, questi documenti però sono completamente inediti e mai consultati prima d'ora, puzzano di polvere e muffa di secoli. Ho parlato con Marasco e mi ha assicurato che mi mostrerà tra qualche mese i documenti perchè verrà pubblicato uno studio sulla storia e l'economia della città di Torre Annunziata, vi informerò tutti sull'evolversi della situazione e qualora verrà fatta una conferenza o presentazione degli studi estenderemo l'invito a tutti voi. Promesso!  :good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand
Supporter

ok, fai sapere!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Grandissimo Francesco...considerando i tempi da te indicati..la coniazione dovrebbe riguardare esclusivamente Filippo IV ed il periodo di Michele Cavo e di Costanzo?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Grandissimo Francesco...considerando i tempi da te indicati..la coniazione dovrebbe riguardare esclusivamente Filippo IV ed il periodo di Michele Cavo e di Costanzo?

 

Solo Filippo IV, egli infatti salì al trono il 31 marzo 1621 e a Torre Annunziata vennero impiantati gli "ingegni" nel settembre dello stesso anno. Quindi di Filippo III non esiste alcuna moneta attribuibile a questa zecca.

Modificato da francesco77
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

I tempi di funzionamento della zecca risultano essere molto più brevi rispetto a quanto si è ritenuto fino ad oggi

Modificato da eliodoro
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Anticipo i tempi......volete che la discussione diventi interessante ?...oppure aspettiamo.

 

Se la zecca fu operativa solo 2 mesi del 1622......che probabilità ci sono (o forse sarebbe meglio se fossero documentate) che i Ducati ed i Mezzi Ducati del 1622 sono conii torresi.

 

Se volgiamo parlare di monete......siamo comunque punto e a capo......se si vuole girare al largo......attendo nuove.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

I tempi di funzionamento della zecca risultano essere molto più brevi rispetto a quanto si è ritenuto fino ad oggi

E considera che quell'edificio venne dichiarato inagibile nel 1631 a seguito di una colata lavica durante la disastrosa eruzione del Vesuvio di quell'anno. La lava sfiorò l'edificio facendone crollare un muro.

Modificato da francesco77

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Ipotizzerei, visto che parliamo di argento,  la produzione dei tarì e del carlino con la croce patente...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Questa è la pagina personale di Vincenzo Marasco: http://independent.academia.edu/VincenzoMarasco.

Speriamo che pubblichi qui i documenti sulla zecca di Torre Annunziata.

https://independent.academia.edu/VincenzoMarasco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rex Neap

Ipotizzerei, visto che parliamo di argento,  la produzione dei tarì e del carlino con la croce patente...

@@eliodoro...ciao Elio, a quali tarì ti riferisci ?

 

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×