Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
dabbene

ANCHE LE DONNE SI METTONO IN MOSTRA....

Risposte migliori

dabbene
Supporter

Anche le donne si mettono in mostra....ovviamente sulle monete, ma anche medaglie volendo...

Le raffigurazioni di donne, non molte, le abbiamo avute sin dall'epoca classica, anche la raffigurazione per tanti motivi è essenzialmente dell'uomo...

Quando ci sono però sono esempi spesso significativi nella nostra monetazione, donne spesso che hanno lasciato una traccia o vedove o tutrici per il figlio ancora giovane.

A volte sono figure abbinate o al consorte o al figlio, certamente sarà interessante secondo me vedere come vogliono essere raffigurate, se ci tengono al ritratto, al look, o se vogliono mandare messaggi più o meno evidenti al popolo e ai potenti del tempo.

Mi limiterei ovviamente all'epoca moderna e dintorni, certamente l'epoca rinascimentale è il periodo del ritratto, del bello, del volersi mostrare...

vediamo se riusciamo a vedere qualche esempio...

Inizio partendo un po' più indietro con un must della monetazione milanese, il testone di Bona di Savoia ( 1476 - 1481 ), Bona con velo rappresenta il suo stato di vedova, nel contempo con coraggio entra in scena nella monetazione come tutrice del figlio Gian Galeazzo Maria.

La raffigurazione è essenziale, non lascia spazio ad altro, il messaggio di esserci sulla moneta era già forte in quell'epoca e sicuramente non lasciò indifferenti....

NAC 85, 2015

post-18626-0-78113900-1465913539.jpg

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Qui invece cambia tutto, siamo però nel 1649 a Milano, Maria Anna d'Austria è promessa sposa di Filippo IV.

Maria Anna parte da Vienna, passa per Milano diretta verso Madrid.

Il suo è un ingresso solenne a Milano, i festeggiamenti furono vari ed onerosi nonostante le difficoltà e lo stato del Ducato di Milano.

Nasce per l'occasione questa, almeno per il Crippa, emissione speciale per l'avvenimento, detta anche il Caracena, il Governatore spagnolo a Milano che la volle far coniare.

E' un pezzo celebrativo, ostentativo, con il peso corrispondente al mezzo filippo, molto rara, probabilmente una serie limitata.

Soffermiamoci sul ritratto di Maria Anna d'Austria, ricchissimo per particolari, bellezza e precisione.

Maria Anna ha una veste riccamente ornata con collana e gioielli, la testa coronata, ornata da lunghe piume.

Siamo ben lontani dal ritratto essenziale di Bona, qui si vuole stupire, apparire, è un grande avvenimento che anche la monetazione celebra con la sontuosità dei ritratti.

Da Asta Nomisma 50

Ovviamente possono partecipare tutte le monetazioni che hanno ritratti di donne.... :blum:

post-18626-0-04773900-1465923515.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anto R

Bellissimi questi tondelloni milanesi, il testone di Bona di Savoia reggente credo sia un qualcosa di meraviglioso (non che il secondo pezzo proposto sia da meno, ma la mia passione in particolare per medioevo e rinascimento mi fa dare un giudizio di parte).

Proprio sul testone di Bona vorrei far notare una cosa: il ritratto della raggente prende il sopravvento, il Duca non viene rappresentato...e tutto questo su di una moneta decisamente di ostentazione!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

foti.l

post-44437-1465933603,05_thumb.jpg

post-44437-1465933890,99_thumb.jpg

post-44437-1465933923,94_thumb.jpg

Un bel ritratto di Elisa Bonaparte, Granduchessa di Toscana 1809-1814 e Principessa di Lucca e Piombino 1805-1814.

Busto piccolo-medio-grande

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

foti.l

post-44437-1465934578,73_thumb.jpg

post-44437-1465934635,98_thumb.jpg

Testone della Principessa Maria Cristina di Lorena del 1630. Granduchessa di Toscana e moglie di Ferdinando I dei Medici.

Per essere donna.....non era molto femminile ma aveva una dote di 300.000 scudi.

Modificato da foti.l
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

pezzo unico, Bianca di Monferrato, testone per la reggenza del figlio Carlo Giovanni Amedeo. qualcuno dubita si tratti di un falso. moneta da vedere in mano.

post-10498-0-49400700-1465939452.jpg

Modificato da dux-sab
  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Protagonista storica ma anche innovatrice in campo monetario a Milano fu Maria Teresa d'Asburgo.

Maria Teresa rappresenta l'evoluzione della moneta a Milano che passa dalla tecnica a martello a quella moderna attuando la riforma monetaria del 1778.

Cambia la moneta, ma anche l'iconografia, Maria Teresa è testimone di un cambio tecnico monetario e iconografico.

Le differenze tra le due monete sono incredibili, si passa da un filippo a martello con una immagine giovanile di Maria Teresa drappeggiata e diademata, a un ritratto con la stessa velata per rappresentare lo stato di vedovanza, più matura con tratti precisi e diademata.

Maria Teresa rappresenterà anche sulle sue monete l'internazionalità della sua figura, Regina d'Austria, Ungheria e Boemia, Duchessa di Milano e Imperatrice.

La sua monetazione viene distinta in due parti la vecchia e nuova monetazione, gli esempi postati sono molto indicativi...potremmo dire che Maria Teresa attraversa due epoche monetarie e iconografiche....

NAC 32, filippo 1744

Bolaffi 24, scudo 1780

post-18626-0-46106400-1466002029.jpg

post-18626-0-40824200-1466002053.jpg

Modificato da dabbene
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

A Milano abbiamo sempre un altro caso emblematico, ma solo a Milano :blum: ?

Con il Filippo di Carlo II minore e la madre Maria Anna d'Austria, reggente e vedova, abbiamo il caso di madre reggente e figlio minore accollati

In più il velo di Maria dimostra la vedovanza ; splendida inoltre la raffigurazione del giovane Carlo II col Toson d'Oro sul petto.

Filippo a dir poco spettacolare della NAC 32, magnifici ritratti, grande esempio rappresentativo di donna, madre , tutrice e reggente, un po' un mix in questo caso...

post-18626-0-09825600-1466008180.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona serata

 

Come ben sapete, sulle monete veneziane, non era consentito riportare il viso di persone reali (salvo eccezioni delle quali abbiamo già parlato); anche le immagini di donne che si trovano impresse nelle monete e nelle oselle (parecchie), sono sempre immagini idealizzate che rappresentano Venezia, la Giustizia, la Forza, la Carità, ecc. ecc.

 

Per trovare una raffigurazione reale, ci dobbiamo spostare nel campo della madaglia.

 

E allora "marchiamo il territorio", rappresentando anche una Signora veneziana ....

 

Medaglia del 1597 rappresentante la Dogaressa Morosina Morosini, consorte del Doge Marino Grimani, coniata a memoria della sua incoronazione e spesso identificata impropriamente come "osella".

 

post-21005-0-30811700-1466009026_thumb.j

 

saluti

luciano

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Per essere del 1597 direi molto curata e particolareggiata per i dettagli della veste, del pendaglio a croce, una rappresentazione realistica...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Chiudiamo il cerchio con Milano ? Mah...forse...

Le figure di donne però sulle monete possono avere anche un altro significato completamente diverso, una allegoria, un simbolo....

Siamo nella Repubblica Cisalpina, nel 1801 veniva coniato questo 30 soldi, gran bella moneta in cui la figura femminile rappresentata  impersonificava  il busto della Repubblica Cisalpina.

Splendida raffigurazione col busto galeato e con corona di spighe, la moneta vuole tramandare ai posteri il particolare momento e la celebrazione dello stesso come in scritta al rovescio.

Comunque vediamo ...per essercene ce ne sono altri di esempi, anche molto importanti e diversificati....speriamo in una collaborazione...

ACR auctions 15

post-18626-0-30773500-1466012497.jpg

Modificato da dabbene

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

matteo95
Supporter

Vedo che sono stati postati molti interessanti esempi di monete moderne recanti volti femminili ma, mi sembra che non siano ancora stati citati i famosi luigini , a mio avviso, esempio più eclatante considerando la larga diffusione che ebbero e il significato che assunsero in oriente !!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Bellissimi questi tondelloni milanesi, il testone di Bona di Savoia reggente credo sia un qualcosa di meraviglioso (non che il secondo pezzo proposto sia da meno, ma la mia passione in particolare per medioevo e rinascimento mi fa dare un giudizio di parte).

Proprio sul testone di Bona vorrei far notare una cosa: il ritratto della raggente prende il sopravvento, il Duca non viene rappresentato...e tutto questo su di una moneta decisamente di ostentazione!

Buona osservazione. Gia' perche non viene rappresentato , mentre ad esempio abbiamo la raffigurazione del giovanissimo duca sul doppio ducato che raffigura anche Bona in un ritratto quasi identico a quello del testone?

E successivamente abbiamo emissioni con il duca solo e poi in compagnia dello zio'patruo gubernante'... Quale sara' la giusta sequenza ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Brios

Vedo che sono stati postati molti interessanti esempi di monete moderne recanti volti femminili ma, mi sembra che non siano ancora stati citati i famosi luigini , a mio avviso, esempio più eclatante considerando la larga diffusione che ebbero e il significato che assunsero in oriente !!

 

La mentalità maschile . :unknw:  Se una donna è facilmente accessibile, Significa uomini non apprezzano. :pleasantry:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Ottimo e grazie della collaborazione @@Brios, i luigini un fenomeno monetario internazionale e Mantova, con quella veletta ariosa che porta un'aria meno seriosa all'immagine....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Beh Mantova è una fonte importante, lo abbiamo appena visto, ma c'è dell'altro....

Siamo con Ferdinando Carlo Gonzaga Nevers Duca di Mantova e del Monferrato con reggenza della madre Isabella Clara d'austria ( 1665 - 1669 )

Sono accolati madre e giovinetto, è un classico in questi casi, lei velata con lui a fianco, altro esempio importante....

NAC 35

Tra l'altro quante belle monete, significative e simboliche stiamo vedendo, la divulgazione passa poi anche da queste discussioni....sempre se siamo per la divulgazione e per una numismatica aperta e per tutti ovviamente..se no....

post-18626-0-69330700-1466071518.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Prima è stata fatta una riflessione su Bona e la moneta senza figlio e con...

Io credo che si debbano distinguere prima le tipologie di monete e poi vedere la storia, gli accadimenti , allora vediamo le monete :

1) abbiamo il testone con la sola raffigurazione di Bona al diritto a tutto campo, di Gian Galeazzo nulla, al rovescio la mitica fenice

2) abbiamo anche il doppio zecchino che riporta al diritto il busto del giovane Gian Galeazzo Maria e al rovescio il busto velato di Bona

3 facciamo un passo in avanti e abbiamo il testone di Gian Galeazzo Maria con tutore Ludovico Maria, qui è al dritto a tutto campo Gian Galeazzo Maria, al rovescio sempre a tutto campo Ludovico Maria

Non ci sono raffigurazioni di madre e figlio accollati, solo figure a tutto campo

Andiamo ora agli accadimenti :

1) il 9 gennaio 1477 Bona accetta la tutela del figlio

2) il 24 aprile 1478 Gian Galeazzo Maria riceve la nomina ducale

3) il novembre 1480 Ludovico Maria subentra nella Reggenza dello Stato e nella tutela del giovane Gian Galeazzo Maria

Secondo me questi tre differenti accadimenti in sequenza spiegano anche le tre monete altrettanto in sequenza e la presenza o meno di Gian Galeazzo Maria, il suo essere nel campo monetale e come esserlo....

Sotto tulela non come Duca, sotto tutela come Duca prima della madre e poi dello zio...

Modificato da dabbene
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

foti.l

post-44437-1466078467,27_thumb.jpg

Bellissimo ritratto femminile di Massimiliano Soldani del 1681.

D/ La Regina di Svezia Cristina

R/ Figura muliebre con lancia che tiene tre leoni al guinzaglio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

foti.l

post-44437-1466079205,15_thumb.jpg

Sempre Cristina di Svezia in uno splendido ritratto di Massimiliano Soldani del 1680.

Nel R/ il globo terrestre attraversato da un meridiano è un parallelo.

Le due medaglie fanno parte della collezione del Bargello.

Modificato da foti.l
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×