Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
agrippa

Dupondio di Caracalla ?

OK ?

Ma quale dupondio ?

Grazie

agrì

post-42-1161623173_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il rovescio mi ricorda quello di un mio asse di Caracalla con Esculapio di fronte, la testa volta a sinistra con un bastone su cui è attorcigliato un serpente; a destra, in basso, un globo. SC ai lati (RIC IV parte I pag 304 n° 553a, HCC vol III pag 96 n° 107, BMCRE vol V n° 4).

Se la figura del rovescio è simile (e non è presente Telesforo, non vedo bene dalle immagini) ed il dritto è un busto radiato, drappeggiato e corazzato, probabilmente è RIC IV,i 549a (il 549b è: testa radiata a destra).

D/ ANTONINVS PIVS AVG GERM, busto radiato, drappeggiato e corazzato destra.

R/ PM TRP XVIII COS IIII PP SC, Esculapio, di fronte, la testa volta a sinistra con un bastone su cui è attorcigliato un serpente; a destra, in basso, un globo.

Zecca di Roma, 215 d.C.

Se in basso a sinistra è presente la piccola figura di Telesforo allora dovrebbe essere RIC IV, i 550 (a oppure b; escuderei c: testa radiata) a seconda del tipo di busto.

D/ ANTONINVS PIVS AVG GERM, busto radiato e drappeggiato (o anche corazzato) a destra.

R/ PM TRP XVIII COS IIII PP SC, Esculapio di fronte con un bastone su cui è attorcigliato un serpente. In basso a destra un globo. In basso a sinistra piccola figura di Telesforo.

Zecca di Roma, 215 d.C.

Esculapio era considerato il custode della saggezza medica è spesso raffigurato assieme al suo assistente Telesforo (a volte con la figlia Igea).

Caracalla utilizza di frequente questa tipologia sulle sue emissioni, sia imperiali che provinciali, forse in relazione alla sua salute cagionevole (?).

Egli visitò il tempio di Esculapio a Pergamo nel 214 d.C. in cerca di rimedio per le sue malattie. Nella foto, Caracalla che presta omaggio al dio-serpente di Pergamo.

fig23.jpg

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Luigi

E' RIC IV/1, Roma 550b, S, AD 215.

A sinistra sotto la S c'è il piccolo Telesphorus... :D :D

Grazie anche per quei "pizzichi" di saggezza che non guastano mai.

agrì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Peccato per quelle macanze...altrimenti sarebbe un gran bel pezzo...per stile..patina..soggetto...

E grazie per la pillola di saggezza di Luigi :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tra l'altro e' interessante osservare come quello di Esculapio non sia un soggetto molto popolare nella monetazione imperiale e non perche' ai Principi non interessasse la salute -che invocano continuamente nella sua personificazione, Salus- mentre e' piuttosto diffuso nelle emissioni provinciali, dove lo troviamo solo o in compagnia (come quella proposta da Luigi o quella qua sotto, una interessante, seppur non chiarissima, "foto di gruppo" da Nicopolis).

post-3051-1161669556_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?