Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
rob

Letture storiche dei lamonetiani

220 risposte in questa discussione

La numismatica va a braccetto con la storia - sia quella con la "S" maiuscola, sia l'altra, quella dalla "s" minuscola - ed è quasi inevitabile che il numismatico appassionato si addentri nel periodo storico che più gli interessa.

Hai letto un libro interessante? Ti è piaciuto? Perché non farne una piccola recensione su lamoneta.it? Anche le stroncature vanno bene, purché motivate. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bellissima idea e mi ci fiondo subito, "riciclando" due miei post precedenti:

Peter Heather, I GOTI. Dal Baltico al Mediterraneo la storia dei barbari che sconfissero Roma. Ed. ECIG 2005, 24€.

La storia del tardo impero romano e dei regni barbarici da una prospettiva insolita: non quella dei romani ma quella dei barbari. Il tema centrale del libro è antropologico oltre che storico: dal momento che quelli che i romani chiamavano goti erano in realtà coalizioni di popoli in continuo mutamento, esisteva veramente una "identità" gotica? Per appassionati "hard" di storia, ma molto interessante.

ROMA MEDIEVALE, a cura di Andrè Vauchez. Editori Laterza 2006, 18€.

Bella raccolta di saggi curata dal Prof. Vauchez, direttore dell'Ecole Française di Roma dal 1995 al 2003 e persona molto gradevole che ho avuto il piacere di conoscere anni fa. Il libro tratta la storia di Roma dalla fine di Teodorico alla nascita dell'assolutismo papale (inizio XV secolo), più che attraverso la cronologia degli avvenimenti, attraverso la trattazione di diversi aspetti specifici: cultura, economia (con numerosi riferimenti alla circolazione monetaria), arte, costume, società, politica. Imperdibile il saggio sulle istituzioni comunali di Roma dal 1100 al 1398: un periodo poco conosciuto perchè spesso "oscurato" dalla storia di Roma pontificia ma interessantissimo. Non un libro "da ombrellone" ma fortemente consigliato ;)

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di libri storici ne ho letti parecchi.... uno degli ultimi è stato "Il falco di Svevia"

(Tropea, Maria R. Bordihn, 2006), romanzo sulla vita di Federico II :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Avendo aperto questo tema non posso esimermi dal dire la mia:

La repubblica del leone - Storia di Venezia

Alvise Zorzi

Italia, 2001

Un bel tomo di 600 e passa pagine, certamente specialistico, ma sicuramente non elitario. La Serenissima è ricordata ormai solo per l'uso strumentale che ne fa una certa parte della politica italiana, ma 1000 anni di storia non sono da spazzare sotto al tappeto così velocemente.

Alvise Zorzi è uno storico, ma prima ancora è veneziano, e l'amore per la sua città si legge in ogni riga del suo libro. Scritto in maniera leggibile e non cattedratica, la sua Repubblica del leone è uno splendido volo d'uccello su mille anni della nostra storia. Si tratta necessariamente di un riassunto di questo lunghissimo arco di tempo, ma l'intenzione non era sicuramente quella di scrivere una definitiva Storia Di Venezia (tutta con le Maiuscole), ma piuttosto quello di stuzzicare la curiosità del lettore, per poi permettergli di approfondire i temi che ritiene più interessanti.

L'immagine di Venezia e del Veneto che esce da queste pagine non è nè quella del ricco Nordest, miracolo dell'ultimo decennio, nè quella di terra di polentoni sempliciotti. L'ampio respiro della Storia ridona a questa fetta d'Italia la dignità dimenticata dai suoi stessi abitanti: e scusatemi se è poco!

Modificato da rob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

“Germania del nord, 9 d.C. Tre legioni romane sprofondano nel fango di una selva, la testa mozzata del loro comandante diventa un macabro trofeo. A Roma, l’imperatore Augusto ripete senza sosta un lamento rimasto celebre: “Varo, rendimi le mie legioni”. E’ la battaglia di Teutoburgo.”

Rizzoli storica, Massimo Bocchiola e Marco Sartori.

Spengo il pc e finisco di leggerlo, sono ormai alla fine. A presto la recensione.

Lorenzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

le mie letture storiche (a parte i romanzi di Wilbur Smith,il mio autore preferito) sono: "Cesare,il grande giocatore" di A. Spinosa e "Annibale" di G. Granzotto...ma devo dire che oltre ai romanzi storici mi piacciono molto i libri di Ken Follett e i romanzi filosofici di Jostein Gaarder...nella mia libreria questi libri occupano un posto speciale!!! :wub:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come a Spidy anche a me piace Wilbur Smith. Li ritengo però libri leggerini utili a rilassarsi.

I miei libri preferiti riguardano invece il periodo della Prima Guerra Mondiale, in particolare quelli che si ambientano nella zona Adamello e Dolomiti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho concluso da poco la lettura di "Rubicone" di T. Holland che tratta delle vicende che condussero alla fine della Repubblica Romana. E' scritto molto bene ed ha la virtù di essere veramente avvincente. E' stato edito da Saggiatore. Buona lettura a tutti, Enrico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto riguarda il periodo romano imperiale dal III secolo in avanti, quello a cui più mi dedico (anche se poi il mio è un interesse generalizzato per la storia classica), non sono tantissimi i libri pubblicati in italiano che non facciano parte di saggi iperspelcialistici o pubblicazioni ultracostose.

Con queste premesse, testi che mi sento di consigliare sono:

- A. Frediani, Gli ultimi condottieri di Roma; Newton & Compton

Attraverso le biografie dei magister militum dell'Impero romano d'Occidente, da Arbogaste ad Oreste (e fino ad Odoacre), passando per Stilicone, Costanzo e Ricimero, vengono narrate le tormentate vicende del V secolo fino a Teodorico.

- F. Sampoli, La dinastia di Costantino; Newton & Compton

Da Costanzo Cloro a Giuliano l'Apostata, la storia di una dinastia che ha avuto nella figura di Costantino la sua massima "espressione" e che per oltre 50 anni ha dominato sull'Impero, segnando in maniera indelebile la storia romana ed il mondo tardo-antico.

Si tratta in entrambi i casi (anche perché facenti parte della stessa collana) di opere divulgative, di facile ed utile lettura sia per chi s'avvicina per la prima volta al periodo, sia per i più esperti con la voglia di trovare il particolare fino a quel momento non conosciuto. Gli autori si dedicano principalmente alla narrazione degli eventi storici, con un particolare gusto per l'aneddoto (che non fa mai male :P), anche se spesso sono tralasciati o solo accennati aspetti importanti, come quelli di carattere socio-economico, dei vari periodi analizzati: buona e puntuale, all'interno del testo, la presenza di note e richiami bibliografici a saggi e fonti, comodi per chi vuole approfondire anche solo un aspetto in particolare.

A queste mi permetto d'aggiungere una lettura un poco più "impegnativa":

- S. Mazzarino, La fine del mondo antico, BUR

Si tratta, a mio modo di vedere, di un opera classica: del resto, l'autore stesso, uno dei maggiori storici italiani (se non il migliore, almeno riguardo la storia antica), è una garanzia. Saggio, ricchissimo di spunti, che analizza le cause che hanno portato alla caduta di Roma.

In questo momento, come letture storiche (quando trovo un po' di spazio nel tempo dovuto allo studio per gli esami :P), mi sto dedicando alla History of the Later Roman Empire di J.B. Bury (anch'essa un'opera classica per gli amanti del tardo Impero): purtroppo il mio inglese non proprio eccelso mi fa procedere decisamente a rilento (sono ancora al primo volume :(); allo stesso tempo sono in attesa di ricevere La caduta dell'Impero romano di P. Heather (tra l'altro lo stesso autore dell'opera citata da Paleologo, che ringrazio ;), poiché non sapevo che il suo interessante libro sui Goti fosse stato tradotto in italiano... credo proprio l'acquisterò :D), consigliato da alcuni utenti nella sezione dedicata alle monete romane.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un altro libro molto bello è "I Guerrieri del Ramo Rosso" di Morgan Llywelyn (editrice nord)

Ricopio la recensione del libro:

Generazioni di bardi e poeti irlandesi hanno cantato le gesta di Chuculain, il "mastino dell'Ulser", l' uomo dagli occhi d' argento, il condottiero dei Guerrieri del Ramo Rosso.

Leggendaria era la sua capacità di correre così velocemente da afferrare una lancia prima che colpisse il bersaglio; implacabile era il suo sguardo, tale da atterrire i suoi nemici in battaglia, anche perché era lo sguardo del padre, il dio della guerra, che vigilava sempre su di lui sotto forma di corvo; eroico era il suo coraggio, baluardo inattaccabile alla difesa della terra dei padri.

Ma quegli antichi poemi narrano anche delle prove che Cuchulain dovette sostenere per conquistare il cuore della nobile Emer, figlia del potente capo Forgall, della sua lotta spietata contro la regina Maeve, della bellezza tentatrice di una guerriera venuta da lontano e di un fato tragicamente avverso...Intrecciando i fili di un mito antichissimo, Morgan Llywelyn ci regala un romanzo vibrante di passioni ed avventure, facendoci riscoprire tutta la magia di un'epoca in cui la vita degli uomini e la volontà degli dei si rispecchiavano, confondendosi, nelle acque turbinose della storia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

allo stesso tempo sono in attesa di ricevere La caduta dell'Impero romano di P. Heather (tra l'altro lo stesso autore dell'opera citata da Paleologo, che ringrazio ;),

166694[/snapback]

Prego ;)

poiché non sapevo che il suo interessante libro sui Goti fosse stato tradotto in italiano...

166694[/snapback]

Peraltro devo dirti che la traduzione e soprattutto l'impaginazione non sono proprio impeccabili <_<

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Uh che invito a nozze!

Dunque, anch'io sto leggendo Peter Heather e la sua "Caduta dell'impero romano" e devo dire che mi sta piacendo moltissimo. Molto rigoroso e allo stesso tempo avvincente. L'autore smontra pezzo per pezzo tutte le teorie sul crollo dell'impero e lascia il lettore in preda all'impazienza di capire perchè è caduto l'impero. Quando avrò finito di leggerlo ve lo dirò. :)

Un libro che ho trovato sempre comodo è "Gli imperatori romani. Storia e segreti" di Michael Grant. Riporta le biografie di tutti gli augusti, molto comodo per avere in poche pagine le notizie essenziali relative a ogni imperatore.

"La grande storia di Roma" è un libro molto gradevole, che riesce in modo molto elegante a raccordare il mito di Enea, di Romolo e Remo con la storia di Roma. A volte la prosa indulge un po' in leziosità, e la parte relativa all'Impero mi è parsa scritta più "frettolosamente" di quanto non sia stato fatto per la repubblica.

Per chi ama le monete del Nuovo Mondo, i velieri e i dobloni, è consigliatissimo "Conquistadores, pirati, mercatanti. La saga dell'argento spagnuolo" di Carlo M. Cipolla Il Mulino, Bologna.

Il libro narra la storia, interessantissima, dei "maltagliati", i famosi "Reales dea ocho" spagnoli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

"La grande storia di Roma" è un libro molto gradevole

167102[/snapback]

Parli del libro di Spinosa, immagino. Effettivamente è una lettura piacevolissima, non credo ci siano svarioni ma nel complesso mi sembra tutto un po' all'acqua di rose. Insomma, fa molto "infotainment" ;) Comunque in tempi di ignoranza dilagante ben venga anche Spinosa...

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Per chi si interessa di storia della 2a Guerra Mondiale non posso non suggerire:

- Barbarossa (A. Clark)

- Il Giorno Piu Lungo

- Quell' Ultimo Ponte

- L' Ultima Battaglia

tutti e tre di C. Ryan e con famosi films tratti dai primi due.

Modificato da ersanto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In questo momento sto leggendo:

- Histoire de Versailles di Jean-François Solnon (gentile omaggio di un venditore ebay)

- Louis XVI di Jean-Christian Petitfils

Libri molto interessanti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Appena preso su amazon.fr:

"Darius : Les Perses et l'Empire" - Pierre Briant;

"Histoire de l'Empire perse" - Pierre Briant;

"La Perse antique" - Philip Huyse;

non mi annoierò nei prossimi mesi :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

appena terminati: Alaric Watson, Aurelian and the Third Century; John, F. White, Restorer of the World, the Roman Emperor Aurelian.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In fase di lettura: Marcello Veneziani - I Nuovi Barbari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho appena concluso la lettura del libro scritto da Aloys Winterling: "Caligola: dietro la follia" edito da Laterza. E' una biografia molto interessante e di ampio respiro che mi è piaciuta molto.

Tempo fa ho letto altre opere biografiche che consiglio; una è: "Bruto: l'uomo che uccise Cesare" scritto da Clarke Martin L. ed edito in italiano da Bompiani. L'altro testo, invece, è "Giulio Cesare", scritto da Meier Christian ed edito da Garzanti.

Non molto tempo fà ho apprezzato anche la lettura di tre saggi scritti da Eva Cantarella: "Passato Prossimo", "I supplizi capitali in Grecia e a Roma" e "Un giorno a Pompei". L'autrice parte dalle fonti del Diritto Romano per proporre un'analisi storica molto raffinata e riccamente erudita. Se non ricordo male sono editi da Feltrinelli. Enrico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti

finito da poco :

G. Dagron - Costantinopoli - Nascita di una capitale (330-451)

testo forse un po' datato, ma molto documentato e di grande interesse

in fase di lettura

B. Strauss - La forza e l'astuzia - I Greci, i Persiani, la battaglia di Salamina

P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Jordanes: storia dei Goti

ed. TEA

Rileggo un'opera imprescindibile per la comprensione del V secolo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao a tutti,

per chi desidera approfondire la storia della Marca Tuscia:

"Matilde e i Canossa" - P. Golinelli

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per chi ama gli aspetti militari dell'antichità classica:

"Il guerriero, l'olpita, il legionario" di Giovanni Brizzi.

Un filo rosso che si dipana lungo i secoli caratterizza la figura del legionario, fino a giungere al modello ideale e alla concezioni tattiche elaborate da Roma. A partire dagli archetipi omerici del guerriero e dall'analisi delle battaglie e degli armamenti oplitici, il libro segue l'evoluzione degli ordinamenti militari greci, per poi concentrarsi sullo studio dell'esercito romano e sulle sue trasformazioni in eta monarchica, repubblicana ed imperiale.

Secondo me lettura molto molto interessante e piacevole.

"La grande strategia dell'impero romano" di Edward N. Luttwak.

Uno dei maggiori esperti di strategia viventi si cimenta con un testo che affronta le cause e le conseguenze delle teorie militari dell'Impero Romano. In particolare Luttwak esamina le vicende militari e l'organizzazione dell'esercito nei secoli I-III d.C e ne analizza la loro evoluzione e il progressivo disfacimento. Si vis pacem, para bellum; in sostanza il segreto del perdurare della potenza romana sul mondo antico, fu dovuto anche e in massima parte alla forza di dissuasione che poteva esercitare grazie alla sua straordinaria potenza in campo bellico. Il libro è estremamente interessante soprattutto nelle parti in cui abbandona la narrazione storica e si addentra nell'esame dell'applicazione delle teorie strategiche da parte dei Romani, dalla difesa elastica alla formidabile difesa in profondità. Secondo l'autore, fu proprio il progressivo abbandono di questi concetti, che lentamente e in concomitanza con altre cause, portò all'indebolimento del limes e al conseguente crollo dell'Impero. Forse Luttwak al tempo in cui scrisse il libro, in piena Guerra Fredda, voleva attualizzare l'allarme lanciato dalla storia del crollo di Roma e riportarlo ai nostri giorni, ma questa piccola licenza politica non inficia l'importanza e la valenza di questo testo.

Vengono illustrate teorie che oggi alcuni giudicano infondate e surreali... provate a leggerlo e cambierete idea!! Bellissimo!!

"L'Esercito romano - Le armi imperiali da Augusto alla fine del III secolo" di Yann Le Bohec.

Colmando una vistosa lacuna della storiografia Le Bohec elabora qui in sintesi unitaria i risultati delle ricerche più recenti e illustra tutti gli aspetti di quel riconosciuto pilastro del dominio di Roma nel mondo antico che è stato l'esercito.

Completissimo e un po' impegnativo.

...per ora questi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

credo di essere l'unica che legge libri di un periodo e colleziona monete di un altro! :huh: oltre ai libri che ho citato ne ho qualcun altro che parla di personaggi vissuti nella grecia classica oltre che tra i barbari....eppure le mie monete son tutte contemporanee :lol: :lol: :lol: una contraddizione notevole!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a consiglio di Roth " le nozze di Cadmo e Armonia" sulla mitologia greca

e grazie a consiglio di miglio " L' archeologia della moneta" di Barrello

Grandi libri.

lele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?