Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Illyricum65

E questo chi è?

Recommended Posts

Illyricum65

Ciao,

ho ricevuto in dono da un munifico amico alcune monete interessanti. Unica sua richiesta: “te le cedo a patto che le studi!”. Non posso quindi fare altro che mantenere la parola data e cercare di cavarne fuori qualcosa… pena il ritiro delle stesse! ?

Vi presento quindi questo primo esemplare.

IMG_5118 bis.jpg
 

IMG_5119 bis.jpg

Diametro attorno ai 29 mm, peso di 18,2 g. Quindi su base ponderale un sesterzio.

Legende a caratteri latini con caratteri non proprio canonici, indubbiamente autentica con depositi di sedimenti residui (fr. gialle) e zone di cuprite (fr. rosse). Il bordo non desta alcun dubbio sulla genuinitá dell'esemplare.

dettaglio.JPG

 

 

D: _ _ _ ANTONI-NV(S) PIV(S), busto drappeggiato ritratto giovanile a capo scoperto rivolto a destra.

IMG_5118 ter.JPG

R: ARTIV-I-CTORIAV, figura elmata avanzante verso destra, reggente una lancia nella mano destra e un trofeo nell’altra.

IMG_5119 ter.JPG

Lo possiamo tranquillamente attribuire al tipo MARTI VICTORI con raffigurato Marte con la particolarità che nella legenda che è andata smarrita la “M” iniziale e probabilmente la “G” finale di una parte terminale “AVG” che di solito non compare per questo tipo. Oppure la “M” poco evidente è stata abrasa al pari della “G” finale. La stessa “S” del Senato Consulto è molto lieve e pare di intravvederne solo la parte superiore.

Veniamo al dunque. Sesterzi o bronzi con MARTI VICTORI non ce ne sono. Ricerca vana.

Chi ci porta alla mente il ritratto giovanile? Risposta abbastanza semplice. I due fratelli figli di Settimio e Giulia Domna: Caracalla e Geta.

·         La legenda al dritto però non coincide in nessun modo con quelle di Geta che comunque emette MARTI VICTORI come denario.

marti victori geta laodicea.jpg

  • ·         Caracalla: la legenda al dritto combina ma non per intero. _ _ _ ANTONI-NV(S) PIV(S) potrebbe ricollegarsi a MAVRANTONI-NVS PIVS AVG ma abbiamo una AVG terminale assente. Ragionamento simile per la legenda MAVRANTONI-NVS CAES: avanza un CAES e manca un PIVS .
  • ·          Ripensando alla parte ANTONINVS potremmo provare ad incrociare le legende di Elagabalo seppure il ritratto sembri molto giovanile. In particolare  _ _ _ ANTONI-NV(S) PIV(S) potremmo incrociarla con IMP ANTONINVS PIVS AVG. A me gli spazi prima di ANTONINVS richiamano ben IMP come tracce; mi pare di individuare la base di tre lettere ma d'altra parte potrei sbagliarmi. Inoltre mancherebbe la parte finale AVG. 
  • Elagabalus_Denarius_Fortuna_Head.png

 

Quindi potremmo tentare un altro approccio: usare da guida la legenda al rovescio MARTI VICTORI. Che compare in vari imperatori ma in particolare da Settimio Severo e da Geta come giá visto e, se ci limitiamo al principio del III secolo, Alessandro Severo (RIC 162). Fate attenzione ad un dato che rimarco di nuovo: si tratta comunque sempre di denari e mai di sesterzi. E che Caracalla non emette alcun nominale con legenda MARTI VICTORI.

Io un'idea me la sono fatta… quali sono le vostre? Non vi anticipo le mie ipotesi per non influenzare le vostre... Chi è rappresentato al diritto? Siamo di fronte a che tipo di moneta?

Ciao

Illyricum

?

PS: ringrazio ancora una volta l'amico ... benefattore!

 

 

Edited by Illyricum65
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stanco
matteo95

per Geta si conosce un quadrante in bronzo con Marti victori ...

Edited by matteo95

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff

Moneta affascinante, avercene di questi benefattori!
Dati ponderali, stile del ritratto e delle lettere, probabile presenza di dimples (confermi?) ci portano forse verso una possibile produzione provinciale a lettere latine.
Direi anch'io Geta o Eliogabalo con più probabile il primo per la presenza del denario e del quadrante con questo rovescio. Il ritratto mi ricorda più Geta in effetti.
Anche la zecca di Laodicea ipotizzata da Nac per questa "serie" mi pare possibile:
https://www.acsearch.info/search.html?id=758734

Ps. Il "quadrante" Nac di Geta ha realizzato 2400 Chf. Considerando che qui siamo nell'ordine del sesterzio come dimensione, anche se di conservazione inferiore, direi che nell'asta giusta e con la giusta descrizione potremmo essere nello stesso ordine di valore se non qualcosa in più.

Pps. Eliogabalo ha coniato un sesterzio con Mars Victor al rovescio (Ric 362) anche se con legenda del dritto differente. Potrebbe comunque essere stato un modello per una produzione imitativa, come ulteriore ipotesi rispetto alla prima su Geta.






Share this post


Link to post
Share on other sites

fabietto83

Io Geta mi sentirei di escluderlo a priori perche' sulle monete non ne ha mai battuta una con la dicitura ANTONINVS anche se il volto ricorda lui,quindi il cerchio si restringe almeno per me su caracalla e eliogabalo,

Edited by fabietto83
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Emilio Siculo

Anche non avendo riferimenti bibliografici, mi ricorda i sesterzi con Caracalla bambino, con questo naso all'insù.

ciao

ES

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabietto83

Notavo che esiste con Caracalla un sesterzio con retro MARTI VLTORI che raffigura sempre Marte andante con lancia e trofeo(lo stesso della tua moneta) RIC 397,ma non ci troviamo sia con leggenda fronte e retro,la cosa si fa interessante???

Edited by fabietto83

Share this post


Link to post
Share on other sites

cliff

Direi che in effetti l'ipotesi Caracalla considerando ritratto e legenda del dritto risulta essere la piu' probabile forse. C'è anche un antoniniano MARS VICTOR per Caracalla con legenda del dritto ANTONINVS PIVS AVG GERM (RIC 306).

Considerando i segni dei dimples e lo stile del ritratto e delle lettere io comunque rimango dell'idea di una produzione provinciale.

Edited by cliff

Share this post


Link to post
Share on other sites

Illyricum65

Ciao a tutti e grazie delle vostre opinioni.

Rispondo intanto a @matteo95 (in ordine cronologico):

Grazie del Geta, non lo avevo assolutamente intercettato.

@cliff :

Cita

probabile presenza di dimples (confermi?)

Allora… al diritto quello che potrebbe sembrare un dimple (mento del ritratto) tale non è. Si tratta di una depressione della moneta (ritengo accidentale).

IMG_5123 bis.jpg

Invece quello a rovescio è rotondo, centrale ma non presenta superfici lisce come di solito accade per i dimples.

IMG_5122 bis.jpg

IMG_5121 bis.jpg

Al di là del discorso dimples o meno presenti, la provenienza da un’area “orientale” (nel senso di balcanica o al limite medio-orientale) è una possibilità da attribuire su base stilistica, a mio parere. Questa opinione l’avevo espressa in privata sede al generoso amico al quale la moneta era stata venduta anni fa come “ispanica” (non saprei su che base). Le zecche ispaniche cittadine infatti come noto furono chiuse nel periodo tra Tiberio e Caligola.

@fabietto83

Lo so che Geta non emette monete con legenda ANTONINVS ma Caracalla non emette MARTI VICTORI su sesterzi… la possibilità per un paragone puramente stilistico del ritratto andava vagliata.

@Emilio Siculo

Sì, a mio avviso è Caracalla sulla base della combinazione Caracalla + legenda del dritto con ANTONINVS seppure non canonica.

In breve le mie ipotesi sono due:

emissione provinciale con caratteri latini (non comuni tra l’altro, va sottolineato) di area balcanica – medio-orientale.

falso d’epoca, il che motiverebbe le varie irregolarità nelle legende. In questo caso curiosa la scelta di emettere un sesterzio … pressochè inventato in quanto non presente nella produzione ufficiale come tale.

A voi la parola

Illyricum

?

 

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Io ho l'impressione che i dimples ci siano, sia al D che al R, anche se quello del R è poco evidente. Non so quanto la cosa ci possa aiutare per collocarlo: credo anch'io che si possa spaziare dall'area balcanica all'Asia minore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.