Jump to content
IGNORED

Ferdinando I d'Aragona o Ferdinando II ?


Recommended Posts

Buon giorno a tutti, volevo porvi all'attenzione questa moneta che passerà il 6.9.2016 in asta Canusina 18 come Zecche Italiane #1.

Leggendo nella dicitura dell'asta, viene proposta come : "Zecche Italiane - Amatrice. Ferdinando I ?? d'Aragona."

"d/ FERRANDVS ° °° REX°. Busto del Re a ds con testa radiata. r/ °EQUI°TAS°REGNI°°° Cavallo a ds sopta simbolo * Sotto * M *. Grammi 1,28. Millimetri 17,55"

di seguito viene scritto: "  Da attribuire con buona probabilità a Ferdinando II 1495-1496, per il ritratto insolito del re al D, e la T sotto la zampa del cavallo R3 ".

Premesso che sicuramente mi mancano delle competenze per fare affermazioni, e proprio per questo spero che voi più esperti possiate aiutarmi,  però non trovo nulla di strano nel ritratto del Re al dritto.

Per quanto riguarda la T alla quale si fa riferimento nel retro, a parte che è poco visibile, ma non penso che basti per assegnare questa moneta a Ferdinando II.

Lasciando qua una mia idea, tanto per dire.... non potrebbe essere una moneta di Ferdinando I con la sigla dello zecchiere Tramontano per Amatrice?

o meglio, visto che la T io non la vedo affatto, non potrebbe essere semplicemente un Ferdinando I di Amatrice?

spero possiate aiutarmi voi a fare un po di chiarezza su questa moneta... 

un carissimo Saluto a tutti i partecipanti

 

 

astaCanusina18 D.JPG

astaCanusina18 R.JPG

Edited by giarea
Link to comment
Share on other sites


caro @giarea ,

la moneta presenta la M dello zecchiere Miroballo in esergo,

quella che sembra una T si intravede sotto la zampa del cavallo, e questo potrebbe far pensare ad una ribattitura su un precedente cavallo e quindi

una  "possibile" attribuzione a Ferdinando II 1495-1496,

per quanto riguardo il ritratto si avvicina molto a quello sui cavalli con Colonna attribuiti a che a Ferdinando II

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Salve @giarea, avevo notato anche io questa moneta poco tempo fa.

Essendo molto consunta è difficile capire se ci sia una T sotto lo zampa ma dalla foto sembra abbastanza plausibile.

La domanda che rivolgo a @santone e agli altri amici è la seguente: se fosse stata ribattuta su un cavallo di amatrice potrebbe essere della zecca di Napoli, ma se non fosse ribattuta perchè ci sono due simboli di zecchieri (Miroballo e Tramontano) su un'unica moneta?

Se come abbiamo analizzato precedentemente il ritratto sembra essere di Ferdinando II questa moneta riscriverebbe la storia della zecca di Amatrice.

Aggiungo le foto del dritto della moneta in questione e di un'altra attribuita per certo a Ferdinando I.

Di seguito inserisco anche la tipologia di moneta che potrebbe essere stata ribattuta sopra il cavallo di Amatrice

Unknown-1.jpeg

Unknown-2.jpeg

2h2mx4j.jpg

Link to comment
Share on other sites


caro @Teus I

non è ribattuta su Amatrice,

è un cavallo attribuito ad Amatrice con sigla M,  "probabilmente" ribattuto su un precedente cavallo,

io almeno dalle immagini vedo qualcosa sotto la zampa alzata che  "sembra" una T, ovviamente andrebbe vista dal vivo per essere sicuri della "probabile" ribattitura

Link to comment
Share on other sites


Sarebbe comunque molto curioso. Perché ribattere un cavallo probabilmente di Napoli con un cavallo di Amatrice nel 1495-1496, nel completo caos che c'era in quel biennio nel regno di Napoli?

Se riuscissimo a confermare che la moneta è di Ferdinando II, obbligatoriamente dal ritratto del re, sarebbe una piacevolissima sorpresa oltre a scovare un nuovo inedito di questa ricca monetazione.

Link to comment
Share on other sites


perchè come in tutte le altre ribattiture  i tondelli già pronti (cavalli)  venivano solo battuti ,

saltando tutta la fase di preparazione dei tondelli dal metallo grezzo,

note ribattiture di Innocenzo VIII per Aquila su quattrini papali, Carlo VIII  sopra Ferdinando I, 

conii di  Ferdinando I sopra Carlo VIII da attribuire quindi a Ferdinando II, in questo caso anche per sottolineare la sconfitta del re rivale !!

Federico III sopra Carlo VIII

 

 

 

Link to comment
Share on other sites


Ciao @Teus I sono contento che non sono il solo ad aver visto qualcosa di misterioso in quella moneta....

chissa se fosse possibile avere foto più nitide di e magari più dettagliate.... almeno per il dritto, cosi da poter fare maggiori considerazioni 

Link to comment
Share on other sites


Il ritratto sembra essere molto simile ma sappiamo che Brindisi fu molto importante in quel periodo per Ferrandino mentre Amatrice dovrebbe essere stata subito conquistata da Carlo VIII perché in zona di confine...

Link to comment
Share on other sites


@Teus I 

non Brindisi !!  ma feudo dei Colonna, probabilmente zecca di Tagliacozzo nel nostro Abruzzo, infatti una sola colonna coronata è il simbolo della

famiglia Colonna mentre quello di Brindisi ha 2 colonne non coronate e il motto Brundusina Fidelitas,

a riguardo si veda il mio recente articolo su numismaticamente,

e lo studio di S. Perfetto "I cavalli dei Colonna"

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


  • @giareaper avere foto più nitide bisognerebbe chiedere alla casa d'aste o portarsi a casa la moneta:P
  • @santone  sicuramente i cavalli venivano ribattuti per quel motivo ma qui stiamo parlando di un Ferdinando II per Amatrice su un Ferdinando I per Napoli, cosa alquanto strana...
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


non saprei ma più guardo la moneta e più mi convinco che la T sotto la zampa del cavallo non sia presente...

1. perche non riesco a vederla 

2. perche se ci fosse una T dovrebbe essere sicuramente sovrapposta sulla zampa che tocca terra del cavallo, visto che lo spazio, tra la zampa rampante e quella che in teoria dovrebbe essere poggiata a terra, è stretto.

ma questa è solo una mia considerazione

Link to comment
Share on other sites


@santone caspita questa dei Colonna mi era proprio sfuggita...:blink:.

Dopo questa notizia che mi hai dato è molto probabile che possa essere Ferdinando II, essendoci  prove certe su Tagliacozzo molto probabilmente, quindi nella stessa regione di Amatrice a quel tempo.

Vado a leggermi subito il tuo articolo a riguardo.

Link to comment
Share on other sites


@santone purtroppo non riesco a rintracciare il tuo articolo sui colonna...comunque ho letto lo studio di S.Perfetto “I Cavalli dei Colonna“ in un articolo sul Giornale della Numismatica del febbraio 2012 e mi trovo molto d'accordo con l'autore, che ha supportato la sua tesi anche con dei resoconti scritti.

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, Teus I dice:

@santone caspita questa dei Colonna mi era proprio sfuggita...:blink:.

Dopo questa notizia che mi hai dato è molto probabile che possa essere Ferdinando II, essendoci  prove certe su Tagliacozzo molto probabilmente, quindi nella stessa regione di Amatrice a quel tempo.

Vado a leggermi subito il tuo articolo a riguardo.

il mio articolo è sul cavallo di Ferdinando II con le 2 colonne e confronto con lo stemma di Brindisi di epoca  aragonese proprio con 2 colonne, il link :

http://numismaticamente.it/numismatica-medioevale/un-cavallo-di-brindisi-inedito

l'araldica ci aiuta.......

Edited by santone
Link to comment
Share on other sites


15 minuti fa, anto R dice:

Perdonatemi se mi intrometto, ma i cavalli con M e EQVITAS REGNI non sono napoletani? 

Vi seguo interessato in questa stimolante discussione, buona serata

Antonio

fino ad oggi sono stati attribuiti ad Amatrice, anche se a mio parere potrebbero essere stati battuti a Napoli

Link to comment
Share on other sites


In tal caso sarebbe Napoli (Miroballo) sovraconiato su Napoli (Tramontano), quindi ritiro del circolante locale e ribattitura da parte della stessa zecca? A questo punto però non comprendo l'utilità di cancellare l'impronta di una moneta pur sempre napoletana e, soprattutto, aragonese; avrei capito se il sottotipo fosse stato dell'odiato Carlo VIII...

Edited by anto R
correzione errori di battitura
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Para mi es simplemente un cavallo de Ferdinando I de la ceca de Amatrice, no hay ninguna T, creo que se trata de la pierna del cavallo (zampa). 

Dejo las imágenes de mi catálogo, en la parte del texto explico las razones por su posible atribución y las diversas emisiones. 

 

Amatrice 003.JPG

Link to comment
Share on other sites


@anto R quello che dici tu è giusto.

Se fosse confermato che si tratta di una T l'ipotesi che i cavalli con la sigla M siano della zecca di Napoli non avrebbe più senso.

@santone grazie per il link. Ce lo avevo anche stampato adesso l ho ritrovato

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.