Jump to content
IGNORED

Aureus di Marcus Piavonius Victorinus


Quintus
 Share

Recommended Posts

Diametro 21 mm , peso 4,72 gr

aureo vittono.jpg

Voi che ne pensate?

A me puzza di falso.

Il venditore ha anche altri "aurei" in vendita a prezzi, secondo me, troppo abbordabili per essere veri.

Grazie.

TWF

Link to comment
Share on other sites


Hai la mia stessa sensazione. :-)

Mi spieghi, però, da cosa capisci che è da evitare?  Così la prossima volta evito di chiedere.

Grazie.

TWF

Link to comment
Share on other sites


28 minuti fa, TheWhiteFly dice:

Mi spieghi, però, da cosa capisci che è da evitare?  Così la prossima volta evito di chiedere.

 

... per esempio guarda il numero di craterini, come attorno la seconda I di Providentia. Per conferma si può guardare se è tra i falsi noti... (fonte Prokopov's FAC Report)

victaurfake.jpg   victorinaurfk.jpg

Edited by vickydog
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Pessima riproduzione  tra le cose più appariscenti:

mancanza di sbavatura da coniazione ( fusa) al R/ in basso evidente la traccia di fusione, se poi ci fosse l'immagine del taglio...... sicuramente farlocca.

TIBERIVS

Link to comment
Share on other sites


10 ore fa, vickydog dice:

guarda il numero di craterini, come attorno la seconda I di Providentia.  Per conferma si può guardare se è tra i falsi noti

"craterini" = bolle dovute a fusione, giusto?

Dove li trovo i "falsi noti"? :-)

10 ore fa, massi75rn dice:

la pastosita',il metallo,ma soprattutto la mancanza di coniatura nonostante la conservazione

Mi definisci "pastosità del metallo"?

Idem per quanto riguarda la "coniatura", com'è fatta la "traccia di coniatura" che manca?

9 ore fa, Massenzio dice:

Lo stile, basterebbe quello a far stare lontano da questo pezzo, di qualunque materiale esso sia.

Si, devo dire che quello è stato il "campanello d'allarme"... ho guardato in giro gli aurei "ufficiali" di Vittorino e sono tutto parecchio diversi.

7 ore fa, TIBERIVS dice:

mancanza di sbavatura da coniazione ( fusa) al R/ in basso evidente la traccia di fusione, se poi ci fosse l'immagine del taglio...... sicuramente farlocca.

Anche qui, riusciresti a mostrarmi una "sbavatura da coniazione"?

Invece ora riesco a capire cosa intendi con "tracce di fusione", sono quelle irregolarità che vedo sotto la testa... vero?  Tra l'altro mi pareva anche che intorno ci fossero degli "strani segni" come una striscia dove si raccordano le 2 metà dello stampo.  Ci sono o me le immagino io? :-)

Quando dici che manca "l'immagine del taglio" è perchè mostrerebbe chiaramente quello che dicevo (la linea di collegamento dei 2 mezzi stampi e, magari, il punto d'ingresso del metallo nello stampo?

5 ore fa, Poemenius dice:

scusate l'ignoranza ma la moneta é di fantasia oppure esiste realmente?

che retro intrigante

Bella domanda, in giro non ho trovato nulla a parte questo che riposto sotto.  Ma puzza di falso pure lui.  Secondo me è parto di un incubo notturno! :-)

123.jpg

 

Grazie a tutti per le risposte date e per quelle che spero mi darete. So di far domande tra lo sciocco ed il banale ma sto imparando.  Vi prego di portar pazienza.

 

TWF
 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


La moneta , credo, sia uno di quei falsi che si trovano nelle gioiellerie, assolutamente non pericoloso.

Per capire quanto sia falso basta comparare il tondello con uno originale, sullo stile poi......

Link to comment
Share on other sites


3 ore fa, TheWhiteFly dice:

Mi definisci "pastosità del metallo"?

Idem per quanto riguarda la "coniatura", com'è fatta la "traccia di coniatura" che manca?

 

 

 

non ho detto pastosita' del metallo,ma la raffigurazione del D/R come viene percepito da me,le lettere,l'effige,ecc ecc hanno tutte linee di contorno pastose non nette,per quel che riguarda il metallo non mi piace perche' i fondi hanno come delle arricciature(non si potrebbe escludere che sia pure placcata viste le guangie al D/R),per ultimo non si vedono segni di coniatura,per intenderci,le classiche linee di espansione del metallo,soprattutto su un pezzo cosi' in buone condizioni.

n.b:osservare aiuta https://shop.moruzzi.it/it/antonino-pio-aureo-148-149-d-c.html

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, vickydog dice:

Ti ho indicato la fonte, quindi...

Si, ho visto... Prokopov's FAC Report, intendevo dire se esiste solo questo, visto che per accedere mi pare ci sia da essere registrati.  :-)

Comunque oggi provvedo alal registrazione e vediamo.

Grazie.

TWF

Link to comment
Share on other sites


25 minuti fa, massi75rn dice:

non ho detto pastosita' del metallo,ma la raffigurazione del D/R come viene percepito da me,le lettere,l'effige,ecc ecc hanno tutte linee di contorno pastose non nette,per quel che riguarda il metallo non mi piace perche' i fondi hanno come delle arricciature(non si potrebbe escludere che sia pure placcata viste le guangie al D/R),per ultimo non si vedono segni di coniatura,per intenderci,le classiche linee di espansione del metallo,soprattutto su un pezzo cosi' in buone condizioni.

n.b:osservare aiuta https://shop.moruzzi.it/it/antonino-pio-aureo-148-149-d-c.html

Hai ragione, scusami, non ho notato la virgola!  Scherzi della tarda (o presta) ora.

Quello che hai notato tu è, all'incirca, quello che mi aveva fatto dubitare.

Per il metallo non riuscivo a capire cosa mi "stonasse".

Invece per i segni di coniatura, nonostante il tuo esempio... mi rendo conto che è diverso dal Vittorio ma non riesco a capire in cosa! :-(

Grazie per la risposta.

TWF

Link to comment
Share on other sites


Falso inguardabile da quanto è brutto! 

Stile moderno, e molta fantasia. Providentia e medusa... che c'azzeccano assieme? direi proprio che non ci siamo. 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Awards

8 ore fa, TheWhiteFly dice:

"craterini" = bolle dovute a fusione, giusto?

Dove li trovo i "falsi noti"? :-)

Mi definisci "pastosità del metallo"?

Idem per quanto riguarda la "coniatura", com'è fatta la "traccia di coniatura" che manca?

Si, devo dire che quello è stato il "campanello d'allarme"... ho guardato in giro gli aurei "ufficiali" di Vittorino e sono tutto parecchio diversi.

Anche qui, riusciresti a mostrarmi una "sbavatura da coniazione"?

Invece ora riesco a capire cosa intendi con "tracce di fusione", sono quelle irregolarità che vedo sotto la testa... vero?  Tra l'altro mi pareva anche che intorno ci fossero degli "strani segni" come una striscia dove si raccordano le 2 metà dello stampo.  Ci sono o me le immagino io? :-)

Quando dici che manca "l'immagine del taglio" è perchè mostrerebbe chiaramente quello che dicevo (la linea di collegamento dei 2 mezzi stampi e, magari, il punto d'ingresso del metallo nello stampo?

Bella domanda, in giro non ho trovato nulla a parte questo che riposto sotto.  Ma puzza di falso pure lui.  Secondo me è parto di un incubo notturno! :-)

123.jpg

 

Grazie a tutti per le risposte date e per quelle che spero mi darete. So di far domande tra lo sciocco ed il banale ma sto imparando.  Vi prego di portar pazienza.

 

TWF
 

Non devi scusarti. Il Forum è fatto anche per rispondere alle domande di chi desidera imparare, soprattutto da parte di chi, come nel tuo caso, le pone con garbo e con eleganza. E non sono né sciocche né banali. ✌?️

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...
  • 2 weeks later...

Carissimi,

una piccola annotazione tecnica : a mio giudizio l'aureo di cui all'inizio della discussione è un pezzo chiaramente coniato e non una fusione, a differenza del secondo aureo ( solo il rovescio e di impronta diverso) che è una fusione evidente ( i bucherellini del fondo e i rilievi impastati sono significativi ed evidenti). Si tratta comunque di un falso ben noto, già pubblicato nei primi anni 2000 da Prokopov  e prodotto da Slavey ( Haskovo I ), con conio inciso e quindi battuto. 

Il tipo del rovescio sembra proprio esistere per Vittorino, è riportato dal Ric ( V vol. II parte pag. 395 n° 99) ma con busto corazzato a sinistra e dal Cohen ( vol. VI pag. 79  n°105 ) che al n° 104 riporta un'esemplare con il busto a destra, non ripreso dal Ric. Al contrario il Calicò lo cita (Los aureos romanos, pag. 553 n° 3846.) ma senza fotografia, che invece dà per il pezzo con il busto a sinistra, che sembra essere il medesimo pezzo del disegno del Cohen ( vedi foto allegata) e che viene dalla favolosa collezione D'Amecourt...

Il secondo pezzo di questa discussione (quello fuso, per intenderci) sembra condividere la stessa impronta del pezzo Cohen/Calicò ex D'Amecourt 

Cordialmente,

Enrico

vittorino.png

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.