Jump to content
IGNORED

UNGHERIA - 1 KORONA 1915 - FRANCESCO GIUSEPPE


uzifox
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti,

che ve ne pare di questo esemplare? Conservazione alta per la tipologia?

Peso: 5,02 grammi.

Numero Krause    KM# 492
Ungheria  - Corona Austro-Ungarica (1892-1918)
1 corona
Argento  0.835
Bordo liscio con iscrizione in incuso   "BIZALMAM AZ ŐSI ERÉNYBEN"

 

Saluti

Simone

IMG_0052.JPG

IMG_0058.JPG

IMG_0060.JPG

IMG_0061.JPG

IMG_0062.JPG

IMG_0063.JPG

IMG_0065.JPG

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Esemplare molto gradevole e belle foto anche del bordo...complimenti!

Chi vuole raccontare la storia della corona raffigurata al rovescio?

Link to comment
Share on other sites


  • 2 years later...

Per iniziare: La Corona di Santo Stefano, detta anche Sacra Corona d'Ungheria (in ungherese: Szent Korona; titolo latino: Sacra, Angelica, et Apostolica Regni Hungariae Corona), fu usata per incoronare i re d'Ungheria dal XIII secolo in avanti. La Corona era legata alle Terre della Corona di Santo Stefano. Nessun re d'Ungheria era considerato legittimato se non fosse stato incoronato con tale corona.  Tratto da wikipedia.....inutile dire che la spiegazione è assai più lunga e complessa.....diciamo che la mia è giusto un'infarinatura!!😂

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


L'incoronazione di Stefano, primo re d'Ungheriacristiano, che fu poi canonizzato Santo Stefano, segna l'inizio dello stato ungherese. La data è di solito considerata come il giorno di Natale del 1000, o il 1º gennaio 1001. Si discute se la corona attualmente esistente sia effettivamente quella originale, inviata a Stefano I d'Ungheria da Papa Silvestro II nell'anno 1000. Nel 1038 Stefano I morì senza eredi diretti (dopo la morte tragica dell'unico figlio, il Principe Imre). Sul letto di morte, il re nominò suo legittimo successore il veneziano Pietro Orseolo e - secondo quanto tramandato - consacrò il Paese alla Vergine Maria, dichiarandola Patrona Hungariae.

Un'ipotesi collega, per forme e vicende, l'origine - almeno ideale - di questa famosa corona nella tradizione dei diademi imperiali romani (il più famoso dei quali appartenne a Costantino il Grande) da applicare all'elmo militare dell'imperator. In questo ed in altri punti della propria storia e delle proprie caratteristiche, questa corona potrebbe essere collegata ad un'altra famosa corona, quella ferrea di Monza, di origine romano-gotico-longobarda. (cit. wikipedia). Chi vuole continuare?

Link to comment
Share on other sites


Secondo molti storici ungheresi la corona di Santo Stefano è quella originale, questo fatto è però dibattuto, in quanto ci sarebbero alcuni particolari che all'epoca sarebbero sembrati sacrileghi, come la piccola croce d'oro sulla cima della corona che è fissata con una vite che penetra nella figura del Cristo. Alcune figure dei Dodici Apostoli si sovrappongono e perciò la corona, così com'è attualmente, potrebbe essere considerata un insieme di vecchie componenti, appartenute ad altre corone: questa ipotesi è supportata dall'inusuale forma della corona.

Secondo un'altra teoria, avvalorata dalle disposizione delle scritte greche e latine, la corona consisterebbe principalmente di due pezzi: la parte inferiore, greca, la parte superiore latina.

Secondo questa teoria la parte inferiore sarebbe quindi appartenuta a una corona bizantina, che potrebbe farsi risalire al 1070, stando ad una possibile interpretazione dalla scritta greca Geovitsas pistos krales tourkias posta di fianco all'immagine di un re ungherese. La scritta significa Gueovicha, il fedele re dei Turchi, dove Geovitsas deriverebbe dall'ungherese antico Gyeicha, letto da qualcuno come equivalente del nome del re ungherese Géza (mentre in kral sarebbe da riconoscere la parola ungherese Király, re appunto). Si tratterebbe quindi di Geza I d'Ungheria, andato in sposo alla principessa bizantina Synadene e sul trono del regno danubiano tra 1074 - 1077. Geza avrebbe ricevuto la corona dall'imperatore romano d'Oriente Michele VII Ducas (sul trono tra 1071 e 1078). Ma altre interpretazioni sono possibili, essendo il nome Geza frequente tra i re ungheresi. Secondo altri si tratterebbe di una corona femminile e quindi destinata in origine alla principessa bizantina Synadene, moglie del re ungherese Géza.

La parte superiore, decorata da smalti di produzione occidentale e da scritte in lingua latina, sarebbe una calotta cruciforme aggiunta successivamente (forse proveniente da una precedente corona). La parte superiore a forma di crocepotrebbe, secondo la tradizione popolare, recare un particolare simbolismo: la croce è inclinata ed il suo fusto forma un angolo col resto del copricapo e ne costituisce caratteristica peculiare. Ci sono state varie teorie sulle ragioni di questa inclinazione: alcune collegano l'inclinazione con quella della terra, mentre quella popolare maggiormente diffusa collega l'inclinazione con l'instabilità e la disgrazia del popolo ungherese. Un'ispezione attenta della corona ha però stabilito che l'inclinazione è dovuta ad un danno subito dalla corona per una caduta. (cit. wikipedia)

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.