Jump to content
IGNORED

Postumo, sesterzio RESTITOR GALLIAP


grigioviola
 Share

Recommended Posts

Ho aggiunto in collezione un pezzo interessante di Postumo.

Si tratta di un sesterzio che celebra l'imperatore come Restitutor Galliar (titolo usato anche da Gallieno prima di lui) ma che ha alcune particolarità.

La più evidente sta proprio nella legenda al rovescio che riporta l'appellativo con in una forma abbreviata e con qualche errore di legenda: "RESTITOR GALLIAP" anzichè appunto RESTITVTOR GALLIAR.

Il mio pezzo è ovviamente in bassissima conservazione e presenta una frattura passante lunga tutto il tondello. Mi riservo di vederlo in mano, ma non escludo a priori che la moneta si sia spezzata (per qualche ragione) e sia stata incollata.

58c937f4d7b17_doppiosesterzio01.thumb.JPG.4bc7417d4c46e465778f883cfaeb8e6c.JPG58c937f5836ac_doppiosesterzio02.thumb.JPG.ced13226e020f8e3747c7b114ad7e619.JPG

AE - 2,00 gr - 23 mm

D\ IMP C M CASS LAT POSTVMVS AG, busto radiato drappeggiato e corazzato a destra.
R\ RESTITOR GALLIAP, Postumo stante con scettro nell'atto di rialzare la Gallia elmata inginocchiata ai suoi piedi.

Bastien lo attribuisce all'Atelier II n. 353 (apparentemente stessi conii di questo esemplare). Il RIC al tipo 225

Diversi esemplari analoghi a questo sono reperibili in queste discussioni: http://www.forumancientcoins.com/board/index.php?topic=29363.0 e http://www.forumancientcoins.com/board/index.php?topic=29645.0

La cosa singolare è che esiste una discreta variabilità di moduli e dimensioni e soprattutto sia la versione coniata che quella fusa (ma ripresa sempre dalla medesima coppia di conii).

Attualmente un altro esemplare è in asta da Lanz e condivide, a mio avviso, gli stessi conii: http://www.ebay.it/itm/302244194948?_trksid=p2060353.m1431.l2649&ssPageName=STRK%3AMEBIDX%3AIT

Ne riporto le immagini per il futuro:

RESTIT_GALL_POSTUMO_LANZ01.JPG.a4ca8aad4f41194764b43122c697c292.JPGRESTIT_GALL_POSTUMO_LANZ02.JPG.ed0a4465820574f417315fc93260ba61.JPG

Che ve ne pare? L'esemplare da me proposto vi sembra fuso o coniato? ...a mio avviso fuso.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Awards

Ciao , a me non sembra neanche un bronzo ma qualche lega strana , penso inoltre che sia divisa in due pezzi , forse uniti o incollati .

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Probabilmente non è bronzo. 

E il rosso che si intravede? Il collante oppure reazione del metallo e quindi patina?... Cuprite?

Link to comment
Share on other sites

Awards

quello Lanz sembra fuso, abbiamo evidenze di bronzi di Postumo fusi piuttosto che coniati. anche il tuo non sembra affatto coniato.

Edited by Massenzio
Link to comment
Share on other sites


5 ore fa, grigioviola dice:

Attualmente un altro esemplare è in asta da Lanz e condivide, a mio avviso, gli stessi conii: http://www.ebay.it/itm/302244194948?_trksid=p2060353.m1431.l2649&ssPageName=STRK%3AMEBIDX%3AIT

Ne riporto le immagini per il futuro:

L'ho messo nella ToBuyList già da qualche giorno, se me lo acchiappo poi ci troviamo per un caffè e li guardiamo bene vicini vicini! :-)

Ciao.

TWF

P.S.  Nonostante la mia atavica ignoranza anche a me paion fusi e non coniati.

Link to comment
Share on other sites


Quello di Lanz al rovescio mi sembra abbia tracce di una doppia battitura, no? Guardate la legenda.

@TheWhiteFly Riuniamo i gemelli  separati alla nascita? :D

È una serie curiosa e, vista la legenda mi interrogo pure sulla sua reale ufficialità... 

Link to comment
Share on other sites

Awards

Supporter

DE GREGE EPICURI

Quello di Lanz ha una evidente doppia battitura ed a me sembra sicuramente coniato. Sul tuo è difficile pronunciarsi. Sicuramente alcuni bronzi (autentici) di Postumo sono fusi, il tuo sembra molto "tribolato", è probabilmente incollato; difficile dire perchè appaia così rosso all'interno. Sicuramente una tipologia rara.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Foto del Lanz ingrandita.

Evidente la doppia battitura, si.

Ma io, più la guardo, più mi par fusa.  Boh...

58c9a6a70c6d6_postumusds.thumb.jpg.112bc6ba7907f6385a060620b7b656a0.jpg

E quella "cresta" che si vede sul dritto tra ore 13 e 15 circa, non potrebbe essere una indicazione di fusione?

Però come possono essere "compatibili" fusione e doppia battitura? :-)

Ciao.

TWF

Link to comment
Share on other sites


Io in quella Lanz noto i segni di giunzione delle due conchiglie di argilla lungo tutto il bordo con quello che sembra il punto di ingresso della colata. Non mi sembra proprio una doppia battitura ma quanto la realizzazione di uno stampo mal riuscito.

Link to comment
Share on other sites


5 minuti fa, TheWhiteFly dice:

Foto del Lanz ingrandita.

Evidente la doppia battitura, si.

Ma io, più la guardo, più mi par fusa.  Boh...

58c9a6a70c6d6_postumusds.thumb.jpg.112bc6ba7907f6385a060620b7b656a0.jpg

E quella "cresta" che si vede sul dritto tra ore 13 e 15 circa, non potrebbe essere una indicazione di fusione?

Però come possono essere "compatibili" fusione e doppia battitura? :-)

Ciao.

TWF

mai visto un asse onciale?

 

Link to comment
Share on other sites


2 minuti fa, Tinia Numismatica dice:

mai visto un asse onciale?

Hem, non credo.  O meglio, so cos'è e probabilmente l'ho visto in giro senza aver coscienza di cosa stavo vedendo.

Ora l'ho visto ma non ho capito! :-)

Explain me, please!

TWF

Link to comment
Share on other sites


Gli assi onciali venivano prodotti coniando dei tondelli ricavati colando il bronzo in due semistampi accoppiati. Il disallineamento dei due semistampi creavano quel contorno con il labbro. Poi i tondelli venivano coniati con le immagini di giano e della prora.

quindi sono contemporaneamente prodotti di fusione, i tondelli vergini, e di coniatura, le monete. 

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


Esattamente. Tondello ottenuto da fusione in stampi accoppiati a conchiglia e poi coniato.

era una delle tecnologie produttive usate per realizzare i blank da mettere nel conio. 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Awards

@Tinia Numismatica Ecco svelato il mistero! :-)  Grazie delle delucidazioni.

Comunque.... STRIKE!!!  E' mio!  :-)

Non posso dire di averlo pagato un occhio (data la mia scarsa vista non l'hanno voluto :-D), però non è andato regalato.

Appena arrivo vedo di fare qualche foto decente da pubblicare.

Saluti a tutti.

TWF

Link to comment
Share on other sites


  • 3 weeks later...

Contino con gli aggiornamenti sui miei pezzi che già vi ho presentato... 

Sto trattando per la restituzione (e ovviamente rimborso!) del sesterzio"RESTITOR GALLIAP"IMG-20170401-WA0017.jpg.f3d769645e0fccf83b55958468db7f80.jpg

IMG-20170401-WA0015.thumb.jpg.9ce2afe73ae8f2ae6add5db60f17682a.jpg

Queste le foto che ho fatto ieri con la "moneta" in mano.

La premessa è che non mi sembra nemmeno metallo... e che la patina sia fatta da una mano di vernice verde... all'inizio pensavo addirittura fosse ricavata da un calco e fosse di gesso... ma non si buca (ho provato con la punta di un compasso).

E' fatta da qualcosa di duro, ma estremamente "fragile" e cristallizzato, si spezza facilmente.

All'interno sembra in effetti avere una sottile anima metallifera?!? Mah!...

Sicuramente si tratta di un qualcosa ripreso da un sesterzio originale, c'è identità di conio diretta con il tipo (che a quanto pare è noto da poche accoppiate di conii).

Ai bordi è fragile e si polverizza con un unghia se si gratta un po' e rimane a vista del materiale biancastro (motivo per cui pensavo fosse fatto di gesso). E' spezzato, ma non incollato, è tenuto assieme da una piccolissima parte non spezzata vicino al bordo.

Dicevo che credo proprio sia verniciato perchè grattando il bordo la polverina che mi resta in mano mi colora un po' le dita di verde... ?

I miei dubbi sono:

- moneta "buona" (colata ottenuta in antico) e riverniciata in età moderna di verde con del colore avanzato di qualche basculante di garage?:D

- falso moderno ottenuto da una moneta originale? Ma di che materiale?!?

Sta di fatto che mi aspettavo tutt'altro ed è la prova di come una foto possa essere ingannevole :)

Del resto una "sola" in 6/7 anni di acquisti a distanza, ci sta... anche se ovviamente punto al rimborso totale!!! (Per ora mi è stato proposto unicamente il rimborso del costo della moneta e non delle spese di spedizione... che mi sono costate più della moneta! ?).

Le vostre impressioni?

 

Link to comment
Share on other sites

Awards

Magari è edibile. ?

A parte le battutacce, non saprei. Che io sappia, monete con particolari patine possono scheggiarsi con estrema facilità se sottoposte ad urti, ma non è questo il caso.

La fragilità estrema dei bordi mi lascia perplesso così come il colore della patina. Non so se vale la pena approfondire, ma se fosse "buona", con cosa l'avrebbero fatta?

Link to comment
Share on other sites


esattamente... è questo che principalmente mi preme di capire... con cosa è stata fatta!

Proseguirò le mie indagini... il venditore inizia a nicchiare sul rimborso... ma conto di far valere le mie ragioni, so essere tenace in questi casi :D

 

Link to comment
Share on other sites

Awards

che diversità dalla prima foto a questa. qual'è quella vicina alla realtà ? hai scritto pesa gr.2,00 possibile ? la foto del post 1 la trovo compatibile con una moneta autentica.

Link to comment
Share on other sites


2 grammi, sottile, non spezzata ma incrinata.....patina verde esternamente..23 mm...direi più un antoniniano...

 

Link to comment
Share on other sites


Sì, scusate, avevo perso di vista il fatto che dovesse trattarsi di un sesterzio. Parleremmo nel caso di un antoniniano.

Io non sono per condannarla "a priori" ma, tempo permettendo, forse la moneta in topic andrebbe indagata de visu, magari prima della restituzione. Il venditore nicchia sul rimborso, e va bene, ma pensa che la moneta sia autentica (tolto che non si possa parlare di un sesterzio)?

Link to comment
Share on other sites


Ciao,

abbiamo un confronto tra due manufatti (li chiamo così perchè se uno sembra essere un sesterzio, l'altro presenta molti dubbi su cosa sia...)

Comparazione:

coppia.JPG.d350d397c2c4985f3695c050a653157d.JPG

e qui emerge una prima domanda:

ma si tratta dello stesso conio come proposto in principio? Sono gemelli o "gemelli diversi"?

Seconda comparazione

descrizione.JPG.73679363ebdae66d7580c8c464cc907e.JPG

a parte il dato ponderale del secondo esemplare (che pesa a malapena come un antoniniano e di questi ha il diametro) si evidenziano alcuni dettagli:

  • nel secondo si evidenzia la già citata "colorazione rossa" nella frattura. Come la motiviamo? A moneta in mano è colla o la lega componente?

dettaglio.JPG.97c91bf12a74d527f947886ccb76905c.JPG

  • Il diametro ridotto del secondo esemplare si può interpretare come un maldestro tentativo di copia e relativa riduzione della misura nel prodotto ottenuto con una lega rameica?

Volevo ancora segnalare che spesso esemplari del RESTITVTOR GALLIAR presentano legenda RESTITOR GALLIAP

58e29da3387ed_PostumusRESTITORGALLIARRIC223var.jpg.caae1546e245329c3998b0576a101c28.jpg

https://www.forumancientcoins.com/gallery/displayimage.php?album=146&pos=25

Vi sono anche esemplari di taglia ridotta:

2GgZHdi9bg7P6jSwqQ5349mRorX58W.jpg.734c7f7e55bd461985b9f5d987a1991b.jpg

Postumus. 259-268 AD. reduced Double Sestertius. Atelier II.
Obverse: IMP C M CASS LAT POSTVMVS AG, radiate, draped and cuirassed bust right.
Reverse: RESTITOR GALLIAP, Postumus standing, holding sceptre and raising helmeted Gaul who is kneeling before him.
5,68g, 23mm.
Bastien 353
Rare

https://www.vcoins.com/en/stores/sebastian_sondermann/150/product/postumus_reduced_double_sestertius__restitor_galliap__bastien_353/259110/Default.aspx

58e29edbe73d6_restgall1.JPG_thumb.png.9e36dab5e5bc2448ffefbb95c4d6b3c7.png

Obv: IMP C M CASS LAT POSTVMVS AG, radiate, draped and cuirassed bust right.
Rev: RESTITOR GALLIAP, Postumus standing, holding sceptre and raising helmeted Gaul who is kneeling before him.
23 mm, 5.71 g
Bastien 353 (same dies), RIC 225

Qui altri esemplari

http://www.nummus-bibleii.com/t4227p15-postume-pour-pyl

e

http://www.forumancientcoins.com/board/index.php?topic=29363.0

ma mai con pesi inferiori a 4,5 grammi.

Quindi avendo messo a fuoco alcuni dettagli... che ne pensiamo?

Ciao

Illyricum

;)

 

 

Edited by Illyricum65
Link to comment
Share on other sites


'sera!

Giusto venerdì mi è arrivato il bestio.

Diametro massimo 25mm

Peso come da foto, mi dispiace che la foto del bordo sia sfuocata ma il malefico cellulare si rifiuta di mettere a fuoco dove voglio io... e comunque fa le foto da cessopostumo0.thumb.jpg.8ca4c973718885022839ef8e9ad8ec33.jpgpostumo2.thumb.jpg.547e9f403fad2b330227d57d06300b56.jpgpostumo3.thumb.jpg.81cd16b0889e6a8621bafdd1e74e88dc.jpg.

E poi, oggi, mi hanno spedito queste...postumi_00.thumb.jpg.c2f7740f62006017807ff202099942bc.jpgpostumi_01.thumb.jpg.4a4f0d203f73b25aa00e5554c38a95d9.jpgpostumi_02.thumb.jpg.4e6aeb1e19c0d9e1cc608abf7cb0b52e.jpgpostumi_03.thumb.jpg.07c4320960b912ca4b666b884132b12f.jpgpostumi_04.thumb.jpg.09c7ba973d34d0e24ab03b2882415abe.jpg

Weight   7.87 gr &  7.46 gr

Diameter  26 mm  & 23 mm

The Postumus currencies were found around Riez, in fact village is located in the Hautes Provence Alps, south-east of France, 04 department.

Che ne dite?

Ciao.

TWF

Link to comment
Share on other sites


12 ore fa, grigioviola dice:

Ai bordi è fragile e si polverizza con un unghia se si gratta un po' e rimane a vista del materiale biancastro (motivo per cui pensavo fosse fatto di gesso).

Alluminio ossidato?

Ciao!

TWF

Link to comment
Share on other sites


Supporter

DE GREGE EPICURI

Se fosse alluminio ossidato sarebbe sicuramente moderno, nell'antichità l'alluminio non era conosciuto.

A mio avviso,qui ci vuole un chimico!  Potrebbe essere anche un oggetto non metallico, in effetti. Fra i metalli, quello che si polverizza facilmente è l'antimonio, ma non ho mai visto dei falsi fatti con l'antimonio! Però c'è sempre una prima volta.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.