Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
petronius arbiter

War memories

Risposte migliori

petronius arbiter

La nostra lotta dovrà finire con la vittoria (Adolf Hitler - 1924) <_<

Adolf Hitler nasce nel villaggio austriaco di Braunau, sul fiume Inn, al confine con la Baviera, il 20 aprile 1889, terzo di cinque fratelli.

Vive una giovinezza tribolata ma, tutto sommato, comune; studi condotti in modo faticoso, aspirazioni da pittore (imbianchino, per qualcuno) frustrate dai desideri del padre e dallo scontro con la realtà, che ne rivela il modesto talento.

Nell'agosto del 1914 si arruola volontario nell'esercito tedesco e partecipa alla prima Guerra Mondiale nella fanteria bavarese, raggiungendo il grado di caporale.

A guerra finita in cerca, come la maggior parte dei tedeschi, di una nuova ragione di vita, entra a far parte del DAP (Partito dei lavoratori tedeschi) attratto soprattutto dalle idee del suo fondatore, Anton Drexler, che predica un unico stato tedesco guidato da pochi eletti di pura razza ariana, in grado di spazzare via gli ebrei e i socialisti.

Il partito può contare su una ristretta cerchia di simpatizzanti, ma sono proprio le doti oratorie e di trascinatore di Hitler a farlo crescere numericamente: nel febbraio del 1920 già 2000 persone intervengono ad una riunione.

Forte del successo personale Hitler fonda lo NSDAP (Partito nazionalsocialista tedesco dei lavoratori): la sua insegna una croce uncinata nera, inserita in un cerchio bianco su fondo rosso. <_<

Nel 1925 il suo partito conta 25.000 iscritti, che diventeranno 60.000 nel 1928; nello stesso anno si verifica anche la prima importante affermazione elettorale.

Nel giro di un anno, il 1932, si vota cinque volte in Germania e una serie di successi gli apre la via verso il potere.....

....continua

petronius

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

.....La Germania che Hitler si prepara a conquistare è un paese di misteriose, insondabili profondità :ph34r:

Hitler stesso è un personaggio particolare, dotato di indubbio magnetismo.

Un diplomatico francese, Fracois-Poncet, scrive di lui:

"è un uomo strano, che sogna, sente delle voci, consulta gli astri"

E Meinecke, un intellettuale conservatore:

"non appartiene alla nostra specie. C'è in lui qualcosa di completamente alieno, come se appartenesse ad una primitiva razza estinta"

Hitler si presenta come un salvatore ad un paese colpito da un seguito di catastrofi: la guerra perduta, il trattato di pace umiliante, l'inflazione che distrugge il marco, i milioni di disoccupati, le fabbriche ferme.

Il 30 gennaio 1933 Hitler viene nominato Cancelliere del Reich dal presidente Hindenburg.

E' un momento cruciale per la storia tedesca: un'aristocrazia orgogliosa e ancora potente accetta il nazismo. I signori della vecchia Germania, i "von" e gli "zu" sapranno, credono, rimettere al passo Hitler e le sue camicie brune.

In realtà, accadrà il contrario. <_<

petronius

post-206-1164142451_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Mi propongo con questa discussione, che forse a qualcuno sarà sembrata strana nei due post iniziali, di incominciare ad illustrare, attraverso la mia collezione di banconote, monete e cartoline, un periodo storico, quello della Seconda Guerra Mondiale, a cui sono particolarmente interessato (sperando di interessare anche voi :))

Ad ognuno (o quasi) dei paesi coinvolti nel conflitto dedicherò (con la dovuta pazienza :rolleyes:) una discussione, cercando di mostrarne le vicissitudini storiche attraverso la numismatica; non pretendo certo di avere la conoscenza assoluta ed ogni intervento o critica sarà bene accetto :)

Le banconote, monete e cartoline che illustreranno le discussioni proverranno, sempre ed esclusivamente, dalla mia collezione; si potranno così purtroppo verificare dei "vuoti" anche per pezzi particolarmente significativi :( così come molti esemplari, pur posseduti, non saranno mostrati dovendo, per forza di cose, operare una scelta.

Anche in questo caso, chi volesse integrare la parte fotografica con pezzi della propria collezione, è il benvenuto :)

Mi sembrava giusto e doveroso iniziare dalla Germania, il paese che ha scatenato la guerra, coinvolgendo progressivamente tutte le altre nazioni.

All'inizio del conflitto, la tipologia della circolazione cartamonetaria tedesca era costituita dalle banconote emesse dalla Reichsbank nei seguenti tagli:

10 e 20 reichsmark del 22 gennaio 1929

50 reichsmark del 30 marzo 1933

100 reichsmark del 24 giugno 1935

1000 reichsmark del 22 febbraio 1936

Nell'allegato il biglietto da 20 reichsmark; il personaggio raffigurato è Werner von Siemens, fondatore della famosa industria di elettronica, attiva ancora oggi.

petronius

post-206-1164143812_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Con decreto del 19 gennaio 1939 Hitler revocava l'autonomia della Reichsbank e conferiva i poteri dell'Istituto di emissione al governo, nella persona del ministro dell'Economia, Walther Funk.

Prima di entrare nel dettaglio delle sue emissioni, eccovi il biglietto da 100 reichsmark del 1935, che ritrae il chimico Justus von Liebig, inventore del dado da brodo, nonchè della famosa serie di figurine :D

petronius

post-206-1164144637_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Intermezzo monetario, dedicato a Paul von Hindenburg, il presidente che consegnò la Germania al nazismo e, per questo, meritatamente <_< ritratto sulla moneta d'argento da 5 reichsmark.

A domani....

petronius :)

post-206-1164144963_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pgl

Complimenti Petronius.

Veramente interessante.

Dovrei avere anche io qualche banconota del periodo, vedo di postarle, il commento storico però lo aggiungi te :D .

Ciao. Pgl

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Grazie Pgl e Simone :)

petronius arbiter dice:
Con decreto del 19 gennaio 1939 Hitler revocava l'autonomia della Reichsbank e conferiva i poteri dell'Istituto di emissione al governo, nella persona del ministro dell'Economia, Walther Funk.

La prima banconota firmata da Funk, 20 reichsmark del 16 giugno 1939, veniva bloccata per contrasti sorti col ministro della Propaganda, Joseph Goebbels, per motivi di ordine etnico.

Era stata infatti utilizzata la matrice di una banconota austriaca da 100 scellini del 2 gennaio 1936 (precedente all'anschluss) che riproduceva una donna tirolese anzichè una tedesca :P

La banconota entrò in circolazione solo nel febbraio 1945, alla vigilia del collasso della Germania...a quel punto andava bene tutto :rolleyes:

petronius

post-206-1164200825_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Il retro del biglietto da 20 reichsmark, un ameno paesaggio alpino, in stridente contrasto con le nubi che si andavano addensando sull'Europa :(

petronius

post-206-1164201139_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

star

Molto interessante e complimenti per la preparazione. Sono interessato anch'io al periodo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

ciao Star, benvenuto tra noi :)

Scoppiata la guerra, si presentò subito la necessità di circolante.

Il ministro Funk decise così di mettere in circolazione uno stock di cartamoneta emesso dalla Rentenbank e mai utilizzato.

La Rentenbank era un Istituto di credito fondato nel 1923 con lo scopo di sostituire con una nuova valuta, il rentenmark, i marchi svalutati dall'inflazione; un rentenmark corrispondeva a un miliardo di marchi inflazionati.

Nel 1924 i rentenmark furono ufficialmente sostituiti dai reichsmark, ma continuarono a circolare, tanto che nel 1934 e nel 1937 vennero approntate nuove emissioni, che furono però accantonate per contrasti valutari sorti con la Reichsbank.

Ad esse si approvvigionò Funk per risolvere i suoi problemi, mettendo in circolazione tagli da 1 e 2 rentenmark del 30 gennaio 1937 e da 50 rentenmark del 6 luglio 1934; nel 1941, con l'inflazione ormai galoppante, fu ordinata la ristampa dei tagli da 1 e 2 rentenmark.

petronius

post-206-1164220175_thumb.jpg

post-206-1164220191_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Nel 1942 veniva predisposta la matrice di un nuovo biglietto da 1.000 reichsmark, la cui emissione non fu però effettuata.

La Reichsbank stampava invece biglietti da 5 reichsmark a firma Funk datati 1° agosto 1942.

E' questa la seconda (ed ultima) banconota che porta la firma del ministro dell'Economia del Terzo Reich.

Emessa anche con fini propagandistici, come ben si evince dal ritratto di giovane hitleriano di pura razza ariana <_<

petronius

post-206-1164221527_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Il retro del biglietto da 5 reichsmark che raffigura la Cattedrale di Braunschweig con il "Monumento del Leone".

Come dire il diavolo e l'acqua santa :D

petronius

post-206-1164221703_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ugo

Grazie Petronius, post interessantissimo!!! spero continui! anche io sono molto appassionato del periodo della seconda guerra mondiale, e in particolare proprio delle banconote tedesche!! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pgl

Eccomi Petronius.

Questa è la scansione di una banconota da 1.000.000 Marchi del 25 Luglio 1923.

Particolarità della banconota, è stampata solo davanti, dietro è completamente bianca.

Il valore di catalogo è molto basso, circa $ 10,00 UNC, quello che è strano, nella mia non c'è il numero e la lettera che si notano a destra sopra lo stemma della banca (come mostrato nel catalogo).

Petronius aspettiamo qualche tua delucidazione.

post-121-1164224797_thumb.jpg

Pgl

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Particolarità della banconota, è stampata solo davanti, dietro è completamente bianca.

quello che è strano, nella mia non c'è il numero e la lettera che si notano a destra sopra lo stemma della banca (come mostrato nel catalogo).

Molte banconote tedesche del periodo inflazionistico erano stampate su un solo lato, si tendeva a risparmiare anche sull'inchiostro ;)

Per il numero e la lettera immagino tu faccia riferimento alla foto del Pick; esistono varianti nella posizione della lettera che identifica la serie.

La tua, come puoi vedere dalla foto che allego, tratta da un catalogo tedesco, è del tipo 92a; quella del Pick, serie W, dovrebbe essere la variante 92b.

Puoi vederla nel sito di Ron Wise:

http://aes.iupui.edu/rwise/banknotes/germa...Mark-1923_f.jpg

ciao.

petronius :)

post-206-1164229941_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

E dopo tanto parlarne mi sembra giusto mostrare la foto del ministro dell'Economia del Terzo Reich, Walther Funk, qui ritratto (a destra) insieme ad Hermann Goering.

petronius B)

post-206-1164231467_thumb.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian
E dopo tanto parlarne mi sembra giusto mostrare la foto del ministro dell'Economia del Terzo Reich, Walther Funk, qui ritratto (a destra) insieme ad Hermann Goering.

petronius B)

.... e dopo la guerra ha avviato una joint-venture con gli Articolo31, fondando la famosa etichetta Spaghetti-Funk :lol: :lol: :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Grazie Petronius, post interessantissimo!!! spero continui!

Certo che continua :D

Alla fine del 1944, per necessità di circolante, la Reichsbank ristampava i tagli da 10 a 100 RM (stesse tipologie di cui si è parlato nel terzo post di questa discussione) con omissione della lettera di controllo centrale e carta filigranata diversa rispetto alle emissioni originali.

Successivamente, per l'impossibilità di rifornire di cartamoneta il territorio nazionale i comandi militari diedero disposizioni alle municipalità di Linz, Graz e Salisburgo di riprodurre con sistema foto-meccanico i biglietti da 10, 50 e 100 reichsmark, con iscrizione sulla parte bianca, cioè sulla filigrana.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

Con le banconote-fotocopia si è raschiato il fondo del barile; la guerra è persa e anche la moneta sta perdendo progressivamente ogni valore, tanto che il baratto è ormai la forma di scambio più praticata.

Della cartamoneta resta poco da dire.

In Carinzia si ritorna ai notgeld emessi in tagli da 50 reichsmark con data 15 aprile 1945.

Nei Sudeti e nell'Alta Slesia (annessi al Reich nel 1939, prima dello smembramento della Cecoslovacchia) la Reichsbank emette Kassenschein (buoni di cassa) da 20 reichsmark, datati 28 aprile 1945, che trovate in allegato.

Con tali emissioni, conosciute come "Notausgaben Fruhjahr 1945" cioè cartamoneta della primavera 1945, si chiudono le emissioni ufficiali del periodo hitleriano.

Di lì a poco inizieranno a circolare gli am-mark dell'occupazione Alleata ;)

petronius B)

post-206-1164309941_thumb.jpg

post-206-1164309956_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Nei Sudeti.....annessi al Reich nel 1939, prima dello smembramento della Cecoslovacchia

Una famosa cartolina di propaganda, in cui gli abitanti dei Sudeti ringraziano il Führer per l'annessione <_<

petronius B)

post-206-1164316332_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Veramente interessante! Non vedo l'ora di leggere il resto!

(Petronius verrà ricordato dai posteri come il creatore della numismatic-novela? :D

Modificato da rob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pgl
Una famosa cartolina di propaganda, in cui gli abitanti dei Sudeti ringraziano il Führer per l'annessione

La foto l'hai presa da qualche sito su Internet o la cartolina l'hai tu.

Sei collezionista anche di cartoline? Solo per curiosità.

Interessante. Continua così e grazie. Pgl

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

La foto è mia; la collezione di WWII comprende, oltre a banconote (il nucleo più consistente della collezione) e monete, anche cartoline di propaganda; cartoline di altro genere non ne colleziono.

Prima o poi aggiungerò anche medaglie e decorazioni.

Per il momento è tutto, tra un'ora parto per Veronafil :D ci sentiamo al mio ritorno, spero di avere qualche pezzo interessante da mostrare.

ciao.

petronius B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×