Jump to content
IGNORED

Carlo Felice - 3 Centesimi 1826 TO (L)


Recommended Posts

Buongiorno a tutti,

vorrei gentilmente chiederVi un parere sulla conservazione di questa moneta da 3 centesimi di Carlo Felice del 1826 Torino (L).

Grazie in anticipo a tutti coloro che interverranno.

 

IMG_20170602_144331 (640x480).jpg

IMG_20170602_144313 (640x486).jpg

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Secondo me al BB+ non arriva..

Queste monete hanno un bordo molto alto che permette ai rilievi di conservarsi facilmente, ma i segni nei campi e sui bordi la penalizzano

Rimane comunque una bella moneta che la troppo bella foto fa notare le imperfezioni....

Link to comment
Share on other sites


Il 2/6/2017 at 15:51, Martin_Zilli dice:

BB

Anche BB+

 

Il 2/6/2017 at 22:48, savoiardo dice:

Secondo me al BB+ non arriva..

Queste monete hanno un bordo molto alto che permette ai rilievi di conservarsi facilmente, ma i segni nei campi e sui bordi la penalizzano

Rimane comunque una bella moneta che la troppo bella foto fa notare le imperfezioni....

 

Il 3/6/2017 at 09:33, galaad dice:

d'accordo con Savoiardo... la prima foto non consentiva un'analisi così precisa!

Un ringraziamento a tutti per il parere fornito.

E' una moneta che da tempo ho in programma di sostituire e che sicuramente sostituirò in futuro, ma devo dire che dovrei forse rivederla con un po' più di benevolenza.

L'ho sempre valutata poco meglio di MB, intorno all'MB/BB.

Mi pare comunque di capire che la moneta a vostro avviso raggiunge la valutazione di BB pieno giusto?

Vorrei poi porvi una domanda in merito al verde rame: come si può intravedere dalle foto stanno iniziando a fare capolino sulla moneta alcune ossidazioni di verde rame.

Io sono sempre stato contrario a toccare le monete e le loro patine però, trattandosi di un tipo di ossidazione che potrebbe andare a rovinare la moneta, cosa mi consigliereste di fare?

La richiesta non è tanto per questo esemplare che comunque è abbastanza vissuto ma, principalmente, per l'1 centesimo (sempre di Carlo Felice) in conservazione SPL+/qFDC dove ho notato che si è formata una macchia scura preludio di questo tipo di ossidazione.  

 

 

 

Edited by AlbertoVA
Link to comment
Share on other sites


con la foto "ingrandita", al max qBB. Per le macchie verdi odiose, quando sono evidenti e la moneta non è di valore, io passo (su consiglio di un vecchio negozio di numismatica) un poco di grafite (punta di matita), ma solo per eliminare il brutto aspetto estetico... nessuno mi ha mai saputo dire se è una fesseria o meno...

ciao

galaad

15 minuti fa, AlbertoVA dice:

 

 

Un ringraziamento a tutti per il parere fornito.

E' una moneta che da tempo ho in programma di sostituire e che sicuramente sostituirò in futuro, ma devo dire che dovrei forse rivederla con un po' più di benevolenza.

L'ho sempre valutata poco meglio di MB, intorno all'MB/BB.

Mi pare comunque di capire che la moneta a vostro avviso raggiunge la valutazione di BB pieno giusto?

Vorrei poi porvi una domanda in merito al verde rame: come si può intravedere dalle foto stanno iniziando a fare capolino sulla moneta alcune ossidazioni di verde rame.

Io sono sempre stato contrario a toccare le monete e le loro patine però, trattandosi di un tipo di ossidazione che potrebbe andare a rovinare la moneta, cosa mi consigliereste di fare?

La richiesta non è tanto per questo esemplare che comunque è abbastanza vissuto ma, principalmente, per l'1 centesimo (sempre di Carlo Felice) in conservazione SPL+/qFDC dove ho notato che si è formata una macchia scura preludio di questo tipo di ossidazione.  

 

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Su queste monete non toccare nulla..

Se mantenute in collezione l'ossidazione non si aggrava, calcola che l'ossido mangia il rame quindi tolto quello esce il "buco"

Se poi ti danno proprio fastidio a volte basta anche uno stuzzicadenti, ma rischi comunque grattando anche solo leggermente di grattare anche la patina vicino con conseguente danno estetico...

Edited by savoiardo
Link to comment
Share on other sites


Il 5/6/2017 at 00:26, savoiardo dice:

Su queste monete non toccare nulla..

Se mantenute in collezione l'ossidazione non si aggrava, calcola che l'ossido mangia il rame quindi tolto quello esce il "buco"

Se poi ti danno proprio fastidio a volte basta anche uno stuzzicadenti, ma rischi comunque grattando anche solo leggermente di grattare anche la patina vicino con conseguente danno estetico...

Grazie mille per il parere, come mi consigli non farò nulla.

Il dubbio mi era venuto solo perché molto dispiaciuto nel vedere il "declino" della moneta da 1 centesimo che invece era ancora in ottimo stato di conservazione.

In merito invece al non aggravamento della problematica ti devo purtroppo contraddire perché la moneta da 1 centesimo era stata acquistata 15 anni fa ancora con rame rosso e senza quella macchia.

Purtroppo il monetiere dove è stata tenuta la collezione è rimasto troppi anni in un luogo non adatto alla conservazione delle monete in rame (moltissimi esemplari che mi ricordo erano in rame rosso ora non lo sono più...)

Niente...vorrà dire che sostituirò anche quella...

Grazie ancora a tutti

Edited by AlbertoVA
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.