Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
gpittini

Bronzo celtico danubiano

Inviato (modificato)

DE GREGE EPICURI

A VR ho trovato, in un piccolo lotto, anche questo bronzo di 6,6 g., al quale inizialmente non avevo prestato attenzione, forse per la sua conservazione mediocre. In realtà, è abbastanza ben leggibile. Al D, una testa molto grande verso dx (esce in parte dal tondello), con barba e capelli fluenti; può richiamare uno Zeus, benchè sia abbastanza rozzo.  Al rovescio, un cavaliere verso destra, di qualità nettamente celtica, sotto al quale una scritta: O-pi greco- ?-OIT.   L'insieme fa pensare all'imitazione bronzea di monete macedoni di Filippo 2°; dunque, una moneta celtica di area danubiana o pannonica. Non ho grandi cataloghi in questo campo, ma proverò a cercare. Mi date una mano? Direi che il diritto ricorda molto la moneta bronzea postata da Aulisio nella discussione "Storia di un cavallo" al post 7; ma il rovescio è diverso.

PIC_4483.png

PIC_4485.png

Modificato da gpittini
Piace a 3 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Credo che si tratti di un'emissione celto-tracica imitativa delle monete bronzee di Odessos, colonia di Mileto sul Mar Nero, l'odierna Varna, in Bulgaria.

Il prototipo ha al dritto la testa di Zeus ed al rovescio un cavaliere che reca una cornucopia che é stato interpretato come una divinità locale o come un "thracian rider" (SNG Pushkin Museum 2014). La legenda in esergo al rovescio é OΔHΣITΩN e di solito é presente anche un monogramma tra le zampe del cavallo. 

Di questa moneta esistono due principali serie imitative, una in bronzo, come il prototipo, ed una, di modulo più piccolo, in piombo, prodotte da popolazioni celtiche stanziatesi in Tracia.  

Sia il prototipo che le emissioni imitative sono databili al 3° sec. a.C.

Qui due esemplari in piombo:

5946365a8e2bf_FullSizeRender(1).thumb.jpg.1888b91b4182f29e94e5a2721ce938f1.jpg59463652e915a_FullSizeRender(2).thumb.jpg.46bec614896110c6a7f9ae9f1a2e9f43.jpg

Questa invece é un'imitazione della serie bronzea:

GAE19D.jpg.e2bbef95381622092e5749067b8056e1.jpgGAE19R.jpg.3657bb736ec84e7228bef3649214eb85.jpg

Le caratteristiche lateniane sono evidentissime, soprattutto al dritto, con un motivo, quelle "immagini nascoste" così frequenti in alcune emissioni celtiche, dalla Bretagna ai Carpazi.

GAE19Dbis.jpg.be6737fc3663aa47526418cf4d50a127.jpg

PS

Non l'avevo messa in "Storia di un cavallo" perché in effetti non si tratta di un'imitazione di Filippo II

Modificato da g.aulisio
aggiunto PS
Piace a 5 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DE GREGE EPICURI

Bellissima l'immagine della seconda testa nascosta (quella verso sinistra). Io come immagine nascosta conoscevo solo il "cocq  de Bracquemont", ne hai qualcun' altra sotto mano?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sottomano ho questa (Storia di un cavallo #3 per le notizie) :

Capture.thumb.PNG.de7cc87180305980c882d80ceea299e4.PNG

Quanto alla imitazione di Odessos credo che ci sia ben altro da scoprire oltre ai due visi: tutti i segni che compongono la testa sono piuttosto strani. Non mi sorprenderebbe affatto se mettendocisi con un po' di pazienza vi si scoprissero un po' di animali... Cosa che non ho mai fatto per mancanza di tempo. Anche la tua comunque ha le stesse caratteristiche, nonché doppia pupilla.

Sul tema delle molteplicità delle teste c'é un articolo, piuttosto interessante, che devo ritrovare. 

Intanto aggiungo questo della Fischer, piuttosto recente, sul tema (tra l'altro) delle "figure nascoste". Non avevo tempo e l'ho fotografato invece di scansionarlo, ma dovrebbe risultare comunque leggibile.

IMG_0496.thumb.JPG.60b78282995fd8a75f570723d476559a.JPG

IMG_0498.thumb.JPG.ade12f482ff33753da2bbc97617f7f02.JPG

IMG_0499.thumb.JPG.191ae6b4c566a57a16b0cd1f05fef532.JPG

IMG_0500.thumb.JPG.42839a522ba44a09e3d179924acb4919.JPG

IMG_0501.thumb.JPG.bb7dad5f7b97c4bca6b7286b7c574d1a.JPG

IMG_0502.thumb.JPG.8aea32728f92ae72646f06f094cfe0f6.JPG

IMG_0503.thumb.JPG.1eb95649bff5c8119f513e2b6b17eedc.JPG

IMG_0504.thumb.JPG.a487b6e6ea514937ee1354553859f929.JPG

 

 

Piace a 4 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Interessantissimo l'articolo della Fischer sulle figure nascoste. Per cortesia posso sapere da che raccolta è stato tratto? Grazie, un saluto cordiale. D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Coinage in the Iron Age: Essays in Honour of Simone Scheers. Edito da Spink nel 2009.

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2 hours ago, g.aulisio said:

Coinage in the Iron Age: Essays in Honour of Simone Scheers. Edito da Spink nel 2009.

Appena ordinato... Grazie per la segnalazione. Un saluto cordiale, D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?