Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Risposte migliori

Acqvavitus

Buongiorno a tutti amanti delle Napoletane, volevo mostrarvi questa significativa e rappresentativa piastra di Ferdinando IV, considerata da qualcuno una fra le più belle del mondo.

Datemi un vostro parere così approfondiamo meglio.

Grazie a tutti.

 

IMG_20170705_115931.jpg

IMG_20170705_115842.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus

Scusatemi, mi accorgo ora di aver sbagliato sezione, se qualcuno gentilmente vuol spostare lo ringrazio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus

@Acqvavitus

I profili del tipo del R/ sono ancora molto evocativi. Purtroppo i dettagli son andati. Il D/ mi pare un po' piallato. Chissà perché a Ferdinando IV non piacquero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus
6 minuti fa, Gallienus dice:

@Acqvavitus

I profili del tipo del R/ sono ancora molto evocativi. Purtroppo i dettagli son andati. Il D/ mi pare un po' piallato. Chissà perché a Ferdinando IV non piacquero.

Che cosa intendi per "piallato"? Io penso sia usura centrale.

Comunque a questo proposito vorrei fare una domanda rivolta a tutti che volevo far da molto tempo: se noi lasciassimo una moneta, di grosso modulo, sotto un peso, diciamo di un paio di chili per mezzo secolo cosa succederebbe? Niente o avremmo un abbassamento dei rilievi? È una domanda che mi sono sempre chiesto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus

Adesso però un po' di storia, anche per rispondere al quesito di @Gallienus:

 

Questa moneta fu voluta dai reali di Napoli mostrati al diritto con i busti accollati: FERDINANDVS IV. ET MARIA CAROLINA...per salutare/festeggiare/commemorare il loro ritorno al regno dopo il viaggio in Ungheria. 

Nel mese di agosto del 1790 Ferdinando IV e la consorte Maria Carolina accompagnano le figlie Maria Teresa e Maria Luisa a Vienna andate in sposa a Napoli per procura con i figli del Gran Duca Leopoldo, gli Arciduchi d’Austria Francesco e Ferdinando. Maria Teresa diventerà Imperatrice d’Austria e Maria Luisa Amalia Gran Duchessa di Toscana La traduzione della leggenda al rovescio "Voti Assolti per il Felice Ritorno dei Sovrani." ne celebra il ritorno a Napoli dei regnanti. Don Basile appaltatore per la moneta di argento e di rame fece preparare a sue spese i conii. Antonio Planelli presentò i primi saggi a Novembre chiedendo l’autorizzazione a proseguire la coniazione. A Ferdinando IV non piacquero e ne fece sospendere la coniazione ma non fece ritirare quanto già coniato. In tutto furono coniate solo 9.476 pezzi. Per tipologia unica e dai rilievi marcati è una delle monete di Ferdinando IV maggiormente ricercate.

 

Lo stile della moneta è ancora baroccheggiante, il rovescio annuncia l'ambiente neoclassico...ma "con calma e senza fretta". :)

Lo stile neoclassico pieno e maturo non è scevro da qualche rigidità delle figure e da una certa freddezza, alcuni lo trovano gelido...in pratica una "cover" del classicismo greco, poi romano. Nel rovescio del pro fausto, invece, Partenope che sacrifica sull'altare è ancora resa con linee morbide, mentre il Sebeto che guarda all'indietro, dallo scorcio della moneta, rammenta schemi propriamente barocchi, se non naturalistici. Tutta la raffigurazione del rovescio di questa moneta è composta e gradevole...trasmette quiete e calore, storico ed umano.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus

Il rovescio della moneta sopra postata -  in gergo chiamata brevemente "pro fausto..." tra i collezionisti e gli appassionati delle coniazioni napoletane - è l'immagine forte e bellissima della moneta e rappresenta il golfo di Napoli sullo sfondo, in poche parole il posto più bello del mondo facendo una media di diversi profili: geologico, storico, paesagistico, archeologico, artistico, climatico, marittimo.

Un posto assolutamente "magico e sacro", fuori dal tempo e da qualunque moda e tendenza.

Al centro il Vesuvio domina la scena con il famoso pennacchio di fumo, ricordiamoci che il vulcano è attivo ed è considerato uno dei più pericolosi al mondo, attesa la densità umana che si è stanziata alle sua falde e sino al mare e che verrebbe purtroppo coinvolta da una inauspicata ripresa in grande stile dell'attività vulcanica.

In primo piano vediamo a sinistra il fiume Sebeto (il fiume scomparso di Napoli e che sino al periodo della coniazione della moneta in esame era ancora riconoscibile per ampi tratti del percorso). Il Sebeto alla sinistra tiene una pala...simbolo della capacità dei fiumi di scavare il proprio letto e di farsi largo fino al mare. Sulla destra la sirena Partenope che sacrifica su un'ara, questo gesto ha molteplici significati:

- esplicitamente in festeggiamento e in ringraziamento del ritorno dei reali a Napoli da cui ci si attende abbondanza e progresso;

- simbolicamente per calmare le ire del vulcano sempre incombente;

- storicamente in auspicio della grandezza e della felicità della città di Napoli.

Sullo scorcio a destra vediamo il mare della baia o, meglio, del golfo di Napoli frequentato da imbarcazioni.

 

Racchiudere un'intera città, in modo esplicito e sufficiente, incidendo un campo monetale non è cosa facile: la resa sarebbe insoddisfacente anche in un modulo ampio come quello di questa piastra.

Quindi in questo caso gli incisori hanno ovviato alle difficoltà rappresentando il mito della storia di Napoli e gli elementi più peciuliari della città...a far data sin dal lontano IX secolo a.C.

Come mai il Re non apprezzò questa moneta presentatagli dalla zecca e ne revocò la coniazione? Eppure la moneta è molto bella e dotata al rovescio di rilievi scenici di grande significato.

Proprio questo fu il problema.

I Borbone erano legati a raffigurazioni in linea con il loro potere, tese ad evidenziare la regalità, il lignaggio: stemmi del casato e...celebrazione del potere.

La moneta, in linea con una tradizione millenaria, nelle monarchie e nel potere assoluto è un mezzo anche celebrativo e di propaganda teso ad enfatizzare il potere. I Borbone, peraltro, non erano degli illuminati.

In questa moneta il rovescio non ha nulla di celebrativo nella dimensione regale, in quanto celebra Partenope e gli elementi fondanti la città millenaria.

Vesevo, Sebeto, Partenope, il mare...tutti elementi che richiamano la storia della città e della cultura partenopea: ben prima e ben oltre i Borbone.

Quindi, in quanto tali, testimoniano che Napoli è più grande ed è eterna...in qualche modo basta a se stessa con i suoi miti e può anche fare a meno della monarchia spagnola che, per molti versi, poteva essere d'impaccio al compiersi di una parabola storica e culturale di prim'ordine e di levatura mondiale.

Non sappiamo se l'acume storico di re ferdinando e la cultura del sovrano fossero tali da suggerire tali aspetti alla visione della moneta...forse la cosa fu suggerita da componenti della corte o da collaboratori.

Forse la cosa fu semplicemente intuita dal sovrano.

Fatto è che la coniazione fu interrotta.

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

odjob

Pur sempre un bel pezzo di storia!!

Collezionabilissima questo 120 Grana

Salutoni

odjob 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

min_ver

Ciao Acquavitus

purtroppo niente vacanze quest'anno. 😟

La moneta postata ha una grande valenza storica. Questo esemplare in particolare mi sembra un MB. Diciamo che c'è di meglio: l'usura è evidente, la patina non è granché e presenta anche graffi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Martin_Zilli
Supporter

I dettagli più profondi sono ancora ben visibili. A mio parere un MB pieno.

Con certe monete non si può essere troppo schizzinosi a meno che non si voglia spendere un capitale.

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico
22 minuti fa, Martin_Zilli dice:

Con certe monete non si può essere troppo schizzinosi a meno che non si voglia spendere un capitale.

 

Bravo martin, proprio così!

questa non è la classica moneta decimale del secondo '800, dove i diversi millesimi offrono una certa opportunità di trovare il giusto compromesso qualità/prezzo. Questa è già una tipologia rara con un unico millesimo, e già a trovarlo bb  il prezzo si impenna senza tanti complimenti. Moneta particolare quindi, molto: il portafogli è pesantemente legato a queste monete, che anche in queste conservazioni sfiorano o superano (dipende dal venditore) anche i 200€... che non son bruscolini.

Che ci sia di meglio è indubbio, ma all'atto pratico, chi affronta  la (non indifferente) spesa, deve fare tante altre valutazioni più importanti. 

Personalmente, preferisco molto più una moneta come questa, ad una decimale con molti compromessi che non arrivi al bb.

Quindi, nonostante la conservazione modesta, complimenti perché è uno degli acquisti più ostici da affrontare nella monetazione del re nasone pre '800.

 

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

min_ver
23 minuti fa, ilnumismatico dice:

Bravo martin, proprio così!

questa non è la classica moneta decimale del secondo '800, dove i diversi millesimi offrono una certa opportunità di trovare il giusto compromesso qualità/prezzo. Questa è già una tipologia rara con un unico millesimo, e già a trovarlo bb  il prezzo si impenna senza tanti complimenti. Moneta particolare quindi, molto: il portafogli è pesantemente legato a queste monete, che anche in queste conservazioni sfiorano o superano (dipende dal venditore) anche i 200€... che non son bruscolini.

Che ci sia di meglio è indubbio, ma all'atto pratico, chi affronta  la (non indifferente) spesa, deve fare tante altre valutazioni più importanti. 

Personalmente, preferisco molto più una moneta come questa, ad una decimale con molti compromessi che non arrivi al bb.

Quindi, nonostante la conservazione modesta, complimenti perché è uno degli acquisti più ostici da affrontare nella monetazione del re nasone pre '800.

 

Mi è stato chiesto un parere sulla moneta, non valutarne il rapporto qualità/prezzo in base al mercato.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus
49 minuti fa, ilnumismatico dice:

Bravo martin, proprio così!

questa non è la classica moneta decimale del secondo '800, dove i diversi millesimi offrono una certa opportunità di trovare il giusto compromesso qualità/prezzo. Questa è già una tipologia rara con un unico millesimo, e già a trovarlo bb  il prezzo si impenna senza tanti complimenti. Moneta particolare quindi, molto: il portafogli è pesantemente legato a queste monete, che anche in queste conservazioni sfiorano o superano (dipende dal venditore) anche i 200€... che non son bruscolini.

Che ci sia di meglio è indubbio, ma all'atto pratico, chi affronta  la (non indifferente) spesa, deve fare tante altre valutazioni più importanti. 

Personalmente, preferisco molto più una moneta come questa, ad una decimale con molti compromessi che non arrivi al bb.

Quindi, nonostante la conservazione modesta, complimenti perché è uno degli acquisti più ostici da affrontare nella monetazione del re nasone pre '800.

 

Grazie @ilnumismatico, ottimo commento!

Su di una cosa dissentisco però: sulla valutazione! 200 euro mi sembrano un po' pochino anche secondo il tuo ragionamento, non credi? Qui dobbiamo andare intorno agli 800 di euri!! Per una BB si parla già di 2000 e se saliamo di un pochettino anche a 4000.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sirlad
22 minuti fa, Acqvavitus dice:

Grazie @ilnumismatico, ottimo commento!

Su di una cosa dissentisco però: sulla valutazione! 200 euro mi sembrano un po' pochino anche secondo il tuo ragionamento, non credi? Qui dobbiamo andare intorno agli 800 di euri!! Per una BB si parla già di 2000 e se saliamo di un pochettino anche a 4000.

 @Acqvavitus, 800 euro per una piastra pro fausto in Mb, ma stai scherzando e chi te li da?

Non devi guardare le quotazioni dei cataloghi che sono fuorvianti, questa moneta è molto difficile da reperire soltanto nelle conservazioni medio-alte, allora si che i prezzi schizzano alle stelle (anche oltre il prezzo del catalogo).

Saluti

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

Non colleziono napoletane (ho solo qualche chicca), ma questo esemplare, vista la particolare tipologia, mi sembra piu' che degno...

Come detto sopra esemplari migliori si possono anche trovare, ma con grande difficoltà e non certo a prezzi di saldo ...

Per quanto riguarda i prezzi mi pare che 200 eurucci per questo esemplare sia una chimera... o sbaglio ?

 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico
16 minuti fa, Acqvavitus dice:

Grazie @ilnumismatico, ottimo commento!

Su di una cosa dissentisco però: sulla valutazione! 200 euro mi sembrano un po' pochino anche secondo il tuo ragionamento, non credi? Qui dobbiamo andare intorno agli 800 di euri!! Per una BB si parla già di 2000 e se saliamo di un pochettino anche a 4000.

Scusa, non ho il range di prezzi, e cmq su di una variabile siamo tranquillamente d'accordo: non è una moneta che si trova di meglio con tanta facilità...

 

49 minuti fa, min_ver dice:

Mi è stato chiesto un parere sulla moneta, non valutarne il rapporto qualità/prezzo in base al mercato.

Francamente non capisco perchè tu mi abbia citato, visto che come te ho dato semplicemente un mio parere, motivandolo per di più con quelle che sono requisiti fondamentali per reperirlo: il costo. Ho fatto il paragone con le decimali non per chiamarti in causa, ma per far capire meglio il punto.
Che allargo per chiarezza: Potrei asserire che c'è di meglio per uno scudo comune di VEII in MB, dove con poco più di soldini riesci a trovarne di meglio senza tanti problemi. Ma per certe tipologie, tipo questa per l'appunto, asserire che ci sia di meglio di un MB e non tenere conto del prezzo, è come asserire che ci sia di meglio guardando una semplice utilitaria, pensando di paragonarla ad un'audi A3.
Questa è una moneta costosa che anche in questa conservazione, non parliamo di uno Spl (asta varesi 66, un esemplare secondo me tra il BB/Spl ed il qSpl fece 2800 + diritti) costa, e si suda a pagarla già solo se non è stata pulita.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sirlad

Nonostante la rarità di questa piastra, comunque non è poi così difficile trovare esemplari in bassa conservazione a prezzi ragionevoli, tipo 200-300 euro al massimo.

Io ne ho visti diversi in bassa conservazione a quelle cifre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico
4 minuti fa, Sirlad dice:

 @Acqvavitus, 800 euro per una piastra pro fausto in Mb, ma stai scherzando e chi te li da?

Non devi guardare le quotazioni dei cataloghi che sono fuorvianti, questa moneta è molto difficile da reperire soltanto nelle conservazioni medio-alte, allora si che i prezzi schizzano alle stelle (anche oltre il prezzo del catalogo).

Saluti

Gentile Sirlad,

Eviterei di parlare di prezzi, perchè ogni volta che lo si fa, poi si genera qualche malumore.
Per questo motivo sono stato VOLUTAMENTE basso (anche troppo) economicamente parlando.
Come già detto, è una moneta davvero rara, e già in questa conservazione ha il suo bel costo; Che poi sia più o meno, magari non ci interessa, ma tutta la mia disquisizione sulle monete decimali era proprio per far capire che questa, è una di quelle monete particolari, costosa a prescindere, e le conservazioni medio alte sono un fulmine a ciel sereno, e ce ne vuole per vederle...

Spero di aver chiarito con questo ancora meglio quale potrebbe essere la giusta chiave di lettura di questa moneta: Difficile, sia tecnicamente che (sottinteso) economicamente parlando.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sirlad

@ilnumismatico, ho parlato di prezzi unicamente perchè era stato chiesto un parere dall'utente @acqvavitus, francamente non vedo quale tipo di "malumori" si possano generare.

Poi sono d'accordo con te che questo nummo non si vede tutti i giorni, ma, a mio parere, è particolarmente raro soltanto in conservazioni medio-alte.

Per le basse conservazioni il valore commerciale è, più o meno, quello che ho detto nel post sopra.

Saluti

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Ciao Aquarius, se ti fa piacere per un confronto ti posto un mio esemplare ....

img206.jpg

img208.jpg

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus
2 ore fa, Sirlad dice:

Nonostante la rarità di questa piastra, comunque non è poi così difficile trovare esemplari in bassa conservazione a prezzi ragionevoli, tipo 200-300 euro al massimo.

Io ne ho visti diversi in bassa conservazione a quelle cifre.

Buongiorno sirlad, pian piano cerco di rispondere a tutti. Non era mia intenzione tirar fuori la questione economica perché ogni volta che lo si fa, come giustamente dice @ilnumismatico, sorgono dei litigi!

Ti dico solo una cosa però che questa moneta è rara anche nelle conservazioni basse, o sbaglio @francesco77? Se sei veramente sicuro di quello che dici fammi sapere ( in privato) chi è che fa questi prezzi perché restituisco subito questa piastra e con i soldi recuperati ne prendo almeno 3! Io personalmente sono almeno da 4-5 anni che cerco di prenderne una decente con un range contenuto è non ci sono mai riuscito.

Avrai quindi capito che la piastra in questione non è stata pagata uno sproposito ma è stata pagata bei soldini e sacrifici e mi accontento della conservazione.

Modificato da Acqvavitus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus
49 minuti fa, francesco77 dice:

Ciao Aquarius, se ti fa piacere per un confronto ti posto un mio esemplare ....

img206.jpg

img208.jpg

Molto bella Francesco. Un bel esemplare.

Devo fare però un commento sulle mie foto che ho fatto personalmente.

@min_ver, mi dici che la patina non è un gran che invece è stupenda.....sotto ad una fonte luminosa tende all'iridescente e dal vivo sembrerebbe che non sia stata pulita. Peccato per quei graffi al dritto ma ti posso dire che dal vivo sono poco visibili ed è la foto che li ha ingigantiti.

Per quanto riguarda la conservazione la moneta non è stata periziata ma è stata giudicata meglio che MB che per quanto mi riguarda ci sta.

Volevo giusto capire bene se il "meglio di MB" poteva calzare ma forse servirebbero foto migliori?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Oggigiorno un buon MB va sui 600 euro. A 200-300 euro ci saranno anche ma in condizioni davvero pessime o con bordi limati e appiccagnoli divelti, a 200 euro si può prendere un buon MB del tipo Soli Reduci e non Pro Fausto che è più rara.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×