Jump to content
IGNORED

Due Carlini Romani 1795: un restauro complesso.


claudioc47
 Share

Recommended Posts

Alcuni mesi fa ho acquistato questo 2 carlini romani Pio Vi. Anche se in condizioni alquanto critiche, da un attento esame alla lente, ho avuto la sensazione che avesse delle buone potenzialità di recupero.

 

595cd88e1603f_2carliniromani1793Dr.thumb.jpg.432d804322d5328fdbd95f294635f26d.jpg595cd8917d185_2carliniromani1793Rv.thumb.jpg.8eea10ebc08136b4efb8acfd44f8a1c6.jpg

Ho iniziato il lungo iter di restauro e dopo un mese la moneta presentava già un certo miglioramento.

595cd8a0c710c_Duecarlini(1mese).thumb.JPG.5c355a159c478b461db0225d017b5928.JPG

 

Al secondo mese, ho iniziato l'opera di restauro al microscopio stereoscopico, e dopo otto ore di vera e propria "microchirurgia", questo è il risultato finale.

DSCN3253.thumb.JPG.9b2d096d6fafaf9eb62b5d4076aecc5f.JPGDSCN3254.thumb.JPG.1601ed0f47b96883174aaa39e4dc6aa9.JPG

 

595cd8bab46b8_LogoA.D.-Copia.jpg.1660691628488609c929a10811c13654.jpg595cd8c13b391_logosicilia-Copia.jpg.7e4cbc1a7e59d4cfe4512381bc1a8a20.jpg

Edited by rcamil
Data nel titolo
  • Like 5
Link to comment
Share on other sites

Awards

ora lasciagli prendere  un pò di patina . peccato per quella strisciata in alto.

Link to comment
Share on other sites


4 minuti fa, dux-sab dice:

ora lasciagli prendere  un pò di patina . peccato per quella strisciata in alto.

Per quella, purtroppo, non ho potuto fare nulla.

 

595cdd3805e33_LogoA.D.-Copia.jpg.4e8414f59818506838dd51d74e17ba59.jpg595cdd3e96365_logosicilia-Copia.jpg.4ef1b0f39d8d472e5218523c06719400.jpg

 

 

Link to comment
Share on other sites

Awards

Sinceramente io l'avrei lasciata così com'era perchè il rovescio era meglio prima...

Comunque, io se fossi in te per rimuovere il verde gli farei fare un bagnetto nell'olio di oliva. Giusto per provare a rimuovere quella specie di ossidazione.

Link to comment
Share on other sites


15 minuti fa, monetiere dice:

Sinceramente io l'avrei lasciata così com'era perchè il rovescio era meglio prima...

Comunque, io se fossi in te per rimuovere il verde gli farei fare un bagnetto nell'olio di oliva. Giusto per provare a rimuovere quella specie di ossidazione.

Diciamo che quella "specie di ossidazione" è un'ossidazione, e visto quello che è uscito fuori togliendola, se l'avessi lasciata così come era non avrebbe fatto una bella fine. L'ossidazione cammina e si mangia tutto. Di bagni ne ho fatti di diversi tipi e hanno ammorbidito l'ossidazione, ma non l'hanno eliminata e per quello che sono ricorso al bisturi. Sinceramente la preferisco così che come prima, ma questi sono gusti personali.

 

595ce411c2c9c_LogoA.D.-Copia.jpg.2987f7d5a155068409b8900f6b0aa94d.jpg595ce419733bb_logosicilia-Copia.jpg.5c154093238a058d39dcdd846c47472d.jpg

Link to comment
Share on other sites

Awards

Anche se generalmente sono contrario ai ritocchi sulle monete, in questo caso hai fatto bene a togliere l'ossidazione. Concordo con te @claudioc47, anche a me piace più come è adesso, rispetto a come era prima.

Saluti

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Bel lavoro !

Mi è sempre piaciuto mettere mano alle monete con l'intento di "salvarle", qualche volta mi è andata bene, altre volte un pò meno...  nel tuo caso trattandosi di mistura, era lecito pensare che le incrostazioni di verderame potessero non riguardare il tondello in profondità, ed in effetti non mi pare di notare crateri lasciati dalla loro eliminazione.

A mio parere la moneta ne ha senz'altro guadagnato.

ciao, RCAMIL.

P.S. La moneta è del 1795 (Muntoni 80 b)

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Caro Claudio,

ottimo lavoro! Non so se il gioco valesse la candela, perché la moneta non è particolarmente pregiata ed il lavoro notevole, però il risultato è molto buono sia esteticamente che didatticamente (a voler significare che è stata una proficua palestra per testare un metodo di pulizia).

La moneta in questione è di "biglione", cioè di bassa lega d'argento (intorno al 200 per mille), e le ossidazioni molte e interessanti. Sembrerebbero malachite piuttosto che "verderame", e mi domando come tu le abbia asportate (facendole "saltar via" con una punta di stuzzicadenti? oppure chimicamente con qualche acidificante blando?, o delicatamente con il coton fioc?). Direi che la moneta è molto più bella ora. Non amo la pulizia, ma questa non è pulizia, è restauro conservativo! Certo l'olio di oliva avrebbe solo unto la moneta. Mi chiedo a quale "strisciata" vi riferiste più sopra.

Link to comment
Share on other sites


32 minuti fa, Giov60 dice:

Caro Claudio,

ottimo lavoro! Non so se il gioco valesse la candela, perché la moneta non è particolarmente pregiata ed il lavoro notevole, però il risultato è molto buono sia esteticamente che didatticamente (a voler significare che è stata una proficua palestra per testare un metodo di pulizia).

La moneta in questione è di "biglione", cioè di bassa lega d'argento (intorno al 200 per mille), e le ossidazioni molte e interessanti. Sembrerebbero malachite piuttosto che "verderame", e mi domando come tu le abbia asportate (facendole "saltar via" con una punta di stuzzicadenti? oppure chimicamente con qualche acidificante blando?, o delicatamente con il coton fioc?). Direi che la moneta è molto più bella ora. Non amo la pulizia, ma questa non è pulizia, è restauro conservativo! Certo l'olio di oliva avrebbe solo unto la moneta. Mi chiedo a quale "strisciata" vi riferiste più sopra.

Concordo, well done! ??

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


31 minuti fa, Giov60 dice:

Caro Claudio,

ottimo lavoro! Non so se il gioco valesse la candela, perché la moneta non è particolarmente pregiata ed il lavoro notevole, però il risultato è molto buono sia esteticamente che didatticamente (a voler significare che è stata una proficua palestra per testare un metodo di pulizia).

La moneta in questione è di "biglione", cioè di bassa lega d'argento (intorno al 200 per mille), e le ossidazioni molte e interessanti. Sembrerebbero malachite piuttosto che "verderame", e mi domando come tu le abbia asportate (facendole "saltar via" con una punta di stuzzicadenti? oppure chimicamente con qualche acidificante blando?, o delicatamente con il coton fioc?). Direi che la moneta è molto più bella ora. Non amo la pulizia, ma questa non è pulizia, è restauro conservativo! Certo l'olio di oliva avrebbe solo unto la moneta. Mi chiedo a quale "strisciata" vi riferiste più sopra.

Ciao Giovanni. Grazie, sì il lavoro l'ho fatto più per palestra che per altro, ma, come tu sai, a me piace molto lavorare al microscopio, deformazione da gemmologo, ma ne è valsa la pena, sono molto soddisfatto. Non ho usato acidificanti, la moneta è stata a bagno per due mesi in acqua demineralizzata con ricambio giornaliero, e questo ha portato via una piccola parte delle incrostazioni, poi ho fatto un bagno in soluzione satura di sale, e questo ha ammorbidito un po' le incrostazioni che anche secondo me erano di malachite, e poi al microscopio lavorando a 40X, ho usato un mini bisturi con grande delicatezza, bisogna avere mano molto ferma e movimenti molto controllati, e questo è stato il risultato. La strisciata è a dx del triregno, ma ho controllato proprio adesso è solo un leggerissimo avvallamento del metallo, non dovuto al mio intervento.

Un caro saluto

 

595d402d4a7b4_LogoA.D.-Copia.jpg.cac862ccc95c54249f946dde1d6934f8.jpg595d40329fda8_logosicilia-Copia.jpg.8b12c27d3d1f99995b7c92e9fbb73c6a.jpg

Link to comment
Share on other sites

Awards

Anche lavori che possono sembrare banali, ad alcuni addirittura dannosi, se ci si mette la passione come il nostro amico Claudio sicuramente dimostra diventano piccole opere d'arte, che danno soddisfazione. 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


41 minuti fa, giulira dice:

Quasi quasi ti mando qualche monetuzza mia, per fare lo stesso lavoro :)

Prima inviami delle foto (anche in pvt), così vedo come stanno

 

595e1188b648c_LogoA.D.-Copia.jpg.c991be2636a9dbaea44743e2cf60453b.jpg595e118f1f679_logosicilia-Copia.jpg.a0578b1bd13098e3ba6c11db2c29de8a.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Awards

Un applauso alla precisione di @claudioc47, probabilmente frutto di una formazione professionale-  sulle gemme - in cui l'approssimazione è inconcepibile. E così deve essere anche in numismatica, perché questa è una SCIENZA e rigoroso deve essere l'approccio ad essa, sia dal punto di vista storico che da quello concreto del restauro.

Complimenti per il bel lavoro, a maggior ragione meritevole di approvazione dal momento che ha riguardato un pezzo non di grande valore economico, cosa che ne fa risaltare ulteriormente il carattere di tutela e valorizzazione del bene storico e non meramente di speculazione commerciale.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


@Gallienus grazie. Devo dire che anche prima che diventassi gemmologo, l'approssimazione non faceva parte del mio carattere, poi gli studi scientifici hanno completato l'opera!   Il mondo dell'infinitamente piccolo mi ha sempre affascinato ed il poterlo applicare alla numismatica, mia ultima passione, crea un connubio che porta a questi risultati. Ora sto lavorando su un'altra moneta e a restauro ultimato pubblicherò i risultati, certo ridare vita o bellezza a monete che in apparenza sembrano destinate a un declino inesorabile, mi dà grande soddisfazione.

 

595e2d57de581_LogoA.D.-Copia.jpg.949a1ba425da6c7d61c07e1bc4e499da.jpg595e2d5e05ff8_logosicilia-Copia.jpg.a32385c5bbd930576e7c94294fa80a98.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Awards

  • 2 weeks later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.