Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Diera

Classificazione...amatoriale!

Risposte migliori

Diera

Buongiorno a tutti! Da completo neofita della numismatica mi sorge una domanda spontanea. La mia collezione è molto variegata ma composta per lo più da monete comuni o circolanti. Ho cominciato certosinamente a catalogarle per stato, anno etc.. La domanda che mi pongo è la seguente: esiste un metodo pratico che permetta di discriminare, anche a grandi linee, lo stato di conservazione di una moneta? Se è un argomento già trattato qualche buon'anima può indirizzarmi al topic giusto? Grazie mille!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sirlad

Se per "discriminare" lo stato di conservazione di una moneta, intendi un metodo pratico per attribuirle un "grading", la mia risposta è no, non esiste.

Per stabilire il giusto grado di conservazione di una moneta, ci vuole solamente tanta esperienza, infatti ci sono i periti numismatici che oltre a garantire l'autenticità, dovrebbero essere in grado di attribuire anche il giusto grado di conservazione.

Vedrai poi che quando avrai visto tante monetine, anche tu avrai sviluppato delle conoscenze numismatiche, che ti aiuteranno molto nell'attribuzione del corretto stato di conservazione del nummo.

Saluti

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Diera

Che peccato, sarebbero state comode delle linee guida per capire il "grading" delle mie monete!

Grazie mille per la risposta, non mancherò di ampliare le mie conoscenze numismatiche in maniera tale da riuscire nella mia ordalia!

Saluti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Afranio_Burro
1 minuto fa, Diera dice:

Che peccato, sarebbero state comode delle linee guida per capire il "grading" delle mie monete!

Grazie mille per la risposta, non mancherò di ampliare le mie conoscenze numismatiche in maniera tale da riuscire nella mia ordalia!

Saluti!

Ci sono, basta che fai un giro su internet o sfogli un catalogo come il Gigante. Sono comunque linee guida indicative, la valutazione della conservazione si basa molto sull'esperienza e sulla percezione personale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cinna74

Buongiorno. Vero è che per arrivare a valutare correttamente lo stato di conservazione di una moneta bisogna avere esperienza. È necessario vederne tante e conoscere le peculiarità di ogni singola emissione.
Per cominciare ad approcciarsi con la terminologia e le definizioni inerenti al grading può essere utile cominciare ad informarsi alla seguente pagina internet.
https://it.wikipedia.org/wiki/Conservazione_%28numismatica%29?wprov=sfla1
Spero ti sia utile.
Buona lettura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rintintin
Supporter

Buongiorno, il catalogo francese "Le Franc" (equivalente per i Franchi dal 1700 all 2001 del Gigante/Montenegro/...) ha per ogni emissione i criteri per la gradazione della conservazione (TB, TTB, SUP, SPL, FDC)

online ci sono 32 pagine da vedere:

http://flips.cgb.fr/lefranc10/

saluti

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

prtgzn

Tanto per fare un esempio: normalmente sulle 100 lire Minerva il primo sguardo finisce sulla rosetta che c'è sul petto di Minerva. Se questa è bella, visibile senza segni di usura, si percepisce che la conservazione è alta diciamo FDC. Un'altra 100 lire, con le stesse caratteristiche, cioè rosetta "nuova" dovrebbe essere FDC, invece vediamo che ci sono segni nel campo, il bordo ha qualche colpetto, per cui a parità di parametri (rosetta integra) la conservazione è inferiore. E' solo l'esperienza e la visione di tante monete e alle volte di qualche fregatura (moneta acquistata per SPL, quando è forse BB), che ti insegnano a dare un grado di conservazione abbastanza vicino al reale. Comunque qui nel forum puoi vedere tante monete che sono state giudicate da persone, anche se non sono periti numismatici, molto esperte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

laguardiaimperial

Buongiorno, a proposito di stato di conservazione, mi capita a volte di guardare le trasmissioni della Bolaffi e ho notato che loro usano una scala percentuale per indicare lo stato di conservazione. Senza entrare nel merito dell'azienda e dei prezzi che applica, cosa ne pensate di questo sistema?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Diera
6 ore fa, Cinna74 dice:

Buongiorno. Vero è che per arrivare a valutare correttamente lo stato di conservazione di una moneta bisogna avere esperienza. È necessario vederne tante e conoscere le peculiarità di ogni singola emissione.
Per cominciare ad approcciarsi con la terminologia e le definizioni inerenti al grading può essere utile cominciare ad informarsi alla seguente pagina internet.
https://it.wikipedia.org/wiki/Conservazione_%28numismatica%29?wprov=sfla1
Spero ti sia utile.
Buona lettura.

Grazie, scusate la risposta tardiva (la pagnotta va guadagnata, temo)! Non mancherò di leggere e capire!

1 ora fa, rintintin dice:

Buongiorno, il catalogo francese "Le Franc" (equivalente per i Franchi dal 1700 all 2001 del Gigante/Montenegro/...) ha per ogni emissione i criteri per la gradazione della conservazione (TB, TTB, SUP, SPL, FDC)

online ci sono 32 pagine da vedere:

http://flips.cgb.fr/lefranc10/

saluti

 

 

Grazie mille! Darò un'attenta occhiata!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tm_NPZ
20 ore fa, prtgzn dice:

E' solo l'esperienza e la visione di tante monete e alle volte di qualche fregatura (moneta acquistata per SPL, quando è forse BB), che ti insegnano a dare un grado di conservazione abbastanza vicino al reale. Comunque qui nel forum puoi vedere tante monete che sono state giudicate da persone, anche se non sono periti numismatici, molto esperte.

Questo riassume molto bene il senso di tutta la discussione: serve molta pratica :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tm_NPZ
20 ore fa, laguardiaimperial dice:

Buongiorno, a proposito di stato di conservazione, mi capita a volte di guardare le trasmissioni della Bolaffi e ho notato che loro usano una scala percentuale per indicare lo stato di conservazione. Senza entrare nel merito dell'azienda e dei prezzi che applica, cosa ne pensate di questo sistema?

Secondo me, se utilizzato con serietà, è un buon sistema. Non sarà preciso come quello americano, ma rende bene l'idea.

In ogni caso, si continua per la maggiore ad utilizzare il classico sistema con FDC, SPL, BB ecc. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus
20 ore fa, laguardiaimperial dice:

Buongiorno, a proposito di stato di conservazione, mi capita a volte di guardare le trasmissioni della Bolaffi e ho notato che loro usano una scala percentuale per indicare lo stato di conservazione. Senza entrare nel merito dell'azienda e dei prezzi che applica, cosa ne pensate di questo sistema?

Quello che pensava il rag. Fantozzi della corazzata Potemkin.

Lo stato di conservazione di una moneta dipende da un ventaglio assai ampio di fattori che già è quasi impossibile tradurre in termini descrittivi, è pertanto risibile l'idea di tradurla in freddi numeri che indicano presunte percentuali di integrità.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus
2 minuti fa, Tm_NPZ dice:

Secondo me, se utilizzato con serietà, è un buon sistema. Non sarà preciso come quello americano, ma rende bene l'idea.

In ogni caso, si continua per la maggiore ad utilizzare il classico sistema con FDC, SPL, BB ecc. :)

Se ricordo bene tu collezioni pezzi contemporanei: per tipologie simili di monete il sistema americano (o bolaffiano) può andar bene. Per monete pre-XIX secolo è però del tutto insensato.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

laguardiaimperial
16 minuti fa, Gallienus dice:

Se ricordo bene tu collezioni pezzi contemporanei: per tipologie simili di monete il sistema americano (o bolaffiano) può andar bene. Per monete pre-XIX secolo è però del tutto insensato.

Effettivamente la Bolaffi usa quel sistema anche per le monete greche e romane. Inizialmente a me ha dato l'idea di essere un sistema più intuitivo del tradizionale, quantomeno per i totali neofiti, ma alla fine della fiera, non essendo accompagnato da descrittori specifici, crea confusione. Io che non sono espertissimo, e tanto meno sono esperto di monetazione greca e romana antica, quando mi sono trovato ad osservare alla televisione dei pezzi che erano catalogati, ad esempio, al 35%, francamente ho fatto fatica a farmi un'idea del metro di valutazione. Anche perché 5 minuti dopo lo stesso sistema viene utilizzato per un marengo, e dubito che si possa usare uno stesso metro di giudizio per 2 monete che si passano 2000 anni

Modificato da laguardiaimperial

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×