Jump to content
IGNORED

Gregorio XIII anno santo 1575


Claudius
 Share

Recommended Posts

Ciao, ehh niente, avete scatenato la mia fantasia e allora mi son fatto un piccolo regalo di natale, niente di che, nè come costo nè come conservazione.

Testone di Greg XIII, con un profilo "abbastanza" riconoscibile. La parte interessante è la porta santa del Giubileo del 1575. Ho raccolto qualche informazione interessante. E' considerato il primo Giubileo Moderno. Il Papa lastricò strade, organizzò alberghi (calmierando i prezzi di foresterie e di botteghe alimentari), annullò il carnevale, istituì pene gravissime per chiunque avesse ingiuriato o molestato i pellegrini, vietò la prostituzione per le strade, istruì preti e istituzioni perchè il Giubileo e il pellegrinaggio ai luoghi santi avessero una dimensione "spirituale", rese obbligatorio, nel circuito del Giubileo, la visita alle "memorie apostoliche", quindi di fatto metteva San Paolo sullo stesso livello di San Pietro. Inoltre ideò la "muratura" della Porta Santa e il rituale del Papa muratore. Nota di cronaca, il martello santo si spezzò durante la cerimonia e ferì il Papa alla mano.

Per altre cose fu un Papa intransigente, assolutista e spietato. Crudele inquisitore e feroce anti-semina 

gregorio-XIII-testone.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Ciao @Claudius

Occhio perché se ti prende la febbre per le papali, rischi di non guarire più;)!

In merito alla tua moneta, la può classificare come Munt. 33 var. E' giustissimo e condivido quanto detto da Gionata: la tua moneta è stata molto verosimilmente tosata: il peso normale per un testone di questo tipo è compreso tra i 9,30-9,50 grammi... 

Ti riporto il link ad una discussione dedicata alla monete Giubilari, in cui se vuoi potrai trovare tante belle monete sull'argomento!

In merito a Gregorio XIII, è vero quello che scrivi, ma bisogna anche ricordare che è considerato uno dei pontefici più importanti e rilevanti dell'età moderna, non solo per quella che è stata la sua azione ecclesiastica, ma anche sotto il profilo storico: basti ricordare che è proprio grazie a questo pontefice bolognese che oggi abbiamo il calendario così come lo conosciamo!;)

Qui a seguire invece, alcune note tratte da Wikipedia, ad integrazione di quanto da te riportato relativamente al Giubileo.

Nella Chiesa cattolica il Giubileo è l'anno della remissione dei peccati, della riconciliazione, della conversione e della penitenza sacramentale. Il Giubileo, comunemente, viene detto "Anno Santo", non solo perché si inizia, si svolge e si conclude con solenni riti sacri, ma anche perché è destinato a promuovere la santità di vita. Il Giubileo può essere: ordinario, se legato a scadenze prestabilite; straordinario, se viene indetto per qualche avvenimento di particolare importanza.

Il Giubileo ha origine dalla tradizione ebraica che fissava, ogni 50 anni, un anno di riposo della terra (con lo scopo pratico di rendere più forti le successive coltivazioni), la restituzione delle terre confiscate e la liberazione degli schiavi, questo affinché non ci fossero comunque il troppo ricco o il troppo povero (Levitico, 25, 8 e sgg.). Per segnalare l'inizio del Giubileo si suonava un corno di ariete, in ebraico jobel, da cui deriva il termine cristiano Giubileo. Gesù cita esplicitamente un testo del profeta Isaia che segna così l'ingresso del tema giubilare nel Nuovo Testamento. Gesù infatti, recatosi a Nazareth, entra nella sinagoga e legge una pagina di Isaia che proclama "l'anno di grazia del Signore" (Luca, 4, 18-19; Isaia 61, 1-2). Un evento che anticipò e predisse il Giubileo fa parte più della leggenda che della storia: la cosiddetta "Indulgenza dei Cent'anni". Non esistono documenti del XII o XIII secolo al riguardo, ma fonti del 24 dicembre 1299 riportano come masse di pellegrini, a conoscenza di una leggendaria "Indulgenza Plenaria" che si sarebbe ottenuta al capodanno del secolo nuovo, cioè nel passaggio da un secolo all'altro, muovessero verso Roma fin dentro l'antica basilica di San Pietro per ottenere la remissione completa di tutte le colpe. Né il Papa dell'epoca, Bonifacio VIII, né i prelati sapevano nulla di questa usanza, ma memorie del cardinale Jacopo Caetani degli Stefaneschi nel documento De centesimo sive Jubileo anno liber parlano di un vecchio di 108 anni che, interrogato da Bonifacio, asserì che 100 anni prima, il 1º gennaio 1200, all'età di soli 7 anni, assieme al padre si sarebbe recato innanzi a Innocenzo III per ricevere l'"Indulgenza dei Cent'Anni". Nonostante la testimonianza di questo centenario esista, non abbiamo fonti coeve a Innocenzo o più antiche che testimonino di quest'usanza (per la quale Innocenzo è l'unico papa menzionato), né di altre indulgenze simili.

Un altro evento che precorse davvero, per certi versi, il Giubileo, non si sa se ispirato a sua volta alla diceria dell'indulgenza dei cent'anni, fu la Perdonanza istituita da Papa Celestino V: il 29 settembre 1294 con la Bolla del Perdono egli stabilì che recandosi nella chiesa di Santa Maria di Collemaggio nella città dell'Aquila, tra il 28 ed il 29 agosto, veniva concessa l'indulgenza plenaria a tutti i confessati e pentiti. La Perdonanza, che si ripete tuttora, ha in comune con il Giubileo l'indulgenza in cambio del pellegrinaggio.

Pochi anni dopo il successore di Celestino, papa Bonifacio VIII, istituì il primo Giubileo con la Bolla Antiquorum habet fida relatio emanata il 22 febbraio 1300 (che all'epoca era computato ancora 1299 e a circa un mese dal capodanno secondo l'uso ab incarnatione, che cadeva il 25 marzo), ispirandosi a un'antica tradizione ebraica di cui non esisteva traccia in quella cristiana se non nella leggenda dell'Indulgenza dei Cent'anni. Con questa bolla si concedeva l'indulgenza plenaria a tutti coloro che avessero fatto visita trenta volte, se erano romani, e quindici se erano stranieri[5], alle Basiliche di San Pietro e San Paolo fuori le mura, per tutta la durata dell'anno 1300; questo Anno Santo si sarebbe dovuto ripetere in futuro ogni cento anni.

Nel 1350 Papa Clemente VI, per parificare l'intervallo a quello del Giubileo ebraico, decise di accorciare la cadenza a 50 anni. In seguito l'intervallo fu abbassato a 33 anni daUrbano VI, periodo inteso come durata della vita terrena di Gesù, e ulteriormente ridotto a 25 anni durante i papati di Niccolò V e di Paolo II.

Alcuni Pontefici hanno anche proclamato degli Anni Santi straordinari, al di fuori di questa scadenza. Ad esempio, Pio XI l'8 aprile del 1933 concesse il 24º Giubileo in occasione della ricorrenza centenaria della Redenzione. Nella sua bolla Quod nuper si bandisce l'anno santo, esaltando la pace. Giovanni Paolo II indisse un Anno Santo straordinario nel1983, in occasione del 1950º anniversario della Morte e Risurrezione di Cristo.

Papa Benedetto XVI ha anche proclamato l'Anno Paolino, uno speciale anno giubilare dal 28 giugno 2008 al 29 giugno 2009, dedicato all'apostolo Paolo di Tarso, in occasione del bimillenario della nascita del santo (collocata dagli storici tra il 7 e il 10 d.C.).

L'ultimo Anno Santo ordinario è stato il Grande Giubileo del 2000, mentre il prossimo sarà nel 2025.

Il 13 marzo 2015 Papa Francesco ha indetto un Giubileo straordinario a 50 anni dalla fine del Concilio Vaticano II, con inizio l'8 dicembre 2015 e fine il 20 novembre 2016.

 

Esattamente il Giubileo ordinario dura un anno più alcuni giorni, infatti inizia con il Natale precedente (25 dicembre) e termina con l'Epifania successiva (6 gennaio). Il giubileo del 2015/2016 indetto da Papa Francesco dura dall'8 dicembre 2015 al 20 novembre 2016.

Il rito più conosciuto del Giubileo è l'apertura della porta santa: si tratta di una porta che viene aperta solo durante l'Anno santo, mentre negli altri anni rimane murata. Hanno una porta santa le quattro basiliche maggiori di Roma: San Pietro, San Giovanni in Laterano, San Paolo fuori le mura e Santa Maria Maggiore. Il rito della porta santa esprime simbolicamente il concetto che, durante il Giubileo, è offerto ai fedeli un "percorso straordinario" verso la salvezza.

L'inizio ufficiale del Giubileo avviene con l'apertura della porta santa della basilica di San Pietro. Le porte sante delle altre basiliche vengono aperte nei giorni successivi. In passato la porta veniva smurata parzialmente prima della celebrazione, lasciando un diaframma che il Papa rompeva con un martelletto; quindi gli operai completavano la demolizione. In occasione del Giubileo del 2000, invece, il papa Giovanni Paolo II ha introdotto un rito più semplice e immediato: il muro è stato rimosso in anticipo lasciando solo la porta chiusa, che il papa ha aperto spingendo i battenti.

Le porte sante rimangono aperte (a parte la normale chiusura notturna) fino al termine dell'Anno santo, quindi vengono murate di nuovo.

Michele

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


grazie @ZuoloNomisma e @sixtus78,

perchè i grossi nominali in argento venivano tosati? Le febbri per fortuna mi son passate da un pezzo :) adesso non ho più un interesse specifico. Arrivi ad un punto in cui non puoi più proseguire, vuoi per ragioni eonomiche, vuoi perchè ciò che ti interessa, o ti manca, o che vorresti, ha livelli di rarità impensabili per un comune mortale. Quindi vago dove trovo cose che mi stimolano la fantasia.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Il 21/12/2017 alle 17:53, Claudius dice:

perchè i grossi nominali in argento venivano tosati? 

Per recuperare un pò di argento fraudolentemente... qualche decigrammo a moneta.

Il tutto fino all'invenzione dei contorni lavorati, durante il pontificato di Clemente XII (era il 1735), per quanto riguarda le emissioni pontificie dal giulio a salire.

Ciao, RCAMIL.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.