Jump to content
IGNORED

RIC


melchiorre
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti, vedo spesso che nel forum di identificazione monete, quando viene postata una richiesta di ID per una moneta romana viene sempre indicato il numero del RIC.

Esempio: RIC 184c; C 107.

Qualcuno potrebbe indicarmi come poter consultare questo catalogo e a cosa corrisponde: 184c e C107? Sono tipo le coordinate delle pagine di questo archivio?

Grazie mille e buon anno!

Link to comment
Share on other sites


27 minuti fa, melchiorre dice:

Salve a tutti, vedo spesso che nel forum di identificazione monete, quando viene postata una richiesta di ID per una moneta romana viene sempre indicato il numero del RIC.

Esempio: RIC 184c; C 107.

Qualcuno potrebbe indicarmi come poter consultare questo catalogo e a cosa corrisponde: 184c e C107? Sono tipo le coordinate delle pagine di questo archivio?

Grazie mille e buon anno!

Parlando di monete imperiali romane, RIC sta per Roman Imperial Coinage, ed è appunto l'opera di riferimento principale per questa monetazione. I numeri servono per catalogare le diverse monete: la RIC1 è una moneta, la RIC2 un'altra e così via. Le lettere (1a-b-c, ecc.) indicano le varianti

Edited by Afranio_Burro
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


ciao @melchiorre

alcuni si trovano...

i volumi sono 10 ... 

 

l'indicazione di solito è RIC + numero romano per indicare il volume + lettera se il volume è in più parti + nome dell'imperatore (o zecca se il libro è diviso per zecche) + numero progressivo delle monete censite per quel regnante

 

solo il volume 10 è numerato in senso progressivo da 1 a n e non ripete i numeri pur coprendo diversi regnanti

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Roman_Imperial_Coinage

 

la C che citi (C107)  è riferita al catalogo Cohen -- e dà quindi un doppio riferimento...uno al RIC e uno al Cohen in questo caso...

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Description_historique_des_monnaies_frappées_sous_l'Empire_romain

 

saluti

Edited by Poemenius
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Ok, quindi se ho capito bene, il RIC è un insieme di volumi.

Per ogni regnante riparte il RIC da 1 quindi, esempio: RIC 100 Vespasiano è la centesima moneta di quel regnante e non del volume in generale.

Prendo un'immagine da google come esempio per altri approfondimenti (magari serve anche ad altri novizi assoluti come me):

La prima colonna indica il numero del RIC, la seconda il metallo utilizzato, la terza il tipo di moneta (asse, sesterzio et cetera), quarta colonna dritto, quinta rovescio con una consonante a pedice che ne indica la rarità da c1(comune) a c3(molto comune), s di scarso e r1(raro)-r3(molto raro), ultima colonna notes che non ho capito bene...

Per avere un'idea di quantità una moneta R1 è da considerarsi conosciuta per una ventina di esemplari? (leggo da wikipedia)

vesp.png

Link to comment
Share on other sites


le rarità vanno prese con le molle e valutate volume per volume... se "sfogli" virtualmente lamoneta troverai molti post in cui si parla delle rarità...

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.