Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
cori

GC PICCOLE(meraviglie)

Recommended Posts

cori

Argento

7mm.

0,37 gr.

D/Leone

R/Scorpione

...incredibile di cosa erano capaci gli incisori...

arco

Share this post


Link to post
Share on other sites

15x60

...incredibile di cosa erano capaci gli incisori...

179664[/snapback]

Davvero............molto bella ed altrettanto interessante. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

danielealberti

Si, sono piccole meraviglie, monete però difficilmente identificabili a causa della mancanza d leggenda si riescono qualche volta ad attribuire a delle città con il confronto con "tipi" sucessivi.

Direi moneta molto interessante la tua, presenta già un immagine coniata su entrambe i lati ma anche l'arcaicità delle prime emissioni, a mio avviso si colloca storicamente tra i primi tentativi di utilizzo del conio di martello avvenuto infatti nelle città ioniche.

lele

Share this post


Link to post
Share on other sites

miglio81

Direi un ottimo esemplare, difficile vederli così ben conservati.

Come dice Lele il fatto che sia stata battuta da entrambi i lati è sintomo di un periodo tardo arcaico, forse prima metà del V° secolo.

Questo dovrebbe essere un emiolo che in alcuni riferimenti è segnalato con incertezza, alla zecca di Mylasa in Caria.

http://www.coinarchives.com/a/lotviewer.ph...ucID=90&Lot=745

E' possibile che questa moneta abbia un "legame" con la zecca di Mileto in Ionia, per questo anche da te segnalata:

nel periodo precedente, nel VI secolo a.C. Mileto fu una delle prime, se non la prima, a coniare le prime monete con disegno da entrambe i lati, e in questo periodo la zecca produceva una serie in elettro con la stessa iconografia e con nominali minimi, frazioni dello statere.

http://www.coinarchives.com/a/lotviewer.ph...cID=89&Lot=1096

Questa potrebbe essere anche la tua in argento, assegnata alla zecca di Mileto

http://www.coinarchives.com/a/lotviewer.ph...cID=75&Lot=1368

Share this post


Link to post
Share on other sites

cori
Direi un ottimo esemplare, difficile vederli così ben conservati.

Come dice Lele il fatto che sia stata battuta da entrambi i lati è sintomo di un periodo tardo arcaico, forse prima metà del V° secolo.

Questo dovrebbe essere un emiolo che in alcuni riferimenti è segnalato con incertezza, alla zecca di Mylasa in Caria.

http://www.coinarchives.com/a/lotviewer.ph...ucID=90&Lot=745

E' possibile che questa moneta abbia un "legame" con la zecca di Mileto in Ionia, per questo anche da te segnalata:

nel periodo precedente, nel VI secolo a.C. Mileto fu una delle prime, se non la prima, a coniare le prime monete con disegno da entrambe i lati, e in questo periodo la zecca produceva una serie in elettro con la stessa iconografia e con nominali minimi, frazioni dello statere.

http://www.coinarchives.com/a/lotviewer.ph...cID=89&Lot=1096

Questa potrebbe essere anche la tua in argento, assegnata alla zecca di Mileto

http://www.coinarchives.com/a/lotviewer.ph...cID=75&Lot=1368

179884[/snapback]

Ciao miglio...per lo stile mi sembra che assomigli di più a quella del primo link...

http://www.coinarchives.com/a/lotviewer.ph...ucID=90&Lot=745

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giano

ma bronzi di questo tipo ce ne sono?

se si...mi postate un link?

grazie mille

complimenti è bellissima e particolarissima la moneta!!! :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

cori
ma bronzi di questo tipo ce ne sono?

se si...mi postate un link?

grazie mille

complimenti è bellissima e particolarissima la moneta!!! :)

180188[/snapback]

Ciao Giano,

se intendi "incusi" della Caria....ho visto solo monete in argento...il Bronzo é stato preso in considerazione solo nei secoli successivi...

È interessante vedere invece la quantità di monete incerte in argento, coniate nel V secolo a.C. con incusi di vario genere...

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites

miglio81

Concordo, derivando da tutta quella monetazione che teoricamente è partita dalla Lydia, originariamente in elettro, poi in oro e argento.

In pochissimo tempo tutto si è diffuso a macchia d'olio nelle prime emissioni delle città greche, come Mileto, Phokaia, Cizico, Mitilene e in tutte le zecche dell'Asia Minore dell'epoca arcaica, sempre con lo stesso processo partito dall'elettro e poi evolutosi nella coniazione parallela di oro ed argento, magari con sistemi ponderali diversi (come Cizico, statere di 16 grammi), ma molto simili.

Il bronzo fece breccia nella monetazione coniata in epoca classica. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

danielealberti

Come dice miglio le monete nacquero in elettro per poi essere prodotte sotto Re Creso del regno di Lidia in argento ed oro, per ulteriori informazioni vai sui manuali, nuovo lavoro " La nascita della moneta"

lele

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.