Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
chersoblepte

Ancora monete bizantine

Risposte migliori

chersoblepte

Qui presento le altre due monete di cui parlavo nell'altra discussione.

La prima, un pezzo da 16 nummi di Giustiniano (SB 175), è quella che mi ha lasciato più perplessità: chiedo a voi con maggior esperienza il vostro parere sull'autenticità generale della moneta, a parte la patina, che mi pare sia palesemente artificiale, di color arancio brillante, che ho provato ad eliminare con l'alcool (per poi porla immediatamente in acqua demineralizzata) con discreti risultati solo al diritto.

Qualora la moneta fosse "buona", cosa mi consigliereste per eliminare del tutto questa patina fasulla?

Ecco il diritto...

post-1130-1166134071_thumb.jpg

post-1130-1166134079_thumb.jpg

Modificato da chersoblepte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte

L'ultimo è un follis che non sono riuscito ad identificare: il venditore lo attribuiva (se non ricordo male) a Costantino VII e Zoe, ma non sono riuscito a trovarlo sul Sear.

Non conoscendo per nulla questa monetazione, ancora più tarda rispetto alle altre monete mostrate, vi ringrazio nuovamente sin da ora per i vostri interventi su classificazione ed autenticità ;).

post-1130-1166134398_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

yafet_rasnal

Entrambe buone. La prima e' stata pulita coll'acido e quella roba arancione che trovi sono i residui di questa operazione.

Per la seconda il venditore ha preso un grosso abbaglio. E' un follis di Giustino II (nell'immagine anche la moglie Sofia), zecca di Costantinopoli, prima officina, SB360

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte

Riguardo la seconda, credo d'aver fatto un po' di confusione :huh: con una moneta che dovrei ricevere in questi giorni: probabilmente il venditore non proponeva alcuna identificazione per la moneta... ti ringrazio molto per la precisa classificazione ;).

Circa la prima, invece, volevo chiederti: è normale che nei punti dove sono riuscito a liberarla da quella colorazione arancione, la moneta appaia grigia, invece del solito color rame tipico delle monete spatinate? Può essere anche questa una causa dell'acido? Cosa consigli per eliminarne completamente i residui?

Infine, potresti indicarmi il significato dei segni al rovescio? I ed S credo che stiano a segnalare il valore della moneta (16 nummi), ma A e P?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

yafet_rasnal

Vado a memoria. AISP sta per IS=16 e AP e' la parte iniziale di una parola greca che indicava il nummo. Quindi AISP tradotto e' appunto 16 nummi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte

Grazie ancora yafet, come sempre precisissimo ;).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×