Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
O'trebla

Argentei e silique...

Risposte migliori

O'trebla
Supporter

Nella mia infinita ignoranza ho alcuni quesiti da porre agli esperti...

Intanto che differenza c'è tra un argenteo ed una siliqua? O sono due modi per chiamare la stessa cosa?

Poi qual era la percentuale di emissione rispetto alle monete di metalli non nobili?

Immagino bassa viste le quotazioni alte che normalmente contraddistinguono le monete di argento dell epoca.

Chiedo tutto ciò perché comincio a desiderare una bella Siliqua ma non ne so nulla...

Grazie infinite a chi vorrà rispondere.

Modificato da O'trebla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Xenon97

Ciao O'trebla! Provo a rispondere alla prima domanda. Per argenteo si intende una qualsiasi moneta di argento. La siliqua, invece, è una tipologia di moneta di argento romana coniata per la prima volta nel periodo di Costantino. Per la seconda domanda non so proprio rispondere visto che sono ancora un po' ignorante! XD

Come prima siliqua ti consiglio una di Costanzo II perché ce ne sono tante in vendita e alcune a prezzi abbordabili. Spero che sono stato d'aiuto! A presto! :D

Xenon97 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

O'trebla
Supporter

Sei stato assolutamente di aiuto, grazie.

Spero intervenga anche qualcun'altro in quanto è un argomento che mi interessa molto.

Per esempio un altra cosa che mi chiedo è: fino a che epoca sono state coniate silique?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

piccola precisazione... con il termine "siliqua" si identificano monete d'argento da Costantino I in poi .... monete che non si sono mai chiamate "siliqua" (che invece è il nome di una unità di peso...il carato) che non sappiamo in che rapporto erano con il solido....

con il termine "argentei" si identificano le monete di "argento buono" coniate su uno standard simile al denario del I secolo aC  durante il periodo tetrarchico.

domani vi segnalo qualche articolo specifico,  ma fin da subito consiglio la lettura degli articoli di Carlà

saluti

Alain

Modificato da Poemenius
  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Xenon97

Di nulla! A questa nuova domanda che hai postato ti posso rispondere. Le silique sono state emesse dai bizantini, e da alcuni regni romano - barbarici, fino al V-VI secolo. :)

@Poemenius Quindi "siliqua" non è il vero nome della moneta? Questa non la sapevo! E come mai è stato scelto questo nome? :I 

Modificato da Xenon97
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

O'trebla
Supporter
6 minuti fa, Poemenius dice:

piccola precisazione... con il termine "siliqua" si identificano monete d'argento da Costantino I in poi .... monete che non si sono mai chiamate "siliqua" (che invece è il nome di una unità di peso...il carato) che non sappiamo in che rapporto erano con il solido....

con il termine "argentei" si identificano le monete di "argento buono" coniate su uno standard simile al denario del I secolo aC  durante il periodo tetrarchico.

domani vi segnalo qualche articolo specifico,  ma fin da subito consiglio la lettura degli articoli di Carlà

saluti

Alain

Grazie a tutti, comincio ad avere le idee un po' più chiare.

Per quanto riguarda la rarità e il fatto che fossero utilizzate e non solo di status si sa qualcosa?

Immagino che la plebe non disponesse di monete in argento nel quarto secolo.

O sbaglio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

la riassumo....

il solido d'oro è una moneta pesante 24 semi di carrubo , detti carati o silique, che pesano circa 0,2 g scarsi ... più o meno 0,19 g.. stabilmente e sono poco soggetti all'umidità, quindi utili per essere usati come pesi minimi

a un certo punto, circa nel 1800, si capì che in un dato momento probabilmente per 1 solido ci volevano 24 monete d'argento di quelle costantiniano da 2,25 gr circa .... quindi se ne servivano 24 per comprare un solido...perché non chiamarle silique?

ecco... ce lo portiamo ancora appresso... 

consiglio quindi...pochi ma utili:

Adelson 1958 Silver currency and values in the early Byzantine Empire - Datato ma utile per capire il resto

Carlà, sistema monetario in età tardoantica

Carlà, l'oro nella tarda antichità

 

 

 

Modificato da Poemenius
  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

O'trebla
Supporter
12 ore fa, Poemenius dice:

la riassumo....

il solido d'oro è una moneta pesante 24 semi di carrubo , detti carati o silique, che pesano circa 0,2 g scarsi ... più o meno 0,19 g.. stabilmente e sono poco soggetti all'umidità, quindi utili per essere usati come pesi minimi

a un certo punto, circa nel 1800, si capì che in un dato momento probabilmente per 1 solido ci volevano 24 monete d'argento di quelle costantiniano da 2,25 gr circa .... quindi se ne servivano 24 per comprare un solido...perché non chiamarle silique?

ecco... ce lo portiamo ancora appresso... 

consiglio quindi...pochi ma utili:

Adelson 1958 Silver currency and values in the early Byzantine Empire - Datato ma utile per capire il resto

Carlà, sistema monetario in età tardoantica

Carlà, l'oro nella tarda antichità

 

 

 

Grazie mille, soprattutto per il consiglio suo testi..

Me li procurero' perché l argomento è intrigante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

leop
Il 12/3/2018 alle 23:29, Xenon97 dice:

Ciao O'trebla! Provo a rispondere alla prima domanda. Per argenteo si intende una qualsiasi moneta di argento. La siliqua, invece, è una tipologia di moneta di argento romana coniata per la prima volta nel periodo di Costantino. Per la seconda domanda non so proprio rispondere visto che sono ancora un po' ignorante! XD

Come prima siliqua ti consiglio una di Costanzo II perché ce ne sono tante in vendita e alcune a prezzi abbordabili. Spero che sono stato d'aiuto! A presto! :D

Xenon97 

Scusate, senza voler essere polemico...detta così anche un 500 lire Dante o Caravelle allora è un argenteo...una risposta del genere è da enciclopedia, ma in una sezione di forum dedicata si dovrebbero dare risposte più mirate.

Senza scomodare il Savio o il Bernareggi, anche consultando Wikipedia (https://it.wikipedia.org/wiki/Argenteo)  si trova che un argenteo è, per la monetazione imperiale romana, una moneta nata dalla riforma di Diocleziano nel tentativo di ripristinare l'ormai scomparso denario e un antoniniano con percentuali argentee ormai irrisorie e del tutto fiduciarie, nel tentativo di dare ai romani una vera moneta in argento con fino che si avvicinasse ai primi denari imperiali...

Poi la differenza tra argenteo e siliqua (nonché intuitivamente le date e i protagonisti dell'emissione) si può facilmente intuire guardando un qualsiasi catalogo d'asta online che tratta di monetazione imperiale... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

O'trebla
Supporter
38 minuti fa, leop dice:

Scusate, senza voler essere polemico...detta così anche un 500 lire Dante o Caravelle allora è un argenteo...una risposta del genere è da enciclopedia, ma in una sezione di forum dedicata si dovrebbero dare risposte più mirate.

Senza scomodare il Savio o il Bernareggi, anche consultando Wikipedia (https://it.wikipedia.org/wiki/Argenteo)  si trova che un argenteo è, per la monetazione imperiale romana, una moneta nata dalla riforma di Diocleziano nel tentativo di ripristinare l'ormai scomparso denario e un antoniniano con percentuali argentee ormai irrisorie e del tutto fiduciarie, nel tentativo di dare ai romani una vera moneta in argento con fino che si avvicinasse ai primi denari imperiali...

Poi la differenza tra argenteo e siliqua (nonché intuitivamente le date e i protagonisti dell'emissione) si può facilmente intuire guardando un qualsiasi catalogo d'asta online che tratta di monetazione imperiale... 

Ma...io mi interesso di monete romane da trent anni e non ho ancora del tutto capito la differenza tra un argenteo ed una siliqua, sarò tonto...eppure bastava Wikipedia..

Che dire chiedo scusa per la domanda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

And08
Supporter
35 minuti fa, O'trebla dice:

Ma...io mi interesso di monete romane da trent anni e non ho ancora del tutto capito la differenza tra un argenteo ed una siliqua, sarò tonto...eppure bastava Wikipedia..

Che dire chiedo scusa per la domanda.

In realtà questa discussione è stata molto utile anche a me, se non altro anche per la bibliografia citata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius
1 ora fa, leop dice:

Poi la differenza tra argenteo e siliqua (nonché intuitivamente le date e i protagonisti dell'emissione) si può facilmente intuire guardando un qualsiasi catalogo d'asta online che tratta di monetazione imperiale... 

purtroppo in un qualsiasi catalogo trovi delle semplificazioni che dal punto di vista numismatico sono a volte aberranti...mi permetto...

se l'identificazione del cosiddetto argenteo è parzialmente semplice, parzialmente perché poi dovremmo parlare degli argentei di Licinio, l'identificazione della "siliqua" e di tutte quelle monete che con tanta fantasia vengono definite ottavi, sedicesimi, trentaduesimi etc, è tutt'altro che facile.

la domanda è numismaticamente appropriata quindi e la risposta non è semplice... a meno che non si voglia semplificare ed appiattire il discorso, allora mi fermo, perché a me interessa il discorso numismatico, non tanto "l'etichetta" da appioppare ad una moneta ....

se a una persona sta bene definire "siliqua" tutte le monete in argento da Costantino in poi e definire argenteo tutte le monete in argento da Diocleziano a Licinio circa, va benissimo...ma questa non è una risposta né corretta né esaustiva

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Poemenius

ultima nota.... 

che quasi tutte le monete in argento venissero poi dette "nummus argenteus" o qualcosa di simile... beh, è proprio così ... per molti e molti secoli, se ben ricordo, già in Ammiano, ed ancora in Paolo Diacono ... dovrei verificare, ma a memoria è proprio così...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Xenon97
3 ore fa, leop dice:

Scusate, senza voler essere polemico...detta così anche un 500 lire Dante o Caravelle allora è un argenteo...una risposta del genere è da enciclopedia, ma in una sezione di forum dedicata si dovrebbero dare risposte più mirate.

Senza scomodare il Savio o il Bernareggi, anche consultando Wikipedia (https://it.wikipedia.org/wiki/Argenteo)  si trova che un argenteo è, per la monetazione imperiale romana, una moneta nata dalla riforma di Diocleziano nel tentativo di ripristinare l'ormai scomparso denario e un antoniniano con percentuali argentee ormai irrisorie e del tutto fiduciarie, nel tentativo di dare ai romani una vera moneta in argento con fino che si avvicinasse ai primi denari imperiali...

Poi la differenza tra argenteo e siliqua (nonché intuitivamente le date e i protagonisti dell'emissione) si può facilmente intuire guardando un qualsiasi catalogo d'asta online che tratta di monetazione imperiale... 

Assolutamente nulla di polemico e anzi...Ti ringrazio per aver scritto che l'argenteo è una tipologia di moneta romana. Io non sapevo proprio di questa moneta e quindi ho dato la definizione classica di cosa si intende per argenteo. Mi scuso con tutti, in particolare con O'trebla, per aver dato una informazione assolutamente  sbagliata riguardo a questo argomento. Dopotutto sbagliando si impara. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

O'trebla
Supporter
20 minuti fa, Xenon97 dice:

Assolutamente nulla di polemico e anzi...Ti ringrazio per aver scritto che l'argenteo è una tipologia di moneta romana. Io non sapevo proprio di questa moneta e quindi ho dato la definizione classica di cosa si intende per argenteo. Mi scuso con tutti, in particolare con O'trebla, per aver dato una informazione assolutamente  sbagliata riguardo a questo argomento. Dopotutto sbagliando si impara. :D

Ci mancherebbe, discutere fa bene, si imparano cose che prima non si sapevano..penso sia questa la funzione del forum.

Grazie a tutti per gli interventi e in particolare a poemenius per la dritte che mi hanno chiarito diverse cose.:D

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×