Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Legio II Italica

Marmi , una collezione moderna in alternativa agli antichi

Risposte migliori

Legio II Italica

Augusto nel suo testamento spirituale lascio' scritto in un passo delle Res Gestae Divi Augusti che ricevette una Roma di pietra e che alcuni anni prima di morire , quando stilo' il testamento , la lascio' di marmo ; anche Svetonio nella vita di Augusto conferma che Augusto : “iure sit gloriatus marmoreum se relinquere , quam latericium accepisset” , cioe' : “giustamente si glorio' di lasciare di marmo una Citta' ricevuta di mattoni” .

Quindi la trasformazione edilizia di Roma antica dai modesti Tufo e Travertino al piu' raro e nobile Marmo inizio' da Augusto e si puo' affermare che terminasse dopo oltre cinquececento anni quando inizio' la spoliazione degli antichi edifici per edificarne di alternativi , utilizzando gli antichi Marmi ; materiali marmorei di Roma che non solo servirono come enorme cava a cielo aperto per la Citta' stessa in fase di trasformazione edilizia , ma che servi' anche per l' edilizia di numerose Citta' italiane ed anche estere .

Oggi avere una collezione privata di frammenti di Marmi antichi e' vietata dalla legge perche' sono considerati al pari dei reperti archeologici , quindi l' alternativa per avere una panoramica seppur parziale della grande bellezza e varieta' di questi Marmi antichi , la maggior parte dei quali sono oggi “estinti” nel senso che le antiche cave sono da tempo esaurite , e' quella di visitare i Musei nei quali gli oggetti in Marmo sono riportati , tramite pulizia e lucidatura , agli antichi splendori . Purtroppo e' molto difficile che nei Musei siano presenti tutte le innumerevoli varieta' di Marmi antichi , termine generico nel quale rientrano anche pietre diverse come natura rispetto al classico Marmo quali i Graniti e altre pietre vulcaniche come i Basalti ; allora come fare , per chi fosse interessato a questa particolare materia dei Marmi antichi , per conoscere tutte le varieta' di questi Marmi usati nella Roma Imperiale per edilizia , per Arte e per oggettistica ? L' alternativa e' visitare i siti archeologici ma in questo caso i Marmi appaiono scoloriti ed ossidati , raramente presentano i bellissimi colori che vediamo nei Musei , oppure andare a visitare Musei di altra natura , non piu' Archeologico bensi' Geologico che conservano antiche collezioni private dei secoli scorsi , presso queste Istituzioni statali o private e' possibile vedere tutte le varieta' di Marmi esistenti nell' antichita' ed utilizzati dai Romani per svariate realizzazioni artistiche ; queste vecchie collezioni di Marmi furono realizzate in tavolette o lastine in belle dimensioni allo scopo di appagare l' occhio o la semplice curiosita' .

Un Museo che contiene una ricca collezione di Marmi antichi in tavolette o lastrine dell' ex Collezione Tommaso Belli , e' il Museo di Geologia presso l' Universita' la Sapienza di Roma , alcune teche sono raffigurate in figura 1 ; altro Museo romano che contiene Marmi antichi in tavolette dell' ex Collezione De Sanctis e' il Museo del Servizio Geologico di Roma in cui due teche sono in figura 2 e 3 ; altro stupendo esempio di utilizzo di Marmi antichi e' questo meraviglioso “divano da salotto” in legno e bronzo il cui sedile e spalliera e' composta da lastrine di Marmi antichi , “divano” che si trova presso il Museo Schifanoia di Ferrara dell' ex Collezione Riminaldi , figura 4 ; infine altre belle cassettiere con Marmi antichi si trovano presso i Musei Capitolini , figure 5 e 6 .

Infine una cassettiera potatile con Marmi antichi del XVIII secolo appartenente ad una antica collezione privata , figura 7 . Concludendo , una collezione privata di Marmi antichi oggi non e' piu' possibile allestire , pero' non tutti i Marmi antichi sono “estinti” , molti si trovano ancora oggi in commercio presso i grandi rivenditori di Marmi che in genere hanno i depositi presso le periferie delle Citta' ; volendo , presso di loro e chiedendo il permesso , si trovano discariche di bellissimi scarti di lavorazione che generalmente fanno prendere senza pagare nulla naturalmente si raccoglie quello che e' disponibile senza badare troppo alla forma del marmo , oppure in alternativa , ma in questo caso pagando , si possono far fare delle piccole tavolette dei Marmi che uno preferisce , come quelle in foto , iniziando cosi' una collezione di Marmi moderni di cui molti uguali agli “antichi”

 

 

DSCN2398.JPG

DSCN2399.JPG

DSCN2400.JPG

DSCN2397.JPG

DSCN2393.JPG

Modificato da Legio II Italica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Figure 6 e 7

DSCN2396.JPG

DSCN2389.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×