Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Illyricum65

Tacito e la FELICITAS SAECVLI

Risposte migliori

Illyricum65

Buongiorno,

è in arrivo dalla Britannia un nuovo antoniniano proveniente dal Langtoft Hoard I. Dopo i due Probus, un Tacitus farà loro compagnia nel vassoio dedicato. Proviene anch’esso dall’Asta Dix Noon and Web (DNW) “Coins from Langtoft Hoard of Third and Fourth Century Roman Coins” tenuta a Londra il 13 marzo 2002 (Lotto 6). Non ho i dati fisici ma una foto di discreta qualità.

Si tratta di un RIC V-1, 24 Lyons, Bastien 102, riportata generalmente come “Comune” :

1192332041_LOKtacitoLions2465.thumb.jpg.911268cc5dff2f4139b7ad0af7dff6a4.jpg

IMP CL TACITVS AVG, busto a destra radiato corazzato e drappeggiato con paludamentum / FELICITAS SAECVLI, Felicitas stante a sinistra, reggente patera su piccolo altare con la mano destra e caduceo lungo nella mano sinistra. C in campo sinistro, stella in quello destro. Maggio-giugno 276. Abbondante presenza di argentatura superficiale residua.

In realtà i più attendi avranno già notato che NON è il classico RIC V 24 Lyons ma una sua variante, con quest’ultima data dalla legenda a rovescio che anziché FELICITAS SAECVLI riporta FELICITAS SAECILI. Nemmeno nella lista dell’hoard apparsa su “Coin hoards from Roman Britain” Volume XII è riportata questa presenza (probabilmente si è scelto per comodità di non indicare la variante ma il numero RIC principale e non si è ritenuta importante la variante della legenda a rovescio), con due esemplari del numero 24 (nr. catalogo 149).

1481327892_ric24vardettrov.JPG.8244319e460e2961576a5b43e093bb15.JPG

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Sul web la ricerca rimanda al tipo classico ma se andiamo su Wildwinds troviamo un esemplare di confronto che però viene attribuito al RIC 21.

RIC 21v Tactitus Silvered AE Antoninianus. Gaul mint. IMP C M CL TACITVS P F AVG, radiate, draped and cuirassed bust right / FELICITAS SAECILI (sic), Felicitas standing left, sacrificing over altar, holding a long caduceus, star to right. Cohen 35. Sear5 11778v.

RIC_0021v.jpg.6557abc529f58845c40e13a1f8021481.jpg

This example is a little different.  SAECVLI is misspelled SAECILI, there is no C to left as on a normal RIC 21, and there seems to be a club or thunderbolt between Felicity and her caduceus.

 

Proviamo a metterle a confronto.

coppia.JPG.ff2ab7785ca3d769781a50981b855f47.JPG

Vi pongo alcune domande:

·         è verosimile poter affermare che vi sono delle similitudini tra i due conii di rovescio? Si osservi ad esempio la testa di Felicitas collegata alla A.

·         se sì, quello di destra forse presenta un grado di deterioramento superiore?

·         La C nel campo sinistro (sopra l’altare) della prima moneta può esserci anche nell’esemplare di destra seppure degradata ed incompleta?

Se le risposte sono affermative, allora abbiamo evidentemente un die-link con il rovescio mentre cambiano i conii di diritto (con la legenda lunga verosimilmente successiva).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65

Inoltre sono andato a rivedermi il sito http://www.ric.mom.fr/en/info/present

Vi sono segnalati alcuni esemplari con legende

·         FELICITAS SAECILI

·         FELICITAS SAECVLA

·         FELICTAS SAECVLI

Dei primi abbiamo i seguenti confronti:

995982973_coinsrc1.jpg.52316e031c68baaaaa9f48493e9daa06.jpg1605639233_coinsrc2r.jpg.39d01daa57004704402241c98aeb6ae7.jpg

405022733_coinsrc2.jpg.2718cc28dabfdad2a039265f2547cdac.jpg255135040_coinsrc3r.jpg.f213bd4255c63ecf6c737bca691aad64.jpg

1629791205_coinsrc3.jpg.69ade6ba4c95ab4f286e67327c64f4d8.jpg255135040_coinsrc3r.jpg.f213bd4255c63ecf6c737bca691aad64.jpg

887544317_coinsrc4.jpg.5b74041678ec955d84b38c2f19e9c037.jpg185942432_coinsrc4r.jpg.720ed3881244bbeeaf43a01cf3dd5991.jpg

689550061_coinsrc5.jpg.a30e128fd3d16895a45be7cf664bcfc8.jpg1631612842_coinsrc5r.jpg.d8b3b3394932143d80d76b2213c68350.jpg

1408676379_coinsrc6.jpg.c8b695f4fd6f661a9882eaaaa708b9c0.jpg1805469289_coinsrc6r.jpg.7f84a6413ac83ee2b3381d6f4600dbe7.jpg

Abbiamo quindi in totale una popolazione di 8 esemplari, osserviamoli con un po’ di attenzione e scopriamo altri die-link del rovescio, oltre a quello già descritto:

477798420_21e24.JPG.404340120971cfe38d43f83760e2118a.JPG

Un gruppo di altri 2:

664160665_21e21.JPG.3d07d43ba961d2fc5a072461a6bd6f5e.JPG

E infine un insieme con 4 esemplari.

993141438_212121e24.JPG.26b086d9dd3008b7b6bef65aeef1c44c.JPG

I diritti non sono mai ripetuti se non probabilmente in un caso (numeri 1 e 3 del gruppo di 4 esemplari) ma come noto (in merito vedasi Arslan, “Le sequenze dei coni e il calcolo del numero presunto dei conii utilizzati in zecca…”, pag. 68) il conio di martello sottoposto a maggior stress veniva sostituito ben più frequentemente di quello di rovescio (oltre probabilmente all’interesse a presentare un buon ritratto dell’emittente).

Inoltre sul RIC le due legende del diritto IMP CL TACITVS AVG  e IMP C M CL TACITVS P F AVG non sono distinte cronologicamente ma il fatto che la seconda compaia su rovesci un po’ degradati rispetto a quelli con la legenda breve mi fa ritenere che questa sia anteriore a quella lunga (seppur non di molto). Lo ritenete corretto?

Infine ancora qualche riflessione. SE l’errore viene riportato in più conii:

  • -          si trattava sempre dello stesso artigiano magari non esperto in latino?

  • -          oppure copiava e non conosceva bene il latino e quindi riportava un errore?

  • -          conosceva il latino ma soffriva di dislessia?

  • -          com’è possibile  che chi controllava le emissioni (ritengo un funzionario) non se ne rendesse conto?

  • -          forse il lavoro richiesto era tale in termine di tempo e perizia che si concedeva un certo margine di errore pur di battere moneta?

Ciao

Illyricum

;)

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Gran bella moneta con due particolarità: la provenienza da ripostiglio e la variante di legenda al rovescio.

Secondo me la molteplicità di esemplari è riconducibile alla medesima mano incisoria. Si tratta di uno scalptor illetterato, a mio avviso, che ha reiterato la sua errata interpretazione della legenda.

I controlli? Probabile fossero a campione o su larga scala: quantitativo di metallo trasformato in moneta, pezzi immessi nel mercato ecc 

Il banale errore di trascrizione della legenda secondo me non era motivo di scarto... Sapeva il controllore leggere? Anche questo è un interrogativo interessante a cui dare risposta!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alessandro C.
Supporter

ragazzi, leggervi accresce sempre!

Questa discussione è veramente interessantissima.

Innanzitutto complimenti a @Illyricum65 non solo per la moneta ma anche per aver riportato interrogativi molto stimolanti e grazie a @grigioviola per il lucido intervento.

Davvero curioso il fatto che un incisore di conii, ossia una persona che sovente aveva a che fare con lettere e parole, potesse essere del tutto illetterato.

Molti studiosi concordano sul fatto che il livello di alfabetizzazione nella Roma imperiale non fosse troppo lontano da quello che potremmo trovare oggi in una nazione più o meno avanzata come la nostra. Ciò appunto non toglie che vi potessero essere casi di semianalfabetismo soprattutto se ricercati negli strati più bassi della piramide sociale.

Spero di leggere altri pareri

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter

Ciao Illy, bellissima moneta di ottima provenienza,

Riguardo gli eventuali errori di legenda nella monetazione ufficiale, sono favorevole alla tua ultima ipotesi, cioè un conio errato approntato in fretta e furia per esigenze di coniazione, in un periodo in cui gli imperatori si succedevano con la stessa velocità dei governi balneari italiani degli anni 70 ed 80.
Saluti Eliodoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×