Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Gallienus

Venezia - 5 lire XI agosto 1848

Risposte migliori

Gallienus

Buonasera a tutti, vi presento il nuovo arrivo della giornata.

Era da un pezzo che cercavo un XI agosto abbordabile, ora finalmente ce l'ho.

Chiederei a chi volesse farlo cortesemente un'opinione sul nuovo membro della mia collezione... che ne dite della patina? Tenere o eliminare secondo voi? E' disomogenea e non particolarmente gradevole per me...

Grazie!

 

ve1.jpg

ve2.jpg

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona serata

In effetti è una patina un po' "invadente", in alcuni punti anche tanto scura ma, temo, che togliendola vengano in maggior evidenza i difetti che mi pare di intravedere sui fondi.

Posso naturalmente sbagliarmi, ma tu che l'hai in mano saprai certamente se effettivamente i difetti ci sono o sono solo ombreggiature causate dalla patina.

In ogni caso complimenti per l'acquisto, moneta storica che merita di stare in collezione.

saluti

luciano

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus

@417sonia

Ti ringrazio per l'intervento. I difetti a h 7 del D/ e a h 12 del R/ sono effettivamente presenti (il secondo è una frattura di conio, il primo è invece quasi impercettibile dal vivo).

Posso chiederti un'opinione sulla conservazione? La moneta era periziata, ma personalmente non condivido la conservazione espressa e vorei un parere terzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico

ciao, complimenti per la moneta, è sempre un bel pezzo carico di storia, anche se un po rognoso per quanto riguarda i consueti problemi di conio, che per questa tipologia sono sempre un po invasivi (complice appunto, il delicato periodo di emissione)

Mi sembra di vedere qualche porosità di metallo, al dritto in particolare la vedo su tutta la parte del leone e nella zona soprastante; puoi dirmi se c'è "qualcosa" proprio sulla punta della coda? Dalla foto c'è qualcosa che sembra una macchiolina.

Nel rovescio, nel campo del nominale, l'effetto puntiforme sembra anch'esso dovuto allo stesso difetto, probabilmente causato da un conio arrugginito o sporco.

Ti chiedo, se tale difetto non è dovuto solo ad una mia errata interpretazione della foto, se ti è stato evidenziato in fase di acquisto.

A parte questo, ti confermo che mi sembra un esemplare davvero niente male, almeno mSpl, ma non vado alto con l'entusiasmo perché la foto essendo un po buia, complice anche la patina (che a me piace!!) non permette di capire bene la brillantezza del metallo, che, se accentuata, potrebbe anche far salire la conservazione ad uno spl/fdc . 

non vedo se i fondi sono lucenti. 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus
10 minuti fa, ilnumismatico dice:

ciao, complimenti per la moneta, è sempre un bel pezzo carico di storia, anche se un po rognoso per quanto riguarda i consueti problemi di conio, che per questa tipologia sono sempre un po invasivi (complice appunto, il delicato periodo di emissione)

Mi sembra di vedere qualche porosità di metallo, al dritto in particolare la vedo su tutta la parte del leone e nella zona soprastante; puoi dirmi se c'è "qualcosa" proprio sulla punta della coda? Dalla foto c'è qualcosa che sembra una macchiolina.

Nel rovescio, nel campo del nominale, l'effetto puntiforme sembra anch'esso dovuto allo stesso difetto, probabilmente causato da un conio arrugginito o sporco.

Ti chiedo, se tale difetto non è dovuto solo ad una mia errata interpretazione della foto, se ti è stato evidenziato in fase di acquisto.

A parte questo, ti confermo che mi sembra un esemplare davvero niente male, almeno mSpl, ma non vado alto con l'entusiasmo perché la foto essendo un po buia, complice anche la patina (che a me piace!!) non permette di capire bene la brillantezza del metallo, che, se accentuata, potrebbe anche far salire la conservazione ad uno spl/fdc . 

non vedo se i fondi sono lucenti. 

Grazie per il consueto preciso intervento.

La moneta andrebbe vista in mano, perché data la patina pesante non è facile in foto capirne lo stato effettivo.

Dal vivo non noto porosità; c'è invece un'incrostazione non meglio identificata tra la coda del leone e la lettera T. Anche al R/ l'effetto puntiforme pare solo frutto della patina e non a procedimenti di coniazione - almeno credo, ma ribadisco che potrei sbagliarmi.

In fase di acquisto non mi è stato fatto presente alcunché dato che il venditore - cui peraltro sono molto affezionato, compro sempre qualcosa da lui quando lo trovo a una fiera - è un tipo di poche parole che si contenta di esporre la propria merce. Essendo poi presente una perizia professionale (che si limitava a segnalare in note "patina scura non uniforme") evidentemente non credeva di dover aggiungere altro.

Alla prima occasione comunque chiederò foto migliori al mio amico fotografo, e porterò la piccola a Verona per farla vedere dal vivo a un esperto.

Grazie ancora

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

b8b8

Buona sera,

a me personalmente piace sia la moneta che la patina.

Da non esperto le darei uno SPL pieno o anche di più....e la patina evolverà.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sirlad

Anche a parer mio si tratta di un esemplare molto gradevole, direi uno spl, per quanto riguarda la patina @Gallienus, anche se disomogenea la terrei così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

Concordo sulla patina invadente, che personalmente toglierei se non ci fosse il rischio di peggiorare i difetti (se ci sono)... in effetti la zona del leone dà l'impressione di porosità o comunque di superficie corrosa... sarà la foto... per il resto la conservazione è molto buona, Anch'io direi superiore allo spl...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

da controllare che non ci sia un inizio di corrosione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter
12 ore fa, Gallienus dice:

@417sonia

Ti ringrazio per l'intervento. I difetti a h 7 del D/ e a h 12 del R/ sono effettivamente presenti (il secondo è una frattura di conio, il primo è invece quasi impercettibile dal vivo).

Posso chiederti un'opinione sulla conservazione? La moneta era periziata, ma personalmente non condivido la conservazione espressa e vorei un parere terzo.

Buona Domenica

Sinceramente considerarla Spl - a me (che so di essere piuttosto "tirato") - non mi pare il caso, starei più sul BB/Spl con l'avvertenza che vanno segnalati anche i difetti presenti.

saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cinna74
14 ore fa, Gallienus dice:

E' disomogenea e non particolarmente gradevole per me...

Complimenti per il nuovo ingresso in raccolta. A me pare che il metallo, là sotto, possa essere ancora parecchio fresco. Per quanto riguarda il tuo quesito circa la patina penso che tu ti sia già espresso in merito. Rendila "gradevole per te" se ora non lo è. 

Buona domenica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico
2 ore fa, 417sonia dice:

non mi pare il caso

Buongiorno a te Luciano ed a tutti gli altri

Anche io sono “tirato” nelle conservazioni, ma appunto come faceva notare cinna poco sopra, dalla foto il metallo sembrerebbe abbastanza brillante, con tracce di circolazione praticamente assenti (guarda i dettagli della criniera del leone, della pancia, zampe o le lettere nel libro, oppure il taglio ben definito e tagliente delle lettere, specie in quelle della scritta Venezia)

A questo punto, se ti va, sarei curioso di sapere il perché secondo te non sarebbe il caso di parlare di conservazione spl. Preciso e ricordo a tal riguardo, che i difetti di coniazione riscontrabili non incidono sulla conservazione ma sul valore e conseguente prezzo di vendita.

Modificato da ilnumismatico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus
1 ora fa, 417sonia dice:

Buona Domenica

Sinceramente considerarla Spl - a me (che so di essere piuttosto "tirato") - non mi pare il caso, starei più sul BB/Spl con l'avvertenza che vanno segnalati anche i difetti presenti.

saluti

luciano

Rispetto agli altri amici che hanno commentato sei più in linea con la perizia, che suggerisce un BB+.

A me pareva un giudizio riduttivo per via degli ottimi rilievi: solitamente a un grado BB+ mi pare corrisponda per questo tipo di monetazione un grado di usura più accentuato (il muso del leone è indicativo, e sul mio esemplare a me pare davvero bello). In ogni caso il prezzo era molto onesto e la moneta mi piace: dopo una notte di riflessione ho anche deliberato che non è sgradevole neppure la patina.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico
54 minuti fa, Gallienus dice:

Rispetto agli altri amici che hanno commentato sei più in linea con la perizia, che suggerisce un BB+.

A me pareva un giudizio riduttivo per via degli ottimi rilievi: solitamente a un grado BB+ mi pare corrisponda per questo tipo di monetazione un grado di usura più accentuato (il muso del leone è indicativo, e sul mio esemplare a me pare davvero bello). In ogni caso il prezzo era molto onesto e la moneta mi piace: dopo una notte di riflessione ho anche deliberato che non è sgradevole neppure la patina.

Partendo dall’assunto che il mio personale riscontro fotografico sia corretto, Il giudizio di Bb+ potrebbe spiegarsi includendo i difetti di conio nel parere di conservazione  e sintetizzandolo al massimo (nel vero senso della parola!!) in uno stringato grado di conservazione che esprime anche il valore economico.

Personalmente la penso molto diversamente. Le mie perizie sono sempre molto descrittive (per le fotografiche sono passato direttamente ad un formato A4) e specie con il mio nuovo sistema di grading, ogni aspetto tecnico e valutativo viene analiticamente commentato, non solo per provare a dare una più completa quanto possibile panoramica valutativa, ma anche per “cercare” di eliminare quella soggettività costantemente implicita in una fredda sigla di conservazione. 

Son diverse chiavi di lettura... personalmente, specie con monetazioni un po più complesse (come queste, senza chiamare in causa quelle a martello... che andrebbero dovutamente analizzate per illustrare i pro ed i contro) sto provando a perfezionare questo sistema valutativo, fortemente analitico ma di semplice lettura grazie ad un rodato sistema logico di valutazione (quello che tuttora mi sta portando via molto tempo). 

Scusa lo sproloquio... concludo dicendo che son molto contento di leggere che la patina ti piaccia! 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

miza

Ciao @Gallienus

 Moneta che ha sicuramente circolato molto poco. I rilievi sono ancora molto alti, praticamente quasi intatti. Quello che noto  anche io è quello che sembra porosità del metallo, specialmente nella fascia centrale del D/ da ore 8 fino a ore 2. Se è così come sembra dalla foto, sono del parere che è meglio lasciarla con la sua attuale patina. Fra l'altro anche se è un po scura e non omogenea la trovo molto gradevole.

:hi:

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gallienus
2 ore fa, ilnumismatico dice:

Partendo dall’assunto che il mio personale riscontro fotografico sia corretto, Il giudizio di Bb+ potrebbe spiegarsi includendo i difetti di conio nel parere di conservazione  e sintetizzandolo al massimo (nel vero senso della parola!!) in uno stringato grado di conservazione che esprime anche il valore economico.

Personalmente la penso molto diversamente. Le mie perizie sono sempre molto descrittive (per le fotografiche sono passato direttamente ad un formato A4) e specie con il mio nuovo sistema di grading, ogni aspetto tecnico e valutativo viene analiticamente commentato, non solo per provare a dare una più completa quanto possibile panoramica valutativa, ma anche per “cercare” di eliminare quella soggettività costantemente implicita in una fredda sigla di conservazione. 

Son diverse chiavi di lettura... personalmente, specie con monetazioni un po più complesse (come queste, senza chiamare in causa quelle a martello... che andrebbero dovutamente analizzate per illustrare i pro ed i contro) sto provando a perfezionare questo sistema valutativo, fortemente analitico ma di semplice lettura grazie ad un rodato sistema logico di valutazione (quello che tuttora mi sta portando via molto tempo). 

Scusa lo sproloquio... concludo dicendo che son molto contento di leggere che la patina ti piaccia! 

Altro che sproloquio, anzi ti sono grato per la spiegazione.

Non posso che concordare al 100% con la tua idea di perizia descrittiva: uno dei motivi per cui io sono molto scettico nei confronti del sistema americano di grading è la pretesa di ridurre tutto a un valore numerico (in millesimi poi!) quando ogni moneta ha una sua storia che porta su di sé. Ogni moneta è diversa dall'altra, soprattutto quando parliamo con pezzi che hanno visto passare i secoli. Pertanto una perizia sensata non può che essere descrittiva, elencando punti di forza e debolezza, campi, conio, ossidazioni e via dicendo.

Un piccolo aneddoto dalla fiera di Montichiari di ieri: a un banco di monete romane vedo un denario repubblicano magnifico, a un prezzo ridicolmente basso. Incredulo già mi sto fregando le mani, lo prendo lo giro e... il R/ è completamente illeggibile. Totalmente distrutto. Come valutare una moneta simile se non in maniera descrittiva?

Parafrasando il celebre incipit di Anna Karenina: "Tutti i FDC sono uguali, ma ogni moneta circolata è circolata a modo suo" 🤣

 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter
7 ore fa, ilnumismatico dice:

A questo punto, se ti va, sarei curioso di sapere il perché secondo te non sarebbe il caso di parlare di conservazione spl. Preciso e ricordo a tal riguardo, che i difetti di coniazione riscontrabili non incidono sulla conservazione ma sul valore e conseguente prezzo di vendita.

Buona Domenica

Assolutamente d'accordo che i difetti di coniazione non devono rientrare nel giudizio; non avendo però in mano la moneta, mi è difficile giudicare quali e quanti possono essere difetti di coniazione, differenti dai difetti che la moneta può aver acquisito nel corso della sua pur breve circolazione (si vede che ha circolato pochissimo). E' il caso di quelle ombreggiature che compaiono vicino allo spigolo alto a sinistra del piedistallo che mi sembrano delle bottarelle.

Se devo riferirmi ai gradi di conservazione, come suggeriti dai NIP, lo Spl è incompatibile con botte/difetti da circolazione ed è questo il motivo per il quale sono stato "dalla parte del salumiere" non giudicando la moneta uno Spl pieno.

saluti

luciano

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×