Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
acraf

Elettro di Siracusa e ripostiglio di Scoglitti-Camarina

Recommended Posts

acraf

Purtroppo i miei sempre pressanti impegni hanno determinato una forte riduzione della mia presenza nel forum e faccio fatica ad essere più esaustivo.

Colgo l'occasione per allegare un interessante lavoro di Barello e Manenti (reperibile su Academia.edu

https://www.academia.edu/38268310/F._Barello_-_A.M._Manenti_Il_ripostiglio_di_Scoglitti-Camarina_1938._Tutela_esportazione_e_falsificazioni_monetali_in_Notiziario_del_Portale_Numismatico_dello_Stato_12_2018_

che sembra essere piuttosto un racconto di Camilleri... Partendo da una bella moneta in elettro che era stata presentata all'Ufficio di Esportazione di Torino per essere venduta all'estero, essa ha ricevuto diniego in ragione della sua importanza come bene culturale. Senonché a un esame più approfondito essa era risultata essere un falso e quindi sottoposta al sequestro

1534251274_Screenshot2019-02-0222_46_43.thumb.png.a2f23b4d6f831793b0fc38d2344ec549.png

Approfondendo le indagini gli autori hanno riscontrato un altro esemplare della stessa coppia di conii, ma senza errori di battitura, in un'asta Gorny & Mosch (244/2017, n. 104, definito proveniente da Rinaldi di Verona, nel 1969, ma del pero ridicolmente alto, di 5,64 g quando questi elettri pesano 3,4-3,6 g). Inoltre è stato rintracciato altro esemplare, sempre da Gorny & Mosch, con lo stesso diritto, ma diverso conio rovescio, definito R2, anch'esso definito falso dagli autori:

455667517_Screenshot2019-02-0222_47_26.thumb.png.080ce8daf078213abda45206eb0ec9cf.png

Ma la cosa strana è che sono stati reperiti altri falsi sempre più vecchi, talvolta con lo stesso rovescio incrociato ad almeno altri due diritti con diversi simboli (Protome equina e anfora) a loro tempo riconosciuti falsi. E alcuni esemplari erano addirittura presenti in un tesoretto che si dice proveniente dalla spiaggia di Scoglitti, nel 1938. Gli autori hanno ricostruito le circostanze di tale ritrovamento e hanno riscontrato certe anomalie che fanno supporre una contaminazione (già allora !) con pezzi falsi.

Addirittura i primi falsi noti sarebbero ancora più vecchi, comparsi nel 1912 e sarebbero stati censiti in tutto, da allora, 32 esemplari usciti dalla medesima officina, con 3 conii di diritto e 3 conii di rovescio, variamente incrociati....

Inutile dire che non fu identificato il pericoloso falsario siciliano di allora....

Per chi vuole divertirsi a ricostruire tutti i pezzi (non tutti illustrati in quanto alcuni già presenti in musei noti), senza dimenticare che si tratta di un ennesimo episodio sulle difficoltà di studiare materiale anche da ripostigli, quando non hanno tutti i crismi di integrità all'origine come ad esempio nel caso di un ripostiglio trovato intatto in scavo archeologico:

Barello & Manent 2018i Il_ripostiglio_Scoglitti-Camarina_1938.pdf

In ogni caso sarebbe utile mettere ordine su questi esemplari e conoscerli meglio, anche in comparazione con esemplari autentici.

Buon lavoro !

 

Edited by acraf
  • Like 6
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

skubydu

Che hirsch non fosse indenne dai falsi lo si sapeva, pensare invece che già ai tempi inquinassero i tesoretti lascia veramente L amaro in bocca, sperando che importanti studi non siano stati compromessi.

grazie acraf per la segnalazione 

skuby

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Emilio Siculo
Il 2/2/2019 alle 23:26, acraf dice:

che sembra essere piuttosto un racconto di Camilleri... Partendo da una bella moneta in elettro che era stata presentata all'Ufficio di Esportazione di Torino per essere venduta all'estero, essa ha ricevuto diniego in ragione della sua importanza come bene culturale. Senonché a un esame più approfondito essa era risultata essere un falso e quindi sottoposta al sequestro

 1534251274_Screenshot2019-02-0222_46_43.thumb.png.a2f23b4d6f831793b0fc38d2344ec549.png

Approfondendo le indagini gli autori hanno riscontrato un altro esemplare della stessa coppia di conii, ma senza errori di battitura, in un'asta Gorny & Mosch (244/2017, n. 104, definito proveniente da Rinaldi di Verona, nel 1969, ma del pero ridicolmente alto, di 5,64 g quando questi elettri pesano 3,4-3,6 g).

Grazie @acraf per questo interessante spunto di lettura, che apre a riflessioni che direi siciliane nell’oggetto - la moneta in elettro di Agatocle di Siracusa - ma anche per la commistione e confusione fra vero, verosimile e reale, che mi sa tanto di Camilleri, come suggerito sopra, ma forse ancor di più di Sciascia...

Ebbene, la moneta sopra è evidentemente fuori dal range ragionevole di peso per il tipo.  

Ma come se non bastasse, ho avuto un sobbalzo quando ho visto un ulteriore esemplare, dal peso dichiarato di 5,64 g, alla prossima Gorny & Mosch 261, lotto 101:

AC7B88F7-ECE6-4257-A431-179BAC24B241.thumb.jpeg.7b4d9bed04a40016b03910647d93c16c.jpeg

Il dritto ricalca fedelmente quello dell’esemplare falso bloccato all’ufficio esportazione MIBAC, è comunque molto poco credibile, e ho una certa difficoltà a credere che possa ritornare ragionevolmente in asta dopo due anni esatti dalla precedente vendita...

Si tratta infatti proprio del lotto 104 della Gorny & Mosch 244 del marzo 2017, e condivide il conio del dritto con l’esemplare che la stessa Gorny aveva ritirato nell’asta 224, lotto 76, dal peso dichiarato 3,68 g:

65C471B6-1075-48A8-96FE-E29200EF37FC.jpeg.1a8972eb0f47f8c0a28257f00de2a269.jpeg

Ora, a voler anche credere che il vero talvolta è più incredibile del verosimile, possiamo credere che la moneta prossimamente alla G&M sia genuina, con quel evidente sovrappeso e con una provenienza da un conio incriminato?

Direi proprio di no...

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Baka

Currently for sale

https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=3021&lot=101

They are IAPN condemned forgeries as written in article about modern fakes in coinsweekly

https://www.coinsweekly.com/en/Archive/8?&id=11&type=a

There are two obverse dies (star+horse) and two reverse dies which were combined

http://forgerynetwork.com/asset.aspx?id=po8DEYXGBlg=

I bought one of these in the past as forgery and I managed that several of these forgeries were withdrawn so far.

I have notified auction house about this and other fakes but they are  still for sale

Agathokles.thumb.jpg.4fc8bac3f2e7cfd1b85151b27d518f9f.jpg

Another fake same auction transfer die fake

https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=3021&lot=332

http://forgerynetwork.com/asset.aspx?id=1R3lJAgbrCI=

IBSCC Bulletin on Counterfeits BOCS Vol 14 No.1 1989 Page 25 Fig 6b

Another fake

https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=3021&lot=194

http://forgerynetwork.com/asset.aspx?id=NdjExAngUKA=

IBSCC Bulletin on Counterfeits BOCS Vol 8 No.1/2 1983 Page 9 Fig 3

Published in bulletin on counterfeits as fake and in Price, many die links published combining obverse and reverse dies from different mints.

 

bulletin 1989.jpg

Edited by Baka
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.