Jump to content
IGNORED

monete romane


Alexxx
 Share

Recommended Posts

Guardando le monete di nerone ho notato che anche nelle mie c'è qualcosa di strano... Ve le posto così mi date un parere (per favore NON datemi elementi per classificarle, sto provando piano piano a imparare e voglio provare da solo :) )

In questa la patina mi sembra "arrugginita"
[attachment=1747:attachment]
[attachment=1748:attachment]

In questa ci sono degli strani pallini nelle legenda del D/
[attachment=1749:attachment]
[attachment=1750:attachment]
Link to comment
Share on other sites


Qui si vede meglio la moneta con i pallini sulla legenda, quella di Galieno in alto a destra dal vivo ha una patina lucida, non so se è normale[attachment=1751:attachment]
Link to comment
Share on other sites


Solo per precisare ... oltre il diadema rappresentato come una fascia, c'e' il diadema di perle che e' molto simile nella rappresentazione a una corona d'alloro; solo che le perle sono dei pallini tondi, le foglioline d'alloro sono piu' oblunghe, quasi dei rombi.

L:
Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...
Grazie yafet :P
Cmq avrei un'altra domanda.
Ho classificato alcune monete tipo:
Augusto, commemorativa coniata da Tiberio, 31-37D.C. asse (31mm 11,2g)

D/ DIVUS AUGUSTUS PATER
Busto radiato di augusto a sinistra
R/ PROVIDENT
Altare con a sinistra S(enato) e a destra C(consulto)


Oppure Filippo I, antoniano.

D/ IMP M IUL PHILIPPUS P F AUG P M Busto radiato a destra

R/ SPES FELICITATIS ORBIS


Massimino II, 308-310D.C., follis

D/ IMP C GAL VAL MAXIMINUS P F AUG
Testa laureata rivolta a destra

R/ GENIO IMP-ERATORIS
Genio rivolto a sinistra con in mano una cornucopia e patera K-B/P/ALE

più altre 2, cmq, la mia domanda è: Di per sè le descrizioni sono giuste? Manca qualche informazione? Come faccio a sapere il valore? (non perchè voglia rivenderle, è solo una curiosità per vedere se le ho pagate bene o potevo trovarle a meno) per ora mi fermo con le domande :rolleyes:
Link to comment
Share on other sites


Lamoneta di Augusto è come quella nel nostro catalogo :) , ha una patina verde scuro con dei riflessi rossi, le scritte sono leggibili tranne DIVVS, che non c'è nella mia moneta, ma sicuramente si è cancellato.

Sto tenendo queste monete in uno scatolino per gioielli (di quelli grandi, per metterci le collane, presto comprerò i vassoi cmq), va bene come posto o le monete si possono rovinare?

Le monete le posso toccare con le mani o rischio di rovinarle?

Grazie :)
Link to comment
Share on other sites


[quote name='Alexxx' date='12 febbraio 2005, 14:57']più altre 2, cmq, la mia domanda è: Di per sè le descrizioni sono giuste?  Manca qualche informazione? Come faccio a sapere il valore? (non perchè voglia rivenderle, è solo una curiosità per vedere se le ho pagate bene o potevo trovarle a meno) per ora mi fermo con le domande :rolleyes:
[right][post="15289"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]

Le descrizioni sono essenziali, ma corrette. Nessuno ti vieta di scrivere quante più informazioni hai sulla moneta compresi giudizi personali sulla patina o confronti con altri esemplari. Io utilizzo le parentesi quadre quando una porzione della legenda non è piu' visibile sull'esemplare. Aggiungi inoltre le informazioni sulla zecca e sulla datazione della emissione. Utile anche riportare l'orientamento dei coni.

Nel caso della commemorativa di Augusto emessa da Tiberio.

Asse. Zecca di Roma (22-30 d.C.)
Divo Augusto Pater. Moneta emessa da Tiberio in onore del Divo Augusto.

D\ [DIVVS]AVGVSTVS PATER, testa radiata di Augusto a sinistra.
R\ Portale dell'Ara Providentiae Augusti, con porte a doppio pannello e corni dell'altare in alto. Sotto PROVIDENT; ai lati SC.

AE, 11.2 g, 31 mm, orientamento coni 180° (6). Patina verde scuro uniforme.
Rif: RIC I (1984 ed.) pag. 99 n° 81, Sear (2000 ed.) vol I, n° 1789
Stima valore sul Sear in US$ 100 in MB, 240 in BB.

Note: Non è nota con certezza la localizzazione dell'Ara Providentiae Augusti, ma presumibilmente era localizzata nel Campo Marzio (cfn. Sear vol I, pag. 352).
Il tipo Ara Providentiae Augusti è stato ripreso anche da Vitellio, Vespasiano, Tito, Domiziano e Nerva.


Tieni presente infine che il valore è fortemente legato allo stato di conservazione della moneta. I cataloghi danno indicazioni di massima, ma i prezzi di aggiudicazioni delle aste danno quello del mercato reale.

Luigi
Link to comment
Share on other sites


Direi che Tacrolimus ti abbia dato il massimo delle informazioni che possono essere fornite per questa moneta. ;)

[quote name='Alexxx' date='12 febbraio 2005, 15:02']Sto tenendo queste monete in uno scatolino per gioielli (di quelli grandi, per metterci le collane, presto comprerò i vassoi cmq), va bene come posto o le monete si possono rovinare?

Le monete le posso toccare con le mani o rischio di rovinarle?[/quote]

Ti consiglio di tenere le monete in un raccoglitore o in un apposito vassoio; evita di tenerle tutte insieme o una sull'altra perchè in questo modo richieresti di rovinarle, e poi verifica che nessuna presenti un inizio di cancro del bronzo, in questo caso isola la moneta infetta dalle altre perchè altrimenti rischi di espandere l'indesiderato effetto anche alle altre monete.
Ad ogni modo in genere toccare una moneta con le mani non è dannoso, potrebbe esserlo qualora sia presente un micro inizio di cancro inquanto la sudorazione potrebbe aggravare ed espandere il processo di corrosione. Non fartene un problema però, è importante per chi colleziona queste monete, osservare le monete tenendole fra le mani; solo così puoi acquisire una esperienza diciamo "tattile - visiva".
Altra cosa importante che molti trascurano è l'ambiente circostante che non deve essere eccessivamente umido.
Link to comment
Share on other sites


  • 4 weeks later...
Ecco qua la moneta di Augusto. [attachment=2512:attachment] [attachment=2513:attachment]Ha delle cose verdine :P (verde rame?) che hanno corroso la patina in alcuni punti.
Quando ho comprato questa moneta (costata 5 Euro, è un buon prezzo?) l'ho lasciata per un giorno in acqua distillata e un pò di questo verde rame si era tolto. La rimetto ammollo o la lascio così? :whome:
Link to comment
Share on other sites


Se la lasci così temo che il cancro si espanda.. rimettila in acqua demineralizzata per moolto tempo (qualche mese) cambiando di continuo l'acqua.
Link to comment
Share on other sites


La conservazione è max un MB (non considerando il cancro) ma credo (potrei sbagliare) che sia stata parzialmente spatinata e poi ripatinata.
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.