Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Angelred

20 lire quercia 1970

Risposte migliori

Angelred

Tra le mie monete delle lire ho trovato un 20£ quercia del 1970 con il simbolo di zecca P

Ma c'è un inconveniente infatti se si guarda la moneta inclinandola si vede leggermente (quasi fosse una sfumatura o riflesso) il gambo della R mentre se si guarda dall' alto (e senza lente di ingrandimento) il gambo della R non si vede e quindi sembra proprio una P

Mi potete dire se questa moneta si può considerare una variante (simbolo di zecca= P) oppure no ?

Non allego foto perchè non danno l'idea della moneta reale

grazie e ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ascagl

Il Gigante 2007 descrive queste monete mancanti del gambo destro inferiore come : Curiosità prive di interesse numismatico dovute o a dei difetti del conio o ad un errore di incisione.

Mi accorgo però che sul Gigante la moneta in questione viene valutata con discrete cifre, mentre il catalogo Alfa 2007 ha delle quotazioni molto più alte.

Naturalmente qulache collega Lamonetiano ci ricorderà che i cataloghi sono fatti solo per i commercianti.

Sarebbe comunque interessante capire perchè ci sia questa sproporzione. :o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ascagl

Dimenticavo, la rarità in entrambi i cataloghi è: "C"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gcs

Capisco cosa dicono i cataloghi. Mi aggiungo pure io a questo 3d. Infatti è una domanda che volevo fare anche io. Il gambo della R è COMPLETAMENTE assente per essre considerata variante, oppure è come dice l'amico Angelred e basta solo l'inclinazione? Sono curioso...

Giuseppe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toto

Ciao tutti,

ne parlammo già qui alla fine di questa discussione. Un salutone,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ariminvm
Capisco cosa dicono i cataloghi. Mi aggiungo pure io a questo 3d. Infatti è una domanda che volevo fare anche io. Il gambo della R è COMPLETAMENTE assente per essre considerata variante, oppure è come dice l'amico Angelred e basta solo l'inclinazione?

La moneta in questione viene spesso definita "variante" tuttavia la definizione giusta sarebbe "difetto di conio" in quanto la variante riguarda prima di tutto il conio che è leggermente diverso da quello ufficiale e che quindi produce monete in egual misura diverse. Per esempio le 100 lire 1993 testa piccola o anche differenze più banali che riguardano generalmente la forma o la dimensione dei numeri.

In questo caso il difetto è dovuto al progressivo riempimento del conio che quindi non era differente, semplicemente nell'incisione che doveva produrre la gamba inclinata della R si è progressivamente depositato del materiale (polvere metallica proveniente dal tondello) quindi si è verificato un difetto, un'anomalia accidentale.

A titolo informativo a differenza del difetto di conio, "l'errore di conio" riguarda ancora uan volta il conio come nel caso della variante ma stavolta la differenza riguarda un disegno sbagliato dall'incisore come ad esempio le bandiere controvento delle 500 lire o la Germania divisa delle 1000 lire bimetalliche.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Confermo che si tratta di un errore di conio. Esistendo esemplari in cui la R degrada via via verso una P, ritengo che il considerare la lettera R o P sia abbastanza soggettivo, nel caso si voglia tenere la moneta per la propria collezione (un pò come il magnetico/antimagnetico per la monetazione in acmonital/nichelio di VE III). Se invece si decide di darle un valore per una eventuale vendita, è ovvio che una P con tracce più o meno evidenti della stanghetta non potrà mai spuntare i prezzi che spunterà una P ben delineata. Tanto per fare un esempio, qualche tempo fa ho visto su ebay un 20 lire con una P che conservava però una evidente ombra della stanghetta. La moneta in questione anzichè i 50-60€ del pezzo con P ben evidente, si è fermato a circa 15€.

Per quanto riguarda le differenza di prezzo tra Gigante e Alfa, questo non ha relazione alcuna con la moneta di cui stiamo parlando, quanto al fatto che l'Alfa riporta prezzi assolutamente gonfiati e poco credibili, e questo su quasi tutte le monetazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×