Jump to content
IGNORED

approfondimento 5 Lire 1863 oro rosso?


favaldar
 Share

Recommended Posts

Ultimamente ho preso questo 5 Lire 1863 AU un tipo di moneta che m'intriga molto per la sua "grandezza",insieme anche al 5 Franchi in oro Francese come le vedo non posso fare a meno di provare ad averle in mano. Di questa però mi ha colpito il colore,mai visto uno cosi rosso.

Possiamo dire che sia colpa della mescola o ad un errore durante il conio? Ne avete mai visti altri io sinceramente è il primo,scusate le foto ma a confronto con uno normale si nota meglio.

5.jpg

8.jpg

22.jpg

Link to comment
Share on other sites


secondo me è solo sporca. non possiamo neanche parlare di patina poiché il primo posto in cui si formerebbe è attorno alle lettere che invece è il posto più chiaro, proprio come farebbe in caso di sporco.

Edited by dux-sab
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


 

Cita

In effetti sembra sporco  come hai ben specificato, i rilievi più alti sono più chiari. Una patina rossiccia? Da cosa potrebbe dipendere o cosa è accaduto?

Questa foto è meno sfocata,meglio non riesco,mi spiace.

 

9.jpg

Edited by favaldar
Link to comment
Share on other sites


io, che sono un bifolco e maltratto le monete, proverei con un pennellino morbido e un paio di gocce di detersivo per piatti (se poi sei coraggioso, puoi usare anche un detersivo sgrassante... mi hanno riferito che l'oro è abbastanza incorruttibile, mica come i magistrati sui giornali di oggi)

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


No non ci provo perchè se fosse una patina rossiccia è bella cosi,particolare.Però proverò a vedere se viene via in un piccolissimo punto.

Alla lente non sembra sporco o patina è molto lucente e in alcuni punti anche le lettere sono rosse,ad esempio la T di zecca o il 5 del valore cioè non hanno quel piccolo alone più chiaro al bordo.

Vedremo,grazie a tutti.:hi:

Link to comment
Share on other sites


Guest adbe!!!

Anche l'oro nelle sue leghe assume una patina tutta particolare che dona un fascino discreto, variabile sia in funzione del rame e dell'argento sia dell'ambiente ove è stata conservata: vale per gli aurei come per queste 5 lire, fascinose senza ostentazione.

Qualcuno pulirebbe un aureo perché "rosso"? Vedasi interessante discussione sulla particolare colorazione degli aurei ritrovati a Boscoreale, mi sembra che non consigliassero alcun esperimento di chimica o pulizia meccanica, dato che almeno uno ha postato correttamente che il cloruro rameico è verde e le corrette lezioni di chimica sono da ricordare, la "patina rossa" dell'oro non è appannaggio solo di particolari aurei che provengono da un particolare ritrovamento, bensì dell'oro monetato antico così come dei gioielli antichi.E per ricrearla non bastano certo pochi minuti ed alchimisti improvvisati.

Tra gli opportuni suggerimenti su come comportarsi, dato il nome del sito, proporrei la regola numero 1) E' severamente proibito maltrattare una moneta o indurre altri a maltrattarla.Indipendentemente dal valore economico, ogni moneta è una testimonianza del passato, tutti i proprietari sono solo temporanei custodi...

Poi leggo di sbattere le monete d'argento per capire se è argento dal tintinnio.Eggià il tintinnare dell'argento, così si danneggia la moneta in modo irreparabile e non si appura certo il titolo.Per quelle d'oro però mi raccomando: un bel morso, così sarà felice il vostro dentista, molto meno la moneta.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.