Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Galenus

120 grana 1786 senza sigle dell'incisore

Recommended Posts

Galenus

Buongiorno a tutti. La moneta in questione, di diametro (41 mm) e peso (27,2 g) regolari, non ha iniziali dell'incisore sotto il busto. Ho cercato (Magliocca, Pannuti-Riccio, CNI) ma non ne ho trovato alcuna descrizione, a differenza dell'anno 1788. Ho visto , però, che l'esemplare catalogato al n°243a (la rara 1786 con 11 gigli anziché 13) presenta al dritto la stessa caratteristica, anzi il conio del dritto è proprio lo stesso (posizione dei riccioli, A di SICILIAR "piena", spaziatura dei caratteri e punteggiatura), mentre differente è quello del rovescio. Mi piacerebbe sapere da voi più esperti se ne abbiate viste altre in giro, sembrerebbe inedita. La spiegazione che mi sono dato è che, morto Bernardo Perger ai primi di ottobre del 1786, in attesa che gli succedesse il figlio Domenico siano state coniate per un breve periodo delle piastre senza sigle, anche se questa, naturalmente, è solo una mia ipotesi. Sono graditi pareri e commenti,

Buona giornata e buon fine settimana a tutti.

1786D.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Galenus

Rovescio

1786R.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Liutprand

Può darsi che le iniziali non si vedono per la marcata usura?

Share this post


Link to post
Share on other sites

gennydbmoney
Supporter
20 minuti fa, Galenus dice:

Buongiorno a tutti. La moneta in questione, di diametro (41 mm) e peso (27,2 g) regolari, non ha iniziali dell'incisore sotto il busto. Ho cercato (Magliocca, Pannuti-Riccio, CNI) ma non ne ho trovato alcuna descrizione, a differenza dell'anno 1788. Ho visto , però, che l'esemplare catalogato al n°243a (la rara 1786 con 11 gigli anziché 13) presenta al dritto la stessa caratteristica, anzi il conio del dritto è proprio lo stesso (posizione dei riccioli, A di SICILIAR "piena", spaziatura dei caratteri e punteggiatura), mentre differente è quello del rovescio. Mi piacerebbe sapere da voi più esperti se ne abbiate viste altre in giro, sembrerebbe inedita. La spiegazione che mi sono dato è che, morto Bernardo Perger ai primi di ottobre del 1786, in attesa che gli succedesse il figlio Domenico siano state coniate per un breve periodo delle piastre senza sigle, anche se questa, naturalmente, è solo una mia ipotesi. Sono graditi pareri e commenti,

Buona giornata e buon fine settimana a tutti.

1786D.jpg

Buongiorno, questa tipologia di piastre presenta quasi sempre la P del Perger al limite del giro con  il taglio e di conseguenza estremamente esposta ad usura... 

Giudicando dalla foto credo di notare tracce della P e il punto che la segue... 

 

Screenshot_20190914_112102.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Galenus
5 minuti fa, gennydbmoney dice:

Buongiorno, questa tipologia di piastre presenta quasi sempre la P del Perger al limite del giro con  il taglio e di conseguenza estremamente esposta ad usura... 

Giudicando dalla foto credo di notare tracce della P e il punto che la segue... 

 

Screenshot_20190914_112102.jpg

Sì, effettivamente qualcosa si intravede, anche se molto debole; mi ero lasciato prendere troppo dall'entusiasmo quando l'ho vista dal vivo, ma credo in effetti a questo punto che la sigla possa essere "fuori giro". Grazie mille!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

gennydbmoney
Supporter
7 minuti fa, Galenus dice:

Sì, effettivamente qualcosa si intravede, anche se molto debole; mi ero lasciato prendere troppo dall'entusiasmo quando l'ho vista dal vivo, ma credo in effetti a questo punto che la sigla possa essere "fuori giro". Grazie mille!

Sai quante volte è successo anche a me?... 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rocco68

Ciao @Galenus, complimenti per la bella Piastra.

Le iniziali B. P./ D. P. o P. dovrebbero rientrare nel giro e sotto il busto, penso che la causa della loro "scomparsa" sia dovuto a un difetto di coniazione. 

Io ho una Piastra del 1788 con le sigle evanescenti. 

E se non ricordo male, per molto tempo il Gigante riportava per la Piastra del 1788 la variante senza sigle. 

Potresti fare una foto chiara della parte sotto il busto? 

IMG-20190914-WA0044.jpg

IMG-20190914-WA0045.jpg

Edited by Rocco68

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rocco68

Le 1786 B. P. Che ho in Collezione, 

Una le ha piccole e distanti dal boccolo, l'altra le riporta più grandi e più vicine. 

IMG-20190914-WA0051.jpg

IMG-20190914-WA0050.jpg

IMG_20190914_142431.jpg

IMG_20190914_142446.jpg

Edited by Rocco68
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Galenus

Ecco la foto da altra angolazione, appena posso le rifarò meglio con la reflex.

1786D2.jpg

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rocco68

La Piastra 1786 

Magliocca 244/a

IMG_20190914_142458.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Galenus

Ho provato a fare un dettaglio con la reflex, ve lo allego. Buona serata a tutti.

merge_from_ofoct.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rocco68
10 minuti fa, Galenus dice:

Ho provato a fare un dettaglio con la reflex, ve lo allego. Buona serata a tutti.

merge_from_ofoct.jpg

Delle sigle non c'è traccia😅

Share this post


Link to post
Share on other sites

lukas1984
On 9/14/2019 at 11:01 AM, Galenus said:

Buongiorno a tutti. La moneta in questione, di diametro (41 mm) e peso (27,2 g) regolari, non ha iniziali dell'incisore sotto il busto. Ho cercato (Magliocca, Pannuti-Riccio, CNI) ma non ne ho trovato alcuna descrizione, a differenza dell'anno 1788. Ho visto , però, che l'esemplare catalogato al n°243a (la rara 1786 con 11 gigli anziché 13) presenta al dritto la stessa caratteristica, anzi il conio del dritto è proprio lo stesso (posizione dei riccioli, A di SICILIAR "piena", spaziatura dei caratteri e punteggiatura), mentre differente è quello del rovescio. Mi piacerebbe sapere da voi più esperti se ne abbiate viste altre in giro, sembrerebbe inedita. La spiegazione che mi sono dato è che, morto Bernardo Perger ai primi di ottobre del 1786, in attesa che gli succedesse il figlio Domenico siano state coniate per un breve periodo delle piastre senza sigle, anche se questa, naturalmente, è solo una mia ipotesi. Sono graditi pareri e commenti,

Buona giornata e buon fine settimana a tutti.

1786D.jpg

Tra le varie tipologie di busti nelle 1786 vi è questa come la tua, io ne ho una uguale alla tua ma in conservazione migliore e questa tipologia riporta le lettere B P coniate in modo leggero. La tua che ha circolato un pelino in più le ha perse. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.