Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Recommended Posts

Hirpini

@Brios buongiorno, devo confessare che inizialmente non mi piacevano troppo le monete smaltate a colori, poi ho cominciato ad apprezzarle e ne ho postate diverse nel corso di questa lunga discussione. Stamattina ho visto questa di Achille che trovo molto suggestiva, col suo inserto in ematite. Come le altre che ho postato, ha Elisabetta II al rovescio, fa parte della serie "Demigods" di Niue Island:

Achilles1.jpg.ae98bc11f080780ae0b26af60c6df542.jpg

Niue Island è uno stato insulare dell'Oceano Pacifico che dal 1974 tiene uno status di libera associazione con la Nuova Zelanda (ma in realtà vi è annessa). Emette numerose monete, sempre molto curate, riservate ovviamente ai collezionisti. Questa da Two Dollars del 2017 è in argento 0,999, pesa ben 62,2 grammi, con un diametro di 45 mm. Rappresenta il pelide Achille nell'atto di trafiggere al collo l'eroe troiano Ettore, che lascia andare lo scudo, che su questa moneta è impreziosito da un inserto in ematite. Fu messa in vendita al prezzo di 329,99 dollari statunitensi, ma ovviamente oggi è introvabile

prof.jpg.cb29322f4abbfdd7ac1a6162c16bfab0.jpg

Immagine.jpg.8db3df9bba3d89b6d194291abf6a726b.jpg
I  troiani in fuga tentavano di mettersi al sicuro dentro le alte mura della città. Un solo guerriero si fermò ad aspettare il nemico: era Ettore, il più coraggioso. Dall'alto degli spalti suo padre il re Priamo, lo chiamò disperato: "Achille è invincibile, non affrontarlo! In questa orribile guerra già sono morti molti tuoi fratelli, non voglio perdere anche te!".
Sua madre, Ecuba, tese le braccia verso di lui e pianse. Ettore ebbe un attimo di smarrimento, era tentato di cercare la salvezza senza combattere, ma poi si riprese: non poteva coprirsi di vergogna, doveva affrontare l'invincibile guerriero greco.
Ed ecco Achille si avvicinò, scuotendo l'enorme lancia e urlando il suo grido di guerra. Sembrava Ares, il dio della guerra, e improvvisamente il terrore s'impadronì di Ettore, che cominciò a correre attorno alle mura, inseguito dal nemico. La dea Atena, che parteggiava per Achille, apparve ed Ettore sotto l'aspetto di suo fratello Deifobo: "Smettila di fuggire, non è degno di te", gli disse. Ettore ringraziò quello che credeva suo fratello e affrontò Achille: "Se vincerò", disse "giuro che restituirò il tuo corpo, perché abbia onorata sepoltura. Chiedo a te la stessa promessa".
Achille scoppiò a ridere : "Non si fanno patti tra l'agnello e il lupo", rispose, "la vittoria è già mia". Achille lanciò la sua asta, ma Ettore la schivò e l'arma si perse lontano, alle sue spalle. A sua volta Ettore scagliò l'asta, che colpì in pieno lo scudo di Achille, e la rimase. Allora il troiano chiese a Deifobo un'altra lancia e si accorse dell'inganno: colui che credeva suo fratello era sparito. Deciso a vendere cara la pelle, si gettò su Achille con la spada sguainata, ma il greco lo colpì nell'unico punto lasciato scoperto dall'armatura: il collo.
Mentre Achille tornava al campo trascinando dietro il cocchio il corpo di Ettore, Ecuba, dalle mura, lanciò un urlo di dolore. Tutti i troiani piansero il loro eroe.
Edited by Hirpini
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brios
30 minuti fa, Hirpini dice:

@Brios buongiorno, devo confessare che inizialmente non mi piacevano troppo le monete smaltate a colori, poi ho cominciato ad apprezzarle e ne ho postate diverse nel corso di questa lunga discussione. Stamattina ho visto questa di Achille che trovo molto suggestiva, col suo inserto in ematite. Come le altre che ho postato, ha Elisabetta II al rovescio, fa parte della serie "Demigods" di Niue Island:

Probabilmente sono una persona molto anziana. Non capisco la moda moderna per le monete. E lo considero addirittura una perversione.

Forse sto sbagliando. Questo Achille è bello e divertente come un giocattolo per un adolescente. Ma questa cosa non ha nulla a che fare con la numismatica. E, soprattutto, non hanno un fascino storico.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hirpini

Condivido fino a un certo punto, semplicemente penso che questa moneta sia un oggetto ben fatto, al pari di quelle russe smaltate a colori vivaci che tu stesso hai postato giorni fa. Anche quelle mi sono piaciute, come credo piacciano anche a te che le raccogli. Oltre tutto, seppure non emesse per la circolazione, queste sono monete come tutte le altre commemorative d'oro e d'argento emesse anche dal nostro Paese.

Queste in ogni caso possono piacere come qualsiasi altra cosa che susciti il desiderio di essere collezionata, non per questo bisogna credere di essere un adolescente o un perverso per apprezzarle. E poi credo che non sia giusto mortificare chi ama metterle in bell'ordine nel suo monetiere.

Ti mando un cordiale saluto

HIRPINI

Edited by Hirpini
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

417sonia
Supporter
54 minuti fa, Hirpini dice:

Condivido fino a un certo punto, semplicemente penso che questa moneta sia un oggetto ben fatto, al pari di quelle russe smaltate a colori vivaci che tu stesso hai postato giorni fa. Anche quelle mi sono piaciute, come credo piacciano anche a te che le raccogli. Oltre tutto, seppure non emesse per la circolazione, queste sono monete come tutte le altre commemorative d'oro e d'argento emesse anche dal nostro Paese.

Queste in ogni caso possono piacere come qualsiasi altra cosa che susciti il desiderio di essere collezionata, non per questo bisogna credere di essere un adolescente o un perverso per apprezzarle. E poi credo che non sia giusto mortificare chi ama metterle in bell'ordine nel suo monetiere.

Ti mando un cordiale saluto

HIRPINI

Ciao!

Ognuno colleziona ciò che gli piace e questo è pacifico.

Nessuna mortificazione è legittima; credo che la perversione alla quale accennava @Brios era riferita a queste coniazioni (come, d'altra parte, quelle d'oro o d'argento coniate anche dall'Italia) rispetto alla collezione di monete circolanti e che assolvono alla loro precipua funzione.

Il desiderio di collezionare questo o quello, penso derivi da una pulsione soggettiva, difficilmente sondabile e giudicabile .... vai a capire cosa scatta nella mente, quando ci si fissa su un oggetto; che siano medaglie, monete, tappi di bottiglia o soldatini .... poco importa. Piace e va bene così.

saluti

luciano

Edited by 417sonia
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brios

@Hirpini @417soniaMille scuse. Ho dimenticato che non conosci la vecchia battuta.

Il giornalista conduce un sondaggio per strada. Chiede ai passanti: perché hai bisogno di una testa?

Risposte del pugile: mi mangio la testa
Il cantante risponde: canto con la testa.

Il poliziotto risponde: indosso un berretto in testa
La prostituta risponde: uso la testa per fare sesso

E solo un vecchio rispose: penso con la testa

Il giornalista pensa: questo è un vecchio pervertito. La testa ha bisogno di parlare.

Le monete, così come la testa, possono essere utilizzate come desideri.

Ma dobbiamo ricordare che inizialmente pagarono con monete, dichiararono il sovrano e pubblicizzarono la loro religione e lo stato

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

1412luigi
Supporter

Credo che @Brios giudichi una moneta certamente anche dal punto di vista estetico, ma per lui è importante anche, direi soprattutto, la sua importanza storica, il fatto di aver circolato o comunque di aver accumulato gloria o polvere, storia o cronaca. Certamente una moneta non circolata, FDC, per sempre vergine, monaca o vestale, fatta  per essere ammirata vestita fino ai piedi dentro una custodia di plastica, sigillata e periziata, destinata a chiudersi in un vassoio o da seppellire nel caveau di una banca, non ha assorbito  vicende di amore e di morte, di angoscia e di felicità. Non la si possiede davvero, non la si può toccare. Come un amore d'angelo, non dà i brividi che dà la carne, che dà il metallo, nobile o ignobile, sporcato, ripulito, lasciato intatto per nuovi toccamenti, per nuovi possessi. Come direbbe @Hirpini è la numismatica, bellezza!

russia-5-kopeks-1788.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hirpini

Buonasera, in questa discussione che è un amalgama di molti ingredienti diversi di pensiero, un vero e proprio zibaldone insomma, personalmente mi sono ispirato alla numismatica celebrativa dei miti e degli eventi storici più suggestivi dell'antichità classica. 

Dopo avere parlato attraverso le loro monete della Pallade Athena, del suo protetto Odisseo, delle sirene e di quant'altro è scaturito dalla prima moneta con la quale la nostra @Lucreziamaria ha aperto questa discussione che intitolò "Minerva testa", ho pensato all'Iliade...

Perciò ho postato una prima moneta che ci ha presentato il pelide Achille nel momento drammatico della uccisione dell'eroe troiano Ettore. Ora, ancora pensando a lui posto un'ancora più suggestiva moneta, un bronzo che sicuramente molti di noi conoscono, ma che merita di essere rivisto. Questo è l'antefatto:

Achille, non sapendo della morte dell'amico Patroclo, si aggira inquieto davanti alla tenda quando giunge Antiloco e lo informa sui fatti: Patroclo giace esanime e si combatte ormai per il suo cadavere. La disperazione di Achille giunge alle orecchie della madre Teti, la più bella delle Nereidi, che corre a rincuorare il figlio: vedendo che egli è irremovibile nel suo intento di vendetta, a costo di pagarlo con la morte, annunciata dalla profezia, si reca da Efesto, dio del fuoco, delle fucine, dell'ingegneria, della scultura e della metallurgia. Là chiede che le vengano forgiate armi divine: il dio si mette subito al lavoro e forgia armi bellissime, tra le quali uno scudo d’oro intarsiato con figure rappresentanti le varie attività umane.

In questo bronzo di Filippo I Arabo a dir poco stupefacente, creato certamente da un grande artista, è ritratto il momento fatale della forgia di quelle armi. Davvero sembra di vedere i metallurghi dalle forti braccia muoversi plasticamente nel battere il ferro poggiato sull'incudine:

achillles1.jpg.d2c844db95509c6243b85e8666394475.jpg

Philippus I Arabus, AE 35, Ancyra, Phrygia. 244-249, g. 16,63. Magistrato P. Aru. Zoilos, primo arconte di Ancyra. AVT K M IOVΛ ΦIΛIΠΠOC, busto laureato, drappeggiato e corazzato a destra. / EΠO AΡ ZΩYΛOY AΡX A TO B, Efesto seduto a ds., tiene tenaglia e martello, il Ciclope stante a sn. col martello, tra di loro un incudine; sul fondo Athena elmata stante a sn. All'esergo: :Greek_Alpha::Greek_Gamma::Greek_Rho::Greek_Upsilon::Greek_Rho::Greek_Alpha::Greek_Nu::Greek_Omega: . :Greek_Nu: . (Winterthur G6997; ANS 1974.226.101)

HIRPINI

 
Edited by Hirpini
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lucreziamaria

E che dire di questa moderna moneta che accosta Trump a Ciro il Grande? Si può parlare di numismatica bellezza? O di che cosa?706436352_thesecondocoin.PNG.1ae666bfa5c74f20481b32b403ad4d48.PNG

  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

1412luigi
Supporter
1 ora fa, Lucreziamaria dice:

E che dire di questa moderna moneta che accosta Trump a Ciro il Grande? Si può parlare di numismatica bellezza? O di che cosa?706436352_thesecondocoin.PNG.1ae666bfa5c74f20481b32b403ad4d48.PNG

Non ho parole...cioè...le avrei, ma preferisco tacere....

  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hirpini

E ancora, tornando al classico Achille, ecco il dio metallurgo Efesto che sotto lo sguardo attento della Pallade Athena, lavora di tenaglia e martello all'elmo che sarà dell'eroe: su questo bronzo - un medaglione di Settimio Severo - l'artista ritrae il dio mentre applica all'elmo corinzio uguale a quello che indossa la dea, la cresta imponente. In realtà più spesso vediamo la dea che porta sul capo il κάσκα κορινθιακή, il kaska korinthiakè di Pericle e dei trecento spartani che si immolarono alle Termopili, privo di quello spettacolare ornamento che è la cresta.

Come si usava in tempo di pace, anche qui Athena porta l'elmo ruotato indietro sulla nuca (in tempo di guerra invece il coppo veniva calato sul viso e lo proteggeva pressoché interamente: la fronte era coperta fin sugli occhi; sul lungo nasale convergevano i paraguance che poi scendevano giù fino al mento; una proiezione ricurva copriva la nuca, come nella "galea" romana, nel "morione" dei conquistadores spagnoli e nello "stahlhelm" tedesco.

Ecco l'artistico bronzo: non essendo registrato nei maggiori cataloghi, mi aspetto che i più esperti dicano qualcosa in proposito 

medaillon.jpg.787851c87ce71469cff146895f904c03.jpg

Moesia Inferior, Marcianopolis, Septimius Severus (AD 193-211).  Medaglione, 42 mm, 52.54 g..  Magistrato Aurelius Gallus. ΑV K Λ CEΠ CЄVΗΡΟC Π,  busto di Settimio Severo laureato, drappeggiato e corazzato a ds. / V AV ΓAΛΛΟ • MA-PKIAN, Efesto seduto a destra su un cippo marmoreo, impugna il martello e applica la cresta all'elmo corinzio forgiato per Achille; di fronte a lui Athena in piedi a sn. con lancia e scudo, approva il lavoro del dio metallurgo, il braccio destro poggiato sulla colonna. All'esergo: OΠOΛΙΤΩΝ. Varbanov -. AMNG -. BMC .

.........

ACSEARCH.info presenta poi un secondo esemplare all'asta di Heritage Auktions Inc., 3040 del 9.04.2015, lotto 29165 (anche su questo mi aspetto i pareri dei più esperti):

secondo.jpg.880f9d2e757cb91dbab28a0d9cf73ba5.jpg

LYDIA. Thyatira. Septimius Severus. 193-211 AD. AE Medaglione (46mm, 53.68 g). Asiaticus Hermogenes, stratega. Busto laureato, drappeggiato e corazzato a ds. /EPI CTPA•A-CIATIKOV EPMOGEN(OVC), Efesto seduto su un cippo marmoreo a ds. rifinisce col martello un elmo corinzio poggiato su una colonna; gli sta di fronte Athena armata di lancia e scudo, il braccio destro poggiato sulla colonna. In esergo: QVATEIPH•/NWN in due linee. Estremamente raro, secondo esemplare conosciuto. Dalla Garth R. Drewry Collection. Ex Marcel Burstein Collection (Peus 366, 25 October 2000), lot 738.
......
 
E ancora:
tre.jpg.f533515578ccd183948290f0ff07a784.jpg
Perga, Pamphilia, Philippus II, 244-249, AE (g.6,29. mm.23). AU K M IOU SEOU FILIPPOS S, busto drappeggiato e laureato di Filippo II a ds., sotto un globo / PERGA-I-WN, Efesto metallurgo seduto su un cippo a ds. lavora allo scudo di Achille. SNG BN 520 f.; SNG PfPs 405.
.........
 
Dal bronzo alla tela:
hephaistos_forging_achilles_armor_by_giulio_romano_ca-_1492-1546_from_the_sala_di_troia_palazzo_ducale_mantua390b838898909863f455a7027d99affb.jpg.0c0d54e99fc7a2f45326481adf9356b5.jpg
Giulio Romano, 1492-1546, "Efesto forgia le armi di Achille"
 
4.jpg.08ca3a0dbb4e4d78f6325d5878f681b0.jpg
Felice Giani, 1802 ca, "Vulcano mostra a Teti le nuove armi di Achille".
........
Alla prossima
HIRPINI
Edited by Hirpini
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

caravelle82
1 ora fa, Hirpini dice:

E ancora, tornando al classico Achille, ecco il dio metallurgo Efesto che sotto lo sguardo attento della Pallade Athena, lavora di tenaglia e martello all'elmo che sarà dell'eroe: su questo bronzo - un medaglione di Settimio Severo - l'artista ritrae il dio mentre applica all'elmo corinzio uguale a quello che indossa la dea, la cresta imponente. In realtà più spesso vediamo la dea che porta sul capo il κάσκα κορινθιακή di Pericle e dei trecento spartani che si immolarono alle Termopili, privo di quello spettacolare ornamento che è la cresta.

Come si usava in tempo di pace, anche qui Athena porta l'elmo ruotato indietro sulla nuca (in tempo di guerra invece il coppo veniva calato sul viso e lo proteggeva pressoché interamente: la fronte era coperta fin sugli occhi; sul lungo nasale convergevano i paraguance che poi scendevano giù fino al mento; una proiezione ricurva copriva la nuca, come nella "galea" romana, nel "morione" dei conquistadores spagnoli e nello "stahlhelm" tedesco.

Ecco l'artistico bronzo: non essendo registrato nei maggiori cataloghi, mi aspetto che i più esperti dicano qualcosa in proposito 

medaillon.jpg.787851c87ce71469cff146895f904c03.jpg

Moesia Inferior, Marcianopolis, Septimius Severus (AD 193-211).  Medaglione, 42 mm, 52.54 g..  Magistrato Aurelius Gallus. ΑV K Λ CEΠ CЄVΗΡΟC Π,  busto di Settimio Severo laureato, drappeggiato e corazzato a ds. / V AV ΓAΛΛΟ • MA-PKIAN, Efesto seduto a destra su un cippo marmoreo, impugna il martello e applica la cresta all'elmo corinzio forgiato per Achille; di fronte a lui Athena in piedi a sn. con lancia e scudo, approva il lavoro del dio metallurgo, il braccio destro poggiato sulla colonna. All'esergo: OΠOΛΙΤΩΝ. Varbanov -. AMNG -. BMC .

.........

ACSEARCH.info presenta poi un secondo esemplare all'asta di Heritage Auktions Inc., 3040 del 9.04.2015, lotto 29165 (anche su questo mi aspetto i pareri dei più esperti):

secondo.jpg.880f9d2e757cb91dbab28a0d9cf73ba5.jpg

LYDIA. Thyatira. Septimius Severus. 193-211 AD. AE Medaglione (46mm, 53.68 g). Asiaticus Hermogenes, stratega. Busto laureato, drappeggiato e corazzato a ds. /EPI CTPA•A-CIATIKOV EPMOGEN(OVC), Efesto seduto su un cippo marmoreo a ds. rifinisce col martello un elmo corinzio poggiato su una colonna; gli sta di fronte Athena armata di lancia e scudo, il braccio destro poggiato sulla colonna. In esergo: QVATEIPH•/NWN in due linee. Estremamente raro, secondo esemplare conosciuto. Dalla Garth R. Drewry Collection. Ex Marcel Burstein Collection (Peus 366, 25 October 2000), lot 738.
......
 
E ancora:
tre.jpg.f533515578ccd183948290f0ff07a784.jpg
Perga, Pamphilia, Philippus II, 244-249, AE (g.6,29. mm.23). AU K M IOU SEOU FILIPPOS S, busto drappeggiato e laureato di Filippo II a ds., sotto un globo / PERGA-I-WN, Efesto metallurgo seduto su un cippo a ds. forgia l'armatura di Achille. SNG BN 520 f.; SNG PfPs 405.
.........
 
Dal bronzo alla tela:
hephaistos_forging_achilles_armor_by_giulio_romano_ca-_1492-1546_from_the_sala_di_troia_palazzo_ducale_mantua390b838898909863f455a7027d99affb.jpg.0c0d54e99fc7a2f45326481adf9356b5.jpg
Giulio Romano, 1492-1546, Efesto forgia le armi di Achille
 
4.jpg.08ca3a0dbb4e4d78f6325d5878f681b0.jpg
Felice Giani, 1802 ca, Vulcano mostra a Teti le nuove armi di Achille.
........
Alla prossima
HIRPINI

Complimenti per la passione,pazienza e precisione nell esporre la storia di una moneta,il suo periodo storico e i personaggi dei tempi che furono...grande stima.. salutoni✌️

Caravelle82 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lucreziamaria

Salve a tutti,

Mostrando a una mia nipotina le immagini dei cavalieri della Tavola Rotonda e le foto della serie di sei monete emessa dalle Cook Islands nel 2009, soffermandomi poi sul Sacro Graal, mi sento rispondere con sufficienza: Ah sì, conosco la storia, è quella delle anime, quella dei Sette peccati capitali. Sbalordita, indago e scopro finalmente che la storia dei cavalieri di Camelot è trasmessa su Netfix dal più seguito manga giapponese dal titolo i Sette peccati capitali, che attira, coinvolge e confonde i nostri piccoli fan che non leggeranno mai Chrétien de Troyes.

Potenza dell'industria culturale e dell'Homo Netfix.

 

King Arthur.jpg

Santo Graal.jpg

Ginevra.jpg

index.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

1412luigi
Supporter

dal mio libro: 'Parlo con un angelo femmina'

 

........

una poesia di Trilussa:
Dio, doppo avé ccreato in pochi ggiorni
cuello che cc’è de bbello e cc’è de bbrutto,
in paradiso o in de li su’ contorni
creò un rampino e ci attaccò un presciutto.
E ddisse: «Cuella femmina che in tutto
er tempo che ccampò nun messe corni,
n’abbi una fetta, acciò nun magni asciutto
er pan de scèlo de li nostri forni».
Morze Eva, morze Lia, morze Ribbecca,
fino inzomma a ttu’ mojje a mman’a mmano,
morzeno tutte, e ppíjjele a l’inzecca.
E tutte cuante cor cortello in mano
cuanno furno a ttajjà fesceno scecca:
sò sseimil’anni, e cquer presciutto è ssano.
Qui si dice che tutte le donne dopo la morte sono messe alla prova per
vedere se sono state fedeli.
Il risultato è che non c’è mai stata una sola femmina che in vita non abbia
messo le corna, vere o virtuali, al marito o al compagno (oggi diremmo
anche alla compagna).
Detto in soldoni: le donne sono tutte madonne e tutte puttane al tempo
stesso. Sono convintissimo che se non fosse così l’umanità non dico che
sarebbe finita presto, dico che non sarebbe mai cominciata.


“Luigi, per me l’amore è dolcezza e grazia e noi spiriti non tradiamo mai!


“Virginia, quello che tu fai fatica a capire è che nell’amore di noi esseri
umani c’è sempre una componente distruttiva e autodistruttiva.
Come diceva il poeta latino Catullo “Odio e amo. Potresti chiedermi
perché lo faccia. Non lo so, ma provo questo e mi ci crocifiggo’. E
Anacreonte? ‘Amo e non amo, sono pazzo e non sono pazzo’.
Virginia, a me piace molto quello che scrive Oscar Wilde. Ti ricordi le sue
parole?
...eppure ogni uomo uccide ciò che ama.
Io vorrei che ciascuno m’ascoltasse:
alcuni uccidono adulando, ad altri
basta solo uno sguardo d’amarezza.
Il vile uccide mentre porge un bacio
e l’uomo coraggioso con la strage!
Molti uccidono l’amore da giovani,
altri invece da vecchi. Chi lo strangola
con le avide mani del peccato
e chi invece con le mani dell’oro.
L’uomo gentile adopera il coltello,
perché il freddo mortale sia più rapido.
Alcuni amano troppo brevemente
ed altri troppo a lungo. C’è chi vende
e chi compra; chi uccide il proprio amore
senza un singhiozzo e con molte lacrime.
Ma nessuno, tra quelli che hanno ucciso
ciò che amavano, paga con la morte.

Visto? Semplicemente magnifico.
Scusa, Virginia, hai notato che sono sempre di meno gli uomini che amano
la susina e che stanno crescendo quelli che preferiscono il cetriolo o i
meloni?


“In effetti sembra così. Tu hai delle prove, degli studi a questo proposito?


“In un certo senso sì.
Devi sapere che verso la fine della passeggiata a mare di Rapallo esiste un
portone di quercia che chiude un basso fabbricato, forse un magazzino o
una specie di capanno degli attrezzi.
Anni fa, in cima a quel legno una mano ignota aveva vergato queste
parole:
CHI GLI PIACE LA FIGA TIRI UNA RIGA


“Luigi, frase volgarotta e pure sgrammaticata!


“Certo, ma di grande impatto e sicuramente efficace!
Comunque, sotto quello scritto c’erano tantissime righe. Nere, bianche,
rosse, viola, verdi, arancioni, gialle, blu...un vero arcobaleno di adesioni,
un tripudio di consensi per l’origine del mondo.


“Luigi, c’era anche la tua firma?


“Poteva mai mancare? Però un brutto giorno, mentre passo da quelle parti
scopro con dispiacere che la scritta è stata cancellata e il portone è stato
rimesso a nuovo e riverniciato.
Da allora, nessuno ha più esaltato l’oscuro oggetto del desiderio di noi
maschietti. Solo lenti passi di vecchi mescolati allo sciabordio delle onde
che consumano gli scogli...........

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

1412luigi
Supporter

 

 

AKITA

 

Stasera ho acceso l'aria...

un lampo fuori e di gorgoglio un tuono

giusto un bacio per chiedere perdono...

dov'è quel canto breve di fanciulla

e un pianto scivolato sulla culla

e la tua voce

e le risate morte

sepolte sulla spiaggia abbandonata

echeggiate e risorte

saccheggiate dai vecchi

che smenticano amori ed il bastone?

Dove sono le lacrime di vita

e la foto smarrita...

dove dormi fra i marmi, dolce Akita?

Non dirmi il tuo sepolcro...

ti preferisco a bere un dry Martini

pelle di bronzo e rossoblu il bikini.

 

 

 

 

 

 

s-l1600.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lucreziamaria

Querelle de Brest

Sentivo un'eco dell'amore

in te che leggevi Jean Genet...

Vedevo l'alba rosea dell'amore

in te che cercavi i film di Fassbinder...

Each man kills the thing he loves

cantava Jeanne Moreau in Querelle de Brest.

Specchio di verità, caro George,

Tu hai ucciso l'amore con parole dolci

con occhi carezzevoli

baciavi sospiri di promesse,

ma non sei morto per aver ucciso l'amore,

sei morto al Saint-Louis

dello stesso male di tanti Jo Querelle.


 

 

 


 

 

francia-2014-2-aids.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.