Jump to content
IGNORED

100 unità dall'etruria


Recommended Posts

Depresso
ARES III

Buongiorno

Ho aperto una nuova discussione, come naturale prosecuzione, in quanto nella sezione storia e archeologia partendo da un bronzetto votivo definito "testina chiodata"

@Ranbel ha sottoposto alla nostra (di tutti gli intervenuti) attenzione il disegno di una moneta ritrovata nel 1794 nel territorio di Cascia in seguito ad una piena di un torrente locale.

Assieme a questa moneta sono stati ritrovati molti oggetti votivi in bronzo e qualche altra moneta chiaramente greca, tutti conservati ora nei Musei Vaticani.

All'epoca la nostra moneta era stata classificata come greca, come si evince dalla didascalia:

 

 

 

IMG_20200616_222115.thumb.jpg.c7895c98c54e78f65a2e0531d224e359~3.jpg

Edited by ARES III
Link to post
Share on other sites

Depresso
ARES III

Ho trovato qualche accenno su questa moneta:

un interessante esemplare di aes della Valle Fuino (un munno con il rovescio incuso ora conservato nel Medagliere Vaticano) scrisse sul periodico "memorie numismatiche" (1847) anche un tale Diamilla che fu poi coinvolto in vicende giudiziarie perchè accusato di aver sostituito con monete comuni diversi pezzi del medagliere vaticano.

Questo pezzo numismatico di Cascia, salvatosi da tutte le ruberie, fu probabilmente coniato in una città dell'Etruria meridionale intorno alla fine del IV secolo. La moneta ritrovata a Valle Fuino presenta sul diritto la testa di Giove barbata e laureata e sul rovescio il valore più alto , corrispondente a 100, della serie .

Un'altra moneta similare con valore 25 ed Atena-Gallo fu poi trovata ad Ancarano di Norcia a poca distanza da Cascia.

http://www.storia-riferimenti.org/articoli/aes.htm

Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica

Sembra un cento centesimi a rovescio incuso , attribuiti a populonia. Il disegno al rovescio differisce dalla realtà, ma si legge veramente male ed è facile confondersi. 

Link to post
Share on other sites

Supporter
3 minuti fa, Rapax dice:

Siete stati molto bravi, se pensate che sono molti anni che ho letto quella cronaca e da allora ho avuto questo dubbio, vi ringrazio di cuore, volevo aggiungere che faceva parte dello stesso rinvenimento anche una moneta d argento con la gorgone e qui il relatore non si è sbagliato, saluti

Link to post
Share on other sites

Supporter
2 ore fa, Tinia Numismatica dice:

Sembra un cento centesimi a rovescio incuso , attribuiti a populonia. Il disegno al rovescio differisce dalla realtà, ma si legge veramente male ed è facile confondersi. 

Scusatemi ma mi assilla un altro dubbio:perché questa moneta è stata attribuita alla zecca diPopulonia? Il ritratto mi sembra molto raffinato più magna grecia. Saluti 

Link to post
Share on other sites

Come suggerito da @Tinia Numismatica  prova a confrontarla col noto 100 unità attribuito a Populonia. Tinia al dritto e dietro il medesimo segno di valore )I( 

Purtroppo l'esemplare di Firenze non è messo benissimo:

https://medagliere-firenze.lamoneta.it/moneta/FI-PUPULT/1

Guarda anche la testa di Tinia sul 5 unità in argento:

https://medagliere-firenze.lamoneta.it/moneta/FI-POPULQ/8

Attenzione però che l'attribuzione a Populonia è solo ipotetica, presenta analogie anche con produzioni attribuibili a zecche dell'Italia Centrale, ma resterei in queste aree, non vedo elementi che colleghino il tipo alla Magna Grecia. 

 

Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica
6 ore fa, Ranbel dice:

Scusatemi ma mi assilla un altro dubbio:perché questa moneta è stata attribuita alla zecca diPopulonia? Il ritratto mi sembra molto raffinato più magna grecia. Saluti 

Perché il numerale è tipico Di populonia e l’areale di distribuzione fa riferimento a quella zona  

Edited by Tinia Numismatica
Link to post
Share on other sites

Depresso
ARES III
9 ore fa, ARES III dice:

Un'altra moneta similare con valore 25 ed Atena-Gallo fu poi trovata ad Ancarano di Norcia a poca distanza da Cascia.

Qualcuno ha ne sa qualcosa ?

Avevo pensato inizialmente a Cales per via della raffigurazione Athena/gallo, ma il segno di valore 25 non c'è, come si può vedere dalla foto:

122969_2~2.jpg

Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica
1 ora fa, ARES III dice:

Qualcuno ha ne sa qualcosa ?

Avevo pensato inizialmente a Cales per via della raffigurazione Athena/gallo, ma il segno di valore 25 non c'è, come si può vedere dalla foto:

122969_2~2.jpg

Magari il xxv centesimi con testa di Atena e incuso al rovescio? 

Link to post
Share on other sites

Depresso
ARES III

@Tinia Numismatica non ne ho proprio idea dal momento che non ho trovato ancora nessun accenno ad un ritrovamento monetale ad Ancarano di Norcia

con valore 25 ed Atena-Gallo .

Non so se il

54 minuti fa, Tinia Numismatica dice:

xxv centesimi con testa di Atena 

che intendi tu abbia un incuso a forma di gallo.

Link to post
Share on other sites

Supporter
3 ore fa, ARES III dice:

Ci posti il disegno ? Grazie.

Buonasera vi posto il disegno della moneta con la gorgone assieme ad un decagramma di siracusa  che fu acquistato dal principe borghese,più che disegni sono scarabocchi, ho pensato d mettere tutte le monete che sono rappresentate così potrete farvi un idea della varietà del ripostiglio, saluti

IMG-20200617-WA0000.jpg

IMG-20200616-WA0007.jpg

IMG-20200616-WA0006.jpg

Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica
4 ore fa, ARES III dice:

@Tinia Numismatica non ne ho proprio idea dal momento che non ho trovato ancora nessun accenno ad un ritrovamento monetale ad Ancarano di Norcia

con valore 25 ed Atena-Gallo .

Non so se il

che intendi tu abbia un incuso a forma di gallo.

Si...

Link to post
Share on other sites

Supporter
Il 17/6/2020 alle 21:56, Ranbel dice:

Buonasera vi posto il disegno della moneta con la gorgone assieme ad un decagramma di siracusa  che fu acquistato dal principe borghese,più che disegni sono scarabocchi, ho pensato d mettere tutte le monete che sono rappresentate così potrete farvi un idea della varietà del ripostiglio, saluti

IMG-20200617-WA0000.jpg

IMG-20200616-WA0007.jpg

IMG-20200616-WA0006.jpg

Buonasera ho dimenticato di allegare la pagina in cui si fa l inventario degli oggetti spediti a Roma, che si ritiene che siano una minima parte di quelli rinvenuti, tanto che gira voce che i discendenti dei protagonisti di questo rinvenimento conservino in casa ancora degli oggetti, saluti

IMG-20200617-WA0001.jpg

Link to post
Share on other sites

Supporter
5 minuti fa, okt dice:

Non pesa 10 grammi, ma più di 40! 🙂

Lo so ma il correttore... 

Link to post
Share on other sites

aemilianus253

Essendo proprio di Cascia, volevo aggiungere un breve pensiero. Intanto grazie per aver rispolverato un argomento che riguarda il nostro territorio e su cui localmente abbiamo tanto dibattuto. Persino il luogo, indicato erroneamente nello studio, comunque utile, del Bignami è incerto. Grazie alla paziente rilettura dei documenti e dei disegni, pur con i loro limiti, siamo riusciti ad individuare un posto più "probabile", rispetto a quello indicato nel libro. Sono state utili anche le testimonianze di abitanti della zona, che riportano notizie di nonni e bisnonni, a loro volta informati precedentemente nell'ambito della famiglia. Sono state anche acquisite donazioni di oggetti, probabilmente riconducibili al "tesoro", ora al museo. È probabile che un nuovo scavo archeologico possa confermare il luogo e, chissà, rinvenire qualche oggetto sfuggito alle ricerche effettuate oltre due secoli fa. Non avevo mai visto la foto del "nostro" pezzo da 100 unità e l'ho già passato ad altri appassionati locali. Stiamo cercando di spingere affinché il comune, insieme ai Musei Vaticani, possa in futuro organizzare una mostra temporanea di reperti provenienti da Valle Fuino, unitamente a quelli recuperati localmente. Infine, so ovviamente dei ritrovamenti di Forca di Ancarano, altro luogo del territorio, ma non sapevo che anche lì vi fosse stata rinvenuta una moneta etrusca. Grazie ancora a tutti. 

Link to post
Share on other sites

  • 7 months later...
gerardo22
Il 17/6/2020 alle 18:23, ARES III dice:

Qualcuno ha ne sa qualcosa ?

Avevo pensato inizialmente a Cales per via della raffigurazione Athena/gallo, ma il segno di valore 25 non c'è, come si può vedere dalla foto:

122969_2~2.jpg

Non mi sembra possibile alcun dubbio: è una monneta di Cales, analoga a quelle di numerosi altri centri romanizzati della Campania e del Basso Lazio, emesse intorno alla metà del II secolo, caratterizzate dai tipi Atena/gallo, che probabilmente identificava una sorta di lega monetale, organizzata col consenso di Roma.

 

Link to post
Share on other sites

Tinia Numismatica
31 minuti fa, gerardo22 dice:

Non mi sembra possibile alcun dubbio: è una monneta di Cales, analoga a quelle di numerosi altri centri romanizzati della Campania e del Basso Lazio, emesse intorno alla metà del II secolo, caratterizzate dai tipi Atena/gallo, che probabilmente identificava una sorta di lega monetale, organizzata col consenso di Roma.

 

Credo che tu stia parlando  di qualcos’altro 

Link to post
Share on other sites

Depresso
ARES III

@gerardo22 bisogna fare attenzione perché una comunanza di iconografia non sempre corrisponde ad una certa attribuzione 

Guardiamo ad es. questa frazione in argento, non assomiglia alle Metus di Populonia? Eppure non lo è. 

Vediamo chi lo identifica?

pRq2M3eenH7K6xZtoQ5Y8BWiJ9rLyD~2.jpg

Link to post
Share on other sites

  • Scipio changed the title to 100 unità dall'etruria

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.