Jump to content
IGNORED

Il "brutto anatroccolo"...


FFF
 Share

Recommended Posts

... o presunto tale. Per quanto concerne le monete della Repubblica, quale a vostro giudizio è riuscita maluccio?

A me non piace la moneta da 200 lire. Sapevatelo 😅

E potevano evitare di coniare le 50-100 lire mignon...

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Buona sera.Uscendo dal tema voglio però agganciarmi all' argomento per commentare la coniazione delle 50

e 100 lire mignon.Qualche anno fa vinsi una scommessa con un mio amico tedesco che non

credeva possibile la presenza contemporanea di tre formati di 50 e 100 lire . Gli sembrava un indice di eccessivo

disordine.

Cordialità Gabriella

Ps. E  cosa dovevano pensare i costruttori dei distributori automatici ?

Edited by ACERBONI GABRIELLA
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


la moneta che non sono riuscito in alcun modo ad accettare, è stata la 1000 lire.

I motivi sono due:

per me la 1000 lire era e doveva restare una banconota;

Forse io non lo capisco o non mi voglio applicare, ma: il rovescio, per me, inaccettttabile e orrendo.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Col senno di poi le 50 e 100 lire mignon sicuramente le vediamo sotto un'altra luce. Ma all'epoca l'idea non era del tutto stramba: se ben ricordo, coniare una moneta da 100 lire era arrivato a costare circa 138 lire, e i tondelli erano già belli pronti dopo la produzione delle 500 lire (di cui le 50 lire mignon erano il "buco" centrale). Si criticava la loro piccola dimensione: vero, ma oramai 50 lire erano la moneta di minor valore in circolazione, e le dimensioni mi sembrano coerenti con quelle degli altri tagli minimi (vedi 1 euro cent di oggi).

Piuttosto non ho mai capito perché si sia perseverato nel coniare monete da 5, 10 e 20 lire che ormai non servivano più assolutamente a nulla e che non circolavano, non erano accettate dai negozi, venivano buttate nei tombini...

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


3 ore fa, Burkhard dice:

Col senno di poi le 50 e 100 lire mignon sicuramente le vediamo sotto un'altra luce. Ma all'epoca l'idea non era del tutto stramba: se ben ricordo, coniare una moneta da 100 lire era arrivato a costare circa 138 lire, e i tondelli erano già belli pronti dopo la produzione delle 500 lire (di cui le 50 lire mignon erano il "buco" centrale). Si criticava la loro piccola dimensione: vero, ma oramai 50 lire erano la moneta di minor valore in circolazione, e le dimensioni mi sembrano coerenti con quelle degli altri tagli minimi (vedi 1 euro cent di oggi).

Piuttosto non ho mai capito perché si sia perseverato nel coniare monete da 5, 10 e 20 lire che ormai non servivano più assolutamente a nulla e che non circolavano, non erano accettate dai negozi, venivano buttate nei tombini...

Che bei ricordi con i 500 lire(dopo la scuola nel 1991).io ci giocavo ore al bar con i Pac-Man videogame e ci facevo le sfide con i miei amici.invece con le 5-10-20 lire le davo nelle offerte dei bisognosi e quelli giustamente mi odiavano

Edited by pippo78
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites


17 ore fa, ACERBONI GABRIELLA dice:

Buona sera.Uscendo dal tema voglio però agganciarmi all' argomento per commentare la coniazione delle 50

e 100 lire mignon.Qualche anno fa vinsi una scommessa con un mio amico tedesco che non

credeva possibile la presenza contemporanea di tre formati di 50 e 100 lire . Gli sembrava un indice di eccessivo

disordine.

Cordialità Gabriella

Ps. E  cosa dovevano pensare i costruttori dei distributori automatici ?

E al tuo amico tedesco dovevi spiegargli che noi italiani facciamo sempre le cose in grande.Lol

Link to comment
Share on other sites


21 ore fa, ACERBONI GABRIELLA dice:

Buona sera.Uscendo dal tema voglio però agganciarmi all' argomento per commentare la coniazione delle 50

e 100 lire mignon.Qualche anno fa vinsi una scommessa con un mio amico tedesco che non

credeva possibile la presenza contemporanea di tre formati di 50 e 100 lire . Gli sembrava un indice di eccessivo

disordine.

Cordialità Gabriella

Ps. E  cosa dovevano pensare i costruttori dei distributori automatici ?

Ma c'erano distributori modificati per questo tipo di monete?

Link to comment
Share on other sites


9 ore fa, Pierluigi 1965 dice:

la moneta che non sono riuscito in alcun modo ad accettare, è stata la 1000 lire.

I motivi sono due:

per me la 1000 lire era e doveva restare una banconota;

Forse io non lo capisco o non mi voglio applicare, ma: il rovescio, per me, inaccettttabile e orrendo.

A mio avviso, anche l'euro e i 2 euro, se li avessero stampati in banconote, non sarebbe stata una cosa malvagia. Concordo che il ropvescio dei 1000 lire iin metallo sia un qualcosa che sembra stato fatto perchè altra idea non avevano per la testa.

Link to comment
Share on other sites


4 ore fa, pippo78 dice:

E al tuo amico tedesco dovevi spiegargli che noi italiani facciamo sempre le cose in grande.Lol

Più che altro, sappiamo farci riconoscere sempre. Nel bello e nel brutto. Sulle 2 percentuali, lascio al vostro singolo pensiero.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites


4 ore fa, pippo78 dice:

Che bei ricordi con i 500 lire(dopo la scuola nel 1991).io ci giocavo ore al bar con i Pac-Man videogame e ci facevo le sfide con i miei amici.invece con le 5-10-20 lire le davo nelle offerte dei bisognosi e quelli giustamente mi odiavano

Preferivo giocare a calico balilla. Offerte ai bisognosi, ma se meritevoli. Perchè il 90% dei bisognosi lo è per cause proprie. E questo 90% si attende che sinao gli altri a dover metter euna pezza ai loro sbagli. Che poi cosi ripeteranno. Solitamente cibo o vestiario. Raramente soldi. Cosicchè abbastanza sicuro che non se li avrebbero fumati o bevuti o giocati alle macchinette.

Aggiungo: zero alla chiesa. Li si che sussiste un abisso tra il predicare e il praticare. Facendo volontariato nell'ambito di animali abbandonati o maltrattati, dalla gerarchia ecclesiastica, mai avuto nessun supporto.

Edited by FFF
Link to comment
Share on other sites


Io adoro molto esteticamente la Repubblica ma i brutti anatroccoli per me sono: 50-100 Lire nuovo modulo (Nichel), che non trovo proprio orribili in realtà, diciamo che mi piacciono poco, e soprattutto la 1000 Lire bimetallica che trovo sia la peggiore in assoluto. Già che ci sono dico anche la più bella: 2 Lire Spiga

Link to comment
Share on other sites


Il 29/7/2020 alle 10:26, Pierluigi 1965 dice:

la moneta che non sono riuscito in alcun modo ad accettare, è stata la 1000 lire.

I motivi sono due:

per me la 1000 lire era e doveva restare una banconota;

Forse io non lo capisco o non mi voglio applicare, ma: il rovescio, per me, inaccettttabile e orrendo.

Concordo sulla bruttezza del 1000 lire. Imbarazzante poi l'errore sulla cartina, espressione icastica dell'italica ignoranza. 

Link to comment
Share on other sites


Secondo il mio modesto parere, la moneta che più si avvicina alla favola del "brutto anatroccolo" è senz'altro quella del 200 Lire: tanto orrenda pare la tipologia "lavoro", tanto sono belle le commemorative divenute "cigno"...

152759717_IMG_20200804_0001(2).thumb.jpg.bca2ae03e16be120f17b4101da771395.jpg

Edited by El Chupacabra
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Ciao @El Chupacabra Sebbene le 200 lire non piacciono molto neanche a me, soprattutto perché sono difficili da conservare e inoltre spesso sono stanche di conio. Discorso diverso per le commemorative che trovo gradevoli. La Tua serie di commemorative postata qui sopra la vedo molto ben conservata. Le foto sono piccole ma le monete mi sembrano tutte in perfetto FDC. Carini anche l'espositore e la descrizione. Scusami se faccio una domanda banale: Le hai confezionate tu in quel modo?  Complimenti

:hi:

Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, miza dice:

Ciao @El Chupacabra Sebbene le 200 lire non piacciono molto neanche a me, soprattutto perché sono difficili da conservare e inoltre spesso sono stanche di conio. Discorso diverso per le commemorative che trovo gradevoli. La Tua serie di commemorative postata qui sopra la vedo molto ben conservata. Le foto sono piccole ma le monete mi sembrano tutte in perfetto FDC. Carini anche l'espositore e la descrizione. Scusami se faccio una domanda banale: Le hai confezionate tu in quel modo?  Complimenti

:hi:

Quella in fondo a sinistra, 200 lire Montesosri/FAO, non creod sia FDC

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


5 ore fa, El Chupacabra dice:

Secondo il mio modesto parere, la moneta che più si avvicina alla favola del "brutto anatroccolo" è senz'altro quella del 200 Lire: tanto orrenda pare la tipologia "lavoro", tanto sono belle le commemorative divenute "cigno"...

152759717_IMG_20200804_0001(2).thumb.jpg.bca2ae03e16be120f17b4101da771395.jpg

Concordo. Anche perchè non ci voleva poi molto per realizzarla meglio della standard 😅

PS: Sulle 200 Lire "Arsenale di Taranto" mooooolti anni fa girava la voce che ci fossero esemplari con differenze sostanziali rispetto al conio in oggetto, hai mai sentito nulla in merito?

Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, miza dice:

Le hai confezionate tu in quel modo?

Sì, si tratta della "collezione 3" della Repubblica. Come per la "collezione del ricordo", le monete sono raccolte per tipologia (in questo caso le "200 Lire commemorative").

13 minuti fa, FFF dice:

non creod sia FDC

E hai ragione, come detto sopra, è la raccolta di terza scelta. La maggior parte, però, è prossima al FDC perché furono raccolte in più esemplari man mano che venivano emesse.

14 minuti fa, FFF dice:

PS: Sulle 200 Lire "Arsenale di Taranto" mooooolti anni fa girava la voce che ci fossero esemplari con differenze sostanziali rispetto al conio in oggetto, hai mai sentito nulla in merito?

È la prima volta che ne sento parlare. Quali differenze sostanziali?

798951304_200Lire1989.thumb.jpg.6bd44d73501cd3aa6175c9c36d438f00.jpg

Link to comment
Share on other sites


Ero poco più che bambino. Mi è rimasta questa riminescenza. Che non so nemmeno da quale fonte certa provenga! Mi sembra che fosse stata citata in qualche programma televisivo. Mipsiace non essere più utile di così. Confidavo nella tua onniscienza 😅

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, FFF dice:

 

PS: Sulle 200 Lire "Arsenale di Taranto" mooooolti anni fa girava la voce che ci fossero esemplari con differenze sostanziali rispetto al conio in oggetto, hai mai sentito nulla in merito?

Mai sentito nulla del genere, né allora né in seguito. Dubito che ci siano grandi misteri nella monetazione della repubblica.

Link to comment
Share on other sites


  • 3 weeks later...
Supporter

In merito alle 200 lire devo dire che il pezzo ordinario non mi dispiace molto, a differenza di quanto scritto da molti di noi. Concordo sul fatto che alcune di quelle che ci passavano tra le mani avevano un conio stanco. Avevano un estetica piuttosto "socialista" con la loro ruota dentata:

P_20200821_153239_1.thumb.jpg.7ead9f827c4c1bb5c075cb48297f04cd.jpg

Dal basso verso l'alto:

2 forint ungheresi del 1976;

5 złotych polacchi del 1976;

20 dinara jugoslavi del 1955;

10 Pfennig tedesco-orientali del 1949.

 

Insomma, non erano granché, ma secondo me, non me ne voglia Ettore Lorenzo Frapiccini, meglio un disegno minimalista che non il disegno, a mio dire, un po' grossolano, fintamente fanciullesco della Lega Navale.

Soprattutto il logo centrale, rialzato rispetto ad altri rilievi, l'ho sempre considerato poco apprezzabile con le sue scritte rotondeggianti.

 

 

Edited by sdy82
Errore ortografico
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.