Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Rob_erto

Le monete dei Tre Moschettieri

Risposte migliori

Rob_erto

Ciao, non so se stò postando nella sezione adatta, mi sembra comunque la più pertinente per questa cosa che mi incuriosisce molto. Nel romanzo di Dumas si fa spesso riferimento a delle "pistole". Ad esempio i Moschettieri vengono ricompensati con 40 pistole, o dicono cose tipo "non vorrei la tal cosa neanche se valesse mille pistole", con queste pistole poi si procurano vari beni e servizi, ma sembrano farlo all'istante, sul momento. Ma nella Francia del 1600 ci si portava dietro decine di armi da scambiare come fossero monete? :blink:

Strano perche comunque nel libro si nominano spesso scudi d'argento e Luigi che si capisce sono monete d'oro.

Strana domanda, eh? spero qualcuno ne sappia qualcosa :rolleyes:

grazie e saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Strano perche comunque nel libro si nominano spesso scudi d'argento e Luigi che si capisce sono monete d'oro.

205176[/snapback]

Anche le "pistole" sono monete d'oro :D anzi, secondo alcuni è l'arma che ha derivato il nome dalla moneta e non viceversa.

Altro al momento non so dirti, aspettiamo gli esperti ;)

ciao.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rob_erto

:o :blink: :wacko:

...se ne impara sempre una... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

era una moneta d'oro in uso anche nella Prussia e in altri stati della odierna Germania = 5 talleri.

In Spagna 2 Escudo (Doblone) = 1 Pistola.

La prima "pistola" si deve a Carlo III di Lorena (1545-1608). In Francia fu in uso dal 1641, quando si coniarono monete (Luigi) con lo stesso valore del Doblone spagnolo.

Il nome "pistola" era raramente utilizzato, preferendo l'uso di anteporre a "d'oro" il nome del regnante.

Es. Luigi d'oro, Federico d'oro, Massimiliano d'oro ecc. ecc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numes

Trovato questo a proposito dell'etimologia di "pistola"

http://www.earmi.it/varie/etimo.htm

Pistola

Una prima corrente di pensiero ricollega il termine alla città di Pistoia e si immagina che lì sia stata inventata la pistola. Ciò è sicuramente falso, ma il collegamento con Pistoia potrebbe essere un altro. La città era conosciuta per la fabbricazione di lame per coltelli e pugnali, tanto che da essa deriva, oh sorpresa, persino il termine bisturi. La parola compare in francese già nel 1462 (bistorit) per indicare un pugnale o un rasoio ed è la deformazione gergale di pistorese. Si potrebbe perciò ipotizzare che nel 1400 il termine pistolese e sue varianti, si fosse diffuso per indicare lame corte (nel 1500 la parola indica anche un largo pugnale) e che poi questo termine sia stato applicato anche alle armi da fuoco corte.

Altri, affezionati all'idea di un'origine italiana della parola, hanno cercato di derivarla da pestello perché l'impugnatura avrebbe avuto una forma rassomigliante a questo strumento. Val la pena di riferire che in un inventario di Breslau del 1483 compaiono delle armi da fuoco chiamata pisdeallen.

Napoleone III, non si sa su quali basi, ebbe a scrivere che la parola derivava dal nome della moneta d'oro, pure chiamata pistola, perché avente lo stesso diametro del calibro delle pistole! Palese invenzione priva di basi reali che dimostra solo quante persone pensino di potersi inventare le regole dell'etimologia. Comunque una simile spiegazione non risolverebbe proprio nulla perché è del tutto sconosciuto il motivo per cui una moneta d'oro prese il nome di pistola. *

La seconda corrente di pensiero, seguita nei paesi nordici e proposta per primo, nell'ottocento, dallo storico boemo Palacky, sostiene che le pistole sarebbero state usate con una certa frequenza nella guerra degli ussiti (1419-1436) e che il nome deriverebbe dalla parola ceca pištala, che significava "tubo, canna". Quindi il termine sarebbe giunto in Italia dalla Germania e attraverso la Francia. In realtà il termine era usato per indicare strumenti musicali a fiato (fischietto, piffero) e si pronunziava piscgiala (con sc come in piscio la g dolce come in giallo), che è molto lontano dal suono di "pistola". Poco credibile che il nome pistola sia stato preso non dalla lingua parlata, ma dalla lingua scritta! Inoltre gli ussiti indicavano con tale termine non un'arma corta, ma un fucile tipo il tedesco Tannenberg. Altra prova contro questa tesi è che nella stessa Cecoslvoacchia queste armi vengono chimata "pistala" solo dopo il 1530, nel mentre che esse, già molti decenni prima, in testi tedescgi, vengono chiamate con termini quali Pischolu, Pischullen, Pyscheln, Pisdeallen, in testi tedeschi.

* Pare che il termine "pistola" riferito alla moneta derivi dall'alterazione del diminutivo di PIASTRA --> PIASTROLA

http://www.etimo.it/?term=pistola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×