Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Caius Giulius Caesar

sesterzio provinciale da indentificare

Risposte migliori

Caius Giulius Caesar

allego questa moneta di alextrick, è un sesterzio provinciale, magari potete scrivere anche un riferimento sul RIC per identificarla....

grazie per l'aiuto!

post-4719-1173116333_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

La zecca sembra quella di Zeugma (Commagene - Siria)

Dalla tipo di fronte e dalla barba, direi che si tratta di Filippo I (meno probabilmente il figlio, ma ho sempre qualche dubbio nell'identificarli)

D/ AVTOK K M IOYLI FILIPPOC CEB, testa laureata a destra

R/ ZeYGMATeWN, Santuario di Zeus sull'acropoli con il periobolo contenenti il sarcofago e bosco alberato.

In esergo un capricorno accasciato a sinistra.

Il RIC non riporta emissioni provinciali.

Simile a Sear Greek Imperial 3954 (ma capricorno a destra).

Il capricorno che compare sulla moneta era il simbolo della Legione IIII (Scitica) di stanza a Zeugma.

La raffigurazione del tempio compare anche su altre monete precedenti ed è alquanto emblematica. Secondo Price and Trell (Coins and their cities, pag. 24) il tempio era probabilmente allocato su una collina, come più evidente sulle emissioni di Antonino Pio.

L'incisore sembra aver utilizzato una vista combinata a volo d'uccello con la visione della corte interna alla area sacra (peribolos) con bosco di alberi. Le linee diagonali che delimitano a destra ed a sinistra la corte interna potrebbero invece raffigurare una sorta di colonnato; l'inclinazione potrebbe essere stata volutamente esasperata per rendere meglio la visione dall'alto.

Alcuni autori hanno anche immaginato che si potesse trattare di scale, spesso raffigurate in questo modo su altre emissioni provinciali romane (Sidone, Alessandria, etc).

La città di Zeugma (Belkis), una delle città più importanti del regno di Commagene, sorgeva sulle riva destra l'Eufrate nella regione della Siria, Commagene. La città, in origine Seleucia ad Euphratem, fù fondata intorno all'anno 300 a.C. da Seleuco Nicatore. Sulla riva opposta di questo importante fiume sorgeva Apamea. Un importante ponte collegata le due città e Seleucia fu chiamata successivamente Zeugma proprio ad indicare questo collegamento (dal greco unione, legame).

La sua posizione privilegiata dal punto di vista strategico e commerciale ne ha fatto la fortuna in antichità, ma in epoca recente ne ha segnato il destino. Molte delle antiche rovine di Zeugma oggi infatti non sono più visibili, sommerse dalle acque dal fiume Eufrate il cui livello é stato artificialmente innalzato mediante una diga di fondamentale importanza per l'area.

Nel 64 a.C. Zeugma venne annessa all'impero romano e vi risiedeva una delle legioni romane, la Legio IV (o IIII) Scitica, a conferma dell'importanza strategica della sua posizione. Una seconda legione era di stanza a Samosata. Zeugma venne rasa al suolo da due eventi catastrofici per la città, l'invasione delle truppe di Shapur I ed un violento terremoto.

In epoca romana la zecca di Zeugma coniò monete a nome di Traiano fino a Filippo II con la legenda ZeYGMATeWN; per la maggior parte si tratta di emissioni in bronzo. Fanno eccezione i tetrdrammi di Caracalla, in argento, con al rovescio la classica raffigurazione dell'aquila frontale con le ali spiegate e una corona d'alloro nel becco, tipica di molte altre zecche siriane.

Tra le altre tipologie va segnalata quella che riporta l'etnico della città in corona d'alloro abbinata ad una numerale in lettere greche. Secondo Head, il numerale che compare tali esemplari potrebbe indicare il mese di emissione.

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caius Giulius Caesar

grazie luigi, siccome non sono ferrato col greco potresti tradurmi le legende?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
.... siccome non sono ferrato col greco potresti tradurmi le legende?

205852[/snapback]

Allora siamo in due.... Ci provo:

AVTOK = AVTOKPATWP = Imperator (equivale a IMP)

K = KAICAP = Caesar (equivale a C o CAES)

M = Marcus

IOYLI = Julius

FILIPPOC = Philippus

CEB = CEBACTOC = Augustus (equivale ad AVG)

ZeYGMATeWN = degli abitanti di Zeugma

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×