Jump to content
IGNORED

Tombe megalitiche in Polonia


Recommended Posts

Depresso
ARES III

Polonia, archeologi scoprono uno dei più grandi complessi di tombe megalitiche del Paese

 

Si tratta di un grande complesso megalitico contenente diverse dozzine di tombe risalenti a 5500 anni fa.

Il sito è stato scoperto per caso vicino al villaggio di Dębiany, nella Polonia centro-meridionale, da un team di archeologi che conduceva ricerche a partire da immagini satellitari. Lo riporta il sito Heritage Daily. 

Dopo aver notato un elemento a forma di quadrilatero con un fossato circostante, è stata condotta un'indagine geofisica che ha rivelato una tomba megalitica. Ampliando l'area di studio, il team ha identificato dozzine di sepolture tombali, con molte altre che rimarrebbero ancora da scoprire.

Ogni tomba è rivestita con pali di legno e presenta un tumulo sepolcrale rialzato a forma di trapezio allungato. L'esterno della tomba è segnato da una palizzata in legno e da fossati esterni che si estendono per una lunghezza compresa tra 40-50 metri.

"Sfortunatamente la maggior parte dei resti dei defunti e dei corredi funerari sono stati rimossi da queste sepolture mentre il cimitero era ancora in uso. Si tratta un comportamento rituale che spesso incontriamo nei cimiteri di quel periodo", ha detto l'archeologo Marcin M. Przybyła a 'Nauka W Polsce'.

Intorno ad alcune delle tombe c'è un elemento difensivo quadrato costruito nell'età del bronzo, durante il IX-X secolo a.C., che gli archeologi ritengono servisse come accampamento militare temporaneo.

https://it.sputniknews.com/mondo/2021031110250797-polonia-archeologi-scoprono-uno-dei-piu-grandi-complessi-di-tombe-megalitiche-del-paese---foto/

10250572_2_-1_1500_843_1200x0_80_0_1_ff2d427b3b614491de87eb83d2862faa.jpg

Link to post
Share on other sites

Depresso
ARES III

Archaeologists Discover one of Poland’s Largest Megalithic Tomb Complexes

The site was discovered by chance near the village of Dębiany in south-central Poland, by a team of archaeologists conducting research of satellite imagery.

Upon noticing a quadrilateral shaped feature with a surrounding ditch, a geophysical survey was conducted that revealed a megalithic tomb. Extending their study area, the team have identified dozens of tomb burials, with many more expected to yet be discovered.

Each tomb is lined with wooden poles (in contrast to most megalithic tombs in Poland being lined with stone) in a raised burial mound shaped like an elongated trapezoid. The exterior of the tomb is marked by a wooden palisade (evident by a series of post-holes), and outer ditches that runs for between 40-50 metres in length.

Archaeologist Marcin M. Przybyła told Nauka W Polsce: “Unfortunately, most of the remains of the deceased and grave goods were removed from these burials while the cemetery was still in use. It was a ritual behaviour that we often encounter in cemeteries from that period”.

Surrounding some of the tombs is a square defensive feature built during the 9-10th century BC during the Period V (late) Bronze Age, that archaeologists believe served as a temporary military encampment.

https://www.heritagedaily.com/2021/03/archaeologists-discover-polands-largest-megalithic-tomb-complex/137463?amp=1

pap11.jpg

Link to post
Share on other sites

Depresso
ARES III

Gli archeologi hanno scoperto un grande e unico cimitero megalitico nella Polonia centro-meridionale. Ha 5.500 anni, contiene dozzine di tombe e i ricercatori dicono che "un insediamento simile è sconosciuto in Polonia.

Come hanno fatto gli archeologi a trovare il cimitero megalitico?

I ricercatori hanno notato per la prima volta il sito durante lo studio delle  immagini satellitari  di un campo. Un'indagine geofisica dell'area e degli scavi condotti nell'estate del 2019 e del 2020 ha rivelato una tomba megalitica e dozzine di sepolture intorno ad essa.

ricercatori hanno notato per la prima volta il cimitero megalitico durante lo studio delle immagini satellitari. ( M. Przybyła e M. Podsiadło )

L'archeologo Marcin M. Przybyła, membro del team di scoperta del  cimitero megalitico  afferma  che questo potrebbe essere "uno dei più grandi cimiteri megalitici della Polonia". Egli  descrive il sito come  aver "pareti lunghe rinforzati con  palizzate di legno , mentre le brevi mura orientali contenevano l'ingresso di una sorta di cappella tomba:. Una sala"

Punti salienti della scoperta

  • Il cimitero megalitico si trova vicino a una città chiamata Dębiany nella provincia di Świętokrzyskie.
  • Ha 5.500 anni ed è uno dei più grandi cimiteri megalitici del paese.
  • A differenza di altri cimiteri megalitici polacchi, questo era rivestito con pali di legno, non di pietra.
  • Il tumulo sepolcrale elevato ha una forma trapezoidale allungata e una palizzata in legno con trincee esterne lunghe da 40 a 50 metri (131,23-164,04 piedi).
  • La maggior parte dei resti e dei corredi funerari sono spariti.
  • Un elemento difensivo quadrato trovato intorno ad alcune tombe suggerisce che il sito potrebbe essere servito come un accampamento militare temporaneo nel IX-X secolo a.C.
  • https://www.ancient-origins.es/noticias-historia-arqueologia/cementerio-megalitico-tumbas-polonia-006904?ao-amp=1

megalithic-cementerio.jpg

Link to post
Share on other sites

Depresso
ARES III

Sette tombe megalitiche alte diverse dozzine di metri da circa 5,5 mila. anni sono stati scoperti dagli archeologi a Dębiany, nel comune di Działoszyce. Secondo gli scopritori, è uno dei più grandi cimiteri di questo tipo in Polonia . 

scienziati definiscono le ipotesi scoperte di recente come megxylons (dal greco "mega" - grande e "xylon" - legno) . Sono stati sollevati da terra a forma di trapezio allungato. Contrariamente alle tombe megalitiche conosciute, ad esempio, da Kujawy, le loro mura non erano circondate da massi, ma da pali di legno.

Le tombe di Dębianach, nel comune di Działoszyce di Świętokrzyskie, scoperte dai ricercatori a circa 30 km da Busko-Zdrój, sono lunghe 40-50 m.

- Le loro pareti più lunghe erano rinforzate con palizzate di legno, mentre le brevi pareti orientali contenevano l'ingresso a una sorta di cappella tombale - un vestibolo - dice uno degli esploratori, l'archeologo Marcin M. Przybyła.

In questo tipo di tomba si trovano solitamente sepolture singole. Come aggiunge il ricercatore, i bordi di ogni tomba erano contrassegnati da una palizzata - solo i buchi di palo sono sopravvissuti fino ad oggi. A sua volta, proprio dietro ad alcuni di essi c'erano fossati longitudinali. È un residuo di ottenere terreni per la costruzione di argini tombali.

>>> Słonowice - Valle dei Re
polacca <<< Polonia Straordinaria: le reliquie del cimitero a cavallo tra il IV e il III millennio a.C., che furono svelate a Słonowice vicino a Kazimierza Wielka durante le ricerche archeologiche condotte dal 1979 dal Dr. Krzysztof Tunia , hanno  1500 anni in più di quelli di Tebe occidentale  in Egitto. Questa è un'altra conferma che le nostre terre erano abitate da popoli ad alto livello di sviluppo sociale ed economico. Non erano uomini selvaggi nascosti nei boschi, né tribù nomadi che andavano da est a ovest, o viceversa. Era una società agricola altamente organizzata, stabilitasi a lungo in queste zone

La ricerca degli archeologi mostra che c'erano 

delle tombe sotto gli argini, alcune delle quali erano state costruite con massi di calcare.

- Sfortunatamente, la maggior parte dei resti del defunto e delle attrezzature sono stati rimossi da queste sepolture mentre il cimitero era in funzione. Era un comportamento rituale che spesso incontriamo nei cimiteri di quel periodo - descrive Przybyła.

Se il resto del cimitero è ugualmente densamente costruito con tombe, potrebbero essercene un totale di una dozzina, stimano gli scienziati.

- Pertanto, sembra che uno dei più grandi cimiteri megalitici della Polonia sia stato scoperto a Dębiany - dice Przybyła.

 

>> Vasa di Bronocice - l'immagine più antica del mondo di un veicolo a ruote <<<

Negli anni Settanta del XX secolo I dipendenti dell'Istituto di Archeologia ed Etnologia, sulla riva destra Nidzica lontano Działoszyce, hanno condotto ricerche sull'insediamento lì più di tremila anni aC Tra gli altri  manufatti trovati anche elementi della vecchia nave che ha stato ricostruito e si chiama "Vaso con Bronocic" ♂. C'era un ornamento narrativo del fumetto raffigurante alberi, campi, strade e acqua, e soprattutto un carro trainato da una coppia di buoi . Anche le ossa di animali trovate a Bronocice sono state datate al Radiocarbon Laboratory di Groningen, nei Paesi Bassi. Per loro è stata ottenuta la data 3635 - 3370 aC La datazione assoluta del monumento è di grande importanza, in quanto dimostra che i disegni sul vaso Bronocice sono la più antica ed inequivocabile testimonianza dell'utilizzo di un carro finora scoperto nelle zone del Vecchio Mondo, dalla costa atlantica a quella centrale Asia, e provengono da 5500 anni fa

Asia, e provengono da 5500 anni fa♂

 

La scoperta del cimitero preistorico sotto forma di megaxillons è avvenuta per caso. L'archeologo di Cracovia, Jan Bulas, ha notato il profilo di una fondazione quadrilatera circondata da un fossato nelle immagini satellitari del terreno agricolo.  Poi è andato in campo, dove, insieme a Marcin M. Przybyła ... - l' intero articolo sulla pagina sorgente di Radio Kielce 

 

 

 https://infobusko.pl/i-❤-swietokrzyskie-opodal-dzialoszyc-odkryto-grobowce-sprzed-ok-5-500-lat-to-jedno-z-najwiekszych-cmentarzysk-megalitycznych-w-polsce/

5500-Jahre-alt-In-Polen-wurde-einer-der-groessten-Steinzeitfriedhoefe-entdeckt.jpg

img-20200904-100307-125835-Copy.jpg

Link to post
Share on other sites

Depresso
ARES III
Posted (edited)

Scoperte sorprendenti in Polonia

L' archeologia aerea e l'archeologia classica stessa celebrano un successo dopo l'altro sin dagli albori dell'aviazione. Da allora innumerevoli siti archeologici, edifici e tracce sono stati scoperti in tutto il mondo da un aereo o da un elicottero. Oggi, droni e satelliti vengono utilizzati anche nello spazio e ogni ricercatore per hobby può utilizzare "Google Earth" per cercare antiche rovine e siti sommersi a casa. Spesso ci sono solo "ombre" nel terreno, che, tuttavia, rivelano molto di più all'occhio allenato di quanto non sembri a prima vista.

Per l'archeologo, tali tracce sono sempre indicazioni chiare che in questi luoghi nel terreno si possono trovare edifici o altre opere artificiali. Ad esempio, possono provenire dai romani . Ad esempio i resti di case, fattorie o vecchie strade che nessuno conosce oggi. Non puoi vedere nulla di questo sul terreno stesso. A seconda della stagione e, soprattutto, delle dimensioni e del tipo di vegetazione, tali tracce a volte possono essere viste più, a volte meno chiaramente dall'aria. Ad esempio, il famoso osservatorio solare Gosek in Sassonia-Anhalt è stato scoperto in questo modo. Un sistema murario ad anello dell'età della pietra, successivamente ricostruito come ricostruzione. Gli archeologi datano il fossato circolare a circa 7.000 anni fa.

I reperti sorprendenti sono sempre garantiti con tale ricerca dall'alto . La terra è piena delle eredità dei nostri antenati in ogni parte della terra che risalgono all'età della pietra . È impossibile registrarli, documentarli e infine scavarli tutti dal punto di vista archeologico. Qui gli archeologi valutano esattamente quello che potrebbe essere attualmente un obiettivo utile per le campagne di scavo e cosa deve tornare. Questo è esattamente ciò che sta accadendo attualmente nel villaggio di Dębiany, nella provincia di Świętokrzyskie, nel sud-est della Polonia . Circa 50 chilometri a nord est di Cracovia.

Cimitero dell'età della pietra di 5.500 anni

Scolorimenti insoliti e strutture nel terreno sono stati trovati qui su fotografie aeree di campi. L' archeologo di Cracovia Jan Bulas li aveva scoperti su registrazioni corrispondenti, il che lo ha reso rapidamente sicuro che queste "ombre" potessero essere ricondotte a siti archeologici nel terreno. Lo suggeriva soprattutto uno scolorimento quadrato. Le indagini sul campo in loco con misurazioni geofisiche confermano l'ipotesi che qualcosa sia nascosto qui. Una tomba dell'età della pietra o megalitica , quindi le prime interpretazioni.

Gli scavatori, tuttavia, sono rimasti sbalorditi dall'estensione delle strutture sommerse, poiché nella zona sono state trovate altre dozzine di tombe. I successivi scavi dell'équipe guidata dall'archeologo Marcin M. Przybyła hanno superato le aspettative dei ricercatori, come ha pubblicato il 2 marzo “Nauka w Polsce” in un comunicato stampa . Secondo questo, il sistema non solo ha circa 5.500 anni, ma è anche piuttosto insolito. A differenza di molte parti della Polonia e dell'Europa, le tombe non erano costruite con megaliti, ma in legno.

Ogni tomba era rivestita e rinforzata con pali di legno e nascosta sotto un tumulo di forma trapezoidale. Attorno a queste colline, lunghe dai 40 ai 50 metri, gli abitanti dell'età della pietra hanno scavato trincee e una palizzata fatta di pali di legno che sono stati da tempo stagionati. I fori dei pali stessi sono stati conservati e possono essere riconosciuti fino ad oggi. Dopo i primi scavi, Przybyła è certa che questo cimitero dell'età della pietra sia stato utilizzato per molto tempo e che sia stato più volte utilizzato per scopi rituali. Probabilmente fino al X-IX secolo a.C., cioè fino alla tarda età del bronzo .

Un sistema unico

Durante questo periodo, le persone eressero lì una struttura difensiva quadrata, che gli archeologi ritengono potesse essere un accampamento militare temporaneo. Ovviamente è discutibile se a quel tempo coloro che vi furono sepolti fossero considerati in qualche tipo di culto rituale. I ricercatori sottolineano che un tale sistema non è ancora noto in Polonia:

 Non era abitato permanentemente. Forse serviva come campo militare o come oggetto di rituali religiosi o sociali. Vale la pena notare che un posto simile è sconosciuto in Polonia ".

Secondo Marcin M. Przybyła, non sono stati ancora scoperti corredi funerari o manufatti di valore. Tuttavia, anche le tombe non sono state saccheggiate, come sottolinea il ricercatore:

 Sfortunatamente, la maggior parte dei resti e dell'attrezzatura del defunto da queste sepolture sono stati rimossi mentre il cimitero era aperto. Era un comportamento rituale che spesso incontriamo nei cimiteri di quel tempo ".

Alcune delle tombe scoperte differiscono dalle strutture in legno in quanto sono state costruite con blocchi di calcare. Allo stesso modo, " le brevi mura est conterrebbero l'ingresso a una sorta di cappella funeraria, un vestibolo", dice Przybyła. Qualche anno fa sono state rinvenute ulteriori tombe monumentali a nord ea sud delle fortificazioni. Durante i primi scavi dell'estate 2019 e 2020 con i fondi dell '"Ufficio statale per la protezione dei monumenti" di Kielce, questi sono stati esaminati per la prima volta.

Marcin M. Przybyła sottolinea che questi ritrovamenti unici dell'età della pietra sono di grande importanza archeologica. Pertanto, altri scavi seguiranno qui negli anni a venire. Con il sostegno della gente del posto e del proprietario terriero, come sottolinea a “Nauka w Polsce”.

https://www.fischinger-blog.de/2021/03/5-500-jahre-alt-einmaliger-steinzeit-friedhof-in-polen-entdeckt/

Edited by ARES III
Link to post
Share on other sites

  • 1 month later...
sdy82

Bellissimo!

Grazie @ARES III!

Una sola considerazione da profano.

Non ho visto strutture megalitiche propriamente dette. In effetti poi si aggiusta il tiro parlando di coperture lignee. Forse il termine megalitico è solo una semplificazione giornalistica (non ho controllato alcuna fonte, quindi non posso affermare nulla), forse siamo nel più ampio contesto di diffusione delle culture tombali kurganiche, proto-indoeuropee. Come datazione sarebbe possibile.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.