Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
aratro

VENEZIA Nome famiglie patrizie su monete veneziane

Risposte migliori

aratro

Ciao a tutti

Chiedo numi su una curiosità che ho da un po' di tempo: sulle monete medioevali in genere spesso i nomi dei regnanti sono riportati con abbreviazioni. Per quelli di mio interesse (Venezia) è evidente che si tratta di abbreviazioni di nomi o cognomi tradotti dal latino, allora considerata lingua "nobile" ed utilizzata per i documenti ufficiali.

La curiosità riguarda la famiglia dei Contarini: nella loro monetazione due/trecentesca il cognome riporta in genere o la dicitura"9IARIN" oppure "9TARE’" oppure ancora "9TARENO".

Non conosco il significato o l'origine di quel numero 9 messo all'inizio del cognome. A dire il vero ho il dubbio che sia un numero, potrebbe essere una lettera dell'alfabeto greco ma non ne sono sicuro, oppure un simbolo.

Qualcuno ne sa qualcosa?

Vi allego un esempio tratto dall'ultima asta NAC

aratro

post-2969-1174573026_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adamaney

Ciao, si tratta di un segno di abbreviazione, in paleografia ne esistono a migliaia (altro es. molto comune in numismatica è l' "ET" abbreviato con una sorta di "s" rovesciata allungata), talvolta discretamente variabili geograficamente da zona a zona. In questo caso, il simbolo che somiglia al nostro "9" sta ovviamente per "CON"(TARENO) e ritengo sia una normale C variata, con appendice.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Horben Tumblebelly
Ciao, si tratta di un segno di abbreviazione, in paleografia ne esistono a migliaia (altro es. molto comune in numismatica è l' "ET" abbreviato con una sorta di "s" rovesciata allungata)

211376[/snapback]

Ad esempio spesso nelle monete meridionali esce fuori un 7: ET

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

ciao, concordo con adamaney,

potrebbe trattarsi di un monogramma risultato dalla sovrapposizione delle lettere, come nel disegnino che allego. :rolleyes:

post-680-1174639762_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob
ciao, concordo con adamaney,

potrebbe trattarsi di un monogramma risultato dalla sovrapposizione delle lettere, come nel disegnino che allego. :rolleyes:

211507[/snapback]

Interessante e plausibile: non ci avevo mai pensato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aratro

Disegno davvero molto esemplificante ed interessante per la spiegazione!

Mi potete postare per cortesia qualche esempio degli ET di cui avete parlato?

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

ciao,

il "7" al posto della parola ET si trova in monete di diverse Zecche. Evidentemente faceva "tendenza".

Ti allego un esempio di Grosso senese dove è ripetuto due volte

ALFA 7 DO PRIMCIPIV 7 FINIS

;)

post-680-1174664462_thumb.jpg

Modificato da bavastro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

yafet_rasnal

L'abbreviazione di ET a forma di S sulle monete deriva dall' uso delle monete bizantine di indicare la parola "kai" (equivalente al latino et) con la S

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
L'abbreviazione di ET a forma di S sulle monete  deriva dall' uso delle monete bizantine di indicare la parola "kai" (equivalente al latino et) con la S

211732[/snapback]

In realtà non è una K con il gambo diagonale inferiore che prosegue formando una specie di S? Almeno, così l'ho vista in una icona del Cristo che teneva un libro su cui era scritto "EGO EIMI H ODOS Ks(KAI) H ALHTEIA Ks H ZOH" (Io sono la Via e la Verità e la Vita). Anche la parola "odos" era abbreviata, in un modo che non ricordo.

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

yafet_rasnal

No Paleologo, non e' una "sti" che si scrive come una G (+ o -), ma proprio una S. Guarda questa foto, al rovescio. LEOn S ALEXAn......

Altre volte KAI viene abbreviato con CE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Ehm... la foto...?

Ciao, P. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aratro

Grazie Mirko e a tutti gli altri per il contributo davvero interessante.

Le note tironiane non le avevo mai sentite.

In pratica si tratterebbe di una forma stenografica antica, che faceva ricorso sia all'alfabeto latino che greco nonchè a segni non alfabetici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×