Jump to content
IGNORED

Emilia Romagna Sigillo XVIII secolo


Riccardo2204
 Share

Recommended Posts

Buonasera a tutti, vi allego due foto riguardanti un sigillo in argento e ferro. 
Avete già visto queste simbologie per caso?

grazie 

Riccardo 

EAD442B4-6A47-4D49-82B4-727051C9FF58.jpeg

10E0BC80-012B-40D8-9753-FBC227C4C5FB.jpeg

AC857623-EE65-4778-A9DC-52C5D6B7B40A.jpeg

Link to comment
Share on other sites


Ciao, l'oggetto  molto interessante e, a giudicare da quel che permette la (buona) foto, sembra anche piuttosto consunto, segno che può esser stato utilizzato con particolare frequenza.

Lo stemma è semplice, un crescente figurato ---> una falce di luna con il profilo di un volto umano ricavato al suo interno; interessante la presenza del cimiero o di quel che ne resta, tre stelle di sei raggi male ordinate.

Lo stile mi ricorda la grafica araldica tedesca del '400-'500: con un po' (nel senso di molta&santa) pazienza, lo si potrebbe andare a ricercare nei tanti stemmari esistenti di area germanofona.

Dall'altro lato del sigillo, abbiamo il simmetrico intreccio di linee ottenuto stilizzando le iniziali del titolare dello stemma, per la cui decifrazione occorre (di nuovo) un altro po' di pazienza nel seguirle e dar loro un senso: esistevano vere e proprie "scuole" di calligrafia dedicate a questo genere di ornamenti i quali, a naso (non è il mio campo...), potrebbe far pensare a una datazione barocca dell'oggetto.

Link to comment
Share on other sites


10 ore fa, Corbiniano dice:

Ciao, l'oggetto  molto interessante e, a giudicare da quel che permette la (buona) foto, sembra anche piuttosto consunto, segno che può esser stato utilizzato con particolare frequenza.

Lo stemma è semplice, un crescente figurato ---> una falce di luna con il profilo di un volto umano ricavato al suo interno; interessante la presenza del cimiero o di quel che ne resta, tre stelle di sei raggi male ordinate.

Lo stile mi ricorda la grafica araldica tedesca del '400-'500: con un po' (nel senso di molta&santa) pazienza, lo si potrebbe andare a ricercare nei tanti stemmari esistenti di area germanofona.

Dall'altro lato del sigillo, abbiamo il simmetrico intreccio di linee ottenuto stilizzando le iniziali del titolare dello stemma, per la cui decifrazione occorre (di nuovo) un altro po' di pazienza nel seguirle e dar loro un senso: esistevano vere e proprie "scuole" di calligrafia dedicate a questo genere di ornamenti i quali, a naso (non è il mio campo...), potrebbe far pensare a una datazione barocca dell'oggetto.

Grazie mille, proverò a seguire il suo consiglio di fare qualche ricerca tra gli stemmari, poi la aggiornerò !! 

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.