Jump to content
IGNORED

Non c'è due senza tre. Denario di Marco Aurelio cristallizzato?


Pxacaesar
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti,come ho scritto nel titolo del post dopo un denario di Settimio Severo non autentico e quello di Elio quasi certamente suberato chiedo il vostro autorevole parere su questo denario di Marco Aurelio, secondo me autentico, la cui superficie però risulta porosa. Potrebbe trattarsi di cristallizzazione dell'argento o di qualcos'altro? Ogni parere è ben accetto, per me è tutta esperienza che acquisisco che mi tornerà molto utile per i miei futuri acquisti. Certo del tempo che mi dedicherete vi ringrazio e alla prossima...?                  MM 18     G 2,85

20210621_065728.jpg

20210621_065753.jpg

Adesso, Pxacaesar dice:

Salve a tutti,come ho scritto nel titolo del post dopo un denario di Settimio Severo non autentico e quello di Elio quasi certamente suberato chiedo il vostro autorevole parere su questo denario di Marco Aurelio, secondo me autentico, la cui superficie però risulta porosa. Potrebbe trattarsi di cristallizzazione dell'argento o di qualcos'altro? Ogni parere è ben accetto, per me è tutta esperienza che acquisisco che mi tornerà molto utile per i miei futuri acquisti. Certo del tempo che mi dedicherete vi ringrazio e alla prossima...?                  MM 18     G 2,85

20210621_065728.jpg

20210621_065753.jpg

 

20210621_065814.jpg

20210621_065830.jpg

Link to comment
Share on other sites


Sempre tenendo conto che giudichiamo una foto, a mio avviso la moneta è stata rovinata da una pulizia chimica molto aggressiva.

Arka

Diligite iustitiam

Link to comment
Share on other sites


2 minuti fa, Arka dice:

Sempre tenendo conto che giudichiamo una foto, a mio avviso la moneta è stata rovinata da una pulizia chimica molto aggressiva.

Arka

Diligite iustitiam

Grazie per il tuo intervento, quindi quella porosità potrebbe essere dovuta a qualche solvente usato per pulirla.

Link to comment
Share on other sites


Sì, secondo me è stata pulita con qualche acido. I residui di nero tra le lettere mi fanno pensare proprio a questo.

Arka

Diligite iustitiam

Link to comment
Share on other sites


è una cosa che si osserva più spesso negli antoniniani, fenomeno più raro e quasi assente nei denari più antichi con argento più genuino.

La tendenza a prendere questo aspetto poroso e a volte lucente solo in superficie è dovuto alla presenza di un eccesso di altri metalli nella moneta.

con i secoli, particelle di argento si separano e si accumulano in superficie come nel fenomeno della coppellazione usato per la stessa fusione e separazione dei metalli.

La presenza di arsenico aumenta notevolmente questo processo.

Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, claudiodruso dice:

è una cosa che si osserva più spesso negli antoniniani, fenomeno più raro e quasi assente nei denari più antichi con argento più genuino.

La tendenza a prendere questo aspetto poroso e a volte lucente solo in superficie è dovuto alla presenza di un eccesso di altri metalli nella moneta.

con i secoli, particelle di argento si separano e si accumulano in superficie come nel fenomeno della coppellazione usato per la stessa fusione e separazione dei metalli.

La presenza di arsenico aumenta notevolmente questo processo.

Grazie per il tuo intervento e per la spiegazione molto chiara che hai dato,per me tutta esperienza che acquisisco .

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.