Jump to content
IGNORED

Emilia Romagna Modena - Ercole II d'Este. Scudo d'oro del sole


gallo83
 Share

Recommended Posts

Buongiorno e buon caldo agosto 

Oggi, complice il caldo opprimente, condivido questo scudo d'oro del sole...moneta abbastanza comune per la monetazione estense ed anche una delle poche monete in metallo nobile ad essere collezionabili ma soprattutto che si riescono a trovare ūüėä

Era tanto che la cercavo come la volevo io e finalmente l'ho aggiunta in collezione. 

Cosa ne pensate? 

 

Grazie a tutti e un saluto caloroso

 

Marco 

FB_IMG_1621054561855~2.jpg

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Complimenti @gallo83 ottima moneta.

Mi sapresti dire il peso?¬†ūüėā

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites


Bellissima moneta, di grande fascino, con la figura di San Geminiano ottimamente impressa e con tondello impreziosito da una piacevole patina. 

Complimenti

M. 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Giusto due note sul santo:

Geminiano, citato anche come¬†Gimignano¬†o¬†Gemignano¬†(Cognento,¬†15 gennaio¬†312¬†‚ÄstModena,¬†31 gennaio¬†397), √® stato¬†vescovo di Modena, citt√† di cui √® anche¬†patrono.¬†

Fu molto impegnato, insieme con altri vescovi della Romagna (san Mercuriale di Forlì, san Rufillo di Forlimpopoli, san Leo di Montefeltro e san Gaudenzio di Rimini), a combattere l'eresia ariana, molto diffusa in quella zona.

Oltre al viaggio in Oriente per curare la figlia dell'imperatore, san Geminiano è famoso per altre due leggende agiografiche. Nel 452 Attila, sovrano degli Unni, disceso in Italia dal Veneto, si apprestava a mettere a ferro e fuoco anche Modena. Gli abitanti della città fecero ricorso a san Geminiano che invocò l'aiuto di Dio e fece scendere la nebbia sulla città: Attila non riuscì a individuarla e proseguì verso Sud.

L'altra leggenda riguarda l'apparizione a Carlo D'Amboise, comandante delle milizie francesi che nel 1511 stavano minacciando Modena: la notte tra il 17 e il 18 febbraio di quell'anno san Geminiano apparve ai francesi sotto aspetto terrificante, quasi di demone. Alla vista del "glorioso vecchio" il capitano e le sue truppe retrocedettero precipitosamente verso Rubiera e molti soldati perirono annegati nel fiume Secchia. L'esercito si disperse spaventato nelle vicine terre e il comandante, atterrito a morte, si suicidò di lì a poco nella vicina Correggio.

(da Wikipedia)

N.

 

Edited by niko
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

√ó
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.